EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Le “perle” di Tunisi

Comment

Consigli Tunisia

Tunisia, una realtà turistica tutta da scoprire, tra mare, natura, cultura e relaxLa Tunisia è una terra di colori e paesaggi mozzafiato, tra il verde delle palme e ulivi millenari, il colore ambrato delle dune e le acque cristalline che bagnano le sue coste. La sua capitale è Tunisi, una città ricca di storia e che conserva bellissimi monumenti, come la imponente ed elegante Moschea degli Aghlabidi con i suoi stupendi rivestimenti in ceramica. Mentre si gira per Tunisi, vale la pena curiosare in uno dei vari suq, i tipici mercati con ogni genere di mercanzia, dove si può ancora contrattare il prezzo con il venditore.

Invece, misteriosa ed affascinante è la Medina, la zona vecchia di Tunisi, circondata dall’antica cinta muraria, con la sua fitta rete di vicoli pervasi da fragranze speziate. Qui si aprono le piccole botteghe di artigiani che, con una manualità innata, creano anfore, piatti destinati al cous cous, intessono preziosi tappeti e confezionano il tipico capellino, il fez. Le case della Medina, sono messe in risalto dalle porte in legno dai vari colori, con borchie in acciaio finemente lavorate. Percorrendo rue Sidi Ben Arous, si può ammirare la Dar El Médina, una lussuosa maison du charme con la caratteristica architettura ottomana risalente al ‘600. Le stanze da letto sono rivestite di legno intarsiato ed arredate da tappeti finemente intessuti, cuscini e divani damascati. Stupendo è il patio conviviale ornato da buganvillea e il gelsomino, le cui fragranze allietano la sera.

Particolare è il Musee de l’Artisanat nel Souk El Trouk, dalla cui terrazza si può ammirare la città con i suoi minareti, da dove il muezzin invita i fedeli alla preghiera, e la bellissima Moschea Ez-Zitouna. Se si vuole fare una pausa conviviale, si ci può recare al Foundouk El Attarine , un ristorante allestito all’interno di un palazzo nobiliare del ‘900, dove i tavoli, illuminati da lampadari di Murano, vengono imbanditi con vassoi in argento colmi di verdure, cous cous, pesci, frutta e dolci.

Se vogliamo goderci un bellissimo tramonto raggiungere, il villaggio di Sidi Bou Said, dove le case sono in calce bianca con gli infissi di un blu intenso, degradano verso le azzurre acque del Mediterraneo. Qui possiamo sederci al Cafè des Nattes, con i suoi interni arredati in tipico stile orientale e sorseggiare il tipico te alla menta coi pinoli ed assaggiare le tradizionali focacce zuccherose.

Non si può lasciare Tunisi se non si visita quel che resta del mitico porto di Cartagine, passeggiando tra i resti di alcune ville romane del III secolo e le imponenti Terme di Antonino, con le loro colonne di alabastro, le incisioni sulle steli. Bellissimo e ben conservato è anche il quartiere residenziale punico risalente al II secolo a.C.

 

Leave a Reply