EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: toscana

Castiglione Fiorentino (AR): dal 27 al 29 settembre festa enogastronomica “I Giorni di Bacco”

Castiglione Fiorentino (AR): dal 27 al 29 settembre festa enogastronomica "I Giorni di Bacco"E’ la stagione della vendemmia e come ogni anno, a Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, nei due week end di fine settembre, di cui uno già trascorso, viene promossa la manifestazione eno-gastronomica I Giorni di Bacco.

Faranno gli onori a questa festa dal sapore antico, oltre ai vini locali, anche i vini prodotti nei territori attorno a Castiglion Fiorentino, come il Montepulciano, il Montalcino, il Chianti e  il Costa degli Etruschi.

Dalle ore 19 di venerdì 27 settembre, e domenica 29 dalle 16, saranno aperte fino a tarda notte  gli stand enogastronomici e le varie taverne, mentre si potranno gustare, oltre ai classici antipasti toscani,  la ribollita, la trippa, i fegatelli, la rosticciana e specialità gastronomiche a tema con abbinamenti di vini, presso il punto ristoro al coperto. Non mancheranno le serate musicali live e giochi ed attrazioni per i bambini.

Programma dell’ultimo week end:

Venerdì 27:
Ore 19.00 apertura taverne con intrattenimento musicale e giochi vari.
Ore 20.00 apertura stand gastronomico con piatti tipici toscani.
Ore 21.30 Dj set a cura di Gabriele Parri.

Sabato 28:
Ore 19.00 apertura taverne con intrattenimento musicale e giochi vari.
Ore 20.00 apertura stand gastronomico con piatti tipici toscani.
Ore 21.30 concerto a cura del gruppo Umagroso.

Domenica 29:
Ore 16.00 apertura taverne con intrattenimento musicale e giochi vari.
Intrattenimento e giochi per bambini a cura de “il paese dei balocchi” .
Ore 17.00 1° Olimpiade del vino tra Boschetello, Manciano e Noceta con la
partecipazione di Merigo.
Ore 19.00 premiazioni 1° edizione Olimpiade del Vino.
Ore 19.30 musica dal vivo con la Ele.
Ore 20.00 apertura stand gastronomico con piatti tipici toscani.
Ore 21.30 concerto del gruppo Not Yet?.

Published by:
Consigli

Vacanze in Toscana con Arcobaleno d’estate

Vacanze in Toscana con Arcobaleno d'estateToscana Arcobaleno d’estate è una nuova iniziaitiva promossa dalla Regione Toscana, che si svolge nell’ultimo week end di agosto – il 23, 24, 25. Svariati momenti per accogliere i turisti in modo gioioso, con eventi che vanno dal “tutto in mare collettivo” che si svolgerà lungo la costa, ai concerti, agli assaggi di vino e cibo. Eventi di tanti tipi, che possano rendere indimenticabile la vacanza in Toscana.

La grande festa che coinvolgerà tutta la Toscana, con duecento eventi in programma, 800 stabilimenti balneari coinvolti, serate speciali dal Festival Pucciniano al Bolgheri Melody.

A Firenze, per es. apertura straordinaria e notturna del Forte Belvedere che ospita la bella mostra di Zhang Huan il 24 agosto. Ma il cartellone è aperto, e  ogni giorno si arricchisce di new entries.

A Viareggio, sono protagonisti tre grandi carri allegorici di cartapesta, che eccezionalmente, sabato 24 agosto, tornano a sfilare, completamente illuminati, con movimenti, musica e maschere, per invadere il lungomare .

Qui potrete trovare il programma dettagliato http://www.arcobalenodestate.it/

 

Published by:

Sagra del ciaccino (Chiusdino): dal 2 al 4 agosto il Torneo di Palla Eh!

Sagra del ciaccino (Chiusdino): dal 2 al 4 agostoSagra del ciaccino (Chiusdino): dal 2 al 4 agosto nella caratteristiche cornice di Chiusdino , antico borgo in provincia di Siena, si svolge la Sagra del ciaccino. La 27°edizione della Sagra della Ciaccino si terrà a Ciciano, frazione del comune di Chiusdino (SI).

Come da tradizione, in contemporanea alla sagra, si svolge il Torneo di Palla Eh!, un antichissimo, storico gioco, di probabile origine greca antica. Al giuoco della palla, eh! pare che ci giocassero già i Romani, che lo avevano copiato dai Greci. Ogni anno le squadre di Ciciano, Scalvaia, Piloni, Torniella, Tirli e Vetulonia si giocano la Bimba, una vittoria alata alta un metro. Ai perdenti non resta che consolarsi con il ciaccino, una schiacciata cotta nei forni a legna: l’impasto ha come base il grasso di maiale, arricchito da noci tritate o uvetta o sfrizzoli o patate o olio di oliva autoctono.

Il programma della festa vede protagonista il ciaccino, cotto nei forni a legna come da tradizione. Si tratta di una ricetta tramandata gelosamente di madre in figlia. In occasione della festa, verrà aperto al pubblico anche l’antico frantoio del paese, risalente ad oltre un secolo fa.

Published by:

Scegliere un Bed and breakfast in Firenze centro

Scegliere un Bed and breakfast in Firenze centroIl modo migliore per visitare Firenze senza stress e spendendo poco? Scegliere un bed and breakfast in zona centro! La città che è stata in passato la culla del Rinascimento offre una grandissima quantità di musei, siti e attività culturali da svolgere in compagnia del proprio partner o della propria famiglia. La bellezza di questa città affascina chiunque e richiama milioni di turisti provenienti da ogni angolo del mondo ogni anno.

Uno dei vantaggi offerti da Firenze è di avere un centro storico ampio, ma raccolto in uno spazio ben definito: questo permette di vedere le principali attrazioni turistiche anche passeggiando a piedi e spostandosi da un posto all’altro. In questo modo, si possono visitare comodamente gli Uffizi e poi passare alle Gallerie dell’Accademia, oppure fermarsi nella chiesa di Santa Croce e passeggiare poi verso la basilica di Santa Maria Novella. E, ancora, visitare il Museo della Fotografia dei Fratelli Alinari e poi incamminarsi verso le Cappelle Medicee. La vicinanza dei principali siti culturali della città fa si che gli itinerari possano essere organizzati e gestiti nel modo migliore possibile, anche e soprattutto in funzione del tempo che si ha a disposizione.

Per questo motivo, la scelta di un bed and breakfast Firenze centro può essere di grande aiuto e rappresenta la soluzione ottimale per non perdere troppo tempo. La comodità della struttura è data anche dalla facilità con cui è possibile raggiungerla sia da chi viaggia in aereo, sia da chi arriva in treno. La stazione centrale dell’alta velocità, infatti, è quella di Firenze Santa Maria Novella, che prende il nome dall’omonima basilica che si trova a due passi. Basta scendere dal treno e uscire dalla stazione per essere invasi dal sapore della cultura e della storia che affascina i tantissimi turisti in visita.

La macchina può anche essere lasciata a casa, visto che il centro si visita tranquillamente a piedi o con i mezzi pubblici (ma per apprezzare a pieno le bellezze di Firenze, è consigliabile la prima soluzione). Per ricevere indicazioni turistiche ci si può affidare al gestore del bed and breakfast, oppure visitare uno dei punti informativi presenti in zona centro, dove è possibile trovare anche materiale, depliant e brochure della città, delle attività da fare e dei luoghi più belli da visitare.

E anche sul fronte enogastronomico, la città di Firenze, e il centro in particolare, offrono tantissime opportunità, per tutte le tasche. Per i più esigenti, si può scegliere uno dei ristoranti e punti ristoro presenti nelle immediate vicinanze dei prinipali siti di interesse culturale oppure mangiare qualcosa con la vista sull’Arno. Ma chi non ha voglia di spendere molto, può comunque affidarsi ai fast food o ai locali che offrono menu a prezzo fisso. Anche per quanto riguarda la colazione, laddove non sia inclusa, è possibile usufruire degli accordi del gestore del bed and breakfast con i bar della zona.

Insomma, non c’è modo migliore di visitare una città bella, affascinante e ricca di cose da vedere come Firenze se non quello di affidarsi a un bed and breakfast in zona centro: risparmierete tempo e denaro e potrete godervi una visita rilassata e piacevole, da soli o in compagnia.

Published by:

Firenze, la città dei musei

Firenze, la città dei musei

Firenze, la città dei musei

Messaggio rivolto ai riluttanti da museo: andare in vacanza a Firenze e tenersi alla larga da uno dei suoi ricchissimi spazi espositivi, vi farà sentire in colpa. Sappiatelo. Onde evitare rimorsi e spiacevoli penitenze, iniziamo a conoscere alcuni dei più importanti musei fra gli oltre 70 del capoluogo toscano.

Cominciamo ovviamente dalla Galleria degli Uffizi, ubicata a pochi passi dalla Loggia della Signoria, il fulcro della città. La Galleria degli Uffizi, il cui progetto fu commissionato al Vasari nel 1560 da Cosimo I de’ Medici, conservano un patrimonio artistico con pochi eguali al mondo, suddiviso in ben 45 sale e organizzato in ordine cronologico. Fra le opere, che spaziano dal medioevo alla modernità, si trovano diversi capolavori firmati da artisti del calibro di Giotto, Beato Angelico, Piero della Francesca, Botticelli, Correggio, Mantegna, Raffaello, Michelangelo, Leonardo e Caravaggio. Oltre all’arte fiorentina e italiana, gli Uffizi concedono uno spazio significativo ad altre scuole europee, come quella spagnola, tedesca e fiamminga, ed espongono dipinti di pittori come Dürer, Rubens e Rembrandt, Rubens. Gli Uffizi rappresentano, dunque, una tappa obbligata per chi prenota un hotel a Firenze, potrete trovare delle offerte interessanti nel portale di expedia.it.

Di grande importanza è anche il polo museale allestito nella splendida cornice di Palazzo Pitti. Tra i diversi spazi espositivi, meritano sicuramente una visita la Galleria Palatina, costruita a cavallo fra XVIII e XIX secolo al fine di ospitare, in particolare, le preziosissime collezioni dei Medici, e la Galleria d’Arte Moderna: la prima presenta, specialmente, opere del Rinascimento e del Seicento, con capolavori di Raffaello, come la Madonna del Granduca e La Velata, di Tiziano, di Andrea del Sarto, come il San Giovannino, del Tintoretto, di Rubens e Caravaggio, mentre la seconda si focalizza sul periodo compreso tra la fine del XVIII secolo e la prima metà del Novecento, attraversando le epoche neoclassiche e romantiche, la scuola dei Macchiaioli, i movimenti dell’Ottocento fino ad arrivare a quelli di inizio XX secolo.

Prenotare un hotel a Firenze è, infine, l’occasione per ammirare la celebre statua del David di Michelangelo, che trovate alla Galleria dell’Accademia, fra via Ricasoli e Piazza della Santissima Annunziata. Non solo il David, però. La Galleria dell’Accademia, infatti, custodisce altre sculture di Michelangelo, come i Prigioni e il San Matteo, opere a tema religioso dei pittori attivi a Firenze dal tardo medioevo alla fine del ‘500 e polittici tardo gotici, oltre ad alcune pregevoli sculture del ‘800.

Published by:

Capodanno in Toscana, alcuni eventi

Sei in Toscana? Vai in Toscana? Ecco tutte le proposte per un Capodanno effervescente.

Se sei a Firenze  c’è tanto da fare, un bello spettacolo al  Circo Acquatico con una serata speciale con pandoro e panettone per tutti.  Se poi sei nel pisano La Nazione segnala gli eventi di Bientina dove,  al Teatro di Bientina, via XX Settembre 30, propone “Una notte per il mondo VIENNA/BUENOS AIRES” con Katia Beni, Anna Meacci, Andrea Kaemmerle e la RasKornica Orchestra l’evento comprende i teatri di  Bientina e Ponsacco. L’inizio è per le 22. Dolcetti e champagne  ma anche cena, che però si prenota mentre per tutti in piazza  caldarroste.

Pisa  festa  in piazza Carrara, con il concerto di Edoardo Bennato. L’altro al Teatro Verdi di Pisa, con il concerto di Ornella Vanoni. Per questo secondo evento è possibile anche prenotare la cena. Per maggiori informazioni c’è internet (www.teatrodipisa.pi.it).

Sempre da La Nazione i festeggiamenti di Livorno dove il  nuovo anno sarà salutato alla Terrazza Mascagni con il concerto di Bobo Rondelli ( Un evento davvero speciale con il musicista livornese, pronto a scaldare con la sua musica i cuori dei tanti fan. Ma a Livorno ci sarà anche una festa al PalaLivorno con lo staff del Pacha di Ibiza: il celebre club dance dell’isola si trasferisce dunque in terra labronica per una serata da ricordare.

Published by:

Firenze, un San Silvestro effervescente. Tutto il programma piazza per piazza

Firenze, un San Silvestro effervescente. Tutto il programma piazza per piazza Firenze, 5 piazze da urlo per salutare  l’addio del 2012. Cinque piazze tutte a ingresso libero per un Capodanno indimenticabile.

 Piazza della Stazione, piazza Santissima Annunziata, piazza della Repubblica, largo Annigoni e piazza della Signoria le  migliori piazze della città si vestono a festa per un Capodanno eccezionale.

Ecco il programma nei nettagli

DOVE. In piazza della Stazione ci saranno Blue Popsicle (ore 21.30), Passogigante (ore 22.30) e Subsonica (ore 24); in piazza Santissima Annunziata lo spettacolo dei New York Gospel Spirit, (ore 22); in piazza della Repubblica concerto di Nick The Nightfly Quintet (ore 22), in largo Annigoni appuntamento con New Years’s Woodstock e in piazza della Signoria Orchestra Sinfonica Ucraina Di Lugansk – direttore Giuseppe Lanzetta (ore 23).

Piazza della Stazione

BLUE POPSICLE (ore 21,30) – Tiratissimo quintetto fiorentino che centrifuga al meglio le lezioni di Strokes, Kooks, Artic Monkeys e Maximo Park… Vincitori del Rock Contest 2011, centinaia di concerti all’attivo, hanno da poco dato alle stampe l’ep “Nuda Veritas”, accolto da ottime recensioni.
PASSOGIGANTE (ore 22,30) – Un concentrato di funk, black music e sonorità d’oltreoceano. Al groove della tradizione funky, il gruppo fiorentino unisce elementi elettronici, synth aggressivi, fiati taglienti e testi degni del patrimonio cantautorale. Presentano il quinto album, “Tuttialbuio”.
SUBSONICA (ore 24) – La band torinese aveva annunciato poche settimane addietro il ritiro dalle scene live per concentrarsi sul nuovo album. Ma per il Capodanno fiorentino farà un’eccezione.
Ed eccezionale sarà il concerto che Samuel, Max, Boosta, Ninja e Vicio proporranno in piazza della Stazione, un vero e proprio “best” in cui ripercorreranno i successi inanellati in tre lustri di attività.

Piazza Santissima Annunziata

NEW YORK GOSPEL SPIRIT (ore 22) – Lo spettacolo dei New York Gospel Spirit non è un semplice concerto: è un viaggio nello stile e nello spirito della musica gospel, con un’attenzione particolare ai suoi sviluppi teatrali e coreografici.
Ogni artista è in scena per raccontarci la sua storia, il suo modo di esprimere il gospel: un mix di musica, recitazione, improvvisazione e teatralità che catapulta il pubblico direttamente su Broadway.
Sul palco cinque musicisti e sette cantanti: artisti che hanno viaggiato in tutto il mondo, nelle formazioni di maggior successo. Due ore di musica per trascinare il pubblico in un vortice di divertimento, come solo i ritmi e le sonorità gospel sono in grado di creare.
Apre la serata la formazione fiorentina FOR JOY GOSPEL CHOIR (in collaborazione con Lucrezia’s One Voice) composta da giovani interpreti e musicisti che realizzano nel gospel una fusione armoniosa di diverse esperienze musicali.
Uno spettacolo dinamico e coinvolgente che, partendo dai canti della tradizione, si concentra sul gospel contemporaneo con l’accompagnamento di pianoforte, hammond, basso, batteria e chitarra. Il coro ha condiviso affiancato professionisti come Richard Smallwood, Bob Singleton, Trini Massie, il Rev. Keith Moncrief ed il pastore Ron Hubbard. Il For Joy Gospel Choir collabora da sempre con associazioni e fondazioni per contribuire a progetti di ricerca.

Piazza della Repubblica

NICK THE NIGHTFLY QUINTET (ore 22) –  Nick The Nightfly è conosciuto per il suo programma radiofonico di nuove musiche e tendenze che ha introdotto in Italia vent’anni fa e che conduce tutt’ora, “Monte Carlo Nights” (sulle frequenze di Radio Monte Carlo), ma è anche un affermato cantante, suona la chitarra e compone brani di grande valore artistico. Con il Nightfly Quintet si presenta in veste di vocalist proponendo classici swing e soul, da Otis Redding a Quincy Jones.
Al suo fianco Amedeo Ariano alla batteria, Claudio Colasazza al piano, Jerry Popolo al sax, Francesco Puglisi al basso, Andrea De Balsi alla chitarra.
Nick The Nightfly è da sempre un cultore della musica di qualità, il suo programma ha portato in Italia la new age, la fusion, la world music, la musica brasiliana, il jazz, l’acid jazz e, negli ultimi anni, anche i suoni del nujazz, la lounge e la chill out, le musiche di frontiera, con un occhio/orecchio di riguardo per i protagonisti di ieri e oggi.
Apre la serata il TAM TAM QUARTET del vocalist Piero Gesuè. Con lui due virtuosi della chitarra come Luca Imperatore (repertorio tradizionale italiano e flamenco) e Alessandro Piccini (cantautore oltre che chitarrista) e le percussioni di Ettore Bonafe’ (dal jazz alla musica tradizionale, alla world). Il repertorio spazia dal jazz alla bossa nova, passando per la canzone italiana d’autore, con un’interpretazione vocale in chiave soul e rhythm ‘n’blues.

Largo Annigoni – Sant’Ambrogio

NEW YEARS’S WOODSTOCK – 1969/1994/1999 (ore 22) – Sei ore di musica e immagini non stop, fino alle quattro di notte, per un evento nello spirito di Woodstock che parte con la celebre versione Hendrix dell’inno americano, rielaborata in chiave elettronica da Dj Tuzzy, produttore e sound designer, già a fianco di Subsonica, Asian Dub Fondation, Casino Royale. Ospiti della serata anche la cantante italo-brasiliana Rayna e il visual artist Jamaica De Marco.
I brani più noti di Woodstock saranno riproposti con sonorità dei nostri tempi: dalla drum’n’bass, alla dubstep, alla house music, con tanto funky. Janis Joplin, Joe Cocker  faranno ballare fino all’alba: One more night of Peace & Music.
Largo Annigoni sarà l’unico spazio del capodanno fiorentino aperto con musica e drink fino a tarda notte: sarà infatti possibile mangiare e bere con l’Hog Farm Bar, con lo stesso spirito della mitica comunità che riuscì a sfamare i 500mila di Woodstock nel ’69. Il punto ristoro sarà in funzione dalle 10 di mattina.

Piazza della Signoria

ORCHESTRA SINFONICA UCRAINA DI LUGANSK – Direttore Giuseppe Lanzetta (ore 23) – Valzer e polke della tradizione viennese e arie di celebri opere: Strauss, Ponchielli, Bizet, Offenbach, Rossini, Verdi, Brahms… Grazie al sostegno della Banca CR Firenze SpA, si rinnova l’appuntamento con il Gran Concerto di Fine Anno organizzato dall’Orchestra da Camera Fiorentina. Sul palco allestito sotto la Loggia dei Lanzi l’Orchestra Sinfonica Ucraina di Lugansk, ensemble che in oltre 65 anni di storia vanta concerti in tutto il mondo e un’intensa attività discografica. Sul podio il maestro Giuseppe Lanzeto.

Published by: