EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Cognomi siciliani

Comment

Consigli

 

cognomiLa storia della Sicilia è la storia di una regione in cui nel corso dei secoli si sono succedute moltissime popolazioni, dai greci, ai Normanni, agli Spagnoli. La storia sicula è per questo un crocevia di diverse tradizioni, culture e modi di vivere che si rispecchiano in molti elementi, anche nell’origine dei cognomi che ancora oggi portano i suoi abitanti. Le origini e la diffusione di questi cognomi può variare. I cognomi infatti possono essere legati in molto casi a patronimici, ovvero derivanti dal nome di persona di un capostipite, come per esempio cognomi come Vitale, Orlando, Di Stefano, oppure legati ad una professione dell’originario capofamiglia capostipite, come Cavallaro, Spadaro, Balstieri, oppure ancora legati ad alcune caratteristiche fisiche del capostipite di una famiglia, per cui una famiglia di nome Biondi, Biondetti ecc. deve il suo cognome alla probabile presenza di un individuo dai capelli biondi o dalla pelle chiara in famiglia.

La diffusione dei cognomi in Sicilia può essere legata anche all’origine territoriale, per cui ogni provincia ha i propri cognomi tipici, come ad esempio nel trapanese molto diffusi sono cognomi come Messina, Russo, Gambino, Romano, Rizzo, mentre nel capoluogo sono in grande aumento cognomi come Marino o Giordano, oppure a Messina si possono trovare molti Russo, Costa o Cucinotta. Vi sono poi cognomi che sono diffusi in tutta la regione in egual misura, come per esempio i prima citati Biondo, Biondetti, biondini, oppure Ingrassia, diffuso con particolare preponderanza nella zona nel trapanese e nel palermitano che rispecchia la passata dominazione spagnola dell’isola: sembra infatti derivare dal cognome spagnolo Garcia, uno dei più diffusi nella penisola iberica. Il cognome Barbagallo è anche questo molto diffuso nell’isola e sembra derivare da alcune caratteristiche somatiche curiose del capostipite o dall’usanza di qualcuno di avere strane capigliature che assomiglia a quella di un gallo.

Fonte: http://significatodeinomi.org/

 

Leave a Reply