EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: siena

Scoprire Siena: Il Palazzo Pubblico

Scoprire Siena: Il Palazzo PubblicoSiena città della luce, Siena città dalle mille bellezze, Siena, terra di tradizioni e di misticismo. Questa città nel cuore della Toscana possiede davvero mille volti e potrete scoprirli tutti grazie ad una vacanza, soggiornando in uno dei tanti hotel di Siena. Luogo del potere, in cui si svolgevano intrighi e tradimenti, il Palazzo Pubblico di Siena conserva ancora oggi un fascino immutato. A partire dal Governo dei Nove, nel 1300 quando Siena divenne bella e potente come la conosciamo noi, fino ad oggi, tutti coloro che hanno governato a Siena hanno risieduto in questo antico palazzo.

Considerato uno dei palazzi civili più bello d’Italia, il Palazzo Pubblico di Siena vi lascerà a bocca aperta grazie alla sua maestosità e all’armonia sprigionata dalle sue mura.
Una bellezza straordinaria che spinse il Governo cittadino a emanare un editto in cui si obbligavano tutti i proprietari delle case di Piazza del Campo a realizzare i palazzi seguendo sempre lo stile del Palazzo Pubblico. L’unica regola però era che i palazzi non dovevano essere più belli e grandiosi del Palazzo Pubblico. All’interno delle sue mura potrete poi scoprire il Museo Civico di Siena, ricco di tesori preziosissimi, come i famosi affreschi di Ambrogio Lorenzetti che rappresentavano l’Allegoria del Buono e Cattivo Governo.

Assolutamente da vedere anche La Maestà realizzato da Simone Martini, che i Nove governanti di Siena nel 1300 fecero dipingere come segno di devozione nei confronti della Vergine Maria. Una meraviglia che davvero non potete perdervi, dunque correte e andate a prenotare subito il vostro hotel a Siena.

Published by:

Sagra del ciaccino (Chiusdino): dal 2 al 4 agosto il Torneo di Palla Eh!

Sagra del ciaccino (Chiusdino): dal 2 al 4 agostoSagra del ciaccino (Chiusdino): dal 2 al 4 agosto nella caratteristiche cornice di Chiusdino , antico borgo in provincia di Siena, si svolge la Sagra del ciaccino. La 27°edizione della Sagra della Ciaccino si terrà a Ciciano, frazione del comune di Chiusdino (SI).

Come da tradizione, in contemporanea alla sagra, si svolge il Torneo di Palla Eh!, un antichissimo, storico gioco, di probabile origine greca antica. Al giuoco della palla, eh! pare che ci giocassero già i Romani, che lo avevano copiato dai Greci. Ogni anno le squadre di Ciciano, Scalvaia, Piloni, Torniella, Tirli e Vetulonia si giocano la Bimba, una vittoria alata alta un metro. Ai perdenti non resta che consolarsi con il ciaccino, una schiacciata cotta nei forni a legna: l’impasto ha come base il grasso di maiale, arricchito da noci tritate o uvetta o sfrizzoli o patate o olio di oliva autoctono.

Il programma della festa vede protagonista il ciaccino, cotto nei forni a legna come da tradizione. Si tratta di una ricetta tramandata gelosamente di madre in figlia. In occasione della festa, verrà aperto al pubblico anche l’antico frantoio del paese, risalente ad oltre un secolo fa.

Published by:

Festival Internazionale di Montalcino Il Programma

Festival Internazionale di Montalcino Il ProgrammaFestival Internazionale di Montalcino (Montalcino): Dal 19 luglio al 1 agosto si terrà Il “Festival della Val d’Orcia – Festival Internazionale di Montalcino” che nasce nel 1996 come itinerario culturale e che ogni anno in estate si articola in eventi spettacolari nel contesto di luoghi valdorciani noti o da riscoprire, e porta coloro che vorranno seguirlo in piazze, castelli, chiese, borghi in un armonico intreccio, fatto di corsi di studio e spettacoli, musica, teatro, danza e rassegne di cinema d’autore.
Il Festival Internazionale di Montalcino è una manifestazione sostenuta dal Comune di Montalcino, in provincia di Siena.Dal 19 luglio all’1 agosto laboratori teatrali tenuti da grandi maestri della scena contamporanea, spettacoli ed incontri animeranno lo splendido borgo montalcinese.

Il Programma

20 Luglio ore 21.00

Quartiere ruga
cena con spettacolo
Fiasco!

di Kulturificio n.7

21 Luglio ore 21.00

Teatro degli Astrusi
spettecolo inaugurale
Delirio Amoroso
di e con Licia Maglietta
su testi di Alda Merini

26 luglio ore 21.00 Quartiere Borghetto
cena con spettacolo Brunello – senza titolo
EXVOTO

27 luglio ore 21.00 Quartiere Pianello
cena con spettacolo Il mio amico D
di e con Pietro Tammaro
regia Luca Saccoia

28 luglio ore 21.00 Quartiere Travaglio
cena con spettacolo TagliStudio Ver. 1.0
di e con Marco Mario de Notaris

29|30 luglio ore 21.00
31 luglio ore 20.00
Centro Convegni
Il viaggio dell’uva
dimostrazione finale del workshop
condotto da Enrique Vargas

31luglio|1 agosto ore 21.30
Atrio del Comune
Il principe Jorgos
studio finale della residenza creativa
diretta da Benedetto Sicca

1 agosto ore 19.00 Teatro degli Astrusi
Commedia
dimostrazione finale del workshop
condotto da Giorgio Barberio Corsetti

Incontri
23 luglio ore 18.00 Teatro degli Astrusi
incontro/presentazione del libro di
Jean-Luc Nancy “Corpo teatro”,
Edizioni Cronopio – prima edizione europea

25 luglio ore 22.00 Chiostro dei Musei
proiezione del film Katzelmacher
di Rainer Werner Fassbinder.
Introduce Benedetto Sicca

29 luglio
ore 11.00/13.00 e 14.30/17.00
Fortezza Sala Interna
Nei sotterranei dell’avanguardia
incontro/dibattito con alcuni dei protagonisti delle “cantine romane”

Sito web:
www.festivalinternazionaledimontalcino.it

 

Published by:

Il Palio: anima della città di Siena

Il Palio, anima della città di SienaSiamo in estate e a Siena c’è aria di Palio, una manifestazione equestre le cui origini risalgono al Medioevo ed è molto sentita dai contradaioli senesi. Il 2 luglio si svolge il Palio in onore della Madonna di Provenzano, patrona di Siena, mentre il 16 agosto si svolgerà il Palio dell’Assunta.

La giostra equestre, chiamata tradizionalmente Carriera, è una competizione a cui prendono parte  10 delle 17 contrade, scelte a sorte, in cui è divisa Siena sin dal 1729 e alle quali viene assegnato un cavallo. Si svolge nella Piazza del Campo, dove si staglia la famosa torre del Mangia ed è preceduta da 6 corse di prova,  per permettere al fantino della contrada di prendere confidenza con il cavallo, rigorosamente montato senza sella. La giostra viene aperta dalla Passeggiata Storica, un corteo di ben 600 figuranti, che partendo dalla Piazza del Duomo si snoda per le vie del centro cittadino fino a sfilare nella Piazza del Campo, mettendo in scena i fasti dell’antica Repubblica di Siena. La corsa equestre consiste nel compiere tre giri, in senso orario, di Piazza del Campo e vince il cavallo, con o senza il fantino, che li porta a termine. Il premio per la contrada vincitrice, consiste in un drappo rettangolare di seta (cencio) dipinto a mano, che verrà conservato nel museo della contrada stessa.

Per assistere al Palio è bene seguire alcuni consigli, dettati dal buon senso, su cosa fare e non fare durante tutta la manifestazione: evitare di fotografare i cavalli col flash e di toccarli; non entrare in una contrada avversaria indossando vestiario con i colori di un’altra; non sporgersi dalle balaustre che delimitano il campo di gara per fotografare o fare riprese; non portarsi dietro oggetti ingombranti, ma portarsi uno zaino con acqua e cibo: evitare di portare bambini piccoli e, come buona norma, seguire sempre i flussi della gente, senza andare in direzione opposta.

Ma Siena non è solo Palio. La città nasconde anche dei tesori artistici che vale la pena conoscere, come il Complesso Museale di Santa Maria della Scala, dove si trovano collezioni artistiche antiche e moderne, o il prospiciente Duomo. Da non dimenticare il Palazzo Pubblico, sede del museo civico, con le sue bellissime sale, quali del Mappamondo e della Pace, affrescate da Ambrogio Lorenzetti, pittore senese del Trecento.

Published by:

Siena e la sua campagna

Siena e la sua campagnaSiamo già in primavera inoltrata ed è il miglior periodo per visitare le città d’arte.
Siena, nel cuore della Toscana, famosa non solo per il palio, ma anche per i suoi tesori artistici, come Piazza del Campo, con la sua forma a conchiglia, dove si staglia la Torre del Mangia, dalla cui sommità si gode di una bella vista della città e della campagna toscana. Guardando la piazza dall’alto, si può ammirare la monumentale Fonte di Gaia, opera quattrocentesca di Jacopo della Quercia, decorata con bassorilievi marmorei, come la creazione di Adamo o la la Madonna con il bambino in trono.

Un particolare riguardo merita la Cattedrale di Santa Maria Assunta, con i suoi tesori artisticSiena e la sua campagnai riportati al loro antico splendore dopo lunghi restauri.  Costruito in stile romanico-gotico, il suo interno è caratterizzato dal pavimento a connessi marmorei, dove sono raffigurate scene e personaggi della cristianità. La Cattedrale è anche arricchita dall’ottagonale pulpito di Nicolò Pisano e dall’acqua santiera di Antonio Federighi. Alla sinistra della navata centrale, si trova la libreria Piccolomini, affrescata da pregevoli opere del Pinturicchio.

Lasciando Siena, ci si apre davanti a noi la bellissima campagna toscana, con le sue colline e i suoi piccoli borghi. A pochi chilometri troviamo Asciano, con il suo centro storico medioevale; circondato da un paesagio a dir poco singolare, che gli han valso l’appellativo di Deserto di Accon, per via del suo susseguirsi di calanchi e bianconi. Siamo nella zona delle Crete Senesi, con i borghi di Chiusure e di Arbia. In questa stagione si svolgono eventi legati ai sapori della gastronomia senese, come i pici all’aglione, i salumi e il tipico panforte, fatto con miele, noci, mandorle e spezie. Per finire, non dimentichiamo il corposo Chianti, frutto dei suoi vigneti e il Brunello di Montalcino.

Published by:

Siena: 21 giugno Lux in nocte, musica e sensazioni visive

Siena: 21 giugno Lux in nocte, musica e sensazioni visiveSiena, il 21 giugno 2012 è Lux in nocte,   la prima edizione dei Notturni dell’Opera con un’apertura serale straordinaria dalle 21.00 alle 23.30 di monumenti importanti quali : la Cattedrale, la ‘Cripta’, il Museo dell’Opera, il Battistero.  I ‘Notturni’ offriranno suggestioni visive attraverso luci e suoni per un itinerario tra fede e bellezza.

La luce, nella notte, fara’ da guida ad una serie di percorsi che saranno accompagnati da intermezzi musicali al fine di far apprezzare in maniera ancora piu’ sensibile e suggestiva i capolavori artistici e l’atmosfera di arte, storia e spiritualita’ del complesso monumentale. Durante la serata le guide illustreranno le opere d’arte e saranno a disposizione nelle varie sedi, mentre gli archi dei bambini della scuola Suzuki di Siena, l’organo del Duomo e l’Unione Corale senese accompagneranno i capolavori tra canto e incanto. Nell’occasione sara’ possibile ammirare anche il dipinto di Tiziano, ‘Il Battesimo di Cristo’, eccezionalmente prestato dai Musei Capitolini di Roma per l’esposizione ‘Ex aqua et spiritu’, nella ‘Cripta’ sotto il Duomo, mentre in cattedrale si assistera’ all’ostensione del braccio destro di san Giovanni Battista, reliquia donata dal papa Pio II alla sua citta’. Un omaggio allo stesso pontefice verra’ offerto nella Libreria Piccolomini, dove alcune letture dai suoi ‘Commentarii’ dialogheranno con gli affreschi del Pinturicchio.

Published by: