EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Le mete di viaggio dei Millennials? Si scelgono in base a Pokemon Go

Comment

Varie

Assurdo per alcuni, incomprensibile se si alza un po’ l’asticella dell’età ma vero: le mete di viaggio dei Millennials ora si definiscono in base al gioco Pokemon Go e davvero non sono pochi i giovani disposti a modificare itinerari o destinazioni per le vacanze, pur di mettersi a caccia di nuovi Pokemon. Solo un gioco? Ma non solo virtuale, stando alle pesanti interferenze con la realtà di tutti i giorni.

Le Pokèdestinazioni come mete di viaggio dei Millennials

Si tratta di un gioco, in cui trovare e acchiappare questi strani esseri, i Pokemon per l’appunto. Il problema è che non si trovano vicino al giocatore o nella stanza accanto ma anche a centinaia di chilometri di distanza e quindi per trovarli è necessario prendere la macchina e guidare per un tempo indefinito così come recarsi in alcuni posti specifici, dove si trovano più Pokemon da catturare (le cosiddette Pokèdestinazioni).

L’indagine al riguardo è stata condotta da Hotels.com, tour operator nel Regno Unito. Ebbene, ormai è realtà e non solo finzione: il gioco a disposizione su smartphone e tablet condiziona anche la vita di tutti i giorni. Ben il 60% dei giocatori preferisce trascorrere quattro ore al giorno a cercare i Pokemon, contro le tre passate in media in spiaggia. Mentre il 55% di loro è disposto senza esitazione alcuna a cambiare la propria meta per le vacanze se viene a scoprire che in posto ci sono più Pokemon che in un altro.

Anche la scelta dell’hotel risente delle nuove influenze: la colazione inclusa non interessa a nessuno se non c’è il wi-fi gratuito per poter giocare. E solo il 20% dei viaggiatori fa visita all’area fitness della struttura alberghiera: ben il 54% di loro preferisce di gran lunga trascorrere il tempo nella palestra virtuale dei Pokemon.

Un solo risvolto positivo di questa situazione? C’è: nessuno più vuole stare fermo a bordo piscina a prendere il sole ma tutti sono propensi a camminare anche quattro ore di seguito pur di catturare gli ambiti esseri strategici.

Ma infine quali sono le migliori destinazioni per poter trovare una marea di Pokemon? New York al primo posto in assoluto; segue Londra (53%) quasi di pari passo con Tokyo (48%) e Los Angeles (44%). A netta distanza (tra il 19 e il 28%) Las Vegas, Sydney, San Francisco, Manchester, Kyoto e Melbourne.

Leave a Reply