EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: oliena

Autunno in Barbagia a Oliena il 15 settembre

Autunno in Barbagia a Oliena il 15 settembre A: Domenica a Oliena per “Autunno in Barbagia” con ANCOS Confartigianato e Cral Mereu.
Ecco il programma dell’escursione.

Un unico filo conduttore unirà vino, arte, cultura durante l’edizione 2013 di Cortes Apertas-Autunno in Barbagia, che si svolgerà domenica prossima, 15 settembre, a Oliena.

Per questa occasione, ANCOS Confartigianato e il CRAL Mereu di Cagliari, organizzano il servizio bus per raggiungere la “patria del Nepente”.

Il programma della manifestazione prevede la riapertura delle Cortes al ritmo del “ballo tondo” e dei canti a tenore. Si proseguirà con la degustazione dei vini, la lettura di libri, una rassegna di pittura, il tutto unito a musiche, canti e balli della Sardegna. Uno spazio verrà dedicato anche ai più piccoli con laboratori dedicati.

Nel pomeriggio, si potrà ammirare la vestizione e la sfilata della maschere tradizionali dei mamuthones e Issohadores, grazie alla Pro Loco di Mamoiada.

I balli antichi, al ritmo dell’organetto, animeranno la serata.

Tutte le escursioni avverranno in giornata con partenza alle 8 da Cagliari in piazza dei Centomila e piazza Giovanni XXIII, con possibilità di fermate intermedie ad Assemini, Sardara e Tramatza. Il rientro a Cagliari è previsto per le ore 20 circa.

Per informazioni e prenotazioni contattare Raffaela Carrus presso Mereu Autoservizi al telefono 070494345 o alla mail
info@autoservizi.com oppure recarsi in Piazza Giovanni XXIII, 38 09128 Cagliari.

—————–
Federico Marini
Confartigianato Imprese Sardegna
Via P.Sarpi 1 – 09131 Cagliari
tel 07044891
fax 07044893
f.marini@confartigianatosardegna.it
www.sardegna.confartigianato.it
skype: federico1970ca

Published by:

Sardegna A Oliena “punta de ahu” Ecco il programma

Sardegna A Oliena "punta de ahu" Se la vostra vacanza è in Sardegna non mancate all’appuntamento di Oliena per la manifestazione “punta de ahu”.

Da venerdì 12 a domenica 14 Luglio, ad Oliena, in provincia di Nuoro, vengono svelati i segreti e le tradizioni del ricamo e della tessitura. La manifestazione “punta de ahu” comprende laboratori, esposizioni sull’arte del ricamo e della tessitura. Oliena, splendido paese della Barbagia, per tre giorni, ospita altri comuni sardi che vantano antiche tradizioni in fatto di tessitura e ricamo.

Inoltre, “in punta de ahu” è l’occasione per conoscere da vicino Oliana, la cittadina della Catalogna gemmellata in questo incontro. Per tre giorni è possibile osservare mani esperte che ricamano, tessono e di dedicano alla preparazione dei materiali indispensabili per realizzare questi preziosi manufatti.

Programma

Sabato 13 Luglio 2013

ore 10.00 si aprono i laboratori artigianali e alle ore 18.00 – presso l’ex Collegio dei Gesuiti si tiene il laboratorio musicale a cura del professor Giuseppe Orrù. Alle ore 21.00 in piazza Berlinguer  si tiene la serata musicale “Da Oliana a Uliana” con la partecipazione del gruppo folk catalano di Oliana e del gruppo folk “Su Gologone”. Presenti anche il gruppo a tenore “Sant’Antoni” e Maria Luisa Congiu

Domenica 14 Luglio 2013

Alle ore 10.00 si aprono i laboratori artigianali e alle ore 21.00 si tiene l’incontro musicale con Alessandro Catte. La serata si conclude con i balli sardi e catalani alla presenza del gruppo folk Su Durdurinu, del gruppo folk Uliana, e col canto a chitarra di Giuseppe e Grazia Massaiu e Pier Paolo Mancini.

Il paese di Oliena, è ben conservato e molto caratteristico; fra i luoghi da visitare, alcune delle numerose Chiese che sorgono nel centro abitato come quella di Sant’Ignazio.

Da Oliena, si possono organizzare delle indimenticabili escursioni naturalistiche di impareggiabile bellezza, come quelle nel Supramonte e nella valle di Lanaittu, dove si trovano le grotte de sa oche e su bentu.

Gli appassionati di archeologia, possono visitare Tiscali e il villaggio nuragico di Sedda ‘e sos carros e di Ruinas.

la tradizione artigiana di Oliena è quella della lavorazione delle cassapanche e della viticoltura infatti, qui si produce l’apprezzato vino Nepente.

 

Published by: