EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: centro

Fiera di Santa Lucia a Bologna

Fiera di Santa Lucia a  BolognaTra le Fiere più famose che caratterizzano il periodo Natalizio c’è sicuramente quella di Santa Lucia a Bologna. La Fiera di Santa Lucia si apre dal 17 novembre e anima fino al 26 dicembre il bellissimo porticato della Chiesa di Santa Maria dei Servi, tutti i giorni dalle ore 8,30 alle ore 20,00.

Uno spettacolare itinerario per le storiche vie di Bologna, tra profumi e colori che hanno entusiasmato personaggi illustri e che ancora inebriano il visitatore. Bologna stupisce ogni anno con i due mercatini natalizi più famosi dell’Emilia Romagna: la Fiera di Santa Lucia e la Fiera di Natale.

Continue reading

Published by:

Sagra della Castagna ‘Munnaredda’ a Tramutola

Sagra della Castagna 'Munnaredda' a TramutolaA Tramutola, in provincia di Potenza, la castagna si chiama munnaredda, proprio per questo, nei giorni di sabato 26 e domenica 27 ottobre il centro celebrerà la quarta edizione della Sagra della Castagna ‘Munnaredda’.

La Sagra della Castagna ‘Munnaredda’ avrà come palcoscenico le vie del centro storico proponendo ai visitatori la tradizionale infornata delle castagne (i Castagn’ mBurnat’) nei forni antichi, aperti al pubblico per l’occasione.

Continue reading

Published by:

Il 14 agosto al centro storico di Crosia “A remurata”

Il 14 agosto al centro storico di Crosia "A remurata"Mercoledì 14 agosto nel centro storico di Crosia  “A remurata” L’iniziativa consente di vivere in una notte le peculiarità dell’antico borgo con musica, trampoli, mostre, gastronomia, bande itineranti, artigianato

Dal bisogno oggettivo di una concreta valorizzazione del centro storico, all’opportunità  di conoscere le peculiarità dell’antico borgo di Crosia. Parte da questi presupposti la consueta manifestazione “A remurata”, che si svolgerà a Crosia mercoledì 14 agosto a partire dalle ore 21.30. Un appuntamento fisso dell’estate calabrese, all’interno del “Trionto valley fest”     Una kermesse, unica nel suo genere, giunta alla settima edizione, pianificata dall’Assessorato al Turismo del Comune di Crosia, in partenariato con Zoropa produzioni che ne cura i singoli aspetti logistici.

Ogni anno si rinnova con tante novità. Quest’edizione, nonostante le ristrettezze economiche dell’Ente locale, si è riusciti ad aggiungere un’ulteriore postazione. L’intero paese diventa centro di riferimento per turisti e residenti. Anche quest’anno una magica atmosfera ospiterà i numerosi ospiti: il percorso guidato è stato strutturato lungo gli incantevoli vicoletti di Crosia, attraverso musica di vario genere, mostre, trampolieri, arte di strada, artigianato. Vari punti panoramici da cui ammirare le bellezze naturali del territorio. Nei punti di ristoro saranno bandite tavole con il meglio della cucina locale. I partecipanti potranno gustare prodotti tipici e piatti prelibati della cucina calabrese e crosioti in particolare.

 Un appuntamento che riempirà il centro storico della cittadina ionica con tanta musica, cultura e divertimento per tutte le età. <<Il bisogno oggettivo di far conoscere e, soprattutto, far vivere il nostro centro storico di Crosia>>, ha dichiarato l’assessore al Turismo, Roberto Bitonto, <<ai gentili ospiti che hanno scelto questo territorio per trascorrere il periodo delle proprie ferie estive>>. Il sindaco di Crosia, Gerardo Aiello, ha messo in evidenza anche l’importanza socio – antropologica della kermesse che permette una reale e sempre maggiore aggregazione sociale fra residenti e turisti. L’invito a una partecipazione attiva è giunta anche dall’assessore al Centro storico, Francesco Santoro. <<L’antico borgo è facilmente raggiungibile, a due passi dal mare, nella natura incontaminata>>. Crosia, in occasione de “A remurata” diventa luogo da vivere e scoprire con tanti appuntamenti imperdibili per i bambini e gli adulti. La possibilità di gustare le prelibatezze culinarie, che diventano momento di esperienza culturale, mescolate alle diverse forme artistiche che questa tradizionale festa popolare riesce a offrire.
Dott. Antonio Iapichino

Published by:

Verona la bella La città sull’Adige dal fascino antico

Verona la bella La città sull'Adige dal fascino anticoVerona la bella, Verona dal fascino antico, la città di valori e forme legati al mondo medioevale e rinascimentale. Verona palcoscenico della tragica storia d’amore di Romeo e Giulietta di Shakespeare.

Verona, una delle più antiche e più belle città italiane, adagiata sulle sponde dell’Adige, tra le Prealpi venete, poco lontana dal lago si trova al centro delle maggiori vie di comunicazione, nazionali e internazionali. Il centro storico, attraversato dal fiume Adige nel suo lento scorrere, si presenta come una suggestiva rete di ponti. Qui l’atmosfera dei vicoli e delle piazze, i sapori, i gusti di una cucina territoriale inimitabile che si perpetua nel tempo immutata e tradizionale e che rende indissolubile il legame con i vini veronesi, famosi e apprezzati in tutto il mondo.

La città più importante per la presenza di resti romani così ben conservati, ci offre una suggestiva passeggiata lungo l’incantevole Piazza Bra . Percorrendo il Liston, si giunge in via Mazzini, la più frequentata ed elegante via di Verona. Via Mazzini si apre a sinistra con Piazza delle Erbe e a destra con via Cappello, ove possiamo raggiungere la famosa Casa di Giulietta, una delle mete obbligate anche per chi visita la bella Verona. Il portico di ingresso ci conduce nell’affascinante cortile, ove si affaccia il balcone . La sua visita come quella degli  interni della casa, è un’esperienza unica.Verona la bella La città sull'Adige dal fascino antico

Ma il simbolo di Verona, non meno importante del celebre balcone, è l’Arena. L’anfiteatro romano costruito, nel primo secolo d.c., è situato proprio al centro della città nella Piazza Brà. L’Arena di Verona è a testimonianza dell’importanza di verona ai tempi dell’impero romano. In duemila anni di storia è sempre stata la sede di spettacoli ed intrattenimenti di diverso tipo. Ai giorni nostri è universalmente conosciuta per le importanti manifestazioni che vi si tengono, in particolare il Festival Lirico Areniano.

Da Piazza delle Erbe che rappresenta il centro economico e politico della città, ma soprattutto un vivace mercato di frutta e verdura, è possibile accedere, attraversando l‘Arco della Costa, alla piazza dei Signori da cui si può ammirare la Loggia del Consiglio e il Palazzo degli Scaligeri e raggiungere le Arche Scaligere, il complesso dei sepolcri in stile gotico dei Signori di Verona.

Non lontano si trova Via Sottoriva, una delle strade più caratteristiche della città, al termine della quale è possibile ammirare l’abside della chiesa di Santa Anastasia, splendido esempio di gotico italiano che annovera al proprio interno il celebre affresco “S.Giorgio e la Principessa” di Pisanello.

Ma Verona è anche una visita splendida basilica di S. Zeno, con al centro della facciata in tufo il grande rosone detto Ruota della Fortuna e il prezioso portale decorato da formelle di bronzo. All’interno, oltre alla cripta, è possibile ammirare un vero e proprio capolavoro della pittura rinascimentale, la “Pala di Andrea Mantegna”, raffigurante la Madonna con Bambino e santi.

 Molte sono le specialità veronesi:  i piatti tipici sono la zuppa scaligera, gli gnocchi al burro , con pomodoro e con la “pastizada de caval” (salsa con spezzatino di carne di cavallo);e poi i dolci: il pandoro, i “natalini” e la “bressadella “ pasquale. Da non dimenticare i vini DOC veronesi, per citar ne alcuniBardolino, Bardolino Chiaretto, Bardolino Classico,Valpolicella Amarone.

Published by:

Manfredonia Le più belle spiagge del Gargano

Manfredonia Le più belle spiagge del GarganoManfredonia è situata sul golfo omonimo, immediatamente a sud del promontorio del Gargano, in provincia di Foggia, proprio ai margini del Tavoliere. Visitare Manfredonia, significa calarsi nelle  antiche bellezze architettoniche,  nel mare turchino e tra gente, allegra e ospitale.  Il panorama mozzafiato al tramonto regala scenari veramente suggestivi e si snoda lungo la costa.

Mafredonia  che domina il golfo più grande dell’Adriatico meridionale oltre che di spiagge bianche testimonia la sua lunga storia con le belle vestigia; oltre alla Chiesa di S. Maria Maggiore (XI sec.) e all’Abbazia di San Leonardo (XI sec.), dove si respira un’aria mistica, non è da tralasciare una visita al Castello svevo-angioino e al Parco Archeologico . Adiacente al territorio è il Parco Nazionale del Gargano, unico nel suo genere per la varietà dei suoi ecosistemi e le migliaia di specie vegetali.

Manfredonia come tutto il Gargano si distingue per la caratteristica gastronomia; la : cucina locale è dominata da pesce fresco, olio extravergine d’oliva, latticini, pasta fatta in casa e pane pugliese e soprattutto i suoi vini DOC .

La costa a sud di Manfredonia ha delle belle spiagge sabbiose, mentre a nord di Manfredonia, la costa è rocciosa con bellissime cale che contengono spiagge incontaminate e spesso accessibili solo via mare. Intorno è un alternarsi di calette e scogli dove il fondale dei mari è ricco e pescoso. 

Siponto, antico centro del passato,  è  tra le spiagge più belle e suggestive dell’intero Adriatico. e ancora Sciali di Lauro,Scalo dei SaraceniSciali degli Zingari, una insenatura caratterizzata dall’acqua cristallina del mare e dai due pittoreschi faraglioni a pochi metri dalla riva e dalla costa scoscesa. in ogni spiaggia è possibile trovare tutte le comodità e attrezzature per gli sport acquatici.  Proseguendo, prima di giungere a Vieste, ci sono altre splendide insenature: la Baia di Vignanotica e la Baia dei Campi.

Published by:

Vacanza a Dubrovnik ‘il Gioiello dell’Adriatico’

Dubrovnik ,giustamente chiamata ‘il Gioiello dell’Adriatico’,è imparagonabile agli altri luoghi della Croazia. Ricca di storia e cultura, possiede posti tranquilli per il riposo come anche quelli pieni di divertimento indimenticabile, perfetti per il campeggio e le escursioni.

Ancora oggi  Dubrovnik  racchiude al suo interno un centro storico tra i più belli e meglio conservati di tutta la costa dalmata ed è proprio qui che possiamo riscontrare tutta l’ampiezza della sua storia seguendo la centrale via rettilinea ove si affacciano palazzi gotici e rinascimentali, sino ad arrivare alla piazza della Loggia,al palazzo Sponza e alla Torre dell’orologio e alla chiesa di San Biagio,in stile barocco veneziano

Da non perdere è la piazza delle Erbe, dove si svolge il mercato della città. Come interessante è  una passeggiata nel quartiere di Pustijernasituato a ridosso delle mura meridionali, ricco di strette vie e suggestivi scorci.  Un simpatica esperienza per osservare la città in tutto riposo è salire sulla funivia che vi porta in giro, sospesi nel cielo, sopra i tetti della città.

I milioni di turisti che giungono in questa città possono rendere le spiagge principali insolitamente affollate per un paese che è una spiaggia naturale sull’Adriatico. Il lungo ed ampio litorale è per lo più ciottoloso, bagnato da un bellissimo mare cristallino e trasparente, ideale per nuotare e fare il bagno La spiaggia più vicina al centro cittadino, è ovviamente tra le più pittoriche, ma anche la più caotica, se ci spingiamo più avanti , a nord verso Zaton o a sud verso Cavtat, troveremo quello che andiamo cercandot angoli poco battuti e splendidi: spiaggette di sabbia dorata mista a ghiaia, bagnate da un bellissimo mare cristallino e trasparente e delimitate da una scogliera rocciosa.

Il Festival annuale di estate di Dubrovnik è l’evento culturale più importante dell’anno . Le chiavi della città vengono concesse agli artisti che, diventando i “governatori” della città, offrono a tutti coloro che si trovano a Dubrovnik, un mese di attrazioni e divertimento. Ogni fine estate emozionante è il festival di musica da camera internazionale che  ospita gli artisti di tutto il mondo.

 

Published by: