EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Un’esperienza di studi all’estero: richiedi un visto Eta e vola in Australia

Comment

Australia

Arricchire il proprio percorsi di studi grazie ad un master all’estero è sicuramente una mossa vincente per rendere il proprio curriculum vitae più ricco, competitivo e interessante. Soprattutto in un periodo storico in cui il lavoro in Italia scarseggia, poter esibire un attestato di questo tipo potrebbe contribuire ad aprire porte professionali inaspettate.

L’Australia: un continente in crescita ed espansione in diversi settori

L’Australia non è solo un luogo dai paesaggi naturali incantevoli, che offre spiagge incontaminate e vaste zone di Natura ancora selvaggia a perdita d’occhio. Attualmente è considerato un continente all’avanguardia soprattutto per quanto riguarda alcuni settori professionali specifici. Per esempio, vanta corsi di studio di eccellente qualità in tema di agricoltura e coltivazioni, garantendo agli studenti in agraria una formazione specifica soprattutto per tutto ciò che concerne le tecniche di ultima generazione. Un altro campo particolarmente interessante è quello che riguarda l’utilizzo e l’impiego delle energie alternative, con un focus specifico sul settore del fotovoltaico. Un master del genere potrebbe essere l’ideale per i neo-laureati in ingegneria, visto che la sensibilità verso la corretta gestione delle risorse naturali sta prendendo velocemente piede anch
e in Italia. Infine, secondo recenti statistiche, l’Australia si è posizionata ai vertici della classifiche mondiali nel settore di alcune branche della medicina, nella fattispecie la chirurgia plastica e la dentistica: dalla gnatologia all’odontoiatria, dalla ricostruzione dei lineamenti tramite nuove tecniche maxillo facciali alla pedodonzia.

Un master in Australia: come fare?

Le scuole australiane aprono volentieri le iscrizioni agli studenti provenienti dall’estero, soprattutto se si tratta di individui motivati e brillanti. Non è difficile accaparrarsi un banco presso qualche corso di studi offerto dalle università australiane. L’importante è munirsi di un regolare visto Eta, la cui richiesta può essere fatta anche tramite il sito www.australia-eta.com, dove si trova un percorso guidato semplice ed intuitivo per inoltrare la pratica burocratica necessaria. Esistono diverse tipologie di visto, così da poter richiedere quello più adatto alle proprie esigenze e poter partire senza alcuna preoccupazione, sicuri di essere in regola per tutto il periodo di permanenza in Australia.

Scegliere il visto più adatto per frequentare un corso di studi in Australia

Come specificato molto chiaramente anche sul sito www.australia-eta.com, con un visto turistico eVISITOR è possibile, tra le altre cose, anche frequentare un master, o un semplice corso di studi, della durata massima di 3 mesi. Questo tipo di visto è direttamente collegato al passaporto e dà la possibilità di restare in Australia anche per motivi turistici. Il visto ha la validità di un anno dal momento dell’erogazione. Se si sceglie un corso di studi più lungo, o se il proprio progetto prevede anche di lavorare durante la propria esperienza in Australia, esistono altre soluzioni interessanti, ad esempio la formula Student Visa o il Working Holiday Visa. È importante ricordare, come sottolinea Australia-Eta.com, che per ottenere un visto per l’Australia bisogna essere titolari di una carta di credito. La politica australiana è
molto severa riguardo gli ingressi nel proprio continente
: chi non possiede il visto, o ne possiede uno sbagliato, rischia di restare fermo in aeroporto anche per giorni, fino alla risoluzione del problema. È quindi fondamentale informarsi bene prima di partire e verificare di essere in perfetta regola.

Leave a Reply