EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La Carovana del Cuore per le spiagge e le piazze italiane

Comment

Eventi
La Carovana del Cuore per le spiagge e le piazze italiane

La Carovana del Cuore per le spiagge e le piazze italianeFino al 15 settembre i volontari della Fondazione Patrizio Paoletti saranno presenti in numerose piazze e spiagge del litorale italiano – da Porto Ercole a Fregene passando per Rimini – per promuovere la campagna di sensibilizzazione Carovana del Cuore. Giunta alla nona edizione, la Carovana ha l’obiettivo di informare i cittadini sui progetti e le attività della Fondazione per tutelare i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza all’istruzione, alla pace e allo sviluppo. Il calendario completo con tutte le tappe è disponibile all’indirizzo www.carovanadelcuore.org/calendario/

A partire dallo scorso anno, i volontari della Carovana promuovono anche alcune delle attività di ricerca della Fondazione Paoletti. Nello specifico, durante la campagna del 2012, è stata condotta la ricerca “Giovani tra speranza, fiducia e progettualità” da cui è emerso che, nonostante l’incertezza e le difficoltà del presente, i giovani italiani – a differenza degli stereotipi più diffusi – hanno fiducia nelle proprie capacità e guardano al futuro con speranza e ottimismo. L’edizione del 2013 sarà invece l’occasione per raccogliere i dati del sondaggio “La speranza come motore del futuro: economia, lavoro e società”, realizzato dalla Fondazione Paoletti in collaborazione con la Società Italiana per l’Orientamento, per indagare il valore della speranza in una fase di crisi economica e sociale.

Inoltre, con l’aggravarsi della crisi economica, la Carovana del 2013 sarà dedicata alle persone che vivono in situazioni di grave disagio ed emarginazione. A tale scopo, i volontari – riconoscibili dalla maglietta arancione della Fondazione – promuoveranno Un Milione di Pasti, programma alimentare lanciato lo scorso anno dal presidente Patrizio Paoletti sia per sostenere le famiglie italiane colpite dalle nuove forme di povertà, sia per combattere la malnutrizione infantile nei Paesi in Via di Sviluppo.

Leave a Reply