EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: estate

SUMMER ON THE ROCKS I Edizione Dal 19 luglio al 10 agosto 2014 Teatro alle Cave Sirolo (AN)

download (3)L’Ambiente al servizio dello Spettacolo, o meglio il Suono e la Voce proiettati all’interno di una delle arene più particolari e suggestive dell’intero panorama geografico italiano. Il Teatro alle Cave, sulla Riviera del Conero, sarà infatti la suggestiva ed incontaminata cornice naturale per la prima edizione di un festival tutto dedicato alla musica e comicità “Made in Italy” che allieterà – a partire dal 19 luglio fino al 10 agosto – i fine settimana della nostra estate.

Continue reading

Published by:

Hurghada sulle coste del Mar Rosso

hurghadaPer molti Hurghada è “semplicemente” la prima alternativa a Sharm El Sheikh e Mars Alam per la classica vacanza nel Mar Rosso. Meno industrializzata, meno civilizzata, meno negozi chic, più egiziana. Tutto vero.

Ma è solo questo? Assolutamente no, altrimenti non si spiegherebbe il boom di preferenze che questa località sta ricevendo negli ultimi tempi.

Il successo turistico di Hurghada nasce intanto dalla sua offerta economica di viaggio, sono infatti molti i lastminute che si possono trovare nel web, e da quello che “ha in più” rispetto a Sharm e Mars Alam.

Innanzitutto dobbiamo capire che a differenza delle due città succitate, Hurghada si trova in una posizione leggermente più defilata, a sud e quindi lontana dai grandi traffici verso il Mediterraneo. È una città africana “pura”.

Certo anche ad Hurghada troverete quei fondali e quella fauna marina che hanno reso famoso il Mar Rosso in tutto il mondo. Tra le località più belle in cui immergersi c’è l’Isola di Giftun, ben visibile dalla costa da cui dista un’oretta in barca.

È un luogo perfetto per le immersioni ma anche per un buon pranzo di pesce o per un aperitivo nei ristoranti e nei bar locali.

Dalla natura si passa all’arte ed alla cultura. Cultura che nel caso di Hurghada è fortemente legata alla storia ed in particolare alle sue origini di epoca romana, di cui rimangono segni visibili nel Monastero di Sant’Antonio e di San Paolo, una delle prime costruzioni della cristianità, le cui mura furono erette addirittura nel quarto secolo a.C.

Per non parlare del Mons Claudianu, un sito archeologico in cui sono custoditi i resti della provincia dell’Impero Romano che nasceva a circa 100 km da Hurghada.

Dopo la natura e dopo l’arte e le cultura, non resta che divertirsi un po’. Ed il miglior modo per farlo è quello di partecipare ad una delle tante escursioni organizzate in loco che vi portano all’interno del deserto a bordo di veloci quad 4×4.

Published by:

Ortisei Meta di turismo tutto l’anno

Ortisei Meta di turismo tutto l'annoOrtisei è una popolare località turistica delle Dolomiti e rappresenta il comune principale della Val Gardena .

Ortisei è magnifica tutto l’anno: luogo ideale sia per il turismo estivo che per quello invernale, è situata su un’altitudine di 1236 m immersa nella vallata del Rio Gardena tra il Col Rasciesa ed il pendio boschivo del famoso Alpe di Siusi. Lo sfondo è quello delle famosissime Dolomiti. L’altitudine ideale sia per una vacanza invernale che estiva.

Ortisei, ricca storia, si caratterizza per l’ariosità del suo assetto urbanistico, che si fonde armoniosamente nel paesaggio. Il centro, con la sua vivace zona pedonale, è luogo d’incontro, relax e posto ideale per fare shopping . Da qui si può passeggiare per i boschi e scovare qualche vecchio maso. Il Seceda e l’Alpe di Siusi si raggiungono con comode telecabine.

Tutto intorno invita a varie escursioni o gite in mountain bike. Grazie a moderni impianti di risalita potrete raggiungere, sia d’estate che d’inverno, meravigliosi luoghi.  In estate è perfetta per fare passeggiate ed escursioni, ci sono molte attività tra cui scegliere: scalata delle pareti rocciose, parapendio o semplicemente trekking. Di sera ci sono molti concerti ed eventi. In inverno invece è attrezzatissima per gli sport invernali, quindi sci, snowboard. Ci sono diversi palazzetti del ghiaccio dove poter pattinare.

Ad Ortisei arte e cultura si congiungono e qui hanno sede tante aziende e maestri di artigianato artistico come i famosi scultori di legno, la cui attività è diventata una vera e propria arte, oggi conosciuta in tutto il mondo.

L’aspetto più affascinante di Ortisei sono le sue montagne: a nord il Resciesa, raggiungibile grazie ad una moderna funicolare e più ad est il Seceda, collegato ad Ortisei grazie ad una funivia. Sul versante sud la nuova ovovia porta sugli estesi prati dell’Alpe di Siusi, nella zona del Monte Piz e del Col de Mesdi. Le catene montuose su entrambi i lati sono aree protette: a nord si estende il Parco Naturale Puez-Odle, a sud invece il Parco Sciliar-Catinaccio.

Published by:

Taormina: località da sogno tutta da scoprire

Taormina: località da sogno tutta da scoprireÈ considerata una delle mete più rinomate a livello italiano ed internazionale, il perché non è difficile scoprirlo: la piccola città di Taormina, situata sulle coste nordorientali della regione Sicilia e bagnata dal Mar Ionio, incanta sin dal primo sguardo: essa infatti appare subito come un’elegante terrazza affacciata sul mare e sul paesaggio circostante, e la figura dell’Etna che sbuca alle sue spalle si installa con tutta la sua magnifica imponenza sullo sfondo di quello che è un panorama da cartolina.

I turisti che soggiornano presso gli hotel  a 4 stelle di  Taormina nel corso dell’anno restano innamorati di questo posto per una felice combinazione di ragioni: il clima, mite in tutte le stagioni dell’anno; il cibo, fresco ed abbondante; gli eventi, mondani e di alto profilo culturale al tempo stesso; la bellezza del patrimonio artistico-culturale, una vera e propria ricchezza che la città di Taormina ha saputo proteggere e valorizzare nel tempo per dare modo a tutti i viaggiatori di conoscerlo ed ammirarlo. Taormina merita una visita approfondita, non è adatta per coloro alla ricerca di una meta mordi e fuggi: è quindi consigliabile prenotare su Internet un hotel Taormina per almeno un paio di giorni, il lasso di tempo necessario per immergersi pienamente all’interno dell’atmosfera offerta da questo incredibile angolo di Sicilia. Imperdibile una visita al famoso Teatro Greco, o Teatro Antico, di Taormina: un vero e proprio gioiellino dell’antichità, situato in un incredibile punto panoramico. Un altro sito da non perdere assolutamente è il Teatro Odeon, di origini romane. Nelle sue immediate vicinanze troviamo palazzo Corvaja, importante edificio storico della città e sede dell’interessante museo delle Arti e delle tradizioni popolari. Esistono anche numerosi siti naturali da non perdere a Taormina e zone limitrofe. Soggiornando in uno dei numerosi hotel Taormina, ad esempio, è facile venire a contatto con sconti ed offerte speciali ideate appositamente per la clientela dell’albergo e metterle a disposizione interessanti escursioni verso spettacolari siti naturali del posto, come Isola Bella, la Grotta Azzurra, le vicine Gole dell’Alcantara, nonché tutti i luoghi di interesse turistico posti nelle vicinanze, come il Parco dell’Etna e la splendida città barocca di Catania.

Published by:

Sant’Anna Arresi Jazz “Ai confini tra Sardegna e jazz”

 Sant'Anna Arresi Jazz“Ai confini tra Sardegna e jazz” è un festival jazz nato nel 1985 a Sant’Anna Arresi in Sardegna, tra i più importanti nel suo genere in Europa. La rassegna si celebra ogni estate nel grazioso paese del Sulcis situato sulla costa sud occidentale sarda, a pochi chilometri dalle spiaggia di Porto Pino.

La rassegna musicale “Ai confini tra Sardegna e jazz” , conosciuta anche come  Sant’Anna Arresi Jazz è organizzata dall’associazione culturale Punta Giara. L’attività è composta da concerti, seminari, mostre, convegni e concorsi musicali nazionali. Tutti momenti per un evento attesissimo da amanti del jazz e non solo.

Da oltre 20 anni tra agosto e settembre un grande pubblico assiste alle performance di artisti di fama nazionale ed internazionale, in uno degli appuntamenti più prestigiosi dell’estate sarda.
L’evento ha una cornice suggestiva, la centrale piazza del nuraghe.

L’ edizione di “Ai confini tra Sardegna e Jazz” quest’anno inizierà giovedì 22 agosto dalle 21.

IL PROGRAMMA

22 Agosto – 31 Agosto 2013

XXVIII EDIZIONE “AI CONFINI TRA SARDEGNA E JAZZ 2013”
Saturno Chiama, Sant’Anna Arresi Risponde
Saturn Calls, Sant’Anna Arresi Responds
L’eredità musicale di Sun Ra

1 Agosto – Sala Conferenze Comune di Sant’Anna Arresi – Ore 10.00

Presentazione del Programma Definitivo e Dettagliato di
Ai Confini tra Sardegna e Jazz 2013

22 Agosto – Piazza del Nuraghe Sant’Anna Arresi – Ore 21.00

Mulatu Astatke “Steps Ahead” (Esclusiva Italiana)
Mulatu Astatke – vibraphone, congas, Fender Rhodes
James Arben – saxophone, bass clarinet, flute
Byron Wallen – trumpet
Rychard Olantude Baker – percussion
John Edwards – double bass
Alexander Hawkins – piano, clavier, electric piano
David de Rosa – drums
Daniel Keane – cello

Mulatu Astatke Ensemble & The Heliocentrics

23 Agosto – Piazza del Nuraghe Sant’Anna Arresi – Ore 21.00

The Heliocentrics (Esclusiva Europea)
Malcom Catto – drums & piano, Jake Ferguson – bass & thai guitar, Jack
Yglesias – flutes, percussion & santur, Adrian Owusu – guitars, oud &
percussion, Oliver Parfitt- keyboards, Tim Hodges- guitar & electronics
Peter Wareham- saxophone,
Barbora Patkova (Just B)- vocals

Heliocentric Counterblast (Esclusiva Italiana)
Nikolaus Neuser – trumpet; Kathrin Lemke – alto sax;
Dirk Steglich – flute, tenor sax; Andreas Dormann – baritone sax;
Gerhard Gschlössl – trombone; Uri Gincel – piano/space-keys;
David Hagen – bass; Philipp Bernhardt (dr);

24 Agosto – Piazza del Nuraghe Sant’Anna Arresi – Ore 21.00

M.O.P.D.T.K. (Esclusiva Europea)
Mostly Other People Do The Killing
Moppa Elliott – bass, Peter Evans – trumpet,
Jon Irabagon – sax, Kevin Shea – drums, Dave Taylor bass-trombone,
Brandon Seabrook – banjo, Ron Stabinsky – piano.

TALIBAM! with Alan Wilkinson (Esclusiva Europea)
Matt Mottel – synthesizer, voice, electronics
Kevin Shea – drums, voice, electronics
Alan Wilkinson – sax

25 Agosto – Piazza del Nuraghe Sant’Anna Arresi – Ore 21.00

Thomas de Pourquery “Supersonic” plays Sun Ra
Thomas De Pourquery, – alto and soprano sax, voice;
Fabrice Martinez – trumpet, bugle et tuba;
Laurent Bardainne – tenor and bariton sax;
Edward Perraud – drums;
Frédéric Gallay – bass;
Arnaud Roulin – claviers.

Living by Lanterns New Myth Old Science (Esclusiva Europea)
by Mike Reed and Jason Adasiewicz
Greg Ward – alto sax; Taylor Ho Bynum – cornet;
Ingrid Laubrock – tenor sax; Tomeka Reid – cello; Mary Halvorson – guitar;
Jason Adasiewicz – vibes, arrangements; Tomas Fujiwara – drums;

Mike Reed – drums, electronics.

In collaborazione con Jazz Festival Willisau (CH)

28 Agosto – Piazza del Nuraghe Sant’Anna Arresi – Ore 21.00

Kelan P. Koran & The Hypnotic Brass Ensamble (Esclusiva Italiana)
Kelan Philip Koran-Trumpet
Smoov-Trumpet Baji- Trumpet-Hudah- Trumpet Yoshi- Trumpet
L.T.- Sousaphone Rocco- Baritone- Clef- Trombone- Cid- Trombone

“Rob Mazurek’s Exploding Star Orchestra”

SUITE NR. 1 (Esclusiva Italiana)
63 Moons of Jupiter

SUITE NR. 2 (Prima Mondiale)
Galactic Parables

Rob Mazurek – cornet, electronics; Nicole Mitchell – Flutes and voice;
Matt Bauder – reeds; Matthew Lux – bass guitar;
Guilherme Granado – bass synth, samplers, keyboards;
Angelica Sanchez – piano; John Herndon – drums; Mauricio Takara – drums,
percussion; Damon Locks – voice; Jeff Parker – guitar.

29 Agosto – Piazza del Nuraghe Sant’Anna Arresi – Ore 21.00

Dinamitri Jazz Folklore Septet (Esclusiva Mondiale)
special guest Amiri Baraka
Dimitri Grechi Espinoza – alto sax; Simone Padovani – percussions;
Gabrio Baldacci – electric guitar; Giuseppe Scardino – bariton sax;
Emanuele Parrini – violino; Paolo Durante – hammond, keys, electronics;
Andrea Melani – drums.

“Incontriamoci a metà del cielo”
“Meet me halfway to the sky”
Cecil Taylor
piano solo

In collaborazione con Jazz Festival Willisau (CH)

30 Agosto – Piazza del Nuraghe Sant’Anna Arresi – Ore 21.00

KONSTRUKT (Esclusiva Italiana)
special guest Marshall Allen
Korhan Futaci – saxophones, flute; Umut Çaglar guitar, organ, synth, violin;
Özun Usta – bass, djembe, flute, gongs; Korhan Arguden – drums; Marshall
Allen alto saxophone.

IL PIANETA DELLE PIETRE SONORE
By Pinuccio Sciola & Marcellino Garau
TBA-Ensemble

31 Agosto – Piazza del Nuraghe Sant’Anna Arresi – Ore 21.00

SUN RA ARKESTRA (Esclusiva Italiana)
under the Direction of Marshall Allen
Marshall Allen alto saxophone – flute – EVI; Charles Davis – tenor saxophone;
Knoel Scott – alto saxophone; Yahya Abdul-Majid – tenor saxophone;
Michael Ray trumpet – vocals; Danny Thompson – flute, baritone sax, alto
sax, bassoon; Rey Scott – baritone saxophone; Fred Adams – trumpet;
Cecil Brooks – trumpet; Dave Davis – trombone; Farid Barron – piano, organ;
Dave Hotep – guitar; Juini Booth – bass; Wayne Anthony Smith Jr. –
drums; Elson Nascimento – percussion.

ATTIVITA’ COLLATERALI

26 Agosto – Sala Conferenze Comune di Sant’Anna Arresi – Ore 18.00

Convegno: giorno 1

Angels and Demons At Play: Reconsidering the Sun Ra
Legacy
Relatori: John Corbett, Alexandre Pierrepont,
Huey Copeland, Cauleen Smith,
Jim Dempsey.

27 Agosto – Sala Conferenze Comune di Sant’Anna Arresi – Ore 18.00

Convegno: giorno 2

Sun Ra nel pianeta delle pietre sonore
Relatori: Pinuccio Sciola, Walter Porcedda, Antonello Lai, Giacomo
Serreli, Nanni Masala.

28 Agosto – Sala Conferenze Comune di Sant’Anna Arresi – Ore 18.00

Convegno: giorno 3

A Black Mass
Sun Ra and his Mith-Science Arkestra

Relatori :Amiri Baraka, Marshall Allen.

ATTIVITA’ COLLATERALI

26 Agosto – Sala Conferenze Comune di Sant’Anna Arresi – Ore 18.00

Selezione di film su Sun Ra curata da Jim Depmsey.
The Cry of Jazz, Ed Bland, 1959, 34 minuti.
A Joyful Noise, Robert Mugge, 1980, 60 minuti.
Noon Moons, Terri Kapsalis, The Eternals, Rob Shaw, 2012, 18 minuti
Spaceways, Edward English, 1968, 18 minuti.
Space is the Place, Cauleen Smith, 2012, 11 minuti.
The Magic Sun, Phill Niblock, 1966, 17 minuti.

27 Agosto – Piazza del Nuraghe Sant’Anna Arresi – Ore 21:30

Presentazione Ufficiale del video del concerto di
Sun Ra and his Arkestra a Sant’Anna Arresi, 4 Settembre 1989

Mostra multimediale di fotografia, grafica, video e lp cover di Sun Ra.

” An Afro-Space-Jazz Imaginary: The Printed Record of Sun Ra and El Saturn ”

From the collection of John Corbett and Terri Kapsalis, Chicago

Allestimento curato da Associazione Culturale Punta Giara.

Chiesetta di Piazza del Nuraghe – Sant’Anna Arresi,
dal 1 al 31 Agosto 2013.
Orario di apertura al pubblico 11:00 – 13:00; 20:00 – 24:00.

Il presente programma per cause di forza maggiore potrebbe subire sostanziali variazioni  che verranno puntualmente comunicate.

Maggiori informazioni sul sito www.santannarresijazz.it

 

Published by:

Con il tablet sotto l’ombrellone

Con il tablet sotto l'ombrelloneSapore di mare, sapore di sale: gli italiani non si staccano dal proprio smartphone o tablet nemmeno in vacanza. Sotto l’ombrellone non si rinuncia al giornale, anche online, al cruciverba e ai giochi, dalla tradizionale partita a carte fino agli ultimi game di tendenza su device mobile. Se fino a qualche anno fa, però, la parola videogame era associata al Tetris sul Game Boy, oggi non c’è che l’imbarazzo della scelta. Da Nintendo 3DS a PS Vita fino a iPhone e tablet, cambiano i dispositivi ma non l’abitudine di godersi un po’ di relax anche in spiaggia con qualche gioco interattivo.

Tablet e smartphone continuano l’ascesa, rubando quote di mercato a console portatili: la battaglia tra Apple e Android è a suon di download dai market, con Google Play che, secondo fonti ufficiali, ha visto una crescita del 700% negli acquisti di app su base annuale. App ludiche e instant game sottolineano un trend crescente del free-to-play: le game-app rappresentano oggi, per entrambi gli store, il 40% dei download complessivi.

Il mobile, quindi, sembra far da padrone, anche grazie a standard grafici sempre più elevati, versioni free da scaricare, comodità e integrazione con i social network, funzione che permette avvincenti ‘battaglie’ online a suon di tasti contro i propri amici. Quest’estate sotto l’ombrellone, non potrà mancare sicuramente Ruzzle, famosa evoluzione dei classici puzzle da rivista di enigmistica che non ha bisogno di presentazioni: tre round, in cui 2 avversari devono creare il maggior numero di parole possibili, sfruttando bonus e velocità per vincere la sfida.  Per chi non vuole rinunciare ai tradizionali cruciverba ma è stanco di carta e penna, l’app Digi Cruciverba offre oltre 200 schemi tra standard, crittografati bonus ed estesi. La regina indiscussa dei cruciverba cartacei, La Settimana Enigmistica, ha lanciato in occasione dell’estate Numbers, una nuova app game di abilità per iOS e Android. 120 secondi per trovare sequenze di numeri su una griglia di 16 cifre, numerate da 1 a 9. L’utente può realizzare scale oppure selezionare gruppi di numeri uguali: un gioco sicuramente da scoprire che darà filo da torcere a Ruzzle sotto il sole di agosto.

Per quanti non vogliono abbandonare l’ebrezza dei giochi ad estrazione nemmeno sotto l’ombrellone, Lottomatica mette a disposizione l’app di Bingo club per giocare ovunque: oltre a bonus settimanali, i fortunati estratti potranno vincere, inoltre, un buono viaggio. Le app di gaming online sono sempre più ricercate: il boom del mobile è evidenziato dai dati relativi agli utenti unici che almeno una volta hanno giocato a Bingo da dispositivi smartphone o tablet, oltre 23.000.

Fortuna, divertimento e relax saranno di certo le 3 parole d’ordine di questa estate!

Published by:

Viaggio a Cracovia nel fascino della Polonia

Viaggio a Cracovia nel fascino della PoloniaCracovia una città viva con un suo carattere e una sua anima . Caffè e ristoranti con i tavolini all’aperto, artisti di strada, concerti e un bel mercato dell’artigianato locale, con le bancarelle che vendono prodotti gastronomici locali. E tanti turisti da tutta Europa e dagli Stati Uniti.

Cracovia una delle città della Polonia più significativa a livello culturale e politico. Un luogo veramente da non perdere. Il suo centro storico come pure il quartiere ebraico è gremito di caffè, negozi e pub, ma anche di arte che rende il viaggio affascinante e culturale. Il suo patrimonio architettonico appartiene al passato: le strutture più alte che dominano il paesaggio sono le guglie delle chiese antiche. Come tutta la Polonia, Cracovia è una città molto cattolica, e per questo motivo viene definita come “la città delle cento chiese”, attualmente esistono 119 templi.

La citta si snoda sulla Vistola per culminare nell’mportante Piazza del Mercato una delle più grandi d’ Europa. l Centro storico è intatto e si snoda intorno alla piazza medievale più grande d’Europa. Perfettamente conservata, con pochissime auto, molti bar e ristoranti, la Città Vecchia di Cracovia (Stare Miasto) è considerata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Dall’alto della collina domina il Castello, un luogo simbolo di tutta la Polonia: qui vivevano e venivano incoronati i sovrani del Regno prima che la capitale diventasse Varsavia. Molte stanze si possono visitare insieme alla Cappella Reale, al Tesoro reale e all’armeria medievale. Nel centro città c’è anche un piccolo ma interessante museo con l’enigmatico e bellissimo dipinto della Dama con l’ermellino di Leonardo da Vinci mentre nei dintorni meritano una visita le miniere di sale e il quartiere di Nowa Huta,
Al suo interno, un tempo, trovavamo il“Palazzo di Città”, un granaio, la gogna, la sede della guardia. Nei pressi c’è il mercato di Sukiennice, che era un punto nevralgico per i mercati dell’Europa intera. In questo mercato si poteva acquistare di tutto: dal pollame, al sale, passando per farina ed olio, fino al piombo.

Un grande monumento da non perdersi è la fortezza che, nonostante le grandi ferite del tempo e degli avvenimenti, è un monumento artistico che ricorda le follie della guerra.

Visitare la città vuol dire anche immergersi nei tantissimi locali dove l’entrata è quasi sempre gratuita anche per le discoteche ed i prezzi sono molto abordabili.  Rapiti dalla bellezza dei posti e dalla semplicità di comunicare con i polacchi, sarà una vacanza eccezionale.

Published by:

La notte della Taranta 2013, il festival del Salento

a notte della Taranta 2013, il festival del SalentoLa famosissima “La Notte della Taranta”, giunge quest’anno alla sua sedicesima edizione.
“La Notte della Taranta” è il più importante festival musicale interamente dedicato alla valorizzazione ed al recupero della pizzica salentina ed una delle più significative manifestazioni sulla cultura popolare in Europa.

Si svolge nel mese di agosto di ogni anno nei comuni dell’area ellenofona della provincia di Lecce, la Grecìa salentina. Tra i quindici concerti che si svolgono in altrettante piazze del Salento (compresa piazza Sant’Oronzo di Lecce) e il concertone finale di Melpignano, il Festival fa registrare ogni anno migliaia di spettatori. Ogni edizione del concertone finale del Festival è affidata a un “maestro concertatore” che ha il preciso compito di arrangiare le musiche tradizionali del Salento incrociandone i ritmi con quelli di altre tradizioni musicali. Per farlo il maestro concertatore armonizza le musiche dell’Orchestra popolare della Notte della Taranta suonate da musicisti salentini con quelle suonate da ospiti internazionali.

Quest’anno il maestro concertatore sarà Giovanni Sollima con il suo violoncello. Tra gli ospiti Niccolò Fabi, Max Gazzè, Roby Lakatos e il ballerino Miguel Angel Berna.

Dal 6 al 21 agosto, la rassegna vedrà concerti ed eventi in numerose città salentine:Corigliano d’Otranto (7 Agosto ), Zollino (8 Agosto ), Cursi (9 Agosto ), Martignano (10 Agosto ), Sternatia (11 Agosto ), Sogliano Cavour (12 Agosto ), Soleto (13 Agosto ), Calimera (14 Agosto ), Castrignano dei Greci (16 Agosto ), Lecce (17 Agosto ), Alessano (18 Agosto ), Galatina (19 Agosto ), Cutrofiano (20 Agosto ), Carpignano Salentino (21 Agosto ), Martano (22 Agosto ).

Il culmine ci aspetta il 24 agosto con la notte più lunga dell’estate, appuntamento a Melpignano (Lecce) con Giovanni Sollima su ritmi e arrangiamenti dalla tradizione della pizzica in poi.

Published by:

San Giovanni in Fiore Una meta di Calabria ricca di storia,natura, archeologia

San Giovanni in Fiore Una meta di Calabria ricca di storia,natura, archeologiaSan Giovanni in Fiore si trova nella Sila, esattamente nei pressi del Monte Nero. E’ un luogo di villeggiatura ideale per stare a contatto con la natura, praticare movimento e scoprire le tradizioni della Sila. Proprio per questo San Giovanni in Fiore, è una meta rinomata per le sue ricchezze storiche ed archeologiche ma è apprezzata anche per la bellezza dei suoi luoghi. Questo antico centro, offre numerose possibilità per i vacanzieri che possono andare alla scoperta dell’arte, delle tradizioni e della gastronomia locale.

Il suo nome è legato all’Abbazia Florense, costruita per volontà dell’abate Gioacchino da Fiore. Il centro storico di San Giovanni è ben conservato e si caratterizza per la presenza dell’Abbazia, risalente al 1189. La sua struttura originale è stata, in parte, modificata nel tempo. All’interno custodisce la preziosa urna con i resti dell’abate Gioacchino da Fiore e un’antica statua lignea raffigurante San Giovanni Battista. E’ annoverata fra le costruzioni più pregevoli di tutta la regione Calabria ed è in grado di attirare turisti e devoti anche dall’estero. La badia florense, risalente al XIII secolo, è ben conservata e si possono ammirare le celle dei monaci ed il chiostro.

Da visitare anche la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, risalente al XVI secolo e la Chiesa dell’Annunziata, caratterizzata da un campanile realizzato in granito. Anche nel territorio circostante San Giovanni in Fiore vi sono antichi luoghi di culto come la Chiesa del crocifisso risalente al 1700.

San Giovanni in Fiore ospita il museo demologico che illustra le tradizioni e i mestieri tipici degli abitanti di questo territorio; ad arricchirlo ulteriormente, vi è una sezione dedicata al fotografo Saverio Marra. Molto bello anche il museo faunistico. Durante l’estate San Giovanni in Fiore si anima; la fiera dedicata al Santo protettore è un grande evento davvero imperdibile. Per l’occasione vengono allestite bancarelle di prodotti artigianali tipici e di gustosi prodotti enogastronomici.

Chi ama le escursioni, da San Giovanni in Fiore può spostarsi nelle vicine frazioni, nelle quali si possono ammirare i paesaggi incantati della Sila e visitare i numerosi centri rurali, alcuni dei quali ormai abbandonati.

Nei pressi di San Giovanni in Fiore, sorge Castelsilano un antico borgo risalente al 1600. In questo luogo è possibile visitare l’antico castello a pianta quadrata. Il territorio di Castelsilano è caratterizzato da un ambiente incontaminato, ricco di attrazioni; fra queste vi sono delle grotte naturali, come quella di Samourì.

 

 

 

 

Published by: