EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Quattro giorni in Salento: cosa fare?

Comment

Varie

Se hai a disposizione solo 4 giorni, magari un weekend lungo, una meta imperdibile se si desidera rimanere in Italia è, senza dubbio, il Salento. Terra bellissima, baciata dal sole e dal mare, il Salento accoglie tutti coloro che arrivano in loco con il suo vestito migliore, specialmente nel periodo estivo, che è quello consigliato soprattutto nel caso in cui si desideri fare una vacanza piena di mare, sole e relax. Dato che la Puglia è stata definita come una delle regioni più belle e suggestive del mondo, un viaggio in Salento, seppur di breve durata, deve essere fatto almeno una volta nella vita.

Se si hanno pochi giorni a propria disposizione, è bene organizzare tutto quello che si desidera fare, in modo tale da riuscire a far tutto senza perdere neppure un istante. Il nostro primo consiglio è quello di andare a visitare Lecce, capitale del Barocco e una delle città più belle d’Italia. Questa potrebbe, ad esempio, essere la base per la scoperta del Salento, dato che qui non solo si trovano le strutture più belle nelle quali alloggiare, ma avendo maggiore scelta si può di certo trovare quella a un prezzo competitivo. Una volta arrivati, non si potrà fare altro che immergersi nella bellezza di questa città e perdersi tra le viuzze del centro storico, che sono uniche nel loro genere, piene di cose da vedere in ogni angolo, di sapori e di odori. Consigliamo, ove possibile, di dedicare un intero giorno alla visita di questa meravigliosa città, che regala tanto. Nei vicoli del centro storico si potranno ammirare palazzi in pietra leccese e, ancora, meravigliose chiese come la Chiesa di Santa Croce, il bellissimo Duomo con l’annessa piazza e molto altro ancora. Si parte da Piazza Sant’Oronzo e si scopre, man mano, il centro storico di una città viva e bellissima, piena di storia e da guardare con il naso all’insù. Impossibile, poi, non fermarsi a mangiare in qualche ristorantino tipico, nel quale assaggiare le specialità del posto, così come impossibile è andar via dal Salento senza aver gustato delle bontà come il pasticciotto o come il rustico leccese.

Quattro giorni in Salento: cosa fare?

Dopo aver visitato Lecce, poi, ci si può spostare sulla costa. Ricordiamo che, essendo una penisola, il Salento ha un versante adriatico e un versante jonico. Le due città più note di ciascuno di questi versanti sono, rispettivamente, Otranto e Gallipoli, ma di certo non sono le uniche che meritano una visita.

Esplorando il versante adriatico, molto più vicino a Lecce, si può iniziare a scendere verso sud, osservando il panorama che scorre e, se lo si ritiene opportuno, fermandosi nella zone più suggestive. Se, invece, non si ha troppo tempo, consigliamo di fermarsi a Otranto che, proprio come Lecce, è una meta imprescindibile per chi arriva in questa terra. Diciamo subito che questo è il punto geografico più a est di tutta la penisola italiana e già questa peculiarità fa capire che siamo dinanzi a una perla di indiscussa bellezza. Otranto è famosa per le sue viuzze, i saliscendi, le botteghe degli artigiani e molto altro ancora. Imperdibile è la Cattedrale di Santa Maria Annunziata, nota per il suo bellissimo mosaico pavimentale e per la celebre cappella dedicata ai martiri di Otranto, che ne conserva i resti. Accanto a tutto questo, poi, si trovano anche tantissimi ristoranti e locali alla moda, che affacciano molto spesso su un mare bellissimo. Divertimento e bellezza, qui sono perfettamente coniugati ed è impossibile non innamorarsi della città.

In zona ci sono delle altre cose da non perdere: le cave di Bauxite, la Baia dei Turchi, che si è riconfermata Bandiera Blu anche per quest’anno, e i laghi Alimini, altre 3 bellezze indiscusse del Salento.

Quattro giorni in Salento: cosa fare?

Se si vuole rimanere ancora sul versante adriatico, consigliamo un salto a Roca Vecchia, nei pressi di San Foca, qui, oltre a un importante scavo archeologico, si trova anche la famosissima Grotta della Poesia che è una vera e propria piscina naturale. Sempre in zona, non ci si può perdere Torre dell’Orso con le sue meravigliose spiagge caraibiche e i faraglioni delle due sorelle. Prima di risalire verso il versante jonico, consigliamo di andare a Santa Maria di Leuca anche nota come De Finibus Terrae, perché punto più a sud della penisola.

Sul versante jonico ci sono altrettante perle da scoprire: c’è Porto Selvaggio, che è uno spettacolo di natura, relax e mare paradisiaco, c’è Porto Cesareo con la sua movida e, senza dubbio, c’è la bella Gallipoli, meta indiscussa per tutti coloro i quali vogliono divertirsi e godersi a pieno la notte salentina. Gallipoli, però, non è solo divertimento, discoteche, lidi esclusivi, locali e moda, ma è anche una bellissima cittadina di mare il cui centro storico merita di essere visitato in lungo e in largo.

Una vacanza in Salento, senza dubbio, apre il cuore di chi la fa, perché conquista tutti con la sua bellezza e con quella magia di cui questa zona della nostra penisola è piena. E per una vacanza all’insegna del risparmio è bene scegliere degli affitti in Salento piuttosto che prenotare un hotel.

Leave a Reply