EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Nuova Caledonia: il paradiso del Pacifico

Comment

viaggi
Nuova Caledonia: il paradiso del Pacifico

Nuova Caledonia: il paradiso del PacificoNuova Caledonia, un arcipelago del Pacifico che incanta per i suoi inestimabili tesori naturali;  un  paradiso terrestre circondato da una splendida barriera corallina e nel quale si trova una grande laguna. L’arcipelago offre un’incredibile varietà di paesaggi marini, fluviali e desertici, con un’alternanza di forme e colori che lo rendono unico nel suo genere. Le isole che lo formano sono la Grande Terre, la più estesa, le isole Bélep, l’ile des Pins, con i suoi maestosi alberi, le isole Loyauté e da molti  atolli non abitati. L’arcipelago vanta anche alcune fra più belle spiagge del mondo: Mouli sull’isola di Ouvea, Kuto e Kanumera sull’isola dei Pini.

La Nuova Caledonia è anche una terra dove si mescolano diverse etnie: kanak, europei, polinesiani, asiatici, altri gruppi e Noumea ne è la capitale. Unico esempio di città cosmopolita del Pacifico, Noumea si trova nella parte meridionale della Grande Terre ed è anche conosciuta come la Parigi del Pacifico, per via dei suoi raffinati ristoranti francesi, boutique e negozi chic. A qualche chilometro dalla città si trova il Blue River Park  con le sue foreste vergini e abeti kauri, costellato di bacini d’acqua balneabili ed habitat naturale di flora e fauna endemiche, come il parrocchetto rosso e il cagou, il cui canto assomiglia all’abbaiare di un cane, l’orchidea e la Amborella Trichopoda, un fiore considerato il più antico del mondo.  Un’altra particolarità dell’isola che non si può tralasciare è il famoso cuore di Voh raggiungibile percorrendo la bellissima strada panoramica di Konè Tiwaka. Qui la natura ha plasmato le mangrovie in modo tale da creare un enorme cuore.

Un altro luogo ricco di tesori naturali naturali è l’ile des Pins che un poeta giapponese ha definito come l’isola più vicina al paradiso. L’isola prende il nome  dagli altissimi Pini Colonna che crescono lungo le falesie coralline, tra spiagge di sabbia bianca e acque cristalline di rara bellezza.  I suoi fondali sono ricchi di di fauna ittica; le più rappresentative sono le aragoste Porcelane. Poco distante dall’isola dei Pini troviamo la piccola isola di Nokanhui, un gioiello che affiora  dall’oceano, con le sue baie di sabbia finissima ed una foresta fatta di stalattiti e stalagmiti, chiamata la Terza Grotta. E’ un luogo ideale per gli amanti delle immersioni,  con la sua Valle delle Gorgonie ricca di vita marina e la variegata fauna della scogliera Kasmina,dominio incontrastato degli squali leopardo.

Merita un appunto il piatto tradizionale della cucina kanak: la bougna, una squisita combinazione di taro, igname, patata dolce, banana e pezzi di pollo, granchio o aragosta avvolti in foglie di banana, marinati nel latte di cocco e cucinati in un forno ricavato dalla terra. Una vera prelibatezza per i buongustai.

Leave a Reply