EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: ferrara

Con due ruote per Ferrara

AC459_FerraraSe si vuole trascorrere una piccola vacanza slow particolare, girando in bicicletta, Ferrara è perfetta.
Ferrara, città estense e rinascimentale, con le sue alte mura e il suo centro storico ricco di tesori artistici e architettonici. Pedalando per vie, vicoli e piazze, si giunge nel centro storico della città. Qua non si può non notare l’imponenza del Castello Estense, con le sue 4 torri e circondato da un grande fossato. Eretto nel 1385 come fortezza difensiva, divenne, nei secoli, dimora di corte della famiglia d’Este.

Non lontano, ecco la facciata in stile romanico della Cattedrale di San Giorgio, opera del XIX secolo, il cui campanile rimase incompiuto. Su un lato della cattedrale, troviamo la bellissima loggia dei mercanti, un percorso porticato con tante botteghe da girare.

Continuando la nostra pedalata, arriviamo al Palazzo dei Diamanti, costruito per Sigismondo d’Este, le cui mura esterne sono caratterizzate da blocchi di marmo a ferma di diamante, che ispirò il Carducci in una sua celebre poesia. Attualmente è sede della Pinacoteca e Galleria Civica d’arte moderna.

Nel nostro giro, possiamo anche visitare le stanze del Palazzoimages Bevilacqua Massari, edificato nel 1590 e dove sono esposte le opere di Filippo de Pisis. Arriviamo, così, nella zona portuale di Via delle Volte, un tempo centro di scambi commerciali e, vicino, il seicentesco ghetto ebraico, caratterizzato da edifici con riccamente decorati in cotto e balconi in ferro battuto.

Ferrara non è solo città ricca di storia ed arte, ma vi si possono gustare anche specialità gastronomiche emiliane. Dopo una pedalata non si può far pausa in uno dei tanti ristoranti della città e gustare il sapore dei cappellacci ferraresi di zucca, la salama da sugo o il panpepato, senza dimenticare il caviale del Po’. In questo periodo vi sono diverse sagre nei paesi circostanti, che vale la pena visitare, come ad esempio la Fiera dell’asparago verde del delta del Po’ a Mesola.

Published by:

Riviera Adriatica, un magico week end romagnolo

Riviera Adriatica, un magico week end romagnolo

Fine marzo in Riviera Adriatica è di incanto, con il week end pasquale si aprono tutte le strutture da Comacchioa Cattolica.

Un week end in Riviera è da eccezione anche per regalarsi un momento di relax e di SPA magari in una bella struttura termale come a Punta Marina a Riccione dove propongono trattamenti viso, massaggi corpo e tante “coccole” per lasciarsi alle spalle lo stress.

Non solo sempre in Riviera  aprono in questi giorni tutte le strutture dedite a far divertire grandi e piccini. Ecco infatti aperti al pubblico con simpatici omaggi e tanti gadget Mirabilandia con i suoi  ottovolanti mozzafiato  mentre all’Acquario di Cattolica c’è  un intero mondo sommerso che si racconta, e, ad Oltremare c’è il fascino dei delfini e della natura incontaminata e l’esperienza di un viaggio alla Gulliver tra le città e i monumenti italiani più belli come quella che si vive all’ Italia in Miniatura


Poi che dire, le spiagge sono pronte ad attendere tutti, sia turisti che primi bagnanti.

Qualche evento simpatico da non perdere?

Per esempio a Riccione la 16a edizione del Beach Line Festival, il Festival Internazionale di Beach Volley, che dal 28 marzo al 3 aprile vedrà 2.000 atleti provenienti da tutta Europa darsi battaglia su 200 campi tra schiacciate e colpi di bagger.

Mentre sull’arenile riminese vanno invece in scena il Paganello, il Torneo Internazionale di Frisbee Beach Ultimate, gioco a squadre in cui ci si fronteggia 5 contro 5 cercando di portare il frisbee nella meta del campo avversario, e il 9° Campionato Mondiale di Biglie. Dal 28 marzo al 1 aprile sono attesi a Rimini oltre 1.000 professionisti del frisbee da tutto il mondo, mentre dal 29 marzo sulla sabbia dei bagni 38/39 si affronterà a colpi di “ciccotto” una selezione dei migliori giocatori di biglie da spiaggia dai 5 continenti. Nel tratto di mare davanti a Cesenatico è invece gara a colpi di strambate e virate, dal 30 marzo al 1 aprile, per il tradizionale appuntamento delle Vele di Pasqua, tra i più importanti appuntamenti europei dedicati ai catamarani di ogni categoria, suddivisi per classi. Presenti i migliori skipper da Italia, Svizzera, Austria, Germania, Belgio, Olanda, Francia, Spagna, San Marino e Slovenia. E’ interamemente dedicata al mondo femminile l’’edizione 2013 di Milleluci, la rassegna musicale che si apre a Pasqua dal palco di Piazza Matteotti a Bellaria Igea Marina. Ospiti nel weekend di Pasqua Platinette con Les Femmes (30 Marzo alle 16) e Arisa (31 Marzo alle 21:30), inoltre nell’intero week end l’Isola dei Platani ospiterà le esibizioni di deejay donne dalle 16 alle 18. Rimanendo in tema musicale, la domenica di Pasqua e il lunedì di Pasquetta la Basilica di San Francesco a Ravenna propone lo Stabat Mater di Pergolesi per soli e orchestra con l’Orchestra dei Giovani Europei. 

A Cattolica torna anche quest’anno, in occasione della Pasqua, la Fiera degli Antichi Sapori in piazza 1° Maggio, tradizionale evento che propone un intero weekend di degustazioni e assaggi dedicati alle specialità tipiche romagnole, ma con spazio anche alla gastronomia di altre regioni d’Italia. Pasqua a tutto sport a Cervia (Ra), con il Dance Fitbeach 2013, lo stage di danza ospitato dal 29 marzo sulla spiagga del Fantini Club, il Memorial Ennio Tonini, Trofeo Romagnolo Open di golf che si terrà sabato 30 e domenica 31 marzo all’Adriatic Golf Club e, sempre sabato e domenica, il Concorso Ippico di Pasqua al Circolo Ippico Le Siepi. Appuntamento con la natura nelle valli di Comacchio in occasione di “Pasqua Slow”, serie di iniziative nell’ambito del calendario di Primavera Slow 2013, che prevedono escursioni in barca, a piedi, in bici, iniziative culturali e laboratori didattici per bambini nel suggestivo scenario del Parco del Delta del Po.


E per chi ha tempo e voglia, c’è anche l’opportunità di una giornata nell’entroterra, alla scoperta delle tradizioni pasquali del territorio, dalla Sagra della Pagnotta Pasquale di Sarsina (Fc) all0 storico Palio dell’Uovo a Tredozio (Fc), oppure si possono visitare due originali e suggestive esposizioni: il MAR (Museo d’Arte della Città) di Ravenna ospita la mostra “Borderline: Artisti tra normalità e follia. Da Bosch a Dalì, dall’Art Brut a Basquiat”, mentre ai Musei di San Domenico di Forlì ha da poco inaugurato l’esposizione “Novecento. Arte e vita in Italia tra le due guerre”. Ecco poi i museicuriosi da visitare con tutta la famiglia, come il Museo del Carico della Nave Romana di Comacchio (Fe), che custodisce il carico più completo di una nave romana di età augustea mai trovato in Italia, composto da tempietti votivi, 3 tonnellate di lingotti di piombo, lucerne, anfore con i coperchi e iscrizioni relative a peso e contenuto, pentole, casseruole. E ancora a Cervia il Museo del Sale, ospitato nel Magazzeno del Sale Torre, che attraverso strumenti, immagini e proiezioni testimonia le fasi della produzione e raccolta artigianale del sale, prima dell’arrivo dei procedimenti industriali verso la fine degli anni ’50. Non si può lasciare la Riviera senza un ricordo fotografico del Museo Galleggiante della Marineria di Cesenatico (Fc), l’unico museo in Europa che mostra la sua sfilata di imbarcazioni storiche non dietro la solita transenna, ma… sull’acqua, ormeggiate nel porto canale, progettato nel 1502 da Leonardo da Vinci. La suggestiva sfilata di barche storiche utilizzate nell’Adriatico per la pesca e il trasporto, con le coloratissime vele al terzo è completata da sezione a terra di 3.000 mq con tanto di bookshop. Da non perdere infine il Museo del Bottone di Santarcangelo di Romagna (Rn), che custodisce oltre 10.000 pezzi, tutti originali, tra cui vere e proprie opere d’arte come il bottone disegnato da Pablo Picasso per Coco Chanel. La collezione è suddivisa in tre sezioni: La storia del 1900, i materiali e la loro trasformazione; I bottoni del 1700-1800; Le curiosità dal mondo, e non manca un’appendice con aneddoti sul bottone e informazioni sui comportamenti di chi li indossava.

Suggerimenti da comunicato stampa APT SERVIZI

Published by:

Wine Food Festival: tutti gli appuntamenti, Da Piacenza a Rimini

Wine Food Festival: tutti gli appuntamenti, Da Piacenza a Rimini Inizia una lunga campagna  del gusto  da Piacenza a Rimini.

Con l’ultimo fine settimana di agosto parte infatti il Wine Food Festival, la rassegna enogastronomica promossa dagli Assessorati regionali al Turismo e all’Agricoltura in collaborazione con Apt.

A fine agosto inizia  la Sagra del Tartufo del Bosco di Panfila a Sant’Agostino (Ferrara) e la Festa della Coppa a Carpaneto e il primo appuntamento a Borgonovo con ‘Val Tidone Wine Fest’, entrambe nel piacentino.

Settembre e ottobre saranno dedicati invece ai funghi nella parmense Alta Valle del Taro con ‘A tavola con il Porcino’.

Dal 7 al 9 settembre tocchera’ al sale ‘dolce’ di Cervia con ‘Sapore di Sale‘. Negli stessi giorni e fino al 16 settembre andra’ in scena il crudo di Parma con il ‘XV festival del prosciutto di Parma‘. Crudo che probabilmente finira’ – in varie localita’ della riviera – nelle immancabili piadine per ‘Piadinadays’ l’8 e 9 settembre. Dal 15 al 23 settembre Lambrusco, per la ’45/a sagra dell’uva e del Lambrusco grasparossa di Castelvetro di Modena Dop’. E se dal 22 al 30 tocchera’ al ‘Parmigiano Reggiano in mostra nelle terre di Canossa’, dal 30 settembre al 7 ottobre Bologna e la sua provincia ospiteranno ‘Sfoglia Bologna – Mortadella, please!’. Sempre a Bologna e nel bolognese tuberi ‘poveri’ e tuberi ‘ricchi’ si confronteranno per ‘Patata inbo’ (dal 1 al 7 ottobre in citta’) e per ‘Tartufesta’, (dal 4 ottobre al 18 novembre in provincia). Tra i protagonisti della tavola, non poteva mancare l’anguilla: a Comacchio (Ferrara) dal 6 al 14 ottobre. A Spilamberto il 6 e 7 ottobre, aceto balsamico. Ancora tartufo, invece a Sant’Agata Feltria (Rimini) con la ‘Fiera nazionale del tartufo bianco pregiato’. Dal 12 al 21 ottobre, ‘Panarea-La festa del pane di Bondeno (Ferrara)’ mentre ad Albinea, nel reggiano, si potranno dal 13 al 14 ottobre riscoprire i vitigni autoctoni con ‘Vigne perdute’.

Dedicata ai sapori lungo il corso del grande fiume e’ ‘Un Po di gusto’, da novembre in varie localita’ della Bassa Piacentina. ‘Autunno a Cesenatico – Il pesce fa festa’ sara’ l’occasione per riscoprire i sapori del pescato adriatico, mentre nei weekend di novembre, staffetta gastronomica tra vari paesi del parmense per ‘X novembre porc… speriamo ci sia la nebbia!’. Musica e gusto saranno un tutt’uno dal 3 al 18 novembre a Imola (Bologna) e dintorni per ‘Baccanale 2012′. Per gli amanti dei sapori forti due fiere del formaggio di Fossa: a Talamello (Rimini) il 4, 11 e 18 novembre; e a Sogliano al Rubicone (Forli’-Cesena) il 18 e 25 novembre e il 2 dicembre. Vino, vino e vino invece a Faenza (Ravenna) per Enologica 2012 dal 16 al 18 novembre. Ovviamente non potevano mancare oli e olive con la fiera dell’oliva e dei prodotti autunnali a Coriano (Rimini) e la sagra dell’ulivo e dell’olio a Brisighella (Ravenna).

Infine, per gli appassionati dei Guinness, la prima domenica di dicembre a Castelnuovo Rangone (Modena) sara’ ‘Superzampone-Festa dello zampone piu’ grande del mondo’, mentre il 16 dicembre i ciccioli cotti in enormi paioli si potranno mangiare a Campagnola Emilia (Reggio Emilia).

Fonte Ansa

Published by:

Santa Bianca Sagra della Rana 2012

Sagra della Rana 2012 dal 24, 25, 26, 31 Agosto  al  1, 2, 7, 8, 9 Settembre

Nel piccolo borgo di Santa Bianca di Bondeno, in provincia di Ferrara, dal 24, 25, 26, 31 Agosto sino al- 1, 2, 7, 8, 9  Settembre si svolgerà la pluriennale sagra della rana di Santa Bianca. I turisti e tutti coloro che amano gustare un buon piatto di rane, come ogni anno accorreranno numerosi.  Il menù sarà ricco di  piatti a base di rane e prodotti tipici dell’alto ferrarese, con la qualità del cibo preparato in casa.  Tutto  è preparato con cura da mani esperte con pluriennale esperienza. Ogni sera spettacoli musicali con orchestre.

Published by:

“Emilia-Romagna è un Mare di Sapori” Calendario di storia, cultura, e dolcezze enogastronomiche dell’Emilia Romagna

Al via il cartellone di eventi “Emilia-Romagna è un Mare di Sapori 2012” che toccherà le principali località della Riviera. Storia, cultura, tipicità e dolcezze enogastronomiche dell’Emilia Romagna.

Da luglio a settembre saranno quattro le province coinvolte – Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini

Il programma 2012 

“Fuoco al Mito”:  il 21 luglio a Lido degli Estensi (Viale Carducci), il 28 luglio ci si trasferisce a Rimini (Mercato coperto), il 1 settembre a Cesenatico (piazza Ciceruacchio), l 8 settembre a Cervia Piazzale dei Salinari). saremo ospiti e interpreti della cottura del latte in maniera tradizionale nelle caldaia di rame con gesti e sapori dei maestri caseari. Il formaggio sarà possibile degustarlo in abbinamento a Lambruschi frizzanti e rosati.

“Tramonto di vino”
Otto  appuntamenti al tramonto, in alcune delle piazze più ricche di fascino e di storia dell’Emilia-Romagna, in compagnia dei migliori vini e dei migliori prodotti DOP e IGP della regione. Le serate in programma : 14 luglio a Lido degli Estensi (viale Carducci), 18 luglio Ferrara (Piazza Municipale), 20 luglio Cervia (Piazza Garibaldi), 27 luglio Cesenatico (Piazza Spose dei Marinai), 3 agosto Marina di Ravenna (Piazza Mazzini), 9 agosto Porto Verde (Piazzale Colombo), 24 agosto Milano Marittima (viale Carducci), 31 agosto San Mauro Mare (Parco Campana).

Il Porretta Soul Festival Live e il Centenario di Milano Marittima
Gemellaggio gastronomico e musicale fra il mare e l’Appennino: a Cervia  il 20 luglio (Piazza Garibaldi), il 24 agosto a Milano Marittima (Piazzale Gramsci).

“Sapori DaMare”, il tour che toccherà le principali località balneari del ferrarese. La quattordicesima “Sagra della vongola”, due week-end a Goro all’insegna del pesce e delle tradizioni marinare dell’Adriatico. Da ultimo, ma non meno importante, “Sapore di Sale”, l’appuntamento che valorizza l’oro bianco di Cervia.

Sapori DaMare a Comacchio, dal 29 giugno al 7 ottobre. La Sagra della Vongola a Goro, nei week-end del 13-15 e 20-22 luglio. Sapore di Sale a Cervia , dal 7 al 9 settembre

Published by:

Ferrara la bella nel cuore dell’Emilia

Ferrara è ancora una città a misura d’uomo.Il suo magnifico cuore e si visita facilmente a piedi o in bicicletta, d’altra parte il centro storico è chiuso al traffico. Il centro storico della città rappresenta dunque uno degli esempi meglio conservati di città medioevali, caratterizzato perciò da un vasto numero di monumenti, palazzi, chiese e strade storiche, ad iniziare dal Castello Estense, edificio in mattoni a pianta quadrata dotato di quattro torri difensive con altane e circondato da un fossato colmo d’acqua che lo rende, a tutt’oggi, uno degli ultimi castelli europei circondato da un fossato. La scoperta del centro può partire dal celebre Castello Estense, proseguendo poi lungo via Garibaldi si arriva alla piazza del municipio, un tempo cortile dell’originario Palazzo Ducale. È una delle piazze che ogni anno, l’ultima settimana di agosto, diventano un grande teatro all’aperto dove si esibisco i musicisti di strada provenienti da tutto il mondo per partecipare al Buskers Festival. Non manchiamo di arrivare Al Brindisi un’enoteca con degustazioni, fornita anche dei poco noti vini ferraresi del Delta. Perdiamoci in piazza trento e Trieste e in via San Romano, dove sotto i portici possiamo trovare l’ottimo pane ferrarese “la coppia”. Sono veramente tante le cose da vedere e visitare a Ferrara, alcune però attirano l’attenzione più delle altre. É il caso per esempio della Certosa di San Cristoforo, che servì da cenacolo certosino nel Rinascimento e da cimitero pubblico nell’Ottocento e che manifesta un chiaro legame tra architettura e natura. Le opere d’arte un tempo custodite al suo interno sono oggi visitabili nella Pinacoteca Nazionale e nei Musei Civici di Ferrara e lchiese.

Se lasciamo le memorie storiche del Medioevo e del Rinascimento possiamo esplorare le atmosfere del Delta del Po ferrarese, una vasta area di 550 chilometri quadrati che arriva fino al mare Adriatico. In un’escursione in battello verso la riserva naturale delle Bocche del Po,  otterremo un itinerario insolito al confine tra terra e acque.

Published by: