EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Sardegna: una vacanza a Castelsardo

Comment

Sardegna Uncategorized

Un antico borgo arroccato su uno sperone di roccia che guarda verso il Golfo dell’Asinara. Una vacanza in Sardegna, a Castelsardo in provincia di Sassari.

Il territorio di Castelsardo è stato abitato sin dall’antichità, come testimoniano i numerosi siti archeologici e i nuraghi che costellano la regione storica dell’Anglona.

La fondazione di questa città fortificata si deve ai Doria che la chiamarono Castelgenovese nome poi modificato in Castelaragonese in seguito alla conquista da parte della corona spagnola. Soltanto nel corso del 1700 il borgo, conosciuto in tutto il mondo per le sue bellezze e le millenarie tradizioni, assume il nome attuale.

Castelsardo ha mantenuto intatto nei secoli la sua struttura medioevale di vie strette e case alte, addossate una alle altre. La sua posizione a picco sul mare la rende unica non soltanto durante l’estate ma in ogni stagione anche grazie alle tante manifestazioni culturali che animano il centro.

La città ha una lunga tradizione artigianale che riguarda, soprattutto, l’intreccio e la lavorazione dei cestini ma anche la conservazione e la trasformazione del pesce.

L’antico castello dei Doria, edificato a partire dal 1100, è particolarmente suggestivo ed ospita al suo interno il Museo dell’intreccio del Mediterraneo; da qui si godono scorci indimenticabili e bellissimi che uniscono mare e cielo.

In centro si trova la Cattedrale di Sant’Antonio Abate, risalente al 1600, che custodisce un importante dipinto del Maestro di Castelsardo e che è caratterizzata da uno spettacolare campanile. Presso la Chiesa di Santa Maria si trova l’antico crocifisso del Cristo nero .

Passeggiando per il borgo si scorgono molti palazzi signorili come il Palazzo episcopale e quello dei Doria.

La città propone un’offerta turistica di tutto rispetto: arte, cultura, strutture ricettive per tutti e un mare indimenticabile.

Castelsardo è dotata di un porto turistico moderno e confortevole dal quale è possibile raggiungere lo splendido Golfo dell’Asinara. A poca distanza si può ammirare la roccia dell’elefante, un monumento naturale scolpito dall’azione degli agenti atmosferici che ha però una grande valenza storica come luogo di inumazione.

Inoltre, da qui si può raggiungere non soltanto Sassari, città universitaria molto gradevole, ma anche altre località come l’Isola Rossa, Olbia e la Costa Smeralda.

Castelsardo vanta litorali attrezzati e puliti che sono stati insigniti delle bandiere blu. Per il 2015, i vessilli sono stati due e riguardano le spiagge di Stella Maris la Madonnina e del Sacro Cuore.

Tante anche le località meno battute e particolarmente silenziose, ideali per chi è alla ricerca di una vacanza alternativa. Grazie a fondali ricchi di flora e di fauna, e a venti favorevoli, le spiagge di Castelsardo sono il luogo ideale per praticare sport acquatici, come per esempio le immersioni.

Facile da raggiungere e bellissima è anche il litorale di Lu bagnu, caratterizzato da ciotoli e sabbia bagnati da un mare pulito e trasparente; meritano una visita anche Punta la Capra e Baia Ostina.

Leave a Reply