EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Freestyle, Snowpark e Freeride: dove praticarli in Val Gardena

Comment

Consigli Trentino Alto Adige
Freestyle, Snowpark e Freeride: dove praticarli in Val Gardena

Freestyle, Snowpark e Freeride: dove praticarli in Val GardenaLa Val Gardena non è solo la meta preferita dagli appassionati di sci provenienti da tutto il Mondo ma è anche il luogo ideale per coloro ai quali piace praticare evoluzioni su tavola e sci, in sicurezza.Per i giovani e i più coraggiosi c’è lo Snowpark del Piz Sella (a 2.158 m), costruito sotto l’imponente massiccio del Sassolungo, lungo 750 metri e servito da una seggiovia a sei posti. Grazie a un kicker di 20 metri, ai box, ai rail e a un tunnel di neve a forma di chiocciola, si possono eseguire salti ed evoluzioni spettacolari. Qui si organizzano corsi per tutti i livelli, per imparare nuove tecniche e movimenti.

Gli snowboarders possono divertirsi anche con il boarder cross, al Passo Sella, nella zona Comici/Piz Sella e con l’Halfpipe naturale. Nella zona dell’Alpe di Siusi ci sono uno snowpark e un funpark per bambini. L’Alpe di Siusi Snowpark, che ha ricevuto una nomina agli SnowparkAward, è uno dei più belli dell’arco alpino. Il numero impressionante di elementi e la lunghezza (1,5 chilometri) fanno dell’Alpe di Siusi Snowpark un luogo perfetto per tutti i rider. Ogni anno sono organizzati contest e gare a livello sia nazionale sia internazionale.

Passando al freeride, la scelta migliore è affidarsi alle esperte Guide Alpine Catores (www.catores.com) che organizzano emozionanti discese fuoripista nell’innevato mondo roccioso del Gruppo del Sella al costo di 95,00 Euro (minimo 3 persone). Inoltre, sempre presso le Guide Catores, è possibile iscriversi a gite di sci alpinismo sia per principianti sia per esperti.

Infine, www.dolomitesalpine.it è il sito consigliato per chi pratica il freeride, mentre, per informazioni e consigli è possibile rivolgersi direttamente alle guide alpine della Val Gardena collegandosi alla pagina facebook cliccando qui.

Leave a Reply