EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Oristano: fare birdwatching in tutte le stagioni

Comment

Sardegna

Oristano è una destinazione ideale in tutti i periodi dell’anno. Oristano è conosciuta per le bellezze del suo centro storico, le spiagge da sogno ed un territorio incontaminato e molto interessante.

Per concedersi un’escursione veramente particolare a poca distanza dal centro cittadino si possono raggiungere importanti aree umide tutelate dove si può praticare birdwatching. Per chi poi vuole dedicare alcuni giorni all’osservazione degli uccelli  è suggerito un soggiorno in casa vacanze Oristano . Si ha così tutto il tempo di ammirare specie rare ed in via di estinzione e tantissime colonie di uccelli migratori.

Il birdwatching ad Oristano regala l’emozione di poter vedere consolidate e popolate colonie di fenicotteri rosa.

Oristano: fare birdwatching in tutte le stagioni Fenicotteri ph Ele's

Oristano: fare birdwatching in tutte le stagioni Fenicotteri ph Ele’s

Oristano, il birdwatching

Praticare birdwatching nel territorio di Oristano è molto facile. In questo angolo di Sardegna si trovano numerose specie di uccelli, alcune anche rare. Sono tante, per questo hobby, le località attrezzate .
In questo territorio gli esemplari più ammirati sono certamente i fenicotteri rosa che popolano abbondantemente le aree umide dell’oristanese.

I fenicotteri rosa devono il loro nome all’inconfondibile colore del loro piumaggio che deriva dall’alimentazione. Preferendo prevalentemente cibi ricchi di carotenoidi, come i crostacei, le loro piume assumono una tonalità spiccatamente rosa che non si osserva negli esemplari più giovani.

La lingua sarda ha elaborato una locuzione speciale per indicare questi grandi ed eleganti uccelli: sa genti arrubia ossia la gente rossa. Infatti, da lontano i loro richiami assomigliano al parlare umano.

Praticando birdwatching ad Oristano si ha a possibilità di incontrare altre specie di uccelli: l’airone, sia cenerino che rosso, o il bellissimo falco.

Scegliendo questo tipo di attività si può trascorrere del tempo a diretto contatto con la natura, in un contesto di grande bellezza. E’ anche un modo per conoscere le tradizioni locali relative alla pesca e alla trasformazione di questo prodotto.
Inoltre, si potranno scoprire i centri abitati di Cabras ed il suggestivo villaggio di San Salvatore senza dimenticare Arborea.

Oristano, dove fare birdwatching

Una delle aree vicino ad Oristano dove è possibile dedicarsi al birdwatching è senz’altro lo stagno di Cabras, un’ampia zona umida a nord della penisola del Sinis. Lo stagno di Cabras, tutelato dalla convenzione di Ramsar, offre uno spettacolo molto vario durante tutto l’anno, perché ospita molti uccelli migratori. Fra i molti uccelli frequentatori dello stagno troviamo gli aironi, le anatre, i cavalieri d’Italia e le gallinelle. Oltre ai gabbiani in questo sito si osservano esemplari di germano reale e di falco pellegrino.

Lo stagno di Cabras offre anche altre attrattive come le escursioni in bicicletta e a piedi e l’occasione di svolgere attività di pesca turismo.

Altre località dove praticare il birdwatching sono due stagni: quello di Sale Porcus e quello di Pauli ‘e Sale dove sostano fenicotteri rosa, gabbiani e sterne. Qui si ammirano anche cormorani e bellissimi polli sultani.

Sempre nel territorio di Oristano, se si desidera fare altre esperienze di  birdwatching sarà possibile visitare un luogo di grande interesse naturalistico. Ad Arborea si raggiunge lo stagno di S’Ena Arrubia, dove la varietà di animali da osservare è piuttosto notevole. La zona è stata inserita nella convenzione di Ramsar del 1977. E’ un’area molto frequentata dai fenicotteri che creano delle comunità colorate e rumorose e dai gabbiani. E’ anche possibile osservare l’attività del falco pescatore.
A S’Ena Arrubia sostanto anche polli sultani, aironi, martin pescatori e folaghe e morette.

Insomma non rimane che l’imbarazzo della scelta per un soggiorno fruttuoso e speciale.

Leave a Reply