EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: nuoro

Apertura straordinaria del Museo della Vita e delle Tradizioni Popolari Sarde

Apertura straordinaria del Museo della Vita e delle Tradizioni Popolari Sarde“Musei e Paesaggi culturali” Seminario organizzato da ISRE e ICOM Italia – Apertura straordinaria del Museo della Vita e delle Tradizioni Popolari Sarde di Nuoro

Si comunica che lunedì 30 settembre 2013 il Museo della Vita e delle Tradizioni Popolari Sarde sarà aperto al pubblico dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00, in concomitanza con il Seminario “Musei e Paesaggi culturali” organizzato dall’Istituto Superiore Regionale Etnografico e dall’International Council of Museums- Italia – presso l’Auditorium dell’ISRE, a Nuoro, in Via Antonio Mereu, n. 56.

Il Direttore Generale

Dr. Paolo Piquereddu

INFO:

Istituto Superiore Regionale Etnografico

Via Papandrea, 6 – NUORO

Tel. 0784 242951

Fax. 0784 208674

E-mail: segreteriadg@isresardegna.org

Sito web: http://www.isresardegna.it/

Museo della Vita e delle

Tradizioni Popolari Sarde

Via A. Mereu, 56
08100 Nuoro
Tel. 0784 257035

 

 

Published by:

La Sagra del Redentore a Nuoro Il programma

La Sagra del  Redentore a Nuoro Il programmaIl 29 Agosto a Nuoro si tiene la 113esima festa del Redentore. Se siete ancora in Sardegna per gli ultimi giorni di vacanza, non mancate a quest’evento che sa veramente di straordinario.

La Sagra del  Redentore  è una festa religiosa e civile molto sentita ed apprezzata che richiama una grande pubblico. Fra le manifestazioni tradizionali di maggior suggestione, certamente vi è il pellegrinaggio a piedi che viene compiuto dai fedeli che si recano dalla Cattedrale al Monte Ortobene, dove dimora il Redentore. La sfilata dei costumi tradizionali vuole ricordare la processione dei pellegrini che all’alba del 29 agosto 1901 giunsero a Nuoro per adorare la statua del Redentore collegata sul monte Ortobene.

Quest’anno il cartellone di eventi è particolarmente ricco e propone numerose mostre, laboratori teatrali e percorsi di degustazione che si prolungano per tutto il mese di Settembre.

La sagra del Redentore è caratterizzata da una sfilata composta da numerose coppie in costume tipico proveniente da numerosi paesi della Sardegna, uno spettacolo da ammirare tra colori, musiche e cultura.

Domenica25 Agosto:

Alle ore 16:00, inizia la sfilata dei costumi tradizionali della Sardegna. Si parte da P.zza Santa Maria della Neve per proseguire in Via Efisio Tola, P.zza San Giovanni, Via Roma, Via Dante, Via Deffenu, P.zza Melis, Via Ciusa Romagna, Via Lamarmora, Corso Garibaldi, Via Mons. Bua e P.zza S. Maria della Neve.

Alle ore 18:00 -è prevista la sfilata dei cavalieri in costume, con la rappresentanza dell’Arma dei Carabinieri . Il percorso previsto parte da Via Dante prosegue per Via Deffenu, P.zza Melis, Via Ciusa Romagna, Via Lamarmora e Corso Garibaldiore

Alle ore 19:00  presso la Cattedrale Santa Maria della Neve si tiene la Benedizione solenne del Vescovo della Diocesi di Nuoro. Invece alle ore 21:00 , Festival Regionale del Folklore in Piazza Vittorio Emanuele

Mercoledì28 Agosto:

Alle ore 20:00 si tiene la fiaccolata di preghiera . Il percorso seguito parte dalla Chiesa della Solitudine, Via La Solitudine, Via Chironi, P.zza del Rosario, Chiesa San Salvatore, Chiesa Santa Croce, Via Roma, Via Dante, Via IV Novembre, P.zza delle Grazie, Corso Garibaldi, Via Mons. Bua e P.zza Santa Maria della Neve.

Giovedì29 Agosto:

Alle ore 06:00 , inizia il pellegrinaggio religioso verso la Statua del Redentore sita sul  Monte Ortobene. Il percorso parte dalla Cattedrale S. Maria della Neve e prosegue per Via Aspromonte, Via La Solitudinecon arrivo al Monte Ortobene. Alle ore 11:00 , presso il parco Monte Ortobene si tiene la solenne Messa cantata dai Cori nuoresi . A seguire è prevista la processione e la sera lo spettacolo musicale Ballade Ballade Bois.

Gli eventi collaterali:

Dal 14 Giugno al 27 Ottobre” Arte sarda un itinerario del Novecento dalle collezioni private” presso TRIBU Spazio per le Arti

A partire dal 1 Agosto al 30 Settembre”Galanias”: I tesori dell’artigianato sardo presso TRIBU Spazio per le Arti (aperto tutti i giorni, dalle: 10:00alle 13:00  e dalle ore 16:30 alle 21:30).

Dal 14 Giugno al 1 Settembre “L’Invenzione della Sardegna: Pitture dalle collezioni del Man e del Mus’A 1900 – 1950″ presso il MAN di Nuoro.

Dall’8 al 25 Agosto ” Esposizione e degustazione prodotti tipici locali”, presso CONAD Superstore di Nuoro in Località Biscollai

Dal 22 Agosto al 12 Settembre apre la “personale di Pietro Costa. Mostra di pittura e scultura” presso l’ex Mercato Civico di Piazza Mameli.

Published by:

Sagra del Redentore a Nuoro Il programma

Sagra del Redentore a Nuoro Il programma Se siete in Sardegna per le ultime giornate di ferie, non perdetevi  la Sagra del Redentore a Nuoro. E’ una festa tradizionale del capoluogo barbaricino che viene celebrata l’ultima domenica di agosto, tra la città e la sua montagna, il Monte Ortobene. Viene celebrata, oltre che con manifestazioni religiose, con un grande spettacolo di folklore.

La festa civile si svolge la domenica precedente la data del 29 agosto, con la sfilata dei gruppi folkloristici provenienti da diversi centri della Sardegna, che offrono processioni di figuranti vestiti con costumi sardi, maschere tradizionali, e sfilate di cavalli a coronamento la sagra.

Questo appuntamento risulta una occasione unica per ammirare gli splendidi costumi tradizionali della Sardegna che, indossati dai gruppi di ballo sardo che propongono coreografie tipiche, volteggiano valorizzandone la grande eleganza, mentre per le strade risuona la musica delle launeddas, delle fisarmoniche o dei suggestivi canti a tenores.

Conclude la giornata il Festival del folklore che riempie di folla l’anfiteatro comunale.

Sabato 17 AGOSTO
Rassegna estiva Carnevale della Sardegna

    • ore 18:00 | Vestizione delle Maschere Tradizionali Sarde
      Piazza Sardegna
    • ore 19:00 | Sfilata delle Maschere Tradizionali
      Percorso: Via Lamarmora, Corso Garibaldi, P.zza Vittorio Emanuele
  • ore 21:00 | Festa con suoni e balli della tradizione
    All’organetto: Valentina Chirra, Tomaso Corda e Salvatore Denti
    Piazza Vittorio Emanuele

Lunedì 19 AGOSTO

  • ore 21:00 | Gara Canti a Chitarra con i Cantadores Franco Denanni, Franco Dessena e Salvatorangelo Salis, chitarra Bruno Maludrottu, fisarmonica Graziano Caddeo
    Piazza Sebastiano Satta

Giovedi 22 AGOSTO

    • ore 18:00 | Improvisende in sarda grammàtica: laboratorio attivo di poesia improvvisata a cura de s’Ufitziu Limba Sarda della Provincia di Nuoro
      Relatori: Andrea Mameli e Giuseppe Molinu
      Coordinatore e moderatore dr. Paolo Piquereddu
      TRIBU Spazio per le Arti
  • dalle ore 20:30Gara poetica campidanese con Roberto Zuncheddu, Marco Melis, Antonello Orrù, Salvatore Marras. Contra: Michele Deiana e StefanoCara
    Gara poetica logudoresa con Bernardo Zizi, Salvatore Ladu, Celestino Mureddu, tenore Amici del Folkore di Nuoro
    Piazza Sebastiano Satta

Domenica 25 AGOSTO

    • ore 16:00 | Sfilata dei costumi tradizionali della Sardegna
      Percorso: P.zza Santa Maria della Neve, Via Efisio Tola, P.zza San Giovanni, Via Roma, Via Dante, Via Deffenu, P.zza Melis, Via Ciusa Romagna, Via Lamarmora, Corso Garibaldi, Via Mons. Bua, P.zza S. Maria della Neve
    • ore 18:00 | Sfilata dei cavalieri in costume con la rappresentanza dell’Arma dei Carabinieri
      Percorso: Via Dante, Via Deffenu, P.zza Melis, Via Ciusa Romagna, Via Lamarmora, Corso Garibaldi
    • ore 19:00 Benedizione solenne del Vescovo della Diocesi di Nuoro S. E. Mons. Mosè Marcia
      Cattedrale Santa Maria della Neve
  • ore 21:00 | Festival Regionale del Folklore
    Piazza Vittorio Emanuele
Published by:

Sardegna Gavoi “Su palu de Sa Itria” domenica 28 Luglio 2013

Sardegna Gavoi "Su palu de Sa Itria" domenica 28 Luglio 2013 Il 28 Luglio, a Gavoi, Nuoro, si tiene “Su palu de Sa Itria”, un palio suggestivo e dalla storia antica. L’evento, che si svolge in una zona campestre nella quale sorge il Santuario dedicato a Sa Itria, attira un pubblico molto numeroso che proviene da tutta la Sardegna.

L’appuntamento è fissato per le ore 17.00. Per partecipare all’esibizione a cavallo è necessario regolarizzare l’iscrizione rivolgendosi al comitato. Dopo il palio, è possibile assistere al Festival dell’organetto.

“Su palu de Sa Itria” è inserito nelle celebrazioni religiose e profane che caratterizzano la festa campestre in onore di Santa Itria.

Alcuni momenti del ricco programma sono particolarmente suggestivi, come per esempio il rientro dal santuario diretti a Gavoi. In questa occasione si possono ammirare i costumi tipici ma anche le bellissime evoluzioni a cavallo ad opera dei fantini del paese .

I festeggiamenti si protraggono da sabato 27 a mercoledì 31 Luglio quando, i cavalieri e i novenanti lasceranno il santuario per tornare a Gavoi.

La festa di quest’anno vanta un cartellone piuttosto nutrito, grazie anche alla sponsorizzazione della regione Sardegna che ha voluto inserire questa antica e suggestiva festa fra le più importanti di tutta l’isola.

Published by:

Sardegna Tiana il paese dell’immortalità

Tiana, è un paese della provincia di Nuoro, nella Sardegna più vera, che sorge in un territorio particolarmente ricco di acqua, che nel corso del tempo è stata ampiamente sfruttata per la lavorazione dell’orbace. Nel 2001, Tiana è entrata nel guiness dei primati grazie ad Antonio Todde, di 112 anni, che è stato riconosciuto come l’uomo più anziano del mondo. A chi conosce questi luoghi, forse la notizia non stupisce. La natura, la vita, la culura, tutto sembra concorrere a rendere possibile tutto ciò.

Il paese oggi piccolo centro in passato  basava la sua economia sulla lavorazione dell’orbace, dal quale si ricavavano i capi di abbigliamento tipici. Proprio nelle campagne di Tiana, si trova un’antica gualchiera, ancora funzionante, con annesso un mulino. Grazie al sistema museale all’aperto, è possibile visitare ed apprendere il funzionamento di questi esempi di archeologia industriale.

Il suo territorio è ricco di testimonianze archeologiche, come le domus de janas de Mancosu, note come forredas de Mancosu. Inoltre, conserva altre tracce di epoca nuragica a Sa Pirera. Vicino al centro abitato, sorge la Chiesa di san Leone Magno la cui festa cade a settembre .

In paese, da visitare la Chiesa parrocchiale dedicata a Sant’Elena, la cui costruzione risale al 1700.

Tiana offre cibi genuini ed ottimi; particolarmente rinomato il suo vino rosso, le carni, i formaggi e i dolci tipici.


Published by:

Nuoro al Tribu dal 31 ottobre al 28 febbraio Mostra fotografica con foto di Ciceri

L’Istituto Superiore Regionale Etnografico presenta al TRIBU – Spazio per le arti le fotografie realizzate da uno dei protagonisti de Il giorno del giudizio di Salvatore Satta, Raffaele Ciceri, farmacista a Nuoro tra Ottocento e Novecento.

Nato a Nuoro il 6 aprile del 1870, Raffaele Ciceri si avvicina alla fotografia durante il periodo giovanile trascorso nel Convitto Nazionale di Cagliari, ma è dopo l’avvio della sua attività di farmacista che vi si applica con passione e regolarità.
L’area del terminale superiore del Corso Garibaldi, dove ha sede la “Farmacia R. Ciceri, già Floris” è il luogo d’osservazione privilegiato per le immagini che Ciceri esegue con una Verascope Richard, macchina stereoscopica leggera e compatta, che gli permette di effettuare riprese veloci e senza cavalletto.
Altri scenari riguardano diversi paesi del Nuorese, come Orani e Oliena e varie località della Sardegna e d’oltremare, tra le quali Roma, Firenze, Milano, Genova, Pisa, Venezia, Tunisi.

Alto ed elegante, Ciceri è un uomo raffinato e di spirito; la sua farmacia è il luogo d’incontro di diversi intellettuali, tra i quali Sebastiano Satta e Antonio Ballero. Ma il farmacista fotografo è anche una delle colonne portanti della società del caffè Tettamanzi, nella zona centrale del corso Garibaldi.
Salvatore Satta, ne Il giorno del giudizio, descrive ampiamente la vita che si svolgeva nel caffè, dedicando alla figura di Ciceri diverse memorabili pagine. Satta racconta anche della fase finale della vita di Ciceri e del sentimento di odio e disprezzo che il farmacista aveva alla fine maturato nei confronti della sua esistenza.
Muore nel 1921, a cinquantun anni, nella sua casa del corso Garibaldi. Nel testamento lascia tutti i suoi beni all’ospedale civile e chiede un funerale senza croci e una sepoltura senza nome nella nuda terra.
Attraverso la sua attività fotografica Ciceri contribuisce in misura significativa al processo di ricostruzione / emersione di una sorta di catalogo visivo della società nuorese deleddiana che si aggiunge all’opera del fotografo professionista Sebastiano Guiso e dell’eclettico Piero Pirari e, ancora, alle immagini di Sebastiano Satta e di Antonio Ballero, come Ciceri fotografi dilettanti.
Si possono distinguere nella sua opera due categorie principali di immagini: quelle relative ad amici e frequentatori della farmacia e del caffè Tettamanzi, dunque possidenti borghesi e alcuni professionisti e intellettuali, che ne costituiscono la parte più cospicua. Sotto questo aspetto le documentazione che Ciceri offre è preziosa e dà corpo e contesto a un universo sociale esclusivamente maschile, frequentemente ripreso a colloquiare in gruppo nel corso Garibaldi, ma anche durante escursioni nelle case dell’agro e nel corso di battute di caccia nelle campagne del nuorese e in estesi territori della Barbagia.
Un’altra serie d immagini attiene ad alcuni importanti eventi pubblici e a momenti di vita popolare che informano di una partecipazione sociale e di un intento documentario.
In tutte queste fotografie colpisce la modernità dello sguardo, uno sguardo da reporter che intende offrire un documento della realtà il più possibile immediato piuttosto che l’immagine equilibrata nella composizione e tecnicamente ineccepibile.

Le fotografie in mostra provengono dalla donazione Murgia Ulzega dell’ISRE e dalla raccolta di proprietà dell’Ilisso Edizioni.
Il fondo dell’ISRE consta di 309 lastre fotografiche che il giornalista nuorese Agostino Murgia ha donato all’Istituto nel 2008. Più precisamente comprende 300 lastre stereoscopiche al cloro-bromuro d’argento del formato di 4,5 x 10,7 cm, più altre 9 dimezzate, e tre stampe fotografiche. Le lastre sono state consegnate nelle loro scatole originali insieme a un visore e a un apparecchio fotografico stereoscopici Richard.
La raccolta dell’Ilisso è costituita da 92 lastre stereoscopiche rinvenute tra i materiali fotografici e cinematografici, in parte realizzati e in parte collezionati dal reporter nuorese Piero Pirari (Nuoro 1886-1972). Si tratta di 91 negativi e di una diapositiva, tutti su supporto vitreo del formato di 10,7 x 4,5 cm.

L’esposizione si articola in due piani nei quali vengono presentate 109 fotografie delle dimensioni medie di cm. 5x 50, relative a Nuoro e altre località della Sardegna, 49 immagini di formato minore inerenti ai viaggi dell’autore in diverse città italiane e in Tunisia, nove gigantografie delle quali tre in 3D, che richiedono l’utilizzazione di appositi occhialini messi a disposizione dei visitatori.
Sono in mostra, altresì, alcune lastre con i contenitori originali, la macchina fotografica e il visore stereoscopici della donazione Murgia Ulzega.
Un ambiente del livello superiore presenta una ricostruzione scenografica in 3D di piazza Cavallotti, ora piazza San Giovanni, di Nuoro.

Catalogo ISRE / ILISSO 220 pagine, formato 32 x 29, copertina cartonata con sovraccoperta a colori, 419 immagini

TRIBU, Spazio per le arti
Nuoro, piazza S. Maria della Neve, 8
31 ottobre 2012-28 febbraio 2013
orari: 10,00-13,00 / 16,30-20,30 (lunedì chiuso)

Published by:

Nuoro dal 4 ottobre Conceptual di Irina Stoyanova al Nuovo Trittico

Conceptual

La Associazione Culturale Nuovo Trittico inaugura a  partire dalle ore 19:00 di giovedì 4 ottobre 2012 presso proprio spazio espositivo di Viale Sardegna, 35 a Nuoro la  mostra d’arte di Irina Stoyanova “Conceptual”

Irina Stoyanova: nata a Yambol in Bulgaria, si definisce “cittadina del mondo” attirata dalle arti visive sin dalla sua infanzia. Si laurea nel 2006 presso la “Varna Free University” in arte tessile. La sua ricerca volge con particolare interesse al collage attraverso una tecnica decisamente mista, pittura acrilica, pittura ad olio e tessuti. Si dedica anche alla fotografia sperimentando su se stessa l’incidenza della luce che colpisce e gioca con il corpo. Dopo le varie esperienze pittoriche e fotografiche, esegue nel 2010 le illustrazioni per il libro di liriche d’amore “Riportare in vita con amore” di Georgi Vasilev. Nel 2010 si trasferisce in Italia e nel 2011, in collaborazione con l`artista Ettore Aldo Del Vigo, nasce il progetto “Ensemble” esposto al Museo del Pane a Monteleone Roccadoria. Nel 2011 espone con successo la sua prima personale a Sassari con la mostra “R.E.M.”.

Titolo della mostra:”Conceptual” di Irina Stoyanova;
Quando: da giovedì 4 ottobre 2012 ore 19:00 fino al 30 ottobre;

Dove: Circolo ARCI Nuovo Trittico ( ingresso riservato ai soci ).
Contatti: nuovotrittico@gmail.com –             338 4055968

Published by:

Nuoro: programma completo SIEFF 2012

Istituto Superiore Etnografico della SardegnaSIEFF 2012
SIEFF  Sardinia International Ethnographic Film Festival
XVI Rassegna Internazionale di Cinema Etnografico
Nuoro, 15 > 22 settembre 2012
Auditorium del Museo Etnografico
via Antonio Mereu, 56
PROGRAMMA

 

 

  • Sabato 15 settembre

ore 16,30
Arrivo e accoglienza dei partecipanti

Apertura dei lavori

Indirizzi di saluto:
Salvatore Liori, Presidente dell’ISRE
Alessandro Bianchi, Sindaco di Nuoro
Sergio Milia, Assessore regionale della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport 

Prolusione:
Antonio Marazzi

Ore 18,30
Proiezione film fuori concorso

Bellas Mariposas / Salvatore Mereu | 2012 | Italia | 100min
v.o. italiano, sardo – s/t inglese
3 agosto, Cagliari, quartiere popolare. Alle tre di notte, Cate, undicenne, viene svegliata dalle grida di una stravagante condomina. Cate vorrebbe fuggire di casa, dai numerosi e problematici fratelli, dal padre tiranno. Solo Gigi, vicino di casa, merita il suo amore. Lei non vuole finire come sua sorella Mandarina, rimasta incinta a tredici anni…

Ore 21
Concerto 
Il suono del sacro
Con Gavino Murgia ai sassofoni, Daniele di Bonaventura al bandoneon e il gruppo dei Tenores Gòine di Nuoro. Musiche di Gavino Murgia e tradizionali.

 

  • Domenica 16 settembre

Ore 10,00 – 13,30 e 15,00 – 18,00
Trent’anni di Antropologia Visuale: 1982 – 2012
Interventi, proiezioni e dibattiti per il trentennale del SIEFF.

Intervengono:
Paolo Chiozzi, Francesco De Melis, David MacDougall, Antonio Marazzi, Colette Piault, Marc Piault, Paolo Piquereddu, Rossella Ragazzi. 
Nel corso della giornata, oltre a una serie di sequenze tratte da film citati negli interventi, saranno proiettati:

Cinesica 2 Barbagia, Is Launeddas e Cantigos a Boghe e Chiterra, di Diego Carpitella, nell’edizione restaurata promossa dall’ISRE Sardegna e curata da Francesco De Melis

I cieli e la terra / Francesco De Melis / 2000/ Italia / 30min
Una ricognizione cinematografica sulla musica para-liturgica e la devozione popolare nel Lazio. 

SchoolScapes / David MacDougall / 2007/ Australia / 77min
Ispirato dal cinema di Lumiere e dalle idee del pensatore indiano del XX secolo, Krishnamurti, David MacDougall esplora la Rishi Valley School, una famosa scuola dell’Andhra Pradesh (India del Sud) caratterizzata da un sistema educativo informale basato sulla filosofia pedagogica di Krishnamurti . 

Firekeepers / Rossella Ragazzi / 2007 / Norvegia/ 57min
Firekeepers è incentrato sulla rinnovata pratica dello Yoik – una forma musicale e poetica cantata dal popolo Sami da tempo immemorabile – grazie all’attività della band Adjágas. Il documentario segue i giovani yoikers durante le loro esibizionie nelle loro case, e rivela come la musica sia stato un importante fattore di collegamento alle problematiche della colonizzazione, dell”identità, della spiritualità e della lingua Sami.

Ore 18,00
Film di Famiglia in Sardegna
Presentazione dei risultati del progetto di ricerca e consegna dei film digitalizzati ai proprietari

Proiezione di una selezione dei film raccolti

Intervengono:
Paolo Simoni, Presidente dell’Associazione Home Movies-Archivio Nazionale del film di famiglia
Sara Filippelli, Università di Sassari
Lucia Cardone, Università di Sassari
Aldo Maria Morace, Università di Sassari

Ore 21,00
Proiezione film fuori concorso
Formato ridotto, libere riscritture del cinema amatoriale / Antonio Bigini, Claudio Giapponesi, Paolo Simoni / 2012 / Italia/ italiano, s/t inglese /5 2min
Un film collettivo che segna l’incontro tra Home Movies e un gruppo di scrittori. Enrico Brizzi, Ermanno Cavazzoni, Emidio Clementi, Ugo Cornia e Wu Ming 2 hanno elaborato dei testi originali trovando nelle immagini dell’Archivio Nazionale del Film di Famiglia l’occasione di sperimentare nuove tecniche narrative. Grazie ad approcci molto diversi tra loro in un’opera unica convergono cinque episodi dagli esiti sorprendenti, singoli episodi di corta durata, di volta in volta trasfigurati in saggio, racconto, cronaca e divagazione.

 

  • Lunedì 17 settembre

Ore 9,00:
Presentazione del programma dei film in concorso 
Paolo Piquereddu

PROIEZIONI:
Marocco > Tea or Electricity/ Le Thé ou l’électricité / / Jérôme Le Maire / 2012 / Belgio / 93min
La storia epica dell’arrivo dell’elettricità in un remoto paesino dell’Alto Atlante, in Marocco.

Albania > Polyphonia – Albania’s Forgotten Voices / Polyphonia – Albaniens vergessene Stimmen / Reinhardt Björn e Pistrick Eckehard / 2011 / Germania / 90min 
Due pastori delle montagne albanesi, Arif, musulmano e Anastas, cristiano ortodosso, sono amici da tanti anni nonostante le differenze religiose. Alla base di questa amicizia è la comune passione per canto polifonico locale, che nel 2005 è stata dichiarato dall’UNESCO patrimonio immateriale dell’umanità.

Ore 15
Iran > Daughters of Malakeh / Sharog H. Manesh e Jet Homoet / 2011 / Olanda / 85min
Il matrimonio di Maryam, sposa quarantacinquenne, fa emergere il conflitto tra le regole dello Stato e le esigenze e convinzioni private in una famiglia iraniana dei nostri giorni.

Italia > Altra Europa / Rossella Schillaci / 2011 / Italia / 75min
Nell’ottobre del 2008 circa 300 rifugiati somali e sudanesi occupano una clinica abbandonata in un quartiere operaio di Torino. Il film descrive la loro vita precaria e le difficoltà per ottenere un tenore di vita decoroso. 

Croazia, Italia > Ritorno a Zara / Andrea Lotta / 2012 / Italia / 38min 
Dopo sessant’anni in Sardegna, Bianca decide di tornare nel suo luogo di nascita: Zara, in Croazia. Un viaggio che fa riemergere affetti e vicende lontane.

Ore 21
Bangladesh > Buriganga / Michelle Coomber / 2010 / Regno Unito, Bangladesh / 12min
Ritmi, attività e gente del fiume Buriganga, a Dhaka, in Bangladesh.

Olanda> Tobacco Truths and Rummikub / Rook Gezag en Rurnmikub / Steef Meyknecht / 2010 / Olanda / 92min
La vita a Nieuwland, un quartiere di Schiedam, Olanda, attraverso le storie di quattro suoi abitanti 

 

  • Martedì 18 settembre

Ore 9,00
India > Ritual Journeys / Dawa Lepcha e Anna Balikci / 2011 / India / 75min 
Un ritratto intimo di Merayk, uno sciamano (o Padim) Lepcha ottantenne. Merayk vive con la sua famiglia a Dzongu, una riserva Lepcha nel Nord Sikkim, Himalaya orientale.

Camerun > Juarké: Boys Made Men in Mboum Society / Saliou Mohamadou / 2010 / Camerun / 52min
La pratica della circoncisione dei dodicenni tra il popolo Mboum (Camerun) come elemento di resistenza delle tradizioni di fronte a un mondo in rapida trasformazione. 

Italia, Niger > Solo andata, il viaggio di un Tuareg / Fabio Caramaschi / 2010 / Italia / 52min
La storia e le aspettative di Sidi, un ragazzo Tuareg immigrato nel nord Italia con parte della sua famiglia. Combattuto tra la nostalgia della sua infanzia e il desiderio di integrazione, Sidi stesso impugna la telecamera per scoprire il nostro mondo e contemporaneamente rivelarci il suo. 

Ore 15,00
Russia > The Arrow of Seven Flames / Semiognennaya strela / Evgeny Alexandrov e Elena Danilko / 2009 / Russia / 60min
Un documentario incentrato sull’attuale situazione sociale dei discendenti dalle antiche tribù ugro-finniche, stabilitesi da secoli nel territorio di Perm’ e Vyatka, nella zona pedemontana occidentale degli Urali (Russia europea orientale).

Russia > Our Newspaper / Eline Flipse / 2011 / Olanda / 58min
Nella provincia di Uljanovsk, a 800 km da Mosca, un giornalista lascia il giornale ufficiale per fondarne uno nuovo incentrato nel quale po’ finalmente scrivere sulle reali condizioni, difficoltà e aspettative della comunità locale.

Russia, Italia > A Soviet Pen-friend /A szovjet levelezőpajtás / Gábor Zsigmond Papp / 2011 / Ungheria / 54min
Un ragazzo ungherese e una sua coetanea russa nel 1980 iniziano una fitta corrispondenza che va avanti per tre anni. Dopo trent’anni i due “amici di penna” ormai adulti si incontrano per la prima volta in luoghi e contesti sociali molto diversi da quelli della loro adolescenza. 

Ore 21
Sudan del Sud > A Life as Jimmy / Mai Rasmussen e Rachel Charlotte Smith / 2011 / Danimarca / 27min 
La storia di un giovane del Sudan del Sud cresciuto nella guerra civile più lunga d’Africa, che cerca di conciliare obblighi familiari, desideri personali e la sua identità.

Afghanistan > The Boy Mir – Ten Years in Afghanistan / Phil Grabsky / 2011 / Regno Unito / 89min 
Attraverso il filo conduttore costituito dalla vita del giovane Mir, filmato per un periodo di 10 anni dello stesso regista, il film presenta uno spaccato dell’attuale situazione sociale dell’Afghanistan.

 

  • Mercoledì 19 settembre

Ore 9,00
Grecia > Twelve Neighbours / Odos sfaktirias / Marianna Economou / 2009 / Grecia / 52min 
In una piccola strada del centro storico di Atene, persone di diversa estrazione sociale, etnica e culturale si incontrano, si aiutano e si nascondono quotidianamente gli uni agli altri, rendendo vaghi i confini tra il pubblico e il privato.

Italia > Il cineasta è un atleta, conversazione con Vittorio de Seta / Vincent Sorrel e Barbara Vey / 2010 / Francia / 80min  
Vittorio De Seta ripercorre la sua lunga vicenda professionale, dai primi documentari alle opere più impegnative, attraverso un racconto che ne rivela la grande sensibilità umana e il grande impegno sociale.

Italia > Roman Restaurant Rhythms / Michael Herzfeld / 2011 / Stati Uniti / 39min
L’antropologo Michael Herzfeld effettua un’incursione nelle cucine di quattro ristoranti romani. La sua videocamera descrive le varie pietanze seguendone i ritmi di preparazione, in una sorta di “armonia caotica” che illustra un’antropologia sensoriale del lavoro e del tempo.

Ore 15
Repubblica Ceca > Katka / Helena Trestikova / 2011 / Repubblica Ceca / 90min 
Il film attraversa quattordici anni di vita di una giovane tossicodipendente a Němčice (Repubblica Ceca), documentandone il decadimento fisico e psicologico, saltuariamente interrotto da barlumi di speranza e intendimenti di farla finita con la droga.

Repubblica Democratica del Congo > Come gli uccelli – La rue à Kinshasa / Adriano Foraggio / 2012 / Italia / 29min
A Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo, i bambini e i giovani di strada cercano di uscire dallo scenario di esclusione nel quale si trovano sperimentando strumenti di riscatto, di autorganizzazione degli spazi e di intervento attivo sulla struttura sociale.

Argentina > Milongueros /Andrea Zambelli e Andrea Zanoli / 2012 / Italia / 50min 
Ogni notte, nelle storiche e più importanti milonghe di Buenos Aires, i più famosi Milongueros si raccontano e spiegano come il Tango, prima di essere una musica stupenda e un ballo sensuale, sia soprattutto uno “stile di vita”.

Ore 21
Russia > Love Stories From Moscow 1993 – 2009 / Christoph Boekel / 2010 / Germania / 115min
La trasformazione di Mosca nell’ultimo quindicennio attraverso le storie private di sette persone amiche e parenti dell’autore del documentario.

 

  • Giovedì 20 settembre

Ore 9,00
Perù > Ayahuasca/ Viliam Poltikovič / 2011 / Repubblica Ceca / 76min 
Un documentario sulle straordinarie proprietà curative dell’ayahuasca, la liana dell’Amazzonia il cui decotto viene usato dagli sciamani per entrare in contatto con il mondo degli spiriti.
A documentary about the extraordinary healing properties of the ayahuasca, the Amazonian liana which is brewed and used by shamen to enter into the spirit world.

India > Lettere dal deserto (elogio della lentezza) / Michela Occhipinti / 2010 / Italia / 88min
Nel deserto di Thar (India nordoccidentale) un postino percorre a piedi lunghe distanze per consegnare messaggi chiusi in lettere scritte a mano, dalla calligrafia preziosa, agli abitanti di villaggi sperduti, chiusi in una dimensione temporale dimenticata, fuori dal mondo.

ore 15,00
India > My Bangalore: Portraits from Hakki Pikki Colony / Pankaj H Gupta / 2011 / India / 51min
La vita in uno slum di Bangalore di alcune famiglie di Akki Pikki, una tribù tradizionalmente dedita alla caccia e alla raccolta nelle fitte foreste dei Ghati occidentali in India, costretta negli anni Settanta ad abbandonare la vita nomade. 

Regno Unito, Brasile, Canada > People I Could Have Been and Maybe Am / Boris Gerrets / 2011 / Olanda / 54min
Realizzato completamente con la telecamera di un telefono cellulare, il film documenta le vicende di tre personaggi incontrati casualmente dall’autore per le strade di Londra: una giovane brasiliana in cerca di marito, un mendicante di lungo corso e una poetessa. 

India > The Lover and The Beloved: A Journey Into Tantra / Andy Lawrence / 2011 / Regno Unito / 70min 
Il viaggio solitario di un professore di storia attraverso il nord dell’India alla ricerca dell'”illuminazione” offre un’analisi problematica delle idee tantriche sul ciclo della vita e in particolare sulla morte, e aiuta a comprendere la via della conoscenza. 

Ore 21
Yemen > What Has To Be Photographed! / Irina Linke / 2011 / Germania / 12min
In una scenografia non molto dissimile da quella che caratterizzava gli studi fotografici europei del secolo XIX, un fotografo di San’a’, capitale dello Yemen, esegue i ritratti delle famiglie destinati a essere esposti nei soggiorni delle loro case.

Repubblica Democratica del Congo > Kinshasa Symphony / Claus Wischmann e Martin Baer / 2010 / Germania / 95min 
Un film sull’Orchestra Sinfonica del Congo. In più di quindici anni di attività, i suoi musicisti sono sopravvissuti a due colpi di Stato, a numerose crisi e a una guerra: la concentrazione sulla musica e le speranze per un futuro migliore, danno loro la forza per andare avanti.

 

  • Venerdì 21 settembre

Ore 9,00
Nepal > Ascent To The Sky / La Montée Au Ciel / Stéphane Breton / 2010 / Francia / 52min
Il documentario mostra momenti di vita quotidiana in un povero villaggio bramino di una valle sperduta del Nepal e l’ascesa verso la montagna di due pastori con le loro mandrie; un’ascesa che è un percorso meditativo in un ambiente senza tempo, marcato da un senso di solitudine.

Namibia > Bitter Roots: The Ends of a Kalahari Myth  / Adrian Strong / 2010 / Regno Unito / 71min
Girato nel 2007 in Nyae-Nyae, (deserto del Kalahari, Namibia), il film descrive il progressivo sgretolamento di un progetto di sviluppo gestito dai Ju/’hoansi, proponendo anche alcune sequenze tratte dai film realizzati a partire dagli anni Cinquanta da John Marshall, col quale il regista lavorò alla fine degli anni Ottanta.

Etiopia > The Well: voci d’acqua dall’Etiopia / Paolo Barberi e Riccardo Russo / 2011 / Italia / 56min
Nelle aride distese dell’Oromia, nel sud dell’Etiopia, i pastori seminomadi Borana gestiscono le scarse riserve d’acqua attraverso un’organizzazione di tipo di comunitario garantendo a tutti l’accesso a pozzi centenari scavati nella roccia.

ore 15,00
Italia > Il Maggio delle mondine / Francesco Marano / 2011 / Italia / 45min
Il Gruppo di canto delle Mondine di Medicina (Bologna) è invitato nel 2009 al concerto celebrativo del Primo Maggio che si tiene a Roma. Durante il viaggio in pullman, le mondine ripassano il loro repertorio di canti e ricordano momenti della loro vita e delle lotte per i diritti sul lavoro. 

Giappone > Ippo Ippo / Shotaro Wake / 2010 / Norvegia / 47min
Marsha, una donna giapponese di mezz’età con una lunga storia di gravi malattie, deve decidere se partecipare a una salita di gruppo sul Monte Fuji, la montagna più alta del Giappone. Per Marsha si tratta di una grande sfida che potrebbe risultare pericolosa per la sua salute.

Yemen > The Reluctant Revolutionary / Sean McAllister / 2012 / Regno Unito / 69min
Lo Yemen sull’orlo della rivoluzione, attraverso il racconto di Kais, una guida turistica trentacinquenne di San’a’. Il film documenta il processo di trasformazione di Kais, da scettico e cinico osservatore delle vicende politiche del suo paese, a fiancheggiatore del movimento rivoluzionario.

Ore 21
Vietnam > Motorbike / Bert Schmidt / 2011 / Germania / 23min 
In Vietnam la moto è un taxi, un veicolo per escursioni familiari, un materassino per un pisolino accanto alla strada: non solo un veicolo, ma un modo di vivere.

Cuba > Los Refrigeradores – Cuba on the Rocks / Thomas Lehner / 2012 / Austria, Cuba / 95min 
Il documentario racconta le difficoltà che i Cubani, a causa dell’isolamento economico nel quale si trovano, devono quotidianamente affrontare per poter disporre di cibi e bevande fresche: i frigoriferi, vecchi anche 50 anni passano da una generazione all’altra, accuratamente manutenuti e restaurati per poter continuare ad assolvere alla loro preziosa funzione.

 

  • Sabato 22 settembre

Ore 9,00
Guatemala > Un cammino lungo un giorno / Filippo Ticozzi / 2011 / Italia / 15min 
Le giornate e i pensieri dei bambini di El Poshte, un villaggio delle montagne del Guatemala, collegato alle città da un lungo e impervio sentiero.

Mongolia, Francia > Masters of Overtone Singing / Maîtres de chant diphonique / Jean-François Castell / 2011 / Francia / 52min
Un giovane etnomusicologo francese incontra in Mongolia quattro maestri del canto difonico, ne documenta le tecniche esecutive e i metodi di insegnamento e li convince a formare un gruppo che terrà una serie di concerti in Francia. 

Brasile > Francilene – Storia di una quebradeira / Stefania Donaera / 2011 / Italia / 26min
Nel Nordest del Brasile le popolazioni locali vivono dalla raccolta e della lavorazione dei frutti del babaçu, una particolare palma da cocco. Ad occuparsene sono principalmente le donne chiamate qebradeirasu ovvero “spaccatrici” di cocco. Francilene è una di loro.

Italia > Per noi il cinema era “Proibito” / Sergio Naitza / 2011 / Italia / 29min
Nel 1954 Mario Monicelli gira in Sardegna il film “Proibito”, ispirato al romanzo “La madre” di Grazia Deledda e interpretato da Mel Ferrer, Amedeo Nazzari, Lea Massari. Dopo sessant’anni il documentario ne ricostruisce la storia attraverso i ricordi delle comparse e del regista e ne rievoca i paesaggi e i set originali.

Italia > Il passo dei misteri / Giovanni Angeli e Paolo Angeli / 2012 / Italia / 30min
I riti, i volti, l’atmosfera della settimana santa di Cuglieri nelle immagini eseguite nel corso di una lunga e mai conclusa ricerca dal fotografo Nanni Angeli, associate alla musica di Paolo Angeli.

Italia > L’uomo d’argento / Marta Anatra / 2011 / Italia / 20min
Alberto è un attore di strada che da sei anni intrattiene e diverte i passanti del centro di Cagliari. Il documentario lo segue durante il suo lavoro, nelle prove e nella sua vita quotidiana; ascolta i suoi sogni e le sue preoccupazioni.

ore 16.00
Proiezione film fuori concorso

Tempus de Baristas / Time of the Barmen / David MacDougall / 1993/ Italia/ 100min
La vita e le aspettative di tre pastori di diverse generazioni di fronte a un incerto futuro nella Sardegna degli anni Novanta.

Ore 18.00
Cerimonia di premiazione

Proiezione del film vincitore del “Premio Grazia Deledda” per il miglior film

Ore 21
Concerto
Battista Giordano / sestetto classico
Con Battista Giordano pianoforte e chitarra, musiche originali, Paola Puggioni soprano, Carlos Garfias 1° violino, Alessio De Vita violino, Francesco Pilia viola, Luca Pischedda violoncello 

 

* * *

 

La Rassegna dell’Istituto Superiore Etnografico della Sardegna (ISRE) si tiene a Nuoro ogni due anni e costituisce una delle poche occasioni in Italia nelle quali sia possibile assistere alle più significative produzioni internazionali del cinema etnografico e antropologico. 

Abbandonata la tradizionale caratterizzazione monotematica, la manifestazione ha assunto dal 2006 la denominazione di SIEFF – Sardinia International Ethnographic Film Festival.

Il programma 2012 comprende 43 film in concorso provenienti da tutto il mondo, selezionati su un totale di 256 film di recente realizzazione (non più di tre anni dall’anno di svolgimento del festival), guidati da una prospettiva etnoantropologica e possibilmente attenti all’introduzione di elementi di innovazione nella struttura narrativa.

I film sono accompagnati da una breve presentazione e, in linea di massima, commentati e discussi con gli autori. Le proiezioni, le tavole rotonde e gli interventi vengono serviti dalla traduzione simultanea in italiano e inglese.

Il Festival celebra nel 2012 il suo trentennale; pertanto, oltre ai film in concorso, il programma comprende una serie di proiezioni e dibattiti, volti a ripercorrere la storia del festival e con essa l’evoluzione che negli ultimi decenni hanno caratterizzato gli studi e la pratica dell’antropologia visuale in campo internazionale. 

La manifestazione è gratuita e aperta a tutti. 

Comitato di Selezione:
David MacDougall > Research School of Humanities & the Arts, Australian National University, Canberra
Marc-Henri Piault > Ecole des Hautes Études en Sciences Sociales, Parigi
Paolo Piquereddu > Direttore Generale dell’I.S.R.E., Nuoro

Premi:
A) Premio “Grazia Deledda” per il miglior film: 10.350 Euro
B) Premio per il miglior film prodotto e ambientato in paesi del Mediterraneo: 6.200 Euro
C) Premio per il miglior film di autore sardo: 6.200 Euro
D) Premio per il film più innovativo: 6.200 Euro

Giuria:
Paolo Chiozzi > Università di Firenze
Judith MacDougall > Research School of Humanities & the Arts, Australian National University, Canberra
Antonio Marazzi > Università degli studi di Padova
Colette Piault > SFAV – Sociètè Français d’Anthropologie Visuelle
Rossella Ragazzi > Università di Tromsø



Published by:

S.Lucia di Siniscola festadelmare dal 31 agosto, al 1 e 2 settembre Tre giorni di cultura all’insegna della sosetnibilità

Il 31 agosto, 1 e 2 settembre a S.Lucia di Siniscola torna FESTADELMARE il Festival Nazionale di Legambiente sui temi del mare: tre giorni di dibattiti, giochi, festa, concerti, enogastronomia, artisti di strada. Un cartellone nutrito, che prevede decine di appuntamenti dalla mattina a notte fonda.
Il programma è particolarmente vario: si potranno visitare gli spazi espositivi dove enti locali, Parchi, Aree Marine Protette, Associazioni e Aziende metteranno in mostra le loro esperienze, lo spazio bimbi con laboratori di educazione ambientale, giochi e spettacoli di strada, la mostra mercato dove artigiani e produttori locali esporranno le loro specialità e per finire le mostre fotografiche e le installazioni artistiche presenti sul lungomare e al C.E.A.
FESTADELMARE è il Festival Nazionale di Legambiente sui temi del mare e dello sviluppo costiero che dal 2004 si svolge a S.Lucia di Siniscola.

Published by:

Nuoro Sagra del redentore Giorni di festa e folklore

Nel centro della Barbagia, a Nuoro, si è aperta sabato, la Sagra del Redentore , giunta ormai alla 112° edizione. Molte le giornate di festa e gli incontri. Evento principale s la grande Sfilata dei Costumi Tradizionali della Sardegna di Domenica 26 Agosto .

Questo il programma

Sabato, 18 Agosto 2012

ore 18.00 – P.zza Sardegna – Vestizione delle maschere tradizionali sarde

ore 19.00 – Sfilata Maschere Tradizionali della Sardegna– Percorso: Via Lamarmora, Corso Garibaldi, Piazza Vittorio Emanuele

ore 21.00 – Piazza Vittorio Emanuele – Festa in piazza suoni e balli della tradizione locale all’organetto Valentina Chirra, Tomaso Corda e Salvatore Denti (allievi Scuola Civica di Musica “Antonietta Chironi”)

Domenica, 19 Agosto 2012

ore 21.00 – Piazza Sebastiano Satta – Rassegna Canto a Tenore – con: Cuncordu Gennargentu Fonni, S. Antonio Lodè, Tenore Ulianesu Oliena, Santa Rughe Oniferi, Murales Orgosolo, Sarbana Silanus, Santu Predu Nuoro, Amici del Folklore Nuoro

Lunedi, 20 Agosto 2012

Campo “F. Sanna” – Via Mannironi – dal 20 al 25 Agosto 2012 – Coppa delle coppe Softball femminile

Martedì, 21 Agosto 2012

ore 21.00 – Piazza Sebastiano Satta – Spettacolo “Lapola no-coast in piazza” a cura dell’Associazione Culturale Intermezzo – Animamediterranea

Mercoledì, 22 Agosto 2012

Ore 21.00 – Casa natale Grazia Deledda – Concerto Six in the city – Gruppo borsisti 2011 (produzione originale) e Concerto Fulvio Sigurtà quintet “House of cards” a cura dell’Ente Musicale di Nuoro

Giovedì, 23 Agosto 2012
ore 21.00 – Piazza Sebastiano Satta – Gara Canti a chitarra: cantadores Franco Denanni e Daniele Giallara, chitarra Pietro Nieddu, fisarmonica Gianuario Sannia. Introduzioneetnomusicologo Fabio Calzia

Venerdì, 24 Agosto 2012

ore 10.30 – Inaugurazione mostra “Pinzos 2: La mostra sarà aperta al pubblico dal 24 al 26 Agosto 2012 ore 10.00-13.00 e 16.00-20.00 a cura Camera CCIAA di Nuoro

ore 18.00 – Notte bianca in via Lamarmora a cura Centro commerciale naturale Agorà

ore 21.00 – Piazza Sebastiano Satta – “La poesia improvvisata logudoresa”con Bernardo Zizi, Salvatore Ladu, Celestino Mureddu e tenore Santu Predu di Nuoro

Sabato, 25 Agosto 2012

ore 21.00 – Casa natale Grazia Deledda – Concerto Nuoro jazz “Vocal Summit” (produzione originale) a cura dell’Ente Musicale di Nuoro

Domenica, 26 Agosto 2012

ore 16.00 – Sfilata Costumi tradizionali della Sardegna. Percorso: P.zza Santa Maria della Neve, via Efisio Tola, P.zza San Giovanni, Via Roma, via Dante Via Deffenu, P.zza Melis, Via Ciusa Romagna, via Lamarmora, Corso Garibaldi, Via Mons. Bua, P.zza S. Maria della Neve

ore 18.00 – Sfilata dei cavalieri in costume tradizionale accompagnati dalla rappresentanza dell’Arma dei CarabinieriPercorso: P.zza Sardegna, Via Lamarmora Corso Garibaldi

ore 19.00 – Cattedrale Santa Maria della Neve – Benedizione solenne del Vescovo della Diocesi di Nuoro S. E. Mons. Mosè Marcia

ore 21.00 – P.zza Vittorio Emanuele – Festival Regionale del Folklore

Lunedì, 27 Agosto 2012
ore 21.00 – Casa natale Grazia Deledda – Concerto Giovanni Tommaso “Apogeo” a cura dell’Ente Musicale di Nuoro

Martedì, 28 Agosto 2012
ore 20.00 – Fiaccolata di preghiera. Percorso: chiesa La Solitudine, Via La Solitudine, Via Chironi, P.zza del Rosario, Chiesa San Salvatore, Chiesa Santa Croce, Via Roma, Via Dante, Via IV Novembre, P.zza delle Grazie, Corso Garibaldi, Via Mons. Bua, P.zza Santa Maria della Neve

ore 21.00 – Casa natale Grazia Deledda – Concerto Mattia Cigalini trio con Bebo Ferra “Bad Romance” a cura dell’Ente Musicale di Nuoro

Mercoledì, 29 Agosto 2012

ore 6.00 – Pellegrinaggio religioso. Percorso: Cattedrale S. Maria della Neve, Via Aspromonte, Via La Solitudine, Monte Ortobene

ore 11.00 – Parco Monte Ortobene – Messa solenne accompagnata dai cori nuoresi, processione

ore 21.00 – Piazza Sebastiano Satta – Concerto corali polifoniche femminiliCoro Ilune Dorgali, Coro Su Veranu Fonni, Coro polifonico Tonara, Corale Priamo Gallisay Nuoro

Giovedi 30 Agosto 2012

dalle ore 19.00 alle ore 21.30 – presso Museo Etnografico Sardo – Laboratorio di musica e ballo tradizionale a cura dell’Istituto superiore Regionale Etnografico

Venerdì 31 Agosto 2012
ore 21.00 – Teatro Eliseo – Concerto Arild Andersen – Paolo Fresu a cura dell’Ente Musicale di Nuoro

Sabato, 1 Settembre 2012

ore 21.00 – Piazza Sebastiano Satta – Saggio finale docenti e allievi XXIV Edizione Seminario Nuoro Jazz a cura dell’Ente Musicale di Nuoro

Mercoledì, 5 Settembre 2012

ore 21.00 – Piazza del Rosario – Spettacolo teatrale “Nugoro in caminu” – Azioni peculiari Progetto 5×1 Laboratorio teatrale “Guide narranti”

Venerdì, 7 Settembre 2012

ore 20.30 – Spettacolo teatrale itinerante “Noi siamo la nostra Città” – percorso: Via Angioi – casa Salvatore Satta, P.zza Sebastiano Satta, Via Roma anfiteatro centro polifunzionale
Azioni peculiari Progetto 5×1 Laboratorio teatrale “Legalità e giustizia”.

 

Published by: