EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: peperoncino

Diamante: con Masterchef al “Peperoncino Festival”

Diamante: con Masterchef al "Peperoncino Festival"La Masterchef sbarca in Calabria. Dal 13 al 15 settembre Tiziana Stefanelli, la vincitrice della seconda edizione italiana del celebre programma televisivo di Sky, sarà infatti ospite del “Peperoncino Festival”, il progetto promosso dall’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria che quest’anno festeggia il suo decimo anniversario.

A Diamante, la ridente cittadina della costa tirrenica che quest’anno prevede all’interno della rassegna una ricca maratona di eventi differenziati – teatro, musica, cucina, arte e letteratura – Tiziana, complice ed ispirata chef che ama cimentarsi spesso con l’alimento più caratteristico della regione, sarà protagonista di ben tre eventi differenziati. Un ritorno alle origini, nella terra dove nacquero la madre e la nonna e dove Tiziana scoprì la passione per la cucina.

Il primo incontro, previsto venerdì 13 settembre alle ore 22, la vedrà presentare, intervistata da Mariella Perrone, la sua recente avventura culinaria in materia letteraria, ovvero una selezione delle sue preparazioni più sofisticate e di grande effetto contenute all’interno del volume Avvocato in cucina. Le ricette di un’avventuriera del gusto. La sua nuova avventura gastronomica, strutturata in 48 piatti suddivisi tra antipasti, primi, secondi e dolci, tutti corredati da spettacolari fotografie, contiene anche le ricette che l’hanno portata alla vittoria del noto talent show televisivo risultato di un profondo studio delle migliori materie prime e di accostamenti spesso insoliti, in un intreccio di sapori che unisce la genuinità della tradizione romana e siciliana, i sapori agrodolci dei piatti veneziani e il gusto per le spezie che arrivano dall’India.

Stesso orario e stesso luogo, la Tendostruttura Mondopic  dove si tiene la celebre fiera mondiale del peperoncino, per il secondo appuntamento di Tiziana, sabato 14: uno show-cooking a sorpresa dal titolo, non a caso, “La mia ricetta piccante”, che saprà incuriosire per tipologie di preparazione ed ingredienti anche i più esperti.

Infine, domenica 15 settembre, negli stessi spazi e sempre alle 22, avrà luogo la finale del primo Master Peperoncino, in cui la MasterChef avrà l’arduo compito di presidente di giuria. Si tratta di un concorso di giovani chef che hanno solo 15 minuti di tempo per cimentarsi con la preparazione di piatti contenenti una varietà di peperoncino piccante. Al vincitore un diploma ufficiale stilato dalla prestigiosa Accademia del Peperoncino.

Per maggiori informazioni, clicca qui

Published by:

Diamante “Peperoncino Festival” Evento gastronomico dedicato al peperoncino, dal 11 al 15 Settembre

Diamante "Peperoncino Festival" Evento gastronomico dedicato al peperoncino, dal 11 al 15 SettembreA Diamante(Cosenza) sullo splendido litorale della Calabria dal 11 al 15 Settembre si terrà il “Peperoncino Festival”, evento gastronomico dedicato al peperoncino, ingrediente fondamentale della cucina calabrese.
Il centro della manifestazione è il lungomare di Diamante che con il suo suggestivo panorama accoglie una miriade di stand gastronomici che vengono ogni anno visitati da migliaia di turisti. Il festival non ha come palcoscenico solo il lungomare ma tutto il paese coinvolgendo i luoghi caratteristici di questo centro marino Calabrese. Oltre alla presenza di numerosi stand gastronomici il Peperoncino Festival comprende attività di intrattenimento e culturali, che spaziano dall’arte al cinema, dalla medicina alla satira.

In particolare rilievo ci sono le finali dei campionati nazionali di Satira dal Vivo e dei Mangiatori di Peperoncino. E ancora libri, cabaret, la premiazione della migliore tesi di laurea sul peperoncino, convegni medici e la Rassegna del Cinema Piccante. Rocco Papaleo sara’ il testimonial della ventunesima edizione del Peperoncino Festival , con Gianni Pellegrino spegnera’ in Piazza Municipio le ventuno candeline inaugurando cinque giornate di allegria e gastronomia piccante.

Novita’ assoluta la manifestazione “Cosplay piccante” organizzata in collaborazione con Romics. I personaggi piu’ piccanti di fumetti, cartoon e videogiochi si sfideranno con le loro rappresentazioni.  Per la prima volta ci sara’ al Festival un concorso di giovani chef. Altra novità la “Red hot dress peppers”  che sara’ realizzata per la prima volta in collaborazione con Moda Movie. Sul palco di Piazza Municipio a Diamante sfileranno dieci abiti ispirati al peperoncino, realizzati dagli artisti calabresi dell’Accademia di Brera con la partecipazione degli studenti degli Istituti “Leonardo da Vinci” e “Nitti” di Cosenza.

Negli stand di “Mondopic”, la Fiera mondiale del peperoncino, saranno presenti per la prima volta le delegazioni del Brasile, dell’Austria e dell’Argentina che presenteranno le loro specialita’ col peperoncino. Al Teatro dei ruderi di Cirella sara’ presentato il nuovissimo “Negroni al peperoncino”, un drink che unisce il classico gusto del Negroni alla saporita sensazione del piccante. Sara’ presente Filippo Mori patron del “Club del Negroni” che custodisce a Viareggio la ricetta segreta del drink.

Il Festival del Peperoncino è ideato dall’Accademia Nazionale del Peperoncino, l’ingresso è gratuito.

Per ulteriori approfondimenti:

Il Peperonocino a Diamante

Accademia Nazionale del Peperoncino

Published by:

Cetraro per un’estate in Calabria nel paese dei cedri

Cetraro per un'estate in Calabria nel paese dei cedriCetraro, è un bellissimo centro della Riviera dei cedri, in Calabria. Le sue spiagge, sono considerate fra le più particolari, grazie alle acqua pulite e alla rinomate grotte, come quella dei Rizzi.

La spiaggia di Cetraro è l’ideale per chi desidera una vacanza all’insegna degli sport acquatici come le immersioni e lo snorkeling. Cetraro è un ottimo punto di partenza per escursioni in barca verso le Isole Eolie e per praticare la caccia subacquea e lo sci nautico. Come molti altri centri abitati vicini al mare, il paese si suddivide in due nuclei: uno più interno e uno che sorge lungo la costa. Cetraro Marina, si caratterizza per un’intensa vita notturna, per i tantissimi locali e per le numerose manifestazioni che animano le serate estive; in particolare, sul molo si tiene il “Peperoncino jazz festival”. Il molo è una struttura moderna, dove è possibile ormeggiare la propria imbarcazione , godendo di tutti i comfort. Incantevole anche il lungomare di Lampetia, ricco di locali e stabilimenti e luogo di ritrovo di giovani e turisti.

In paese, si può visitare il Palazzo del trono, dove è ospitato il Museo dei brettii e il Museo del mare. Qui vengono custoditi antichi reperti rinvenuti dai fondali del tirreno cosentino che testimonia la frequentazione di questo meraviglioso tratto di mare, allora rotte commerciali, di antiche imbarcazioni da trasporto e riferisce dei traffici marittimi compiuti all’epoca. Inoltre, completano l’esposizione alcuni modellini in scala di navi antiche.

Poco lontano, sorge la Chiesa di San Benedetto abate la cui costruzione è antecedente al XII secolo; altrettanto bella è la Chiesa del ritiro o di Santa Maria delle Grazie, al cui interno è custodita una preziosa pala di marmo. San Benedetto è anche il patrono di Cetraro e la sua festa, particolarmente sentita, è celebrata con grande sfarzo e con la partecipazione di tutta la popolazione; per l’occasione si svolge anche una suggestiva processione al mare.

Il centro storico, richiama con chiarezza la storia antica di Cetraro che, è stato un importante centro fortificato della costa tirrenica della Calabria. La città si presenta con strade strette, palazzi nobiliari e panorami indimenticabili. Il Santuario della Madonna della neve attira moltissimi turisti e pellegrini. Questo edificio, immerso nel verde, si trova sul Monte Serra.

Il paese dei cedri regala al turista splendide spiagge in una costa lunga diversi chilometri, tra due promontori e larga un centinaio di metri . La Scogliera dei Rizzi è un faraglione calcareo, staccatosi dalla costa in epoca remota, che si lascia cullare dalle onde a pochi metri dalla riva. La costa offre spiagge attrezzate e un porto turistico per la nautica da diporto fiancheggiato da flotte di pescherecci.

Published by:

Rieti: dal 27 al 30 luglio arriva Cuore Piccante la Fiera mondiale del Peperoncino

 A Rieti dal 27 al 30 luglio gran festeggiato è il peperoncino. A Rieti si svolge l’importantissima “Fiera Campionaria Mondiale del Peperoncino” nota anche come  ‘Rieti cuore Piccante‘.

Sono previste per l’occasione interessanti scambi di esperienze riguardanti la coltivazione, la produzione, la trasformazione, la commercializzazione, l’uso del peperoncino nella gastronomia e nei vari settori della medicina.

Gli ambasciatori del Messico (Miguel Ruiz-Cabanas Izquierdo) del Ghana ( Evelyn Anita Stokes- Hayford) e del Perù (Alfredo Arosemena Ferreyros) inaugurarano il 26 la fiera, con le rispettive ambasciate che arricchiranno i propri stand con prodotti originali. Dal Serrano del Messico al Rocotillo sudamericano, l’esposizione riguarderà circa 1000 varietà di peperoncino (600 in più dell’anno scorso) provenienti dai cinque continenti.

Hanno inoltre confermato la propria presenza Lino Banfi, Lando Buzzanca, i Cugini di Campagna e Luca Barbareschi, volti noti dello spettacolo e della musica che saranno a Rieti nei quattro giorni della Fiera a testimoniare il proprio legame con il peperoncino.

Per la prima volta nella storia mondiale del peperoncino la scienza si sta occupando del calcolo del suo grado di piccantezza (capsaicina). Attualmente tale valore viene calcolato attraverso due metodi empirici con risultati inevitabilmente molto approssimativi e quindi inaffidabili sotto ogni aspetto. A portare avanti la ricerca è l’Istituto Carlo Jucci di Rieti che dipende dall’Università di Perugia-Facoltà di Agraria. Gli obiettivi, ovviamente, non sono fini a se stessi (la piccantezza) ma quelli di poter fornire agli esperti, agli chef, alle massaie e agli appassionati di cucina elementi chiari e certi riguardanti la struttura morfologica e l’individuazione e classificazione dei valori organolettici al fine di consentire la razionalizzazione dell’uso e dell’abbinamento del peperoncino alla gastronomia dei cinque continenti e di facilitare la ricerca nella medicina per i vari aspetti salutistici.

A chiudere la manifestazione, domenica 29 luglio Primi Pic, la gara di cucina piccante ideata dallo chef Fabio Campoli, presidente del Circolo dei Buongustai, che vedra’ in giuria, tra gli altri, l’attore e doppiatore Francesco Pannofino.

A Rieti saranno presenti tantissime  varieta’ di peperoncino che vanno dallo jalapeño al poblano, dal cascabel all’habaneto, passando per il nostrano diavolicchio e molti altri. La grande esposizione reatina proporrà dunque peperoncini provenienti dai 5 continenti che anche quest’anno coloreranno le piazze del centro storico della città laziale. E’ prevista la presenza di Paesi come Messico, Ghana e India che, nel corso delle giornate, attraverso stand istituzionali proporranno una grande varietà di prodotti e piatti tipici e tradizionali del proprio Paese e porteranno gruppi di artisti che con le loro esibizioni arricchiranno il programma della manifestazione. La realizzazione dell’evento e’ resa possibile grazie alla collaborazione dell’Associazione Peperoncino di Rieti e alla collaborazione e al sostegno del Comune e della Provincia , della Regione Lazio, della Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato di Rieti, l’Ascom Confcommercio, Fenacom Rieti, la Coldiretti, la Fondazione Varrone, la Cassa di Risparmio di Rieti e l’Accademia Italiana del Peperoncino. L’iniziativa reatina ha come scopo principale quello di esaltare un prodotto che vanta nel mondo circa due miliardi e mezzo di consumatori. Al peperoncino anche quest’anno saranno dedicati convegni, mostre e incontri, oltre alla visita di importanti artisti nazionali come Gigi D’Alessio, Anna Tatangelo, i Cugini di Campagna (autori di una hit dedicata proprio al peperoncino), Lando Buzzanca, Pippo Franco e Lino Banfi. Durante la manifestazione saranno presentati i primi risultati di una ricerca che l’Università di Perugia sta portando avanti, su incarico dell’Associazione Peperoncino di Rieti e dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Lazio, per mettere a punto un sistema scientifico per il calcolo del grado di piccantezza del peperoncino. Il sistema attuale, la scala Scoville, usata dal 1912 a oggi, è un sistema empirico e che prevede la costruzione di una scala graduata di valori che variano in base al contenuto di capsaicina presente nelle diverse varietà di peperoncino. Wilbur Scoville stabilì arbitrariamente un valore di 16.000.000 per la capsaicina ed è questo il punto debole del sistema al quale si cerca di ovviare, proprio attraverso questo innovativo sistema, stabilendo un valore assoluto e scientificamente certo che, una volta accettato, rappresenterà una novità di portata mondiale. Ma “Rieti Cuore Piccante” offrirà anche importanti spunti di riflessione sull’importanza salutistica, economica e storica del capsicum (nome scientifico del peperoncino). Non tutti sanno, ad esempio, che a dispetto di un crescente utilizzo di questa spezia nella nostra cucina, ben il 70% del peperoncino consumato in Italia proviene da mercati esteri che in alcuni casi esportano un prodotto di bassa qualità, reso addirittura nocivo dall’uso del Sudan, un colorante tossico. Mentre l’Italia, per caratteristiche climatiche, potrebbe diventare un importante produttore mondiale con conseguenti benefici economici. E anche salutistici, perché sono diverse le virtù della spezia rossa, non ultima quella di contenere, se consumato fresco, la preziosa vitamina C.

Published by: