EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Valtellina: un particolare mercato immobiliare

Comment

Uncategorized

Milano, 9 gennaio 2013 – Il mercato immobiliare turistico in Valtellina, nel 2012, è stato caratterizzato da prezzi sostanzialmente stabili e compravendite in contrazione.

Nelle località di Aprica, Teglio e Chiesa in Valmalenco i tempi medi di vendita di appartamenti sono molto variabili e possono andare dai 6 ai 12 mesi, mentre gli sconti in sede di chiusura delle trattative sono aumentati, attestandosi al 15-20%. La domanda di seconde case prevale nelle località di Aprica e Chiesa – qui per un signorile i prezzi sono variabili dai 1.800 ai 2.700 € al mq. Per le soluzioni medie si va, a seconda della tipologia, dai 1.000 ai 2.200 € al mq. Quotazioni inferiori a Teglio, dove i prezzi massimi arrivano a 1.500 € al mq.

Come sottolinea Alberto Azzola, titolare dell’agenzia Gabetti di Sondrio:

Le zone più richieste rimangono quelle di Sondrio e i paesi limitrofi del versante Retico, soprattutto per soluzioni di buona qualità, appartamenti su piani alti o case indipendenti con terreno. In calo invece la domanda di seconde case da parte delle famiglie medie, che hanno ridotto la propria disponibilità, in corrispondenza con il peggioramento della situazione economica generale. Chi si affaccia ora all’acquisto ha però una maggiore capacità di negoziazione e un’ampia possibilità di scelta, pertanto, per chi dispone delle risorse necessarie, un acquisto in tal senso può essere consigliabile“.

Nella bassa Valtellina la domanda di seconde case in vendita ha visto un lieve rallentamento, soprattutto da parte della fascia media. A Morbegno le quotazioni sono state complessivamente stabili, con tempi medi di vendita di circa 6 mesi, ma si assiste a una tendenza all’aumento soprattutto per le soluzioni di minore qualità, in zone più periferiche, che comportano maggiori difficoltà logistiche. In aumento gli sconti ottenibili nel corso della trattativa d’acquisto, che si attestano intorno al10%. Il mercato delle seconde abitazioni è alimentato per la maggior parte da persone residenti in Lombardia, con alcune richieste da parte di stranieri, provenienti in particolare dal centro Europa (Germania, Svizzera, Belgio, Olanda).

Come sottolinea Andrea Ciaponi, titolare dell’agenzia Gabetti di Morbegno:

Nel 2012 abbiamo assistito ad una tenuta complessiva del mercato delle seconde case, in un contesto di quotazioni stabili, per le località della Costiera dei Cech e per le località delle valli delle Prealpi Orobiche. Mantengono un buon appeal soprattutto le soluzioni indipendenti, con budget intorno ai 100-150.000 €. Più in difficoltà le tipologie di minore livello qualitativo situate nel fondovalle, a cui si dirigeva il target con minore disponibilità, che in questo momento, a causa della situazione macroeconomica generale, ha rivisto al ribasso la sua disponibilità di acquisto“.


Articolo redatto sulla base di uno studio condotto dall’Ufficio Studi Gabetti. I dati forniti provengono dal Gruppo Tree Real Estate (www.treere.it), che comprende le agenzie Gabetti, Grimaldi e Professionecasa (www.professionecasa.it)
.

Leave a Reply