EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Un viaggio a Tenerife, l’isola dell’eterna primavera

Comment

Spagna
Un viaggio a Tenerife, l’isola dell’eterna primavera

Un viaggio a Tenerife, l’isola dell’eterna primaveraTenerife l’isola dell’eterna primavera, accoglie il turista  con una miriade di attrazioni legate al mare e non solo.  Natura, monumenti, musei, e ancora mare, sole, surf, sabbia bianca, nera, rocce. E poi divertimento, shopping. A Tenerife ci sono diverse località da visitare che racchiudono fascino ed interesse, parchi tematici e divertimenti, giardini con moltissime specie di piante e fiori, Musei e chiese che ci raccontano la storia di Tenerife sin dalle sue origini.

Tenerife   è  l’isola più grande dell’arcipelago  delle Canarie e  la più popolata e cosmopolita della Spagna. Fortemente influenzata dalla cultura tribale dei Guanches, gli abitanti originari, Tenerife fu conquistata dagli Spagnoli 500 anni fa.
Tenerife si presenta all’occhio del turista di un verde quasi abbagliante dove la zona collinare e montagnosa è completamente ricoperta di vegetazione. Dove non ci sono boschi, ci sono suggestive distese di bananeti. Il sud dell’isola è molto secco con paesaggi molto brulli, dove spiccano i cactus e i fichi d’india
Suggestiva è la punta più stretta e più a nord di Tenerife che termina con un faro, con una strada che corre sull’Oceano . Qui, grazie al vento costante, è possibile fare surf.

Le spiagge sono nere di sabbia vulcanica; se desiderate la sabbia bianca dovete recarvi a Las Teresitas, la spiaggia artificiale vicino alla capitale Santa Cruz, dalla caratteristica forma di mezza luna. La spiaggia del sud è interminabile , mentre a nord sono più piccole, libere e frequentate per lo più dalla popolazione locale.

Ma se cercate la movida di Tenerife, se volete locali, negozi, discoteche e sfrentata vita notturna il posto ideale è Playa de Las Americas e Las Veronicas. Più tranquilli sono Los Cristianos e Costa Adeje. Ovunque si trovano hotel ed il turismo più discreto ed elegante si trova al Puerto de La Cruz, dove non mancano nè i locali, i negozi e i ristoranti, nè il lungo mare. Se invece non vi interessano spiagge, discoteche e locali notturni, e preferite un turismo più culturale e soprattutto conoscere la vera Tenerife, basta scegliere uno dei paesi del nord, come Orotava, Icod del Los Vinos, La Guancha, Candelaria.
Se adorate la natura fate tappa al “Loro Parque”, enorme parco con uccelli e fiori tropicali, scimmie, delfini ecc; molto simile è il “Parque del las Aguilas”; se la vostra passione è il mare potrete visitare l’enorme acquario a La Laguna. Se invece andate a Febbraio, non potete perdere il carnevale di Santa Cruz  secondo solo al carnevale di Rio de Janeiro e che viene celebrato nella piazza principale della capitale davanti al porto.

A Tenerife si mangia bene e con poco, i piatti tipici sono due: le “papas arrugadas” e le “Arepas” Nei  bar si possono gustare le “tapas variadas” cioè diversi assaggi della cucina tipica

Il sistema migliore per visitare l’isola è noleggiare un’auto.

Leave a Reply