EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Vacanze invernali: Sri Lanka destinazione top

Comment

Varie viaggi

Con CartOrange si parte alla scoperta dell’archeologia e della natura meno conosciute

L’antica Ceylon è la protagonista di una proposta CartOrange diversa dai soliti itinerari, perché unisce alle spiagge una particolare attenzione alle esperienze a contatto con la cultura del luogo: dal viaggio in treno panoramico al rituale della Puja a Kataragama

Mare caldo, spiagge assolate e un territorio ricchissimo di storia, natura e tradizioni, tutte da scoprire. Sono questi gli elementi che fanno dello Sri Lanka, l’isola a sud dell’India che Marco Polo descrisse come “l’isola più bella del mondo”, una delle migliori destinazioni per le vacanze invernali al caldo secondo CartOrange. «La stagione secca in Sri Lanka va da dicembre a marzo–spiega Silvia Romagnoli, Travel Stylist CartOrange il più grande network italiano di consulenti di viaggio– e questo ne fa una destinazione davvero interessante per l’inverno, che piacerà sia a chi desidera rilassarsi tra mare e natura, sia a chi è interessato alla storia e alla cultura di una popolazione gentile e ricca di tradizioni. Di sicuro un viaggio in Sri Lanka è anche un viaggio spirituale, che arricchisce».

La proposta di CartOrange è particolarmente orientata alla scoperta degli aspetti meno noti dell’antica Serendib e al contatto con la cultura, la religione e le usanze locali. Si comincia visitando l’antica capitale Polonnaruwa con le sue enormi dagoba (reliquiari buddhisti) e le statue del Buddha, patrimonio dell’umanità. Si prosegue poi per l’antico sito archeologico di Sigiriya, per i templi di Dambulla, esempi fra i più alti di arte buddhista, e per Kandy, città regale dove si assiste a uno spettacolo di danze tradizionali. L’altopiano centrale è tutto da scoprire con un viaggio in treno panoramico: si visiteranno le piantagioni di tè e le cascate di Devon Santa Clara, Ramboda e Diyaluma. Dopo aver visitato il parco nazionale di Yala con i suoi felini, si arriva infine a Katagarama, con il suo santuario dove è possibile assistere al rito serale della Puja.

«Queste sono solo alcune delle esperienze straordinarie che si possono vivere durante un viaggio in Sri Lanka –prosegue Silvia Romagnoli–. La natura offre occasioni uniche, come l’osservazione delle balene e dei delfini a Mirissa, l’escursione notturna per vedere le tartarughe a Rekawa e la visita all’Orfanotrofio degli elefanti a Pinnawela. E le attività sportive vanno dal rafting, anche notturno nelle notti che precedono la luna piena, alla navigazione in canoa e kayak per raggiungere templi sperduti, fino ai trekking diurni e notturni che toccano parchi nazionali e siti archeologici, da sorvolare anche in mongolfiera».

Per prepararsi al meglio al viaggio, CartOrange offre anche due servizi esclusivi: la guida e-book La terra dei Re; testimonianze di un’antica civiltà e la video lezione preparatoria Sri Lanka, la lacrima dell’India.

Lo Sri Lanka è una meta sicura e attrezzata per accogliere i turisti. Il periodo consigliato per visitarla comprende tutto l’anno a eccezione di ottobre e novembre.

Itinerari della durata consigliata di 9 giorni almeno, prezzi a partire da €1.820 a persona.

CartOrange – Viaggi su misura (www.cartorange.com) è la più grande azienda di Consulenti per Viaggiare®, attiva in Italia da oltre dieci anni con più di 400 professionisti e svariate filiali sul territorio nazionale. Con il progetto Viaggi nel Tempo CartOrange aggiunge una dimensione nuova al viaggio: gli itinerari sono pianificati da storici e archeologi che curano lezioni preparatorie per i partecipanti e poi li accompagnano sul posto di persona o con un e-book dedicato.

 

Leave a Reply