EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

IN VIAGGIO PER LA ROMAGNA

Comment

Emilia Romagna

L’Emilia Romagna è una delle regioni italiane più ricche di storia, cultura e bellezza; complice senza dubbio la sua estensione rispetto al territorio dello stivale e alle vicende storiche che hanno coinvolto molte delle città che oggi splendono nella regione. Tra le protagoniste della Romagna senza dubbio c’è Gabicce Mare, una piccola località che sorge al confine con le Marche, in corrispondenza dell’ultimo tratto del golfo di Rimini che prende il nome di Baia degli Angeli. Dal comune di Gabicce Mare, posto in una posizione strategica rispetto alle due regioni della Romagna e delle Marche, è possibile raggiungere comodamente molti luoghi affascinanti e suggestivi. Prenotando il proprio hotel Gabicce Mare, è possibile poi spostarsi all’interno della regione seguendo diversi itinerari.

GABICCE MARE, GABICCE MONTE, GRADARA

Giunti nel comune di Gabicce mare spostarsi nella città è facile e agevole, considerate le dimensioni ridotte: assolutamente da visitare è il porto degli Angeli, particolarmente apprezzato dai turisti e dai visitatori soprattutto verso l’ora del tramonto, quando i colori del sole che muore crea un paesaggio suggestivo da togliere il fiato; dal porto è poi possibile spostarsi tranquillamente verso il lungomare e per la cittadina. Una volta visitate Gabicce Mare è possibile spostarsi verso Gabicce Monte, che è la parte alta e storica della città, sorta sulle basi del borgo medievale instauratosi nel luogo.  A Gabicce Monte è possibile accedere sia a piedi, percorrendo i due chilometri di salita panoramica che collega le due  frazioni di Gabicce, o eventualmente affittando una macchina o una bicicletta. In alternativa è possibile usufruire di un trasporto locale che da Gabicce Mare accompagna i turisti nella frazione di Gabicce Monte. Una volta giunti nell’insediamento storico della comunità di Gabicce e ammirato il panorama ( suggestivo è il paesaggio di un comune circondato dalle colline romagnole posto proprio sul monte di San Bartolo) non è possibile non visitare il Parco naturale di San Bartolo, il quale tutela la fauna e la flora locale, il quale si estende in una serie di percorsi alla scoperta di luoghi incontaminati e mozzafiato, che possono essere percorsi sia a piedi che in sella a cavalli.  Di particolare importanza storico-culturale-religiosa è invece il cimitero ebraico ritrovato all’interno del parco, il quale testimonia un insediamento ebraico nel luogo. Da Gabicce Monte, usufruendo  del trasporto ferroviario Gabicce Express si può raggiungere il borgo medievale di Gradara, sovrastato dal celebre Castello sorto appunto in età medievale. Il borgo di Gradara è un luogo storico di grande interesse, amato da migliaia di turisti e reso celebre soprattutto dal sommo poeta fiorentino Dante Alighieri; si perché il comune di Gradara fu il comune che vide sbocciare l’amore tra Francesca da Polenta e Paolo Malatesta, i celebri amanti di cui Dante narra l’amore nel canto V dell’Inferno. Proprio all’interno del castello sono numerosi le ricostruzioni della nascita e dello sviluppo di quella che è la storia d’amore più famosa in Italia, insieme a quella di Giulietta e Romeo, che continua ad innamorare e rattristare da secoli i cuori dei romantici. Tutto il borgo sembra celebrare quell’amore, di cui ancor vive, attraverso rappresentazioni a temi e escursioni guidate.

Leave a Reply