EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Il trekking e la Puglia che affinità hanno?

Comment

Varie

Il trekking e la Puglia che affinità hanno?

Se parliamo di trekking, ci immaginiamo grandi camminate su sentieri che si arrampicano in cima a montagne dai panorami mozzafiato. Per carità, non per gli appassionati di trekking ma per gli amanti della montagna, allenati ai sacrifici, in grado di camminare per ore e ore senza sentire fatica e stanchezza, il trekking da montagna resta sicuramente l’esperienza più stimolante da fare.

Se però amate un paesaggio più bucolico e vi piace camminare ma a un ritmo più tranquillo e godere delle bellezze del luogo, allora potete sicuramente avere un’alternativa diversa in una terra soleggiata e passionale come la Puglia.

Immaginate per un attimo di respirare profumo di Grecia, in una porzione di territorio che dalle Colonne d’Appia che guardano il mare, si inoltra fino al cuore pulsante della Puglia. Di cosa stiamo parlando? Parliamo di percorrere la via ellenica che unisce Brindisi a Matera.  E se pensate che la bellezza di questo itinerario termini e finisca in questa avventura sbagliate di grosso. Il bello deve ancora venire e come nei tempi antichi, il viandante o appassionato di trekking viene accolto respirando sensazioni, situazioni e profumi di un tempo antico.

Proprio per questo motivo se percorrerete questo itinerario non potrete sottrarvi al rito del dais, il banchetto di condivisione. Se vi piace il vino potrete bere questa deliziosa bevanda in delle coppe tradizionali chiamate kylix. La bellezza di questo rituale non si interrompe certo così. Sarà infatti possibile brindare recitando l’antica formula :”  stin ygeià sas….opà”.

Se pensate che il clima non richiami a sufficienza i fasti di un passato di cui non è rimasto neanche il ricordo, allora preparatevi a ricevere il testimonium, l’equivalente della Compostela di Santiago arrivati a metà cammino.

Qua in questa terra baciata dal sole, dove regna incontrastato l’ulivo, la pioggia che Zeus manda, rende fecondi i grappoli. In questa terra e in questa dimora, l’anima del viandante troverà il giusto ristoro e il giusto riposto. Non vi è venuta voglia di scoprire la magia di questi luoghi dopo aver sentito tutto quello che è stato organizzato per il turista che decide di recarsi in questi luoghi?

Il trekking certo è importante, sicuramente la nostra camminata di ore e ore ci potrà solo fare bene, il nostro respiro lento, ritmico, cadenzato dal nostro camminare sarà l’elemento più importante di questa avventura che inizia. Ci raccomandiamo di indossare delle buone calzature per camminare e i migliori calzini da trekking che avete.

Non possiamo però rimanere insensibili al fascino di una terra come la Puglia che da sempre promette di avvolgerci in questa magia storica, fatta di situazioni che richiamano un passato che non c’è più ma che può essere ricreato in ogni minuto della nostra storia.

Così come un antico viandante, andiamo alla scoperta della Puglia e della bellezza del suo territorio, senza per questo sapere cosa troveremo al nostro arrivo ma con la promessa di un territorio che saprà scoprire sapori e colori sepolti dal tempo.

In fondo la bellezza di una camminata è rappresentata anche da questo, dal parlare di un territorio al suo turista che fa capolino tra le sue bellezze locali.

Leave a Reply