EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Viaggi Gay: dove andare in inverno?

Comment

Consigli

 

Il viaggio è diventato, soprattutto negli ultimi anni, un must per chiunque: un periodo di vacanza dal lavoro, dalla propria città, da passare in completa tranquillità divertendosi è senza dubbio una cosa necessaria e che sta diventando sempre più alla portata di tutti. Le vacanze gay si stanno sempre più espandendo, il mercato si è ingrandito e le località sono davvero tante, sia per un inverno sulla neve per sciare o divertirsi in baita, sia per una stagione invernale passata al caldo, tra le spiagge di un’isola tropicale.

Se volete essere trattati come dei re, senza dubbio, l’opzione migliore è la crociera: verrete serviti e riveriti in ogni cosa, conoscerete tante persone nuove e potrete trovare amici, inoltra avrete l’occasione di visitare varie città e, nel caso qualcuna vi interessi e vi stuzzichi molto, ritornarci per passarci qualche giorno.

Volendo invece trascorrere il vostro inverno sulla spiaggia, tornando in città abbronzati mentre tutti gli altri sono ancora bianco latte, ci sono tante diverse opportunità: una di queste è sicuramente quella di prenotare in un posto come le isole Canarie. Poco lontane dall’Italia (di solito poco più di tre ore di volo), avrete a disposizione delle spiagge magnifiche ed un clima che, anche durante la stagione fredda, è sempre mite e capace, in alcune occasioni, di attirare gente sulla sabbia. Seguendo la guida gay Gran Canaria inoltre vedrete tranquillamente come sia uno dei luoghi più gay friendly in Europa: proprio durante il mese di Novembre infati viene organizzato il Winter Pride di Maspalomas. Si svolgerà sull’isola per il terzo anno consecutivo ed è uno dei festival più grandi del continente. Gli eventi organizzati durante la rassegna sono di tutti i tipi ed in genere ci si potrà accedere con un biglietto il cui prezzo varia dai 15€ ai 50€. Non mancheranno naturalmente anche gli eventi totalmente free: una tre giorni di concerti, incontri con artisti, mostre, feste che tutti i sognatori d’Europa non dovrebbero mai saltare. I locali gay inoltre sono tantissimi se magari vorrete andare in altri periodi e sono in grado di soddisfare ogni target. In genere i frequentatori dell’isola vanno dai 25 ai 45 anni, in particolare sono britannici o tedeschi, in ogni caso per la maggior parte europei.

Leave a Reply