EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: oristano

Sardegna

Sardegna: Pasqua differente a Oristano. Arriva la 24 ore Tout Terrain

280_0_3733689_111865Oristano,  un Aprile eccezionale, una Pasqua differente.  Grazie a  drivEvent arriva in  Italia la 24 Ore Tout Terrain, location scelta: Oristano,
La 24 Ore Tour Terrain Italia in Sardegna nei giorni 4 e 5 Aprile 2015.

La gara  di durata in fuoristrada è interessante infatti si tratta di una vera e propria sfida, ben 24 ore su un circuito di 8 km, tutto su sterrato.

All’evento possono partecipare tutte le auto che rientrano nel regolamento FIA e CSAI dei gruppi T1, T2, T3 e TH.Il circuito si sviluppa a tutti gli effetti come una pista dotata quindi di area box e griglia di partenza.

Continue reading

Published by:

Oristano Evento Sufi ai piedi del monte Arci

Oristano Evento Sufi ai piedi del monte ArciPresso Azienda Agricola Stefania Punchina, Località Masongiu Alta, 09094 Marrubiu (OR) da Venerdì 1 Novembre – Domenica 3 Novembre 2013

Programma

venerdì 01/11/13
7.00 Meditazione dinamica
8.00 colazione
9.45 introduzione
10.00 Gibberish
10.45 Sufi Breathing
12.00 No Dimension
13.15 pranzo
15.00 Nadabrahma
17.00 Kundalini

Sabato 02/11/13
7.00 Meditazione dinamica
8.00 colazione
9.45 Heart chakra meditation
11.15 Zhikr + Whirling
13.00 pranzo
15.00 Nataraj
16.15 Devavani
17.30 Kundalini

Domenica 03/11/13
7.00 Meditazione dinamica
8.00 colazione
9.15 Vipassana sul Monte Arci*
1045 MahaMudra Med sul monte*
1200 Rientro
13.15 pranzo
15.00 Zhikr + Whirling
17.00 Kundalini
18.15 Chiusura con Whirling

Durante il campo si potranno sperimentare alcune tecniche di meditazione lasciate dal Maestro Osho, molte provenienti dal mondo Sufi. Potremo sperimentare gli Zhikr (rituali mistici in cui l’abbandono, simile ad una estasi, avviene attraverso il canto, la musica, la ripetizione di mantra), tecniche di respirazione, meditazioni attive e Vipassana.

Costo del campo 60 Euro, giornata singola 25 Euro.
Vitto vegetariano piatto unico 9 Euro, pernotto in roulotte de luxe 12 Euro a notte.

Info e prenotazioni
Atmananda 3389688370 • swatmananda@tiscali.it
Shantam 3356899927 • shikhashantam@alice.it

“Cosi come gli uccelli cantano ogni mattino all’alba, il cuore trabocca di canti all’alba della meditazione. Cosi come i fiori sbocciano in primavera, l’anima e’ intrisa di fragranza quando nasce la meditazione. Come tutto brilla di verde sotto la pioggia, la consapevolezza brilla in molti colori quando sboccia la meditazione. Tutto questo e molto ancora accade, ma questo e’ solo l’inizio. Alla fine tutto scompare: la fragranza, i colori, la luce, la musica … tutto svanisce. E uno spazio interiore, simile al cielo, appare. Vuoto, senza forma, privo di qualità…”Osho

Per raggiungere l’azienda agricola: dall’uscita Marrubiu della SS 131 prendere per S.Maria Z.-Siamanna, dopo 6 km, al bivio per S.Anna a destra, svoltare poi la prima a sinistra, la 4° casa sulla sinistra siete arrivati.


Published by:

“Le vie della vernaccia” Oristano dal 20 al 28 settembre 2013

“Le vie della vernaccia” Oristano dal 20 al 28 settembre 2013“Le vie della vernaccia” si terrà a Oristano e nelle zone di produzione limitrofe dal 20 al 28 settembre 2013.

“Le vie della vernaccia” è un’iniziativa promossa dalla Fondazione Sa Sartiglia (l’ente che organizza la straordinaria giostra equestre in costume che si tiene a Oristano durante il Carnevale) e dalla Regione Sardegna attraverso l’Assessorato dell’Agricoltura, Sardegna Promozione, con la collaborazione del Consorzio UNO. Un calendario ricco di eventi rivolto agli esperti del settore enogastronomico e alla popolazione.

Dieci le cantine coinvolte a Oristano, Cabras, Baratili S. Pietro, Zeddiani, S. Vero Milis e Tramatza attraverso visite guidate, ma anche dibattiti con il coinvolgimento dei maggiori esperti del settore e degustazioni in abbinamento a piatti preparati da alcuni dei più importanti chef nazionali in un live cooking show coordinato da Roberto Petza nella giornata di sabato 21.
Spazio anche alla ”cucina innovativa” dello chef oristanese Pierluigi Fais, che proporrà i suoi piatti sabato 28.

Si comincia venerdì 20 con la conferenza “Il vino giallo dello Jura francese”, dove verranno messi a confronto metodi e luoghi di produzione vitivinicola, attraverso ‘intervento del professor Jean-Luc Legras,ricercatore francese dell’Institut National de la Recherche Agronomique di Montpellier. Seguirà la tavola rotonda “La Vernaccia di Oristano DOC: vitigno antico, prospettive nuove” coordinata da Giuseppe Carrus, vicecuratore della Guida Vini del Gambero Rosso, nella quale saranno ospiti il professor Giovanni Antonio Farris dell’Università di Sassari, e molti altri esperti e produttori del settore.

La giornata di sabato 21 verrà dedicata agli assaggi: nella cornice secentesca del Chiostro del Carmine, Giuseppe Carrus guiderà una degustazione della vernaccia di Oristano rivolta a professionisti ed esperti del settore, in collaborazione con AIS e ONAV, mentre Roberto Petza proporrà i suoi piatti in abbinamento e coordinerà tre chef in un Live cooking show dedicato a questo particolare vino.
Parallelamente agli eventi dedicati alla vernaccia, la Fondazione Sa Sartiglia sabato 21 settembre proporrà altre manifestazioni che animeranno Oristano esaltando la sua storia e le sue tradizioni: un corteo storico con 300 figuranti in costume medievale percorrerà le vie della città, partendo dall’antica Reggia dei Giudici d’Arborea, mentre nel Centro Ippico della SOE sarà possibile assistere alla Giostra del Giudicato, una corsa all’anello di cavalieri in costume provenienti da tutta l’isola che riporteranno al clima della Sardegna medievale. Per tutta la durata della manifestazione negli impianti del Centro ippico saranno disponibili gli stand dei produttori di vernaccia e delle eccellenze agroalimentari di Campagna amica, a cura di Coldiretti.

Sabato 21 e 28 settembre, degustazioni di vernaccia e dei prodotti agroalimentari per tutti e, in contemporanea, un raduno di costumi sardi e di cori polifonici sardi nelle strade della vernaccia, le centralissime piazza Eleonora e via del Carmine. Il 28 settembre una serie di itinerari guidati attraverso le cantine, i vigneti e il territorio di produzione della Vernaccia, con partenza dal Chiostro del Carmine di Oristano, sede del Consorzio Uno.

Published by:

Inizia la seconda edizione del Siddi Wine Festival con cento cantine presenti

Inizia la seconda edizione del Siddi Wine Festival con cento cantine presentiDue giornate ricche di appuntamenti per raccontare il vino e chi lo produce. Prende il via domani (sabato 31 agosto) l’edizione 2013 del “Siddi Wine Festival”, organizzato dallo chef stellato Roberto Petza e incentrato quest’anno sulla sostenibilità nelle aziende vitivinicole.

Per due giorni, sino a domenica sera (1 settembre), nel piccolo paesino della Marmilla sarà possibile degustare i migliori vini nazionali e regionali, cento le cantine presenti che proporranno circa cinquecento etichette, ascoltare il punto di vista dei grandi nomi dell’enogastronomia, gustare alcune tra le più apprezzate birre artigianali, partecipare ai laboratori interattivi per adulti e bambini, visitare le cantine del territorio, scoprire i luoghi storici, culturali e religiosi del paese, assistere allo show coking degli chef Roberto Petza, Luigi Pomata e Stefano Deidda.

La manifestazione (ingresso giornaliero 10 euro, per entrambe le giornate 15 euro, informazioni allo 0709341045) sarà aperta alle 16, al ristorante S’Apposentu, da Roberto Petza e Paolo Marchi, ideatore di Identità Golose kermesse enogastronomica tra le più importanti al mondo, per proseguire alle 17 con l’apertura degli stand, alle 18 con la tavola rotonda riservata agli addetti del settore: L’Unione fa la forza…Alto Adige, Emilia Romagna e Sardegna tre esperienze di Consorzi” coordinata dai giornalisti del Gambero Rosso Giuseppe Carrus e Lorenzo Ruggeri, alle 18 con il laboratorio interattivo per i bambini sull’uva e il vino: “Fatto con i piedi” a cura della Cantina Lilliu, alle 19 con la degustazione guidata con i Consorzi coordinata dal giornalista enogastronomico Gilberto Arru, e sempre alla stessa ora il laboratorio “Birra e Vino, contaminazioni possibili” con Nicola Perra del birrificio Barley, prima della chiusura degli stand alle 22. Domenica 1 settembre apertura dell’area degustativa alle 10, mentre alle 11 il dibattito coordinato da Paolo Marchi: “Emergenza sala emergenza vigna” con Giuseppe Palmieri direttore e sommelier del ristorante “Osteria Francescana” di Modena, tre stelle Michelin, miglior ristorante italiano, Alessandro Pipero patron del “Pipero al Rex”, di Roma, l’enogolo Piero Cella, Stefano Casadei della Tenuta Casadei e Giuseppina Pilloni, dell’AIS Sardegna. Alle 12 “I principi della degustazione in 30 minuti” chiacchierata all’ombra del campanile con Lorenzo Ruggeri (Il Gambero Rosso) in collaborazione con Cantina Sociale il Nuraghe di Mogoro. Alle 15,30 tavola rotonda dedicata agli operatori del settore: “La sostenibilità nelle aziende vitivinicole” coordinata da Giuseppe Carrus (Gambero Rosso).

Alle 16,30 presentazione del libro: “I sapori della memoria” di Maria Antonietta Mazzone con Gilberto Arru, Marella Giovanelli e Giovanni Fancello, mentre alle 17,30 laboratorio: “Se vino e formaggio vanno a nozze.. allora facciamo formaggio..” con Michele Cuscusa dell’omonimo caseificio. Alle 18,30 Show coking illustrato da Paolo Marchi (Identità Golose): “Cucinare con l’uva”, con Luigi Pomata, Stefano Deidda e Roberto Petza. Alle 21 chiusura della manifestazione. La Cooperativa Villa Silli curerà le visite guidate ai beni culturali del paese e le escursioni nel territorio (informazioni al 347 5116787).  

Grazie alla collaborazione con Tiscali Streamago Premium, tra i media partner dell’evento insieme a Unicaradio, Reporter Gourmet e Instagram, sarà possibile rivedere successivamente i video con i momenti più rappresentativi della manifestazione, mentre Instagramers Sardegna, attraverso l’hashtag “#siddiwinefestival13”, racconterà la manifestazione attraverso gli scatti dei propri IGers.    

L’UFFICIO STAMPA

Per contatto e accrediti stampa:

Tel: 3334012004 – Mail: accademiacasapuddupress@gmail.com

Published by:

Cabras XII edizione della Sagra della Bottarga, il caviale del Mediterraneo

Cabras XII edizione della Sagra della Bottarga, il caviale del MediterraneoA Cabras, cittadina in provincia di Oristano, che domina l’immenso Sinis, si svolgerà sabato 17 e domenica 18 agosto, la XII edizione della Sagra della Bottarga.

Il centro lagunare di Cabras dedica alla bottarga di muggine una sagra che offre l’opportunità di degustare questo prodotto tipico preparato secondo diverse ricette della tradizione locale. La sagra, che in questa edizione , dopo 12 anni , ritorna nel centro storico della cittadina, è una manifestazione che valorizza le tradizioni, la storia e gli aspetti gastronomici del paese.

La bottarga, conosciuta anche come “caviale” del Mediterraneo, è costituita da uova di muggine che vengono lavorate ricoprendole, dapprima, col sale e, successivamente, pressate ed esposte all’aria in modo naturale per la stagionatura. Il risultato è un panetto di colore ambrato, dal gusto intenso e delicato. La Bottarga di Muggine di Cabras è apprezzata per la sua morbidezza, il suo accentuato gusto salmastro e per una nota di mandorla secca che la contraddistinguono da tutte le altre bottarghe in commercio.
Ottima fatta a fettine sottili per condire degli appetitosi spaghetti o per accompagnare delle bruschette con dei pomodorini conditi. Può essere consumata a crudo, con olio d’oliva, oppure grattugiata su antipasti e primi piatti.

Durante la sagra gli stand gastronomici offrono ai visitatori la possibilità di assaporare questa specialità con, musiche e balli tradizionali, con gruppi folcloristici locali, arricchiscono l’evento.
Sabato 17 e domenica 18 Agosto la Sagra della Bottarga vi aspetta nel cuore del centro storico di Cabras, nelle piazze Don Luigi Sturzo Eleonora dArborea Vittorio Emanuele  e piazza Azuni

Published by:

Torre Grande: dal 5 al 6 luglio arriva Mondo Ichnusa, chermesse musicale gratuita

Torre Grande: dal 5 al 6 luglio arriva Mondo Ichnusa, chermesse musicale gratuita Sardegna, la birra Ichnusa è pronta per la sua festa. Questo anno la location è Marina di Torre Grande, frazione di Oristano.Lì dal 5 e il 6 luglio andrà di scena  “Mondo Ichnusa”.

Special guest per Mondo Ichnusa 2013 Alex BrittiNegritaMax Gazzè e Malika Ayane  ma anche  i V.A.R. che si esibiranno prima di Alex Britti e dei Negrita per regalare al pubblico tutta l’energia e l’originalità del loro rock, e i Red Crystal, la band più longeva di Sardegna, che con il loro rock dalle sfumature electro saranno la band d’apertura nella serata di Max Gazzè e Malika Ayane.

Sul palco, inoltre, vedremo esibirsi anche le quattro band sarde vincitrici dell’Ichnusa Music Contest, il nuovo concorso lanciato da Ichnusa in collaborazione con Rock T

E per celebrare la sesta edizione di Mondo Ichnusa, la Bionda di Sardegna cambia look e propone a tutti suoi fan una nuova lattina da 33 cl limited edition.

Mondo Ichnusa 2013: un evento da non perdere, una full immersion di musica totalmente gratuita che promette di infiammare lo splendido Golfo di Oristano, e tutta la Sardegna, con ritmo e divertimento.

Come Arrivare a Mondo Ichnusa

Published by:

A Tadasuni (Oristano) Piccolo Festival della Sos Tenibilità

A Tadasuni (Oristano) Piccolo Festival della Sos TenibilitàSabato 18 e domenica 19 maggio, a Tadasuni, promosso dall’Associazione culturale AnimaMente Territorio, in collaborazione con l’Associazione Culturale S. Michele di Tadasuni, il Comune di Tadasuni e il patrocinio della Provincia di Oristano, Della Presidenza del Consiglio della Regione Autonoma della Sardegna, della Camera di Commercio di Oristano, la manifestazione: PICCOLO FESTIVAL DELLA SOS TENIBILITA’

Il festival ha come soggetto territoriale il Guilcier ed ha come obiettivo quello di  invitare e sollecitare la popolazione locale, attraverso momenti di incontro, di confronto e di analisi, a riflettere sulla necessità di riscoprirsi al “centro“ del sistema e di questo, parte attiva e propositiva.

Il festival vuole anche essere uno strumento attraverso il quale rivendicare il diritto delle popolazioni locali a esercitare, attraverso una programmazione e progettazione partecipata e condivisa, un proprio ruolo nel “nuovo” processo di sviluppo territoriale che si vuole  sostenibile e rispettoso della dignità umana;

Il festival vuole anche avere l’ambizione di individuare nuove prospettive che sappiano conciliare (anche come strumento di contrasto allo spopolamento), la tutela e la salvaguardia del territorio con il benessere economico e la coesione sociale dello stesso.

La manifestazione, che in questa edizione  ha per tema, “ Musica e cultura sarda dentro e fuori i confini del Mediterraneo”, si sviluppa su tre direttrici principali nell’ambito delle quali elementi significativi  e qualificanti  l’evento, per il loro contenuto, culturale, antropologico, didattico e musicale, sono:
1)    La tavola rotonda dal titolo : “sonos sardos, sonos de mundu,  nella geometria del futuro” che, oltre ala partecipazione  degli etnomusicologi  Sebastiano Pilosu e  Marcello Marras, del già Presidente Tenores Sardegna, Peppino Cidda,, dell’antropologo Miguel Coira Lopez ( dell’Università di Madrid)  e della linguista  Daniela Zizi,che relazioneranno sulle affinità e sulle differenze tra la poesia estemporanea sarda e quella spagnola. È prevista  anche la partecipazione  dei tenores: Su Cuncordu Bator Moros di Fonni; Tenore Untana Vona di Orgosolo; Su Cuntrattu seneghesu di Seneghe; Tenore di Neoneli; Su Cunztertu abbasantesu di Abbasanta.
2)    Il concerto del  TENORE d’ATERU’E e i DIE ‘E AMARGURA ( con la partecipazione straordinaria di Maria Giovanna Cherchi e i tenore che partecipano al convegno).
I primi sono tenore AMERICANI che cantano in lingua sarda: quattro musicisti del Massachusset, la terra del Blues, del Jazz e del Rock and Roll.  Dopo quasi dieci anni di studio si sono esibiti oltre che negli Stati Uniti, anche in  Canada. Straordinario esempio di tecnica e tenacia, i Tenores d’Auterùe rappresentano ad oggi gli unici musicisti in grado di eseguire il “canto a tenore” sardo pur non essendo sardi.

I Die ‘e Amargura (DeA) sono un gruppo toscano nato dall’incontro di quattro musicisti provenienti da culture musicali differenti e ballerine provenienti dalla prestigiosa scuola di flamenco “Proscaenium” di Pisa. I DeA sono riusciti a forgiare un sound che richiama l’essenza stessa delle civiltà che nei secoli si sono affacciate nel mediterraneo. I loro brani hanno un sapore misterioso e raffinato e, arricchito dalla presenza del canto a “tenore” della Sardegna, suscitano un intreccio di emozioni forti e contrastanti che raggiungono le profondità dell’anima.

1)                 la mostra “I tesori di un’Isola” a cura dell’Ente Foreste e i laboratori di educazione ambientale;

2)                 la cittadella del fare e del vivere sostenibile ( i laboratori della sostenibilità): rappresentazione

del fare e del vivere sostenibile con la partecipazione di diversi operatori – animatori e/o cultori  locali, provinciali e regionali.  Previsti ben 20

3)                 cittadella delle arti e dei saperi esposizione – mostra mercato: con la partecipazione di circa oltre 40  espositori provenienti da tutte le diverse realtà della Sardegna e rappresentanti di arti e saperi  diversificati ed ecosostenibili .

4)                 inoltre: mostra fotografica, ginnastica artistica, attività sportiva, danza sportiva, artisti di strada, ecc. .

Nel corso della manifestazione è previsto  un servizio ristoro e di  degustazione prodotti tipici e un punto d’informazione perché il “Piccolo Festival” è anche un luogo accogliente dove una comunità ospita tutti coloro che vogliono esprimere insieme  il proprio diritto ad una adeguata qualità della vita, e lo vogliono fare ora nel presente per garantire un futuro sereno a se stessi e alle generazioni successive.

Contatti :
e-mail:  depanileo@gmail.com
    tel.:  Leonardo 3400518594 -Claudio 3493431533- M. Giovanna 3405408465

 

 

Published by:

Sardegnavapore presenta un viaggio in treno a vapore per la Sartiglia

treno a vaporeSartiglia, uno dei Carnevali sardi più noti di Italia. Questo anno la Sartiglia ha un altro evento collaterale infatti con il patrocinio della Regione Sardegna, del Comune e della Provincia di Cagliari, del Comune e della Provincia di Oristano, l’Associazione Sarda Treni Storici “Sardegnavapore” c’è un viaggio tutto speciale.

Alla Sartiglia si va con il treno a vapore, ed infatti Sardegnavapore  ha organizzato, per il 10 febbraio 2013,  Gli interessati potranno infatti percorrere, a bordo delle centenarie carrozze del treno a vapore, la tratta Cagliari – Oristano.
Il viaggio, il primo a vapore del 2013, è stato ideato anche grazie al sostegno di Trenitalia, RFI Reti Ferroviarie Italiane, Fondazione Sa Sartiglia Onlus, Associazione Dopolavoro Ferroviario di Cagliari e Associazione Dopolavoro Ferroviario di Oristano.
Per l’occasione, coincidente con il carnevale, è gradita la partecipazione in maschera, possibilmente in costume d’epoca.

La partenza è prevista dalla stazione FS di Cagliari, binario 8, per le 9.10 con arrivo a Oristano alle ore 12.15. Programmato invece per le ore 19.00 dalla stazione FS di Oristano, con arrivo a Cagliari alle ore 21.45, il viaggio di rientro.

Il costo del biglietto è di euro 35 per gli adulti, mentre beneficeranno di un costo ridotto, di euro 20, i ragazzi tra i 5 ed i 12 anni.
Il viaggio sarà gratuito per i bambini fino ai 4 anni.
Per info e prenotazioni contattare Marino Piu: 3347165216
La prenotazione verrà confermata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti (150).

Gli interessati potranno inoltre fruire, al costo di euro 10, di un pranzo presso il Dopolavoro Ferroviario di Oristano.

Published by:

Sardegna Sagra del Pane a Villaurbana

Villaurbana è un centro agricolo nella provincia di Oristano, dove la produzione del grano consente ancora un’ottima panificazione locale. Ormai da svariati anni l’ultimo  weekend di ottobre Villaurbana dedica due giornate  alla cultura del pane fatto in casa.

Così anche quest’anno, giunta alla 15a edizione, la Sagra del Pane di Villaurbana o se preferite la Sagra de su pani fattu in domu, si presenta come un appuntamento  importante nel panorama regionale delle sagre e manifestazioni. Grazie al contributo della Pro Loco e di tutte le altre associazioni attive nel territorio, si potranno apprezzare, Sabato 27 e Domenica 28 Ottobre prossimi, i sapori tipici villaurbanesi, visitare le antiche case nel percorso del centro storico, ammirare gli antichi portali. Seguendo un percorso itinerante nel centro storico del paese, sarà possibile ammirare i vecchi portali, degustare e acquistare pane e prodotti tipici, visitare mostre tematiche.

Da visitare la “Casa del Pane”, antica casa padronale nota come ‘Casa Lai’,  il vero fiore all’occhiello delle giornate di festa, allestita secondo i criteri del tempo che fu. Il percorso museale  porta dalla filiera del pane, agli oggetti della vita peculiare contadina.  Si può assistere di momenti della semina del grano al prodotto finale, alla realizzazione del pane da parte delle massaie del paese, degustare il pane appena sfornato, ammirare gli arredamenti di un tempo e gli antichi oggetti da lavoro.

Il pane tipico sarà acquistabile nei molti stand .

PROGRAMMA 2012 – 27/28 Ottobre

SABATO 27

Ore 16.00 – Apertura mostra presso Casa del Pane, inizio manifestazione, degustazione e vendita di pane tipico, suppas, pani frittu, pani indorau e dei prodotti tipici per le vie del centro storico.

DOMENICA 28

Ore 10.00 – Apertura mostra presso Casa del Pane, degustazione e vendita di pane e prodotti tipici per le vie del centro storico

Ore 16.00 – Intrattenimento musicale

Published by:

Oristano Sardegnacavalli 2012 Giornate di gara e tante iniziative

Tratto da “Creature fantastiche in Sardegna”.

Al Centro equestre Usignolo di Santa Giusta (Or), a Is Ariantas, due concorsi  straordinari  nel cartellone di Sardegnacavalli, la rassegna organizzata dalla Camera di commercio di Oristano: ciascuno avrà un montepremi di ben 25 mila euro. Sono attesi almeno 150 binomi provenienti da tutta Italia.

Il primo appuntamento e’ stato fissato dagli organizzatori dei Circoli ippici Grighine e Usignolo per le giornate di venerdi’ 21, sabato 22 e domenica 23 settembre, con “Jumping Usignolo Grighine 2012”. Il secondo appuntamento per la settimana successiva, venerdi’ 28, sabato 29 e domenica 30 settembre con “Equitazione internazionale a Oristano” e la presenza di cavalieri stranieri con patente italiana. Nelle sei giornate le gare si apriranno alle 8.30 e proseguiranno sino a sera.

Le iniziative saranno accompagnate da stand per l’esposizione e vendita di prodotti legati al mondo equestre ma anche alle produzioni agricole e artigianali di qualità del territorio .

Published by: