Informativa breve sui cookie

Polizze viaggio: come, perché e in quali casi assicurare la vostra vacanza

Comment

Varie
polizze-viaggi

Estate, tempo di spiaggia e mare cristallino, l’inverno invece di spa, relax e sport sulla neve, in autunno e primavera il clima è ideale per visitare città e siti d’arte: ogni stagione ha la sua meta, e per evadere dal grigiore della quotidianità non c’è niente di meglio che ritagliarsi qualche giorno per un bel viaggio. Tuttavia, mentre le nostre vacanze vengono organizzate con attenta pianificazione, una volta partiti siamo in balia dell’imprevisto: bagagli smarriti, infortuni sul più bello, problemi con l’assistenza sanitaria del Paese visitato, cancellazione del volo… insomma, le variabili che possono mandare storto un viaggio apparentemente perfetto sono infinite.

Tutelarsi per viaggiare meglio

Oggi, però, è possibile partire tranquilli, grazie alle assicurazioni viaggi. Le polizze assicurative nascono infatti proprio con lo scopo di tutelare contro dei possibili rischi a fronte di un contributo iniziale. Se per alcuni servizi questa forma di tutela è entrata nel nostro quotidiano, l’idea di assicurare il proprio viaggio per garantirsi assistenza e risarcimento in caso di imprevisti ha preso piede di anno in anno, affermandosi sempre più come una necessità irrinunciabile.

Quale polizza conviene stipulare?

La risposta giusta, come spesso in questi casi, è: dipende. La polizza assicurativa infatti può essere elaborata e costruita ad hoc in base alle esigenze del viaggiatore e del tipo di viaggio, che possono essere senz’altro molto diversi tra loro. In primo luogo si può distinguere se si tratta di una vacanza occasionale, nel quale caso si può optare per la polizza “viaggio singolo”, o se invece si hanno in programma diverse partenze, per lavoro o per svago: sarà allora più opportuna una polizza annuale, che garantisca una copertura di dodici mesi e molteplici soggiorni. Altra opportunità invece è offerta a giovani e studenti, con assicurazioni specificatamente pensate per soggiorni erasmus, stage all’estero o viaggi studio in paesi stranieri. Per alcune opzioni è anche possibile la “polizza famiglia”, che copre tutti i membri nel nucleo familiare, anche nel caso stiano viaggiando singolarmente.

Cosa comprende la polizza viaggi?

Anche in questo caso, non c’è una risposta unica. L’assicuratore potrà infatti studiare con il viaggiatore le condizioni più opportune da inserire nella polizza, in base alle diverse esigenze di viaggio e a preferenze prettamente personali. Ad esempio, se ci si trova in una condizione instabile e soggetta a improvvisi cambi di programma, una opzione da considerare può essere la polizza annullamento viaggio, che coprirà l’eventualità di dover rinunciare alla partenza. Anche lo smarrimento del bagaglio può essere soggetto a copertura assicurativa, risparmiandosi così un inconveniente decisamente fastidioso e non così poco frequente, che rischia di rovinare anche il migliore dei viaggi: la garanzia bagaglio tutela l’assicurato in caso di furto, smarrimento o danneggiamento. Altra copertura spesso indispensabile è quella relativa ad assistenza e spese mediche: questa opzione andrà a garantire il rimborso in caso di infortunio, malattia ed eventuale ricovero presso cliniche e strutture ospedaliere locali. Se il vostro viaggio vede come meta un Paese come gli USA, ad esempio, le spese mediche possono costituire un notevole esborso: anche un piccolo e imprevedibile infortunio, quindi, può portare a cifre considerevoli, che verrebbero in questo caso saldate dalla compagnia assicurativa sul momento o a rientro avvenuto. In generale, infatti, il risarcimento viene predisposto dalla Compagnia Assicurativa in due diverse modalità: da una parte, la prestazione diretta di assistenza e operazioni atte a risolvere la problematica in corso; dall’altra invece con il rimborso di una cifra proporzionale al danno subito, entro i limiti stabiliti dai massimali previsti dal contratto assicurativo stipulato.

Casi di polizza viaggi obbligatoria

Per quanto presenti tutti i vantaggi sopra indicati, non sempre i viaggiatori scelgono di stipulare una polizza viaggi, sottostimando le spese relative ad eventuali imprevisti o le comodità che questo servizio può garantire Esistono tuttavia dei casi in cui la stipula di una assicurazione sanitaria è condizione necessaria per la partenza. Si tratta di tutti i cosiddetti “Paesi a rischio”, ovvero quelli in cui sono diffuse e passibili di contagio malattie altamente infettive come colera, febbre gialla, malaria, malattia del sonno ed altri morbi presenti su specifiche liste online. Tra le mete, molti Paesi di Africa, Sud America e Sud – Est Asiatico, come Brasile, Afghanistan, Angola e Arabia Saudita.

Polizza online, perché conviene

Cercare online la polizza viaggio più adatta alle vostre esigenze è facile e sicuro: esistono appositi sistemi di ricerca polizza che permettono di confrontare gratuitamente diversi tipi di opzioni erogate da differenti compagnie, allo scopo di individuare quella che unisce le caratteristiche volute al prezzo più competitivo, come MioAssicuratore. Grazie a questi comparatori, infatti, sono moltissimi gli italiani che hanno scoperto la convenienza di stipulare polizze assicurative online e con spese pressoché irrisorie le hanno aggiunte al proprio preventivo di viaggio, mettendosi così al riparo da brutte sorprese e godendosi al meglio la propria vacanza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>