EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: sport

Area vacanze Plan de Corones Cultura, sport e tanta neve

Area vacanze Plan de Corones Cultura, sport e tanta neveL’area vacanze Plan de Corones comprende i comuni di Marebbe, Casies, Valdaora, Falzes, Perca, Rasun Anterselva, San Lorenzo, San Martino in Badia, Terento, Monguelfo Tesido e Brunico, la suggestiva città della Rienza.

Al Plan de Corones potrete trascorrere una vacanza all’insegna della cultura e dello sport. Qui potrete praticare il carving, scendere con lo snowboard o semplicemente incamminarvi sulla neve . Se invece siete amanti della moto troverete quello che fa per voi.

Continue reading

Published by:

Sciare al Passo del Tonale Sulla pista nera Paradiso e sulla direttissima Presena-Tonale-Pontedilegno

Sciare al Passo del Tonale Sulla pista nera Paradiso e sulla  direttissima Presena-Tonale-PontedilegnoIl Passo del Tonale , situato a 1.883 m s.l.m., è un valico alpino nelle Alpi Retiche meridionali che divide le Alpi dell’Ortles a nord e le Alpi dell’Adamello e della Presanella a sud. Mette in comunicazione la Val di Sole (Vermiglio) con l’Alta Valle Camonica (Ponte di Legno). Al confine tra la Lombardia ed il Trentino, il Passo Tonale è un anfiteatro naturale,

Continue reading

Published by:

Bellagio la “Perla del Lario”

Bellagio "La perla del Lario"Bellagio, in provincia di Como, è indubbiamente uno dei luoghi più belli dell’Italia Settentrionale, tanto da attrarre visitatori da tutto il mondo durante tutto l’anno.

Bellagio è una deliziosa, piccola cittadina nel Lago di Como, dove si susseguono antiche e suggestive abitazioni. Il suo centro è percorso da misteriosi vicoli e da caratteristiche scalinate acciottolate sulle quali si affacciano variopinti negozi. Bellagio, la “Perla del Lario” gode di un clima deliziosamente mite, ideale per una rilassante vacanza o per praticare vari sport in posti che hanno sempre, sullo sfondo, lo splendido scenario del lago e delle sue ville. Qui gli inverni sono più miti e le estati meno calde e il clima del Lago di Como, oltre ad essere ameno e favorevole al godimento della natura e di ogni pratica sportiva, offre molti benefici per la salute.

Bellagio vanta alcune delle più belle ville del lago di Como. Tra tutte spicca, in particolare, Villa Melzi d’Eril, in cui soggiornarono anche Stendhal e il compositore Franz Liszt, che scrisse la sonata D’après une lecture du Dante ispirato dalle statue del giardino.

A due passi da Milano, da Como, da Bergamo, da Varese e dalla Svizzera, è facilmente raggiungibile ed è particolarmente amata da ciclisti e motociclisti per la bellezza delle strade che costeggiano il lago. La località offre la possibilità di praticare molti altri sport come equitazione, windsurf, sci nautico, e di prendere lezioni di barca a vela e di parapendio.

A Bellagio si possono trovare alberghi e ristoranti di gran classe, eleganti e caratteristici; luoghi ideali dai quali ammirare incantevoli panorami.

Published by:

Urban Trail Cagliari Lo sport in città

Urban Trail CagliariCagliari ospiterà il prossimo 12 ottobre la prima edizione dell’Urban Trail.

L’Urban Trail è un evento che avvicina i cittadini allo sport in città, rendendo così più attiva e dinamica la vita in centro.
L’Urban Trail, alla sua prima edizione, si sviluppa in una serie di percorsi da percorrere in notturna, camminando o correndo a piedi nel cuore della città, negli storici quartieri, nelle vie più suggestive di Cagliari, così come già avviene nelle città di Lisbona, Porto, Bilbao ed alcune città italiane.
Si attraverseranno di notte gli angoli più nascosti della città, in perfetta tranquillità e sicurezza.
L’intento di questa sfida è proporre una nuova ed entusiasmante avventura non solo per i cittadini, ma anche per i turisti che ogni anno si riversano in Sardegna alla ricerca di una vacanza stimolante ed alternativa.
La Glesport, già protagonista in altre importanti manifestazioni sportive, curerà l’organizzazione.

GARA E PARTECIPANTI
“Una corsa a piedi per le vie del centro all’insegna del divertimento e dell’aggregazione tra i partecipanti e gli spettatori, alla riscoperta delle attrattive storico-culturali di Cagliari.”
La gara si articola secondo un percorso ad anello con due itinerari: 6 km circa per la passeggiata a piedi e 10 km circa per la corsa, affinché tutti possano partecipare: dal più calmo dei camminatori al più veloce maratoneta.
I partecipanti gireranno per le strade, vicoli, scale, piazze e giardini che ospitano i monumenti più significativi della città; interagiranno con il centro storico, percorrendo i marciapiedi, le strisce pedonali, le piste ciclabili, attraversando, inoltre, le zone più note e frequentate dalla movida cagliaritana.

A tutti i partecipanti verrà dato in dotazione un faretto ed una t-shirt colorata con bande fosforescenti, sia per rendere più visibile il percorso anche nei punti meno illuminati, sia per creare un maggiore effetto suggestivo e coreografico in città.

PERCORSO
L’Urban Trail attraverserà i quartieri storici di Cagliari: Marina, Villanova, Stampace e Castello. Saranno interessati i luoghi piùincantevoli quali: i Bastioni di S. Croce e di Saint Remy, la Torre dell’Elefante, il Portico Vivaldi, Buoncammino, Giardini Pubblici, Piazza Yenne, la Cattedrale, Piazza Carlo Alberto, Scalette di S.Chiara e tanti altri ancora.

La partenza (ore 21.00) ed la conclusione della gara avranno luogo lungo la via del Mercato Vecchio.
L’evento ė patrocinato dal Comune di Cagliari, dalla UISP e da diverse aziende private quali la scuola di inglese Wall Street di Cagliari oltre che dai commercianti che si affacciano lungo il percorso.

Sul sito internet www.urbantrailcagliari.com tutte le informazioni per l’iscrizione.

Ufficio Stampa
Se.s.s. Servizi Stampa Sardegna
334-6754216

Published by:

Cetraro per un’estate in Calabria nel paese dei cedri

Cetraro per un'estate in Calabria nel paese dei cedriCetraro, è un bellissimo centro della Riviera dei cedri, in Calabria. Le sue spiagge, sono considerate fra le più particolari, grazie alle acqua pulite e alla rinomate grotte, come quella dei Rizzi.

La spiaggia di Cetraro è l’ideale per chi desidera una vacanza all’insegna degli sport acquatici come le immersioni e lo snorkeling. Cetraro è un ottimo punto di partenza per escursioni in barca verso le Isole Eolie e per praticare la caccia subacquea e lo sci nautico. Come molti altri centri abitati vicini al mare, il paese si suddivide in due nuclei: uno più interno e uno che sorge lungo la costa. Cetraro Marina, si caratterizza per un’intensa vita notturna, per i tantissimi locali e per le numerose manifestazioni che animano le serate estive; in particolare, sul molo si tiene il “Peperoncino jazz festival”. Il molo è una struttura moderna, dove è possibile ormeggiare la propria imbarcazione , godendo di tutti i comfort. Incantevole anche il lungomare di Lampetia, ricco di locali e stabilimenti e luogo di ritrovo di giovani e turisti.

In paese, si può visitare il Palazzo del trono, dove è ospitato il Museo dei brettii e il Museo del mare. Qui vengono custoditi antichi reperti rinvenuti dai fondali del tirreno cosentino che testimonia la frequentazione di questo meraviglioso tratto di mare, allora rotte commerciali, di antiche imbarcazioni da trasporto e riferisce dei traffici marittimi compiuti all’epoca. Inoltre, completano l’esposizione alcuni modellini in scala di navi antiche.

Poco lontano, sorge la Chiesa di San Benedetto abate la cui costruzione è antecedente al XII secolo; altrettanto bella è la Chiesa del ritiro o di Santa Maria delle Grazie, al cui interno è custodita una preziosa pala di marmo. San Benedetto è anche il patrono di Cetraro e la sua festa, particolarmente sentita, è celebrata con grande sfarzo e con la partecipazione di tutta la popolazione; per l’occasione si svolge anche una suggestiva processione al mare.

Il centro storico, richiama con chiarezza la storia antica di Cetraro che, è stato un importante centro fortificato della costa tirrenica della Calabria. La città si presenta con strade strette, palazzi nobiliari e panorami indimenticabili. Il Santuario della Madonna della neve attira moltissimi turisti e pellegrini. Questo edificio, immerso nel verde, si trova sul Monte Serra.

Il paese dei cedri regala al turista splendide spiagge in una costa lunga diversi chilometri, tra due promontori e larga un centinaio di metri . La Scogliera dei Rizzi è un faraglione calcareo, staccatosi dalla costa in epoca remota, che si lascia cullare dalle onde a pochi metri dalla riva. La costa offre spiagge attrezzate e un porto turistico per la nautica da diporto fiancheggiato da flotte di pescherecci.

Published by:

Estate 2013 Vivere le vacanze in città Un mondo tutto da scoprire

Estate 2013 Una città tutta da scoprire nella vacanza non vacanzaE’ notizia  che  molti italiani in questa calda estate 2013 non partiranno per mete esotiche  nè si affacceranno su terrazze in splendidi mari  di golfi ameni.

Se anche le vostre ferie non saranno all’insegna della ricerca del posto sotto l’ombrellone o del tour di moda, vi proponiamo alcune cose da fare e da non fare per  vivere la vostra vacanza in città. Qualcuno dirà che è una non vacanza: lasciateli dire. Quando la città è completamente vuota ci sono meraviglie da scoprire. Non abbiamo orari: non dobbiamo rientrare per alzarci presto il mattino dopo, non dobbiamo rispettare pause pranzo, insomma, possiamo davvero fare ciò che più ci va.

L’estate in città prevede infatti una serie di regole che la rendano assolutamente di tendenza, che daranno un tocco veramente straordinario al vostro tempo libero.

Fondamentale è riposarsi e scrollarci di dosso il peso di un anno di lavoro: alzatevi più tardi la mattina , vietato guardare l’orologio!

Già, per eliminare lo stress e per fare un po’ di sano movimento, ogni tanto ci concedetevi una gradevolissima passeggiata nei momenti che più preferite. Ad esempio andate a gustarvi il tramonto o, se siete meno pigri, un’alba come non l’avete mai vista.

Prendete un aperitivo nel locale più chic e di solito intasato di gente, godetevi il relax, il sole e la vista di una città diversa.

Organizzatevi dei tour in città con qualche scorcio più panoramico  e più bello. Ogni giorno pensate ad un tema particolare o quartieri che non conoscete o non visitate da tempo.

Cercate su internet le attività cittadine organizzate : cinema all’aperto, monumenti illuminati di notte, musei gratis, concertini jazz,  rassegne e mercatini.

Fate, secondo il vostro allenamento, possibilmente ogni sera, una corsetta al parco, magari al tramonto, frequentate le piscine della zona, cambiando sempre per incontrare gente nuova.

E tanto altro ancora: incontrate gli amici che forse sono rimasti in città, preparate delle ricette speciali. Se siete degli artisti e creatori, sempre in cerca di novità, è il momento giusto per cambiare look alla nostra casa o creare quadri e sculture con materiali di recupero, oppure dipingere le pareti con colori particolari. Cose che vorreste sempre fare ma per le quali non c’è mai tempo.

Published by:
Sicilia

L’isola di Pantelleria L’isola siciliana delle meraviglie all’insegna del benessere

L'isola di Pantelleria L'isola siciliana delle meraviglia all'insegna del benesserePantelleria una delle isole più caratteristiche della Sicilia. Magnifici i suoi angoli come meta di una vacanza romantica e rilassante.  I suoi panorami mozzafiato, gli angoli più suggestivi, come l’Altura di Scauri, il Lago di Venere, Balata dei turchi o l’ Arco dell’Elefante, sono solo alcune dei momenti che potrete condividere a Pantelleria. E ancora, lo “Specchio di Venere” bacino lacustre formatosi nel cratere di un vulcano spento, dove le acque hanno poteri curativi, senza dimenticare la “Cala dei cinque denti” la “Grotta del bagno asciutto”.

Le pareti dell’ isola di Pantelleria  che cadono a picco sul mare, sono ricche anche di pietra pomice e di basalto, le grotte che vi si trovano sono spettacolari come i panorami colorati e le colate di pietra lavica che, cadendo nel mare, hanno assunto forme strane di animali e mostri. Tutto questo fa dell’ isola, sita al centro del canale di Sicilia, vicina all’ Africa, un luogo magico e incantato, dove imperdibili sono i tramonti.  All’ interno di Pantelleria il territorio  si presta bene al trecking, , lassù sino al Monte Cibele, dove il panorama è mozzafiato.

E ancora splendide insenature, acque cristalline, fondali di rara bellezza e il Faro di Scauri a Pantelleria, una delle discese al mare tra le più suggestive grazie ai colori del mare ed uno scorcio del paesaggio di Scauri all’orizzonte. Vicino al porto di Scauri particolarmente amata da chi vuole tuffarsi da altezze, il Faro si raggiunge attraverso un sentiero che costeggia un complesso turistico.

Punta Pozzolana è invece una scogliera scoscesa tra la spiaggia di lastre piatte  e le sue straordinarie rocce nere e frastagliate . I fondali di questa zona sono molto interessanti e lungo le pareti possiamo trovare spugne e corallo.  A Punta Li Marsi invece, l’accesso comunque non è dei più facili  perchè gran parte della strada è ancora in sterrato. Qui sono recentemente stati individuati due siti molto interessanti per l’abbondanza del materiale archeologico e per la bellezza dei fondali.

Pantelleria è soprattutto Il lago Specchio di Venere,  sicuramente uno dei luoghi più incantevoliL'isola di Pantelleria L'isola siciliana delle meraviglia all'insegna del benessere ed unici che offre la parte nord dell’isola. Colori incredibili, incastonato dentro un vulcano, è un piccolo gioiello naturale. Una vista splendida che contribuisce ad una vacanza all’insegna del benessere grazie alle sue sorgenti calde  e ai suoi fanghi naturali.

Pantelleria l’ isola delle meraviglie e del famoso passito, ricavato dalle uve zibibbo,  dove la gastronomia è fatta di piatti semplici,  naturalmente a base di ottimo pesce fresco vi attende .

Published by:

Le stupende Gole del Verdon

Viene paragonato al Gran Canyon per la sua maestosità, ma in realtà siamo nel sud della Francia, alle Gorges du Verdon (Gole del Verdon); qui, fra profonde gole che spaccano la montagna per oltre venti silometri, scorre l’omonimo fiume. Le sue acque verde smeraldo, dato dall’alta concentrazione di sostanze mirali che compongono le sue acque e i suoi fondali, scorrono fra due pareti alte fino a settecento metri coperte da una natura lussureggiante e incontaminata, dove ogni anno vengono appassionati canoisti e amanti di sport estremi.

Le strade che costeggiano le gole offrono paesaggi che lasciano senza parole, bellissimi percorsi da percorrere a piedi, piccole spiagge di ciottoli e pittoreschi villaggi arroccati che sapranno far incantare i visitatori. Il tratto più interessante del corso del fiume si trova tra Castellane ed il Pont du Galetas, sul Lac de Sainte Croix.

Per raggiungere le gole, si passa da Moustiers Sainte-Marie, bellissimo villaggio situato nel mezzo di due altissime rupi attraversate da un ruscello di montagna. Una leggenda racconta che un cavaliere tornato sano e salvo dalle crociate, fece issare una stella appendendola fra le due pareti di roccia, come voto alla Vergine Maria. Ancora oggi la stella veglia sugli abitanti del paese luccicando al sole del tramonto.

Paseggiando fra le viuzze strette del paese, si posono ammirare alcune botteghe di maioliche smaltate che era una moda ricorrente ai tempi di Luigi XIV, il quale, per risanare le finanze del regno, decise di sostituire il vasellame d’oro con quello più economico delle ceramiche. Volendo si può giungere, percorrendo un ripido sentiero a scalini, alla trecentesca Chappelle Notre-Dame de Beauvoir; dalla chiesetta, costruita su uno deidue versanti della montagna, si può godere di una meravigliosa vista che spazia fino al Lac de Sainte-Croix e di vedere più da vicino la stella del cavaliere.

Un’altra tappa è Quinson, dove si può fare un giro nel passato, visitando il museo preistorico sulle Gole del Verdon e visitando le grotte di Baume Bonne che risalgono al Paleolitico Inferiore.  Infine si può andare a Palud sur Verdon e percorrere la Route des Crétes, un anello stradale di circa venti silometri che permette di ammirare dall’alto tutta la bellezza delle Gorges du Verdon

 

 

 

Published by:

Liguria amena Viaggio a Tellaro e Fiascherino Borghi tra i più belli d’Italia

Tellaro è un piccolo borgo marinaro della Liguria, in provincia di La Spezia.

Il centro è caratterizzato da strette viuzze che conducono al porticciolo, nel quale è possibile fare dei piacevolissimi tuffi. Dal borgo, si può intraprendere un cammino che porta fino ad un punto dal quale si osserva il seno di Tellaro. E’ un’occasione unica per ammirare la vegetazione tipica e osservare dall’alto la bellezza del Golfo dei poeti.

Le spiagge di questo territorio sono incontaminate e selvagge e sono chiamate “spiaggioni”. Questi arenili non sono dotati di punti di ristoro e di stabilimenti balneari ma sono imperdibili per gli amanti della natura. Gli spiaggioni di Tellaro sono molto difficili da raggiungere, soprattutto da terra. Trigliano e la Vittoria, invece sono più comodamente godibili; in particolare Trigliano non ha una spiaggia ma solo una bellissima scogliera.

Nei pressi di Tellaro, si trova Fiascherino, imperdibile. Fiascherino è collocato tra Tellaro e Lerici e vanta un mare pulito e incontaminato. Proprio in questo antico borgo, visse lo scrittore Lawrence e la sua donna Frida. Ma questi luoghi sono stati resi immortali anche da poeti come Shelley e Byron.

A Fiascherino è possibile godere di spiagge attrezzate e libere. L’arenile non è molto esteso ma si ha a disposizione un’acqua limpida e cristallina. La spiaggia di Fiascherino è particolare perché si raggiunge dopo una scalinata che termina su un arenile di sabbia grossa e pulita. Le spiagge di Fiascherino sono molto rinomate e sono conosciute per essere fra i luoghi più belli dello spezzino.

Tante le opportunità per chi desidera praticare sport acquatici come le immersioni, il windsurf e la pesca subacquea. Ma, in questo tratto di Liguria è possibile godere di una natura selvaggia ed amena.

Published by: