EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Panicale, borgo incantato dell’Umbria

Comment

Umbria

Panicale, in Umbria, è uno dei borghi più belli d’Italia. Immerso nel verde Panicale si trova vicino al Lago Trasimeno ed ha un’offerta turistica molto variegata.

Il centro storico invece, al quale si accede attraverso tre antiche porte, custodisce monumenti e musei come la pinacoteca Mariottini.

Panicale, il centro storico

Panicale è dunque un borgo suggestivo di origine medioevale. Camminando per le vie del borgo si osserva un’elegante fontana quattrocentesca. Anche del quattrocento è l Chiesa, sconsacrata, di Sant’Agostino che custodisce due opere del Perugino. Una rappresenta la Madonna in gloria e l’altra è il martirio di San Sebastiano.

All’interno invece si trova il museo del tulle dedicato all’ ars panicalensis, ossia ad un particolare ricamo del tulle.

In centro si può ammirare il palazzo del Podestà, frutto dell’abilità dei maestri comancini. Il palazzo inoltre si contraddistingue per essere affiancato da una torre e la pinacoteca Mariottini situata presso il palazzo comunale.

Al suo interno si trovano trentuno tele che rappresentano gli uomini più illustri del paese e che sono state dipinte nel corso del XVIII secolo per volontà di Francesco Mariottini.

La collegiata di San Michele Arcangelo, edificata nel XII secolo e successivamente restaurata. La collegiata custodisce al suo interno numerose opere d’arte come il cinquecentesco crocifisso ligneo ed un ciclo di affreschi seicenteschi.

Da non perdere il teatro di Panicale, intitolato a Cesare Caporali. L’edificio, che ha subito dei rimaneggiamenti nel corso del XIX secolo, è un vero gioiello.

Panicale, le escursioni

Panicale si trova in una posizione privilegiata a breve distanza da città come Perugia, Siena e Spoleto e da meravigliosi borghi. Inoltre, si affaccia sul Lago Trasimeno dove è possibile dedicarsi a molti sport acquatici e ad altre attività come l’equitazione e le escursioni in bicicletta.

Da Panicale si può facilmente raggiungere il santuario dedicato alla Madonna di Mongiovino. Si tratta di un edificio rinascimentale impreziosito da numerosi dipinti di scuola fiammanga e manieristica.
Nei pressi si può ammirare il santuario di Grondici che conserva una tela della Madonna dipinta da Gregorio Gregari.

Da visitare il Monte Solare ed il Monte Petrarvella ricco di antichi e lussureggianti boschi.

Leave a Reply