EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: Comacchio

La Sagra dell’Anguilla a Comacchio Week end 5/6 e 12/13 ottobre

La Sagra dell'Anguilla a Comacchio  Week end  5/6 e 12/13 ottobreLa Sagra dell’Anguilla a Comacchio  nei 2 week end del 5/6 e 12/13 ottobre

La Sagra dell’Anguilla di Comacchio propone ai suoi visitatori eventi culturali, mostre, momenti di intrattenimento musicale, spettacoli, attività per i bambini, teatro di strada e visite a bordo delle tipiche “batane”, imbarcazioni locali, ed escursioni nelle valli, fra antiche stazioni di pesca e avvistamento, i casoni, e i “lavorieri”, una serie di bacini per la pesca dell’anguilla.

Vi attendono prelibati piatti a base di anguilla e di pesce di mare e di valle, preparati dai marinai di Comacchio presso lo stand gastronomico di in Via Fattibello . Avrete l’opportunità di gustare l’anguilla in tutte le sue preparazioni: alla griglia, nel brodetto o marinata nell’aceto. Gli stand offrono menù a pranzo e cena nei due weekend di festa. I ristoranti del territorio creeranno un circuito gastronomico che rivisiterà in chiave moderna i piatti a base di anguilla ed altre specialità locali. Potrete anche acquistare le anguille di Comacchio e tanto altro pesce nelle pescherie della zona.

Nel centro storico cittadino, lungo i canali e fino al Loggiato dei Cappuccini sarà allestito un percorso espositivo con prodotti agricoli, prodotti tipici locali, artigianato, manufatti artistici, gastronomia, dolciumi.

Diverse saranno le attività culturali e ricreative: mostre d’arte e fotografiche, intrattenimento musicale e spettacoli per bambini, visite guidate alla città ed escursioni negli ambienti naturali del Parco del Delta del Po, in barca e in bicicletta.

Published by:

Riviera Adriatica, un magico week end romagnolo

Riviera Adriatica, un magico week end romagnolo

Fine marzo in Riviera Adriatica è di incanto, con il week end pasquale si aprono tutte le strutture da Comacchioa Cattolica.

Un week end in Riviera è da eccezione anche per regalarsi un momento di relax e di SPA magari in una bella struttura termale come a Punta Marina a Riccione dove propongono trattamenti viso, massaggi corpo e tante “coccole” per lasciarsi alle spalle lo stress.

Non solo sempre in Riviera  aprono in questi giorni tutte le strutture dedite a far divertire grandi e piccini. Ecco infatti aperti al pubblico con simpatici omaggi e tanti gadget Mirabilandia con i suoi  ottovolanti mozzafiato  mentre all’Acquario di Cattolica c’è  un intero mondo sommerso che si racconta, e, ad Oltremare c’è il fascino dei delfini e della natura incontaminata e l’esperienza di un viaggio alla Gulliver tra le città e i monumenti italiani più belli come quella che si vive all’ Italia in Miniatura


Poi che dire, le spiagge sono pronte ad attendere tutti, sia turisti che primi bagnanti.

Qualche evento simpatico da non perdere?

Per esempio a Riccione la 16a edizione del Beach Line Festival, il Festival Internazionale di Beach Volley, che dal 28 marzo al 3 aprile vedrà 2.000 atleti provenienti da tutta Europa darsi battaglia su 200 campi tra schiacciate e colpi di bagger.

Mentre sull’arenile riminese vanno invece in scena il Paganello, il Torneo Internazionale di Frisbee Beach Ultimate, gioco a squadre in cui ci si fronteggia 5 contro 5 cercando di portare il frisbee nella meta del campo avversario, e il 9° Campionato Mondiale di Biglie. Dal 28 marzo al 1 aprile sono attesi a Rimini oltre 1.000 professionisti del frisbee da tutto il mondo, mentre dal 29 marzo sulla sabbia dei bagni 38/39 si affronterà a colpi di “ciccotto” una selezione dei migliori giocatori di biglie da spiaggia dai 5 continenti. Nel tratto di mare davanti a Cesenatico è invece gara a colpi di strambate e virate, dal 30 marzo al 1 aprile, per il tradizionale appuntamento delle Vele di Pasqua, tra i più importanti appuntamenti europei dedicati ai catamarani di ogni categoria, suddivisi per classi. Presenti i migliori skipper da Italia, Svizzera, Austria, Germania, Belgio, Olanda, Francia, Spagna, San Marino e Slovenia. E’ interamemente dedicata al mondo femminile l’’edizione 2013 di Milleluci, la rassegna musicale che si apre a Pasqua dal palco di Piazza Matteotti a Bellaria Igea Marina. Ospiti nel weekend di Pasqua Platinette con Les Femmes (30 Marzo alle 16) e Arisa (31 Marzo alle 21:30), inoltre nell’intero week end l’Isola dei Platani ospiterà le esibizioni di deejay donne dalle 16 alle 18. Rimanendo in tema musicale, la domenica di Pasqua e il lunedì di Pasquetta la Basilica di San Francesco a Ravenna propone lo Stabat Mater di Pergolesi per soli e orchestra con l’Orchestra dei Giovani Europei. 

A Cattolica torna anche quest’anno, in occasione della Pasqua, la Fiera degli Antichi Sapori in piazza 1° Maggio, tradizionale evento che propone un intero weekend di degustazioni e assaggi dedicati alle specialità tipiche romagnole, ma con spazio anche alla gastronomia di altre regioni d’Italia. Pasqua a tutto sport a Cervia (Ra), con il Dance Fitbeach 2013, lo stage di danza ospitato dal 29 marzo sulla spiagga del Fantini Club, il Memorial Ennio Tonini, Trofeo Romagnolo Open di golf che si terrà sabato 30 e domenica 31 marzo all’Adriatic Golf Club e, sempre sabato e domenica, il Concorso Ippico di Pasqua al Circolo Ippico Le Siepi. Appuntamento con la natura nelle valli di Comacchio in occasione di “Pasqua Slow”, serie di iniziative nell’ambito del calendario di Primavera Slow 2013, che prevedono escursioni in barca, a piedi, in bici, iniziative culturali e laboratori didattici per bambini nel suggestivo scenario del Parco del Delta del Po.


E per chi ha tempo e voglia, c’è anche l’opportunità di una giornata nell’entroterra, alla scoperta delle tradizioni pasquali del territorio, dalla Sagra della Pagnotta Pasquale di Sarsina (Fc) all0 storico Palio dell’Uovo a Tredozio (Fc), oppure si possono visitare due originali e suggestive esposizioni: il MAR (Museo d’Arte della Città) di Ravenna ospita la mostra “Borderline: Artisti tra normalità e follia. Da Bosch a Dalì, dall’Art Brut a Basquiat”, mentre ai Musei di San Domenico di Forlì ha da poco inaugurato l’esposizione “Novecento. Arte e vita in Italia tra le due guerre”. Ecco poi i museicuriosi da visitare con tutta la famiglia, come il Museo del Carico della Nave Romana di Comacchio (Fe), che custodisce il carico più completo di una nave romana di età augustea mai trovato in Italia, composto da tempietti votivi, 3 tonnellate di lingotti di piombo, lucerne, anfore con i coperchi e iscrizioni relative a peso e contenuto, pentole, casseruole. E ancora a Cervia il Museo del Sale, ospitato nel Magazzeno del Sale Torre, che attraverso strumenti, immagini e proiezioni testimonia le fasi della produzione e raccolta artigianale del sale, prima dell’arrivo dei procedimenti industriali verso la fine degli anni ’50. Non si può lasciare la Riviera senza un ricordo fotografico del Museo Galleggiante della Marineria di Cesenatico (Fc), l’unico museo in Europa che mostra la sua sfilata di imbarcazioni storiche non dietro la solita transenna, ma… sull’acqua, ormeggiate nel porto canale, progettato nel 1502 da Leonardo da Vinci. La suggestiva sfilata di barche storiche utilizzate nell’Adriatico per la pesca e il trasporto, con le coloratissime vele al terzo è completata da sezione a terra di 3.000 mq con tanto di bookshop. Da non perdere infine il Museo del Bottone di Santarcangelo di Romagna (Rn), che custodisce oltre 10.000 pezzi, tutti originali, tra cui vere e proprie opere d’arte come il bottone disegnato da Pablo Picasso per Coco Chanel. La collezione è suddivisa in tre sezioni: La storia del 1900, i materiali e la loro trasformazione; I bottoni del 1700-1800; Le curiosità dal mondo, e non manca un’appendice con aneddoti sul bottone e informazioni sui comportamenti di chi li indossava.

Suggerimenti da comunicato stampa APT SERVIZI

Published by:

Sul delta del Po un weekend a Comacchio

Trepponti

Sul delta del Po sorge una piccola cittadina con il curioso complesso architettonico dei Trepponti: Comacchio.

Comacchio è incorniciata da ponti monumentali fatti di mattoni e pietra d’Istria, che cavalcano la rete di canali, congiungendo gli inconfondibili rioni. Per visitare il centro storico di Comacchio, si parte da Ponte dei Trepponti, gioiello architettonico voluto dal Cardinale Giovan Battista Pallotta e disegnato, nella prima metà del seicento dall’architetto Luca Danese, che con le sue cinque arcate, sopra cinque canali e con altrettante scalinate, permette di raggiungere gli altri due ponti seicenteschi di S. Pietro e dei Sisti. Da qui si procede per il settecentesco Ospedale degli infermi, la biblioteca e l’archivio storico comunale di Palazzo Bellini, fino a giungere al Ponte degli Sbirri appoggiato alle antiche carceri estensi.

Volendo concludere l’interessante tour, ci si può far portare in barca sul delta del Po ed ammirare il paesaggio con le sue numerose testimonianze del passato, come le saline e i casoni  per la pesca fatti di paglia.

L’attività che ha reso famosa Comacchio è l’allevamento e la lavorazione delle anguille e delle acquadelle (alborelle). In passato la lavorazione di questi pesci, si effettuava nella Manifattura dei Marinati; lì, alla Calata, approdavano le barche con il pescato, che a sua volta veniva portato nella Sala dei fuochi dove le anguille, infilzate negli spiedini,  venivano cotte e poi messe a marinare nell’aceto in tini  e botti. Le acquadelle, invece, prima di essere marinate venivano fritte. Oggi, è stata costruita una nuova struttura per continuare la tradizionale lavorazione dell’anguilla e dell’acquadella.

Published by: