EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La notte della Taranta 2013, il festival del Salento

Comment

estate Eventi Puglia
a notte della Taranta 2013, il festival del Salento

a notte della Taranta 2013, il festival del SalentoLa famosissima “La Notte della Taranta”, giunge quest’anno alla sua sedicesima edizione.
“La Notte della Taranta” è il più importante festival musicale interamente dedicato alla valorizzazione ed al recupero della pizzica salentina ed una delle più significative manifestazioni sulla cultura popolare in Europa.

Si svolge nel mese di agosto di ogni anno nei comuni dell’area ellenofona della provincia di Lecce, la Grecìa salentina. Tra i quindici concerti che si svolgono in altrettante piazze del Salento (compresa piazza Sant’Oronzo di Lecce) e il concertone finale di Melpignano, il Festival fa registrare ogni anno migliaia di spettatori. Ogni edizione del concertone finale del Festival è affidata a un “maestro concertatore” che ha il preciso compito di arrangiare le musiche tradizionali del Salento incrociandone i ritmi con quelli di altre tradizioni musicali. Per farlo il maestro concertatore armonizza le musiche dell’Orchestra popolare della Notte della Taranta suonate da musicisti salentini con quelle suonate da ospiti internazionali.

Quest’anno il maestro concertatore sarà Giovanni Sollima con il suo violoncello. Tra gli ospiti Niccolò Fabi, Max Gazzè, Roby Lakatos e il ballerino Miguel Angel Berna.

Dal 6 al 21 agosto, la rassegna vedrà concerti ed eventi in numerose città salentine:Corigliano d’Otranto (7 Agosto ), Zollino (8 Agosto ), Cursi (9 Agosto ), Martignano (10 Agosto ), Sternatia (11 Agosto ), Sogliano Cavour (12 Agosto ), Soleto (13 Agosto ), Calimera (14 Agosto ), Castrignano dei Greci (16 Agosto ), Lecce (17 Agosto ), Alessano (18 Agosto ), Galatina (19 Agosto ), Cutrofiano (20 Agosto ), Carpignano Salentino (21 Agosto ), Martano (22 Agosto ).

Il culmine ci aspetta il 24 agosto con la notte più lunga dell’estate, appuntamento a Melpignano (Lecce) con Giovanni Sollima su ritmi e arrangiamenti dalla tradizione della pizzica in poi.

Leave a Reply