EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

L’Istria romantica

Comment

Croazia

Istria, territorio ricco di storia  e di paesaggi incontaminati. Terra con sottili legami che la uniscono all’Italia, anche se le due guerre mondiali le hanno divise; infatti ora è parte integrante della Croazia e le lingue parlate sono l’italiano e il croato

Le sue coste sono sempre state legate al mare; in passato le sue insenature offrivano riparo alle navi e piccoli villaggi di pescatori animavano queste coste. Ora sono divenute mete turistiche con spiagge bianche seminascoste, baie e scogli rocciosi.

Partendo da Trieste, si passa per Savudrija(Salvare) col suo caratteristico vecchio faro e, proseguendo lungo la

Novigrad

costa, si attraversano Umag (Umago) e Novigrad (Cittanova), cittadine ricche di influenze veneziane. Se si vuole vivere una vacanza attiva si può andare a Porec (Parenzo); città costruita in stile gotico veneziano, come testimonia la Basilica Eufrasiana dichiarata  patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Fù edificata intorno alla metà del VI secolo dal vescovo Eufrasio in stile bizantino e i mosaici che ornano la facciata e l’interno, sono un bellissimo esempio dell’arte di quel periodo. Chi ama il romanticismo, la meta ideale è Rovinj(Rovino). Passeggiando per le sue vie si ci sentirà trasportati nel passato. La costa alta e i muri delle case costruite sulle rocce la proteggono dal mare, mentre

Arco di Balbi

spesse mura antiche la cingono sulla terraferma. Per entrare nella città vecchia si passa dall’Arco dei Balbi; qui, oltre che gustare la medioevalità del luogo, si può visitare la Chiesa di Santa Eufemia, un edificio barocco in stile veneziano dedicato alla Santa e martire, il cui sarcofago arrivò dal mare nell’Ottocento. Bello anche il parco di Punta Corrente, il più grande giardino botanico della costa orientale dell’Adriatico; la riserva ornitologica di Baia Palù e la Cava Monfiorenzo, monumento geologico protetto.

Pola

Eccoci  a Pula (Pola). Le sue origini risalgono al mito di Giasone e gli argonauti,  e fu abitata dagli istri, i romani e i veneziani; divenne, poi, un importante porto austriaco. Attualmente è il più importante centro culturale ed economico dell’Istria. A Pola si trovano l’Arena, uno dei più belli anfiteatri romani del mondo; poi chiese paleocristiane, palazzi in stile barocco e le ville del periodo austriaco. Un’ altra grande attrazione della città sono le bellissime isole di Brijuni (Brioni), sede di un parco naturale tra i più ricchi d’Europa dove si possono trovare esemplari di mufloni, daini, scoiattoli e lepri che girano liberi nel loro ambiente naturale.

 

Leave a Reply