EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: spiagge

Mare a Settembre Spiagge a misura di bambino Le bandiere verdi 2013

Mare a Settembre Spiagge a misura di bambino Le bandiere verdi 2013Settembre è il mese spesso scelto per andare al mare dai genitori per i loro bambini ed anche per le persone anziane. Una scelta della nostra meta può essere tra le spiagge indicate dalle bandiere verdi

Le bandiere verdi sono i riconoscimenti ottenuti dalle spiagge a dimensioni di bambini. Si tratta di un lungo elenco di arenili attrezzati dove, chi ha un’età giovanissima, può nuotare con tranquillità, gode della presenza di punti ristoro e locali.

Le bandiere verdi vengono assegnate con la collaborazione dei pediatri italiani che si occupano di rispondere alle domande presenti su un formulario che mira a stabilire quali siano i litorali dove le famiglie con bambini possano trascorrere una vacanza all’insegna del divertimento e del confort.

Tutte le spiagge delle bandiere verdi sono attrezzate, ossia è presente il salvataggio, l’acqua è bassa e presso i locali è possibile trovare cibo adatto anche ai più piccoli. Queste località si trovano lungo tutto lo stivale italiano e coincidono con spiagge incontaminate e pulite.

In Sardegna: Alghero (Sassari), Bari sardo (Ogliastra), Cala Domestica (Carbonia-Iglesias), Capo Coda Cavallo (Olbia), Castelsardo-Ampurias (Sassari), La Maddalena-Punta Tegge-Spalmatore (Olbia Tempio), Marina di Orosei-Berchida-Bidderosa (Nuoro), Poetto (Cagliari), Quartu Sant’Elena (Cagliari), San Teodoro (Nuoro) Santa Teresa di Gallura (Olbia Tempio).

In Liguria: Lerici (La Spezia).

In Abruzzo: Giulianova (Teramo), Montesilvano (Pescara), Roseto degli Abruzzi (Teramo) , Silvi Marina (Teramo), Vasto Marina (Chieti).

In Calabria: Bova Marina (Reggio Calabria), Bovalino (R.C.), Cariati (Cosenza), Ciro’ Marina-Punta Alice (Crotone), isola di capo Rizzuto (Crotone) Mirto Crosia (Cosenza), Nicotera (Vibo), Praia a Mare (Cosenza), Roccella Jonica (Reggio), Santa Caterina dello Jonio Marina (Catanzaro), Soverato (Catanzaro).

In Toscana: Castiglione della Pescaia (Grosseto), Follonica (Grosseto), Forte dei Marmi (Lucca), Marina di Grosseto (Grosseto), San Vincenzo (Livorno),Viareggio (Lucca); Veneto:

In Basilicata: Maratea (Potenza) e Marina di Pisticci; Campania: Centola-Palinuro (Salerno), Marina di Camerota (Salerno), Santa Maria di Castellabate (Salerno), Sapri (Salerno).

In Emilia Romagna: Bellaria-Igea Marina (Rimini), Cattolica (Rimini), Cervia-Milano Marittima-Pinarella (Ravenna), Cesenatico (Forlì Cesena), Riccione (Rimini),

Nelle Marche: Civitanova Marche (Macerata), Porto Recanati (Macerata), Porto San Giorgio (Fermo), San Benedetto del Tronto (Ascoli), Senigallia (Ancona); Molise: Termoli (Campobasso). In Friuli Venezia Giulia: Grado (Gorizia), Lignano Sabbiadoro . Nel Veneto Lido di Venezia, Cavallino-Jesolo Pineta (Venezia), Iesolo (Venezia).

Nel Lazio: Formia (Latina), Gaeta (Latina), Lido di Latina (Latina), Montalto di Castro (Viterbo), Sabaudia (Latina), San Felice Circeo (Latina) e Sperlonga (Latina);

In Puglia: Ostuni (Brindisi), Otranto (Lecce), Rodi Garganico (Foggia), Vieste (Foggia), Marina di Pescoluse (Lecce), Marina di Lizzano (Taranto), Gallipoli (Lecce);

In Sicilia: Casuzze-Punta secca-Caucana (Ragusa), Cefalù (Palermo), Ispica-Santa Maria del Focallo (Ragusa), Marina di Lipari-Acquacalda-Canneto (Messina), Marina di Ragusa, Porto Palo di Menfi (Agrigento), San Vito Lo Capo (Trapani), Scoglitti (Ragusa), Torretta Granitola (Trapani), Tre Fontane (Trapani), Vendicari (Siracusa

 

 

 

 

 

Published by:

Vieste, la capitale del Gargano

Vieste, la capitale del Gargano,Vieste, la capitale del Gargano, dove il mare dalle acque è perfetto per nuotare e andare in barca. Una meta per le vacanze o per un weekend, magari di ferragosto.

Per godervi Vieste al massimo, preparate un cesto da picnic e partite per le tante baie nascoste. 30 km di litorale bagnato da un mare cristallino, dove si alternano spiagge dorate, profumate insenature ombreggiate da pini secolari, strapiombi mozzafiato, romantici isolotti.

Vieste vi accoglierà con il suo caratteristico centro storico, le sue vie strette e tortuose tra le case bianche, unite da esili archi, che danno all’ambiente un spettacolo pittoresco. I balconi profumati , sono guarniti di garofani e gerani. Nella parte più alta di Vieste domina il Castello che si affaccia, da una parte sull’immensità del mare, e dall’altra verso l’entroterra dove lo sguardo può spaziare tra colline e le valli . Le origini del Castello si perdono nel buio dei secoli, oggi è sotto il controllo della Marina Militare che provvede alla gestione di una stazione meteorologica e di un radar.

Le spiagge di Vieste presentano una varietà di fondali su tutti i versanti: alti e rocciosi con acque cristalline che vantano di preziose sfumature di verde smeraldo, oppure bassi e sabbiosi con acque trasparenti che ricordano il mare della Grecia o dei lontani Caraibi.
La sabbia è scintillante, finissima, dal tenue color rosa argentato, soffice più del velluto e impalpabile come cipria. Sono da ricordare per la loro vastità e lunghezza, le spiagge di S. Lorenzo, Punta Lunga, Scialmarino, di Sfinale e Sfinalicchio , quella del Castello e di Porto Nuovo, protetto da due caratteristici isolotti.

Fra la natura rigogliosa e il mare pulito, cristallino, trasparente, la costa alta accoglie innumerevoli cavità veri prodigi della natura, tra le quali gioca il sole ed il mare. Sono le grotte: Sfondata, Campana, dei Contrabbandieri, la grotta dei Due Occhi, Dei Colombi, dei Pipistrelli, la grotta Calda o delle Viole, della Tavolozza, delle Sirene, quella dei Sogni e del Faraone.

Altro stupendo richiamo è il Pizzomunno, il mastodontico e superbo monolito che si eleva a pochi passi dallo strapiombo su cui si affaccia il Castello, quasi a sorvegliare le fortune del paese, simile ad una vecchia guardia brontolona. Su di esso si sono intessute odi e leggende.

Published by:

Sardegna Benvenuti a Porto Pino, perla del Mediterraneo

Sardegna Benvenuti a  Porto Pino, perla del MediterraneoPorto Pino. Siamo in una delle più belle località di mare della Sardegna meridionale. Spiagge con sabbia rosa e acqua cristallina, calette, scogliere, le lagune con i fenicotteri rosa e le più alte dune di Sardegna. All’interno, non discosta dalla spiaggia, una rara pineta naturale di pino d’Aleppo , macchia mediterranea e ginepri secolari in un ambiente incontaminato. Il profumo del rosmarino vi dà il benvenuto a  Porto Pino, perla del Mediterraneo.

Inutile dire che questa meta turistica è ricca di servizi. Battuta dal vento è meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti semplicemente desiderano immergersi nelle sue acque o praticare la pesca subacquea, o semplicemente immergersi in uno scenario incredibile.

 Situata nel basso Sulcis, appartiene in parte al comune di Sant’Anna Arresi e in parte al comune di Teulada . Porto Pino si affaccia sul Golfo di Palmas, compreso tra l’isola di Sant’Antioco e Capo Teulada. Punto più meridionale della Sardegna, Porto Pino ha due grandi spiagge di sabbia bianca  che formano un grande arco. Presente anche la spiaggia animal friedly, lunga circa 40 metri, si trova interamente all’interno del molo tra la prima e seconda spiaggia. È un’area gratuita riservata ai cani, istituita nel 2011 dal Comune di S.Anna Arresi in collaborazione con la Lega Nazionale per la Difesa del Cane.

 All’interno Porto Pino è vigneti, grotte, boschi, tanta cultura e grandi tradizioni culinarie. Una destinazione straordinaria dalle svariate sfumature e bellissimi paesaggi .

Tutte le spiagge si contraddistinguono per la sabbia bianca finissima, spesso con sfumature rosa corallo. Le acque, dalle bellissime tonalità azzurre e smeraldine, sono quasi sempre tranquille e poco profonde . La prima spiaggia, la più frequentata, dista poche decine di metri dai parcheggi, è lunga circa 600 m, è delimitata a destra dal canale di adduzione degli stagni (usato come punto d’ormeggio per un centinaio di imbarcazioni da pesca e da diporto) e a sinistra dal vecchio molo.

La seconda spiaggia, la più bella e di sabbia candida, lunga 3 km è più “selvaggia” e battuta dai venti e non è raro trovare numerose conchiglie e minuti frammenti di corallo. Al termine della seconda spiaggia (e in territorio di Teulada) si ergono le maestose dune di sabbia bianca, tra le maggiori dell’isola, che si estendono per 800 m.

Splendide  la piccola insenatura e la spiaggetta di Porto Pineddu, una delle più belle calette della Sardegna, dalla sabbia candida e quasi impalpabile con sfumature rosa .Proseguendo lungo la scogliera è un susseguirsi di  tante calette, alcune molto appartate, fino ad arrivare alla “spiaggia dei francesi”, bellissima .

La località non è costituita solo dalle spiagge ma, considerata nel suo insieme, offre le scogliere di Candiani , Punta Menga, e Sa Bua.  Chi ha la possibilità di usare una barca, d’estate può visitare le selvagge coste dell’enorme poligono militare di Capo Teulada e le sue spiagge bianche.

Published by:

Estate a Lerici, nelle spiagge dell’amore e dei poeti

Estate a Lerici, nelle spiagge dell'amore e dei poetiLerici , sulla Riviera ligure di Levante, si estende dalla Baia di Muggiano alla Marossa al centro di un’insenatura naturale con alle spalle il promontorio sul quale si erge il castello medievale, uno dei simboli della città.

Lerici come La Spezia la cittadina di Portovenere, si affaccia sul Golfo dei Poeti, che deve il nome all’amore che alcuni scrittori come Petrarca, Montale, Byron e Shelley provarono per questa fantastica terra.
Lerici possiede un’ immensa bellezza naturale, un mare limpido, alta qualità di servizi turistici. Pulizia di spiagge e mare insieme all’offerta di accoglienti strutture per il turista hanno fatto guadagnare alla cittadina numerose bandiere blu. Da Lerici si potranno noleggiare imbarcazioni o partecipare a visite guidate per ammirare le fantastiche Cinque Terre. Da tutta la conca lericina si gode di un paesaggio unico, con le verdi colline alle spalle e la vista del Golfo dei Poeti davanti, con l’Isola Palmaria, Portovenere, il castello di Lerici e quello di San Terenzo.

In generale, il fondo del mare è molto basso e sabbioso e si tocca per un lungo tratto, molto diverso dal fondale sassoso delle Cinque Terre.

Lerici mostra ancora oggi la sua originaria struttura medievale, con le caratteristiche abitazioni allineati lungo gli stretti carruggi. All’interno del borgo sono interessanti il quartiere ebraico del ghetto, il castello, eretto dai Pisani nel XIII secolo e ampliato dai Genovesi, con all’interno la cappella duecentesca dedicata a Santa Anastasia e il museo geo-paleontologico e le piazze del Poggio e di San Giorgio. Ai piedi del castello si trova la rilassante passeggiata sul lungomare Vassallo.

Il lungomare di Lerici è diviso dalla presenza imponente del castello di origini pisane. Da una parte e dall’altra si trovano le spiagge e gli stabilimenti balneari. Tellaro è una delle più affascinanti località balneari delle Liguria e possiede diverse spiagge e scogliere raggiungibili tramite scalinate. Vi si trovano le piccole spiagge di San Giorgio, dove ancora oggi si incontrano le barche nella piazzetta sul mare.

A pochi passi da Tellaro per gli amanti della spiaggia, si trova la località di Fiascherino, dove si trovano due piccole baie molto belle, con arenile corto e di sabbia grossa, sia attrezzate che libere.

Verso San Terenzo, oltre il porto, grossi scogli riparano la passeggiata a mare, la spiaggia è finissima e candida. Questa splendida spiaggia caraibica è delimitata da due scogliere al di sotto delle quali è possibile compiere escursioni.

Published by:

Estate all’isola d’Elba, la perla del Tirreno

Estate all'isola d'Elba, la perla del TirrenoL’isola d’Elba è sole, acqua limpida del mare di un blu profondo o turchese contornato da un verde lucente che domina le alture e, a volte, scende fino a lambire le onde.
L’isola d’Elba è la più grande delle isole dell’Arcipelago toscano che la leggenda dice essere nato dalle perle del diadema di Venere.L’Elba, assieme alle altre isole dell’arcipelago (Pianosa, Capraia, Montecristo, Gorgona, Giglio e Giannutri) fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. I vini famosi e la cucina eccellente, uniti al mare incontaminato, al clima mite ed alla trasparenza dell’aria, fanno dell’Elba una località di cura, soggiorno e turismo ideale in tutte le stagioni.

Per raggiungere l’isola si parte da Piombino con traghetti della durata circa di 50 minuti, l’arrivo sull’isola è nella cittadina di Portoferraio. Sull’isola l’offerta turistica è completa: tanti campeggi, residece, alloggi da affittare e strutture alberghiere. E’ sede di molti festival estivi e vanta una vivace attività serale

Il centro principale di Elba è Portoferraio, capoluogo e punto di approdo dei traghetti che giungono da Piombino. Altri comuni dell’isola: Porto Azzurro, Marciana Marina e Capoliveri, deliziosi insediamenti. Il monte Capanne, con i suoi mille metri d’altezza costituisce un’attrattiva per i turisti che possono cimentarsi in camminate ed escursioni, fino a raggiungere la vetta che garantisce viste mozzafiato.

L’Isola d’Elba è anche una meta ideale per una vacanza in barca a vela, soprattutto per chi è alle prime esperienze. I venti leggeri, il mare tranquillo e la vicinanza alla costa toscana sono gli aspetti principale, senza contare la bellezza di alcune calette difficilmente raggiungibili da terra.

Tra le spiagge più belle dell’isola è la spiaggia di Lacona, nota anche come Spiaggia Grande, è tra le più lunghe dell’isola d’Elba e tra le preferite dagli amanti delle immersioni per la bellezza dei fondali. L’indimenticabile Cavoli a Campo nell’Elba, la Fetovaia, lunga solo 200 metri, è una delle spiagge più conosciute dell’Isola d’Elba, Punta Massellone e Seccheto. Acquaviva è una piccola baia nei pressi di Portoferraio sull’Isola d’Elba, la spiaggia bianchissima di ghiaia è lunga circa 70 metri ed è bagnata da un mare cristallino.
Anche la spiaggia di Sansone è una spiaggia di ghiaia, di piccole dimensioni nei pressi di Portoferraio.

A nord sono degne di nota Marciana Marina, Procchio che si trova in un’incantevole insenatura. Ricca di strutture balneari, offre infinite opportunità di relax e divertimento.

Published by:

Rodi Garganico Tra mare cristallino e profumi di zagara

Rodi Garganico Tra mare cristallino e profumi di zagaraIl clima particolarmente mite, il paesaggio suggestivo, il mare limpido e pulito fanno di Rodi Garganico uno dei principali luoghi turistici della regione Puglia e del Parco Nazionale del Gargano .

Rodi Garganico sorge su un piccolo promontorio a picco sul mare. Suggestive le sue torri che raccontano degli assedi e dei saccheggi spesso subite nel corso del tempo da parte di Goti e Veneziani. Rodi Garganico sembra incastonata in una lussureggiante vegetazione di oliveti e agrumeti che accoglie hotel, residence, camping, villaggi, appartamenti, agenzie, alberghi, case vacanza ed altre strutture turistiche .

Un’estate a Rodi garganico si sceglie per il mare limpido e le lunghe spiagge sabbiose, per i ruderi del suo antico porto e del castello. Intrigante è la passeggiata nel caratteristico quartiere del “Vuccolo” e per chi ama l’architettura, è di notevole interesse la chiesa bizantina di San Nicola  e il Santuario della Madonna della Libera. Un angolo suggestivo della città è il Belvedere, dove anticamente si apriva la principale porta cittadina. Il magnifico panorama che offre spazia dal Convento dei Cappuccini alle spiagge dorate.

Il tratto di mare del Gargano che lambisce Rodi del Gargano e’ poco profondo, adatto anche a chi ha poca esperienza di nuoto ed in particolare per le famiglie con i propri bambini. Rodi Garganico è dispone di un porto che le assicura collegamenti con le Isole Tremiti e scambi con le dirimpettaie coste dalmate. Un angolo suggestivo della città è il Belvedere, dove il magnifico panorama spazia dal Convento dei Cappuccini alle spiagge dorate. L’inebriante profumo di zagare che si diffonde nei vicoli della città fino a spingersi sulla riva del mare, rendono magica .

Tra le spiagge da non perdere, la spiaggia di ponente, formata da una lunga serie di dune sabbiose che degradano lentamente verso il mare e ideale per gli appassionati di surf. Essa si prolunga fino al Lido del Sole . La spiaggia di levante, ad est della città ed arricchita dal moderno ed attrezzato porto turistico, è una fine sabbia dorata che digrada dolcemente nel mare. meravigliosa e particolare la spiaggia di Calenella fra San Menaio e Peschici .

Published by:

Kastellorizo una vacanza nella vacanza Uno dei posti più suggestivi del Mar Egeo

Kastellorizo una vacanza nella vacanza Uno dei posti più suggestivi del Mar EgeoKastellorizo e’ un’isola veramente bella, un piccolo gioiello non contaminata dal turismo di massa perchè difficile da raggiungere.

Kastellorizo, in un’atmosfera di sospensione dalla quotidianità, di dolce fuga dalla realtà, e’una delle isole greche più lontane dall’Italia, che si affaccia sulle coste turche. Per arrivarci occorre prendere un volo per Rodi e poi il traghetto oppure un aereo locale che effettua pochi voli alla settimana.

Kastellorizo è un mare di silenzi, un’atmosfera non comune alle altre isole greche. Qui siete nella pace più assoluta, lontano dagli echi di un’estate all’insegna del rumore e del caos. Il suo porto è un’insenatura naturale, attorno a cui si svolge tutta la vita dell’isola. I centri abitati sono costituiti da due borghi Pigadia  e Chorafia . Qui la tranquillità e la suggestività del luogo sono incomparabili. Le dimore tradizionali, a due e tre piani sono veramente caratteristiche, mentre la passeggiata attorno al porticciuolo e nei vicoli lastricati rappresenta veramente un’esperienza unica per via delle bellezze di quest’isola che venerava Zeus. Non ci sono bar o discoteche, ma taverne o  caffè dove è piacevole di passare le serate. Dominato dall’alto il Castello dei Cavalieri di San Giovanni, il lungomare Kastellorizio è ricco di taverne con possibilità di mangiare a prezzi molto contenuti, la cucina tradizionale greca.

L’unico villaggio dell’isola è Megisti, altro nome di Kastellorizio, con le sue case verniciate di colori brillanti. A Megisti c’è un museo del folklore e archeologico che merita una visita, ed alcune chiese di particolare interesse . Per chi ama il trekking, verso l’ora del tramonto suggeriamo una bella passeggiata su in collina al vecchio monastero, che vi regalerà un’emozionante veduta di tutta l’isola.

A Kastellorizo poche sono le spiagge , ma molti stupendi gli accessi al mare : lungo il percorso che collega l’abitato di Megisti, con una bella spiaggia sabbiosa, al porticciolo di Mandraki si trova Sfaghias, sotto al castello. Ci sono poi spiaggette raggiungibili con una qualsiasi imbarcazione o anche a nuoto. Si può prendere una barca e fare il giro dell’isola facendo una sosta alla grotta Fokiali o visitare l’isolotto di Agios Georgios e fare a nuoto il giro dell’isolotto, con fondali molto belli.
A Faros, sul promontorio, ci sono scalini per scendere al mare .

Published by:

Estate a Otranto Diamante incastonato nella roccia del Salento

Estate a Otranto Diamante incastonato nella roccia del SalentoOtranto un diamante incastonato nella roccia del litorale orientale del Salento, arroccata su un’altura delimitata dal mare.

Otranto, la città della provincia di Lecce che convenzionalmente divide il Mar Ionio dal Mar Adriatico, è la città più orientale d’Italia. É tra le località turistiche più frequentate del Salento, ricca di strutture ricettive. Questo storico porto di Puglia attrae gli abitanti del luogo e i turisti grazie a 10km di spiagge e scogliere. Se siete appassionati di immersioni o volete ammirare uno splendido paesaggio marittimo, spingetevi a sud fino a Porto Badisco. Ovunque  grandi spettacoli naturali, favoriti dalla limpidezza del mare, molto amato dagli appassionati di pesca subaquea

Il centro storico di Otranto è ben conservato con stradine molto accoglienti e di bell’aspetto che meritano una particolare attenzione.

Ai turisti, che in numero sempre maggiore raggiungono questa splendida località, consigliamo anche una visita ai vicini Laghi Alimini e un’escursione, in direzione sud, verso le splendide località di Castro dove sorge la Grotta della Zinzulusa e Santa Cesarea Terme.

La costa di Otranto si contraddistingue per i suoi fondali bassi e sabbiosi, con l’unica eccezione rappresentata dal fondale del porto che ha dei valori di profondità considerevoli tali da far attraccare navi di modeste dimensioni. Durante il periodo estivo, dal porto, partono traghetti per la Grecia ed in futuro si prevedono anche tratte più importanti. Otranto significa sole e mare, momenti eccezionali da godere nelle innumerevoli spiagge. Vediamone insieme qualcuna.

Tra tutte spicca la Spiaggia Torre dell’Orso molto frequentata grazie alla bellezza del mare ed ai suoi splendidi fondali marini. Si tratta di una bellissima spiaggia di sabbia color argento, interrotta da formazioni dunali ricoperte da fitta macchia mediterranea. Il mare è azzurro, cristallino e straordinariamente trasparente, con fondali sabbiosi e digradanti, ideale per fare il bagno e nuotare. La spiaggia è ben attrezzata ed organizzata.

La Spiaggia Approdo di Enea di Otranto è situata nei pressi di Porto Badisco, piccolo porticciolo molto suggestivo descritto nell’Eneide di Virgilio, dove sbarcò Enea. La spiaggia è incastonata all’interno di una piccola e stretta insenatura delimitata da scogliere di media altezza nelle quali si trovano, verso sud, grotte con resti di elefanti preistorici. A nord la spiaggia è invece sovrastata dalla rinomata Grotta dei Cervi. Il mare è turchese, cristallino e trasparente.

Spiagge di Sant’Andrea sono deliziose spiaggette che si susseguono ai piedi delle splendide falesie calcaree a picco sul mare che caratterizzano il tratto costiero tra le località di Torre dell’Orso e Sant’Andrea, a nord di Otranto. Il mare ha colori dal verde smeraldo al blu cobalto, con fondali rocciosi solo vicino alla riva e con i tre maestosi faraglioni, detti Lu Pepe, che rendono il paesaggio unico.

La Spiaggia degli Alimini, a circa 5 chilometri a nord di Otranto, a ridosso dei laghetti omonimi, è una bella spiaggia caratterizzata da un litorale ampio e lungo, con una fitta macchia a mirto, alloro e ginepro e una profumata pineta più all’interno.

Ai turisti, che in numero sempre maggiore raggiungono questa splendida località, consigliamo anche una visita ai vicini Laghi Alimini e un’escursione, in direzione sud, verso le splendide località di Castro dove sorge la Grotta della Zinzulusa e Santa Cesarea Terme.

Published by: