EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Category Archives: Umbria

“Orvieto con Gusto”, storica passeggiata enogastronomica

“Orvieto con Gusto”, storica passeggiata enogastronomicaA Orvieto da sabato 5 a domenica 6 ottobre 2013 si terrà la XIV° edizione di “Orvieto con Gusto” la storica passeggiata enogastronomica tra autentici sapori della tradizione della terra. “Orvieto con Gusto” , sotto l’egida dei valori di Slow Food e di Cittaslow, attraverso la collaborazione tra il Comune di Orvieto e gli operatori del Consorzio Orvieto Way of Life, grazie ad alcuni sponsor e ad altre collaborazioni, porta avanti una filosofia di vita che, alla salubrità e al piacere del cibo, unisce scelte e pratiche culturali e sociali.

Dalle ore 12,30 alle 16,30 si svolgerà , tra un assaggio e un altro nei palazzi storici e nelle piazze si potranno degustare specialità orvietane, abbinate ai migliori vini locali.

I punti allestiti per le degustazioni saranno quattro: Palazzo del Popolo-Sala Expo, Complesso del San Giovanni/Palazzo del Gusto/Centro Servizi Formativi Provincia di Terni, Palazzo dei Sette, Ristorante Al San Giovenale

er la manifestazione sono previste cinque tappe :

Tappa 1; Palazzo del Popolo

Tappa 2 ; Chiesa di Sant’ Agostino – Piazza San Giovenale

Tappa 3 ; Complesso di San Giovanni – Palazzo del Gusto

Tappa 4 ; Biblioteca Comunale – Complesso di San Francesco

Tappa 5 ; Piazza Duomo.

Costo del biglietto “A spasso con Gusto

Euro 25,00 a persona per l’intero itinerario (in omaggio bicchieri e porta bicchieri).

Bambini 6/12 anni euro 15,00 – Bambini 0/6 anni gratis su prenotazione.

Acquisto Biglietto online

bonifico bancario Consorzio Orvieto Way of Life c/o Cassa di Risparmio di Orvieto Sede Centrale

IBAN IT59N0622025710000001000829

Prenotazioni obbligatorie Consorzio Orvieto Way of Life orvietowayoflife@yahoo.it

Per informazioni

Consorzio Orvieto Way of Life
cell. 349.7857618 (Orietta) – cell. 329.4030745 (Cristina)

Published by:

I Primi d’Italia, Foligno 26-29 settembre 2013

I Primi d’Italia, Foligno 26-29 settembre 2013I Primi d’Italia, Foligno 26-29 settembre 2013, il festival nazionale per la valorizzazione dei primi piatti di qualità : pasta, riso, zuppe, polenta, ogni anno nel centro storico di Foligno.

I Primi d’Italia – Festival Nazionale dedicato al mondo dei primi piatti, si svolge nel centro storico di Foligno ed è alla sua XV° edizione. Villaggi del Gusto, corsi e lezioni di cucina, grandi chef, mostre e mercati, personaggi famosi, prodotti tipici e d’eccellenza per una quattro giorni all’insegna di pasta, riso, gnocchi e zuppe.

L’intero centro storico sarà animato dalla kermesse della cultura alimentare italiana dove vi aspetta un universo di degustazioni. I Primi d’Italia è organizzato dalla società Epta-Confcommercio di Perugia.

ORARI DEL FESTIVAL

Giovedì 26 settembre        16:00-23:00

Venerdì 27 settembre        16:00-23:00

Sabato 28 settembre         10:00-23:00

Domenica 29 settembre     10:00-21:00

Per ulteriori informazioni:

Epta Confcommercio

Tel. 075 5005577

Fax. 075 5009990

info@eptaeventi.it

Published by:

Bastia Umbra Appuntamento col Palio de San Michele il 19 e il 29 settembre

Bastia Umbra Appuntamento col Palio de San Michele il 19 e il 29 settembreBastia Umbra vive l’annuale appuntamento del Palio de San Michele. Quest’anno i giorni per la grande manifestazione di piazza sono quelli compresi tra il 19 e il 29 settembre.

Si tratta di una sfida fra i quattro rioni denominati  Moncioveta, Portella, San Rocco e Sant’Angelo, che si affrontano su tre prove: Sfilata, Giochi e Lizza. Le competizioni vengono disputate nella piazza storica della città.
Le espressività peculiari di questo Palio de San Michele lo differenziano senza dubbio da tutte le altre manifestazioni nell’intero panorama nazionale.

Folclore e degustazioni, la sfilata dei rioni, le taverne aperte al pubblico, le sfide, gli intrattenimenti musicali, una costante crescita nella qualità delle proposte offerte, spettacoli sempre diversi e accattivanti, attirano fino a tarda notte moltissimi visitatori.

Nell’ambito dei dieci giorni di festa ogni Rione attrezza una pregievole Taverna dove è possibile assaggiare la tipica cucina umbra.

 Programma Palio De San Michele 2013

19 – 29 settembre 2013
Scarica il depliant illustrativo della manifestazione
Palio de san michele bastia umbrasabato 14 settembre
ore 9.30 Il Palio incontra le Scuole
giovedì 19 settembre
ore 19.30 apertura taverne rionali
ore 21.30 bandi di sfida “51° edizione”
ore 22.30 Cerimonia d’apertura, benedizione stendardi e mantelli dei rioni
venerdì 20 settembre
ore 21.00 Spettacolo teatrale in piazza a cura della Compagnia Piccolo Nuovo Teatro
sabato 21 settembre
ore 22.00 Sfilata rione Moncioveta
domenica 22 settembre
ore 22.00 Sfilata rione Portella
lunedì 23 settembre
ore 22.00 Sfilata rione San Rocco
martedì 24 settembre
ore 22.00 Sfilata rione Sant’Angelo
mercoledì 25 settembre
ore 21.00 Minipalio. La sfida dei giovanissimi
giovedì 26 settembre
ore 21.30 Giochi in piazza tra i rioni
venerdì 27 settembre
ore 21.00 Spettacoli nelle taverne rionali
sabato 28 settembre
ore 9.30 Mini Rionvolley – Torneo di pallavolo tra piccoli rionali.
A cura di Libertas Bastia e Sir Volley
ore 22.30 Lizza e assegnazione del Palio 51° edizione
domenica 29 settembre
ore 16.00 Messa solenne e precessione del Santo Patrono san Michele Arcangelo
ore 21.30 Spettacoli nelle taverne rionali
ore 23.00 spettacolo pirotecnico

TUTTE LE SERE DALLE ORE 19.30 APERTURA TAVERNE RIONALI guarda la mappa

GARA GASTRONOMICA a sorpresa
a cura della Pro Loco Bastia
21/24 settembre Taverne rionali
Premiazione venerdi 28 settembre, ore 22.00

MOSTRA CONCORSO FOTOGRAFICO “Palio… il dietro le quinte” 4° edizione
26/30 settembre
a cura dell’Associazione fotografica Contrasti
Inaugurazione giovedì 26 settembre, ore 18.30
Premiazione venerdì 28 settembre, ore 22.00
ORARI DI APERTURA
26/27 settembre 18.30/24.00
28 / 29 settembre 16.00/24.00

Published by:

Weekend di settembre ad Orvieto

Weekend di settembre ad OrvietoOrvieto, una città ricca di storia che ben si sposa con un weekend di settembre. Orvieto,siamo al centro dell’Umbria, dove la città sorge sopra una rupe di tufo ed altro materiale vulcanico, poggiante su un basamento di argilla.
Fu l’azione eruttiva di alcuni vulcani a creare questa enorme piattaforma in tufo, che si innalza dai venti ai cinquanta metri rispetto al piano della campagna.
Un viaggio, quello alla scoperta di Orvieto, che è in grado di aprire uno scrigno di storia, bellezze naturali e luoghi incantati che hanno avuto origine dalla civiltà etrusca e romana.

Per apprezzare l’eccezionale panoramicità della città vale la pena di salire sulla sommità della duecentesca Torre del Moro, il punto più alto e centrale di Orvieto, da cui lo sguardo si perde tra il verdeggiante orizzonte che la circonda. sarà una tappa quasi obbligata per spingervi ad entrare nel cuore della città.

Il cuore dei Orvieto è Piazza del Duomo, su cui si affacciano antichi Palazzi e l’imponente struttura del Duomo. La sua facciata gotica, imponente e bellissima, custodisce uno spazio interno suggestivo, con la cappella di San Brizio, gli angeli dipinti da Beato Angelico sulle vele del soffitto gli affreschi alle pareti e i capolavori di Luca Signorelli.

A pochi chilometri dal centro città sorge la necropoli etrusca e i surreali borghi tufacei di Civita e Bagnoregio.

Tra i luoghi da vedere, spicca il Museo dell’Opera del Duomo, situato all’interno del Palazzo papale e ospita antichità del periodo etrusco, quali sarcofagi, statuette e decorazioni, una sezione dedicata all’oreficeria medievale e un’altra dedicata ad opere di scultura, come quelle di Arnolfo di Cambio, e opere di pittura, tra le quali la Madonna e il polittico di Simone Martini.
Da vedere anche le terracotte invetriate di Della Robbia.

La Città Sotterranea è l’altra Orvieto, quella che sorge nel cuore del quartiere medievale, nascosta sotto la città : grotte, cunicoli, gallerie, antichi frantoi, sono le tappe di un viaggio “sotterraneo” da non perdere per ripercorrere.

Orvieto è il famoso il Pozzo di San Patrizio, sito accanto ai giardini comunali che si trovano all’interno della Fortezza dell’Albornoz. Profondo 62 metri, ha un diametro di 13,5 metri. Tutt’attorno si snodano due scale a chiocciola elicoidali che non si incontrano mai; le due scalinate, composte da 248 gradini ognuna, ricevono luce da 72 finestre creando un’atmosfera surreale.

Infine qualche notizia gastronomica: il piccione, la “palomba alla leccarda” ed il “pollo alla cacciatora” sono tra i piatti più antichi e tipici della città; come dessert vi consigliamo di provare i ciambelloni con l’anice. Ma Orvieto è conosciuta soprattutto per il vino: Grechetto, Trebbiano e Sangiovese.

Published by:

Weekend di Settembre per la città di Gubbio

Weekend di Settembre per la città di GubbioGubbio è un’incantevole cittadina umbra, in provincia di Perugia, che sorge nei pressi del Monte Ingino ed offre scorci di indimenticabile bellezza.

La città di Gubbio è nota come la città dei “matti” e, cosa assai particolare, esiste anche una fontana, quella del Bergello, presso la quale è possibile ottenere la patente che dà diritto di fregiarsi di questo titolo. Se si compiono tre giri di corsa presso questa antica fontana risalente al 1500 e si viene bagnati dalla sua acqua per mano di un locale, si ottiene la patente.

Gubbio è ricca di storia e di monumenti. Il suo nome è particolarmente noto per la suggestiva “Corsa dei ceri”, che si tiene il 15 Maggio e durante la quale viene suonata il “campanone” che si trova presso la torre campanaria di Palazzo dei consoli. A palazzo dei consoli sono custodite le sette tavole eugubine; si tratta di grandi lastre di bronzo relative alle norme civili e religiose degli ikuvini.

Il Duomo, noto anche come Basilica dei Santi Mariano e Giacomo, è impreziosito da antico affreschi risalenti al XVI secolo e dalla statua lignea di cristo; da visitare anche il museo diocesano che ha sede presso il palazzo dei Canonici, risalente al 1100. Il museo Diocesano conserva numerosi reperti relativi alla storia di Gubbio e della sua diocesi; in particolare si possono ammirare manufatti in vari materiali, sculture e pitture di varie epoche. Fra gli oggetti custoditi anche la “botte dei canonici”, una botte utilizzata per la vinificazione e risalente al XV secolo.

Per ammirare una costruzione di epoca medioevale, non si può rinunciare alla visita della casa di Sant’Ubaldo; si tratta di una costruzione a due piani caratterizzata da una torre in pietra che, secondo la tradizione, è appartenuta a Sant’Ubaldo patrono di Gubbio.

Una bellissima passeggiata nel verde si può svolgere presso il parco Rangiaschi, dove si può camminare immersi nel silenzio.

Fra le numerose testimonianze architettoniche dell’importante passato di Gubbio, vi è Palazzo Beni edificato nel 1300 e Palazzo dei Conti Gabrielli; nei pressi di Palazzo Beni, si trova la Chiesa di San Domenico anch’essa risalente al 1300. Al suo interno si possono ammirare preziosi affreschi, recentemente scoperti, opera di artisti del luogo.

Da visitare anche Santa Maria Nuova e il dipinto della Madonna del Belvedere, la Chiesa di San Pietro di origine gotica e quella di sant’Agostino eretta nel 1200.

 

 

Published by:

Isola Maggiore sul Trasimeno Prima edizione di ”Isola del libro Trasimeno”

 Isola Maggiore sul Trasimeno Prima edizione di ''Isola del libro Trasimeno''Parte domenica  primo settembre la prima edizione di ”Isola del libro Trasimeno”. Si tratta di quattrodici Cafe’ letterari, tre concerti, una mostra di pittura e una di fotografia.

Dal primo al 22 settembre, nei quattro fine settimana, lIsola Maggiore sul Trasimeno si trasformera’ in un ”Villaggio del libro”. Un momento da vivere in riva al bel Lago Trasimeno dove si specchia il cielo limpido dell’Umbria.

 Tra gli incontri in programma quello con l’architetto e urbanista Luca Zevi (domenica 1 settembre) che presentera’ il suo testo sull’architettura ”Conservazione dell’avvenire” o con Giuseppe Gullotta che raccontera’ la sua vita trascorsa per 22 anni in carcere da innocente (sabato 7 settembre, tra i moderatori l’assessore regionale alla Cultura Fabrizio Bracco).

Un’ottima iniziativa in un luogo incantevole come il Trasimeno che unisce la cultura, con una giusta combinazione di autori rappresentativi della proposta italiana ed umbra per invogliare alla lettura, alla valorizzazione delle bellezze naturali, storiche e artistiche del territorio creando eventi capaci di suscitare attenzione da parte di editori e lettori.

Il programma e’ disponibile su www.isoladellibrotrasimeno.it.

Published by:

Il Lago Trasimeno Un luogo da visitare

Il Lago Trasimeno Paesaggio,arte e storiaIl lago Trasimeno si trova in Umbria, nella Provincia di Perugia. E’ un’area ricchissima dal punto di vista del paesaggio, dell’arte, della storia e delle tradizioni. Accanto a gioielli architettonici di epoca romana, medievale e rinascimentale, il territorio lambito dal lago Trasimeno conserva tracce di una storia antica e travagliata, dove i castelli, le rocche, le chiese e le abbazie impreziosiscono i capolavori d’arte lasciati da maestri.

Il grande specchio d’acqua del lago si colloca in un ampio bacino aperto ad ovest verso la Valdichiana e dagli altri lati racchiuso da un anfiteatro di dolci colline che si alternano a zone pianeggianti lungo le sue sponde. Il Lago Trasimeno accontenterà tutti gli amanti dei bei panorami, delle passeggiate per i borghi storici, dei viaggi di scoperte enogastronomiche e chi ama festival e manifestazioni culturali e musicali .

E’ un luogo che vede l’alternarsi di paesaggi dove la natura dà il meglio di sé con borghi e paesini pittoreschi, dotati di un fascino antico e nostalgico che non mancherà di ammaliare.
La lunga lista di cosa vedere comincia con lo stesso Lago Trasimeno: uno specchio d’acqua grande 128 km2, cinto dalla campagna circostante che lo avvolge .

Per una vacanza in questa meta visitate gli splendidi borghi. C’è solo l’imbarazzo della scelta. Castiglione del Lago, è il paese più rappresentativo del LagoTrasimeno. Sarà un soggiorno in un angolo Medioevale, con il suo panorama tra i più suggestivi della zona. Inoltre, grazie alla sua posizione geografica strategica, consente di raggiungere facilmente, splendidi borghi in Toscana e in Umbriacastigliobe è uno dei Borghi più belli d’Italia, è proprio sul lago e inoltre è uno dei porti da cui partono i traghetti per le isole.
Passignano sul Trasimeno, un antico borgo ancora cinto dalle sue mura medievali, dove si trova la chiesa della Madonna dei Miracoli, uno degli edifici rinascimentali più eleganti dell’intera Umbria. Infine, tra i borghi da vedere sul Lago Trasimeno, c’è anche Città della Pieve, adagiata sulla sua collina da cui si gode della vista di tutta l’area circostante.
Potrete visitare posti unici come Monte Castiglione e i Sette Guadi, Col di Maggio e i cosiddetti Tre laghi (piccoli laghetti che si trovano nei pressi del più grande Lago Trasimeno).

In questa meta meravigliosa potrete dedicarvi altrekking: Bettona e Collemancio, Castel Rigone e Torre Fiume sono solo alcuni dei luoghi che potrete visitare durante un’escursione nei paraggi del Lago Trasimeno.
Nel lago Trasimeno sono presenti tre isole : la Polvese, la Maggiore e la Minore.

L‘isola Polvese è situata nella parte sud-orientale ed è l’isola più estesa delle tre. Dichiarata parco scientifico-didattico , vi svolge attività di: ricerca scientifica, sperimentazione e didattica ambientale. L’isola Maggiore è l’unica isola abitata in maniera stabile. Qui una fitta rete di sentieri copre l’isola intera, dipanandosi attraverso una macchia di ulivo, leccio, pino, cipresso, pioppo ed altre varietà mediterranee.
L’isola Minore ha la forma di una virgola . E’ coperta da una fitta vegetazione boschiva, comprendente pini e lecci, che da rifugio ad una nutrita colonia di cormorani.

Published by:

Sagra della Lumaca a Cantalupo-Castelbuono Il programma (23 agosto-2 settembre)

Sagra della Lumaca a Cantalupo-Castelbuono Il programma (23 agosto-2 settembre)Cantalupo-Castelbuono, in provincia di Perugia, ospita da anni una sagra dove la protagonista è la lumaca.

Nell’ultima settimana di agosto, la Sagra della Lumaca, vi aspetta a Cantalupo-Castelbuono. E’ questa una manifestazione culinaria conosciuta e apprezzata, organizzata dalla Pro Loco Cantalupo Castelbuono con l’aiuto insostituibile di tutti i suoi abitanti.

Qui troverete le lumache cucinate in mille modi: in un insalata di farro, sulle bruschette, a condire gnocchi, polenta e lasagne, arrosto, al sugo, alla contadina, alla leccadito, alle erbette.  i piatti proposti durante la Sagra della Lumaca, tutti naturalmente a base di lumache, sono preparati secondo la tradizione della cucina povera contadina di Cantalupo di Bevagna o sulla base di ricette di pura invenzione che cambiano ogni anno.

A Cantalupo, le lumache sono ancora cucinate nelle famiglie di tradizione rurale seguendo i piccoli segreti della cucina tramandati dalle antiche massaie di campagna. Questa tradizione che lega fortemente abitanti e territorio è diventata elemento centrale della Sagra della Lumaca di Cantalupo di Bevagna, un appuntamento imperdibile che si svolge per dieci giorni nella seconda metà d’Agosto.

Questo il nutrito programma

VENERDI 23 AGOSTO 2013

ore 19:45 Apertura stand gastronomico
ore 21:00 Orchestra spettacolo MIMMO VENTURA
SABATO 24 AGOSTO 2013
18° ESTEMPORANEA DI PITTURA
L’ iscrizione e la timbratura dei supporti avverrà dalle 8:00 alle 12:00
presso la chiesa della Madonna della Pia
ore 19:00 Premiazione della 18° Estemporanea di pittura
ore 19:45 Apertura stand gastronomico
ore 21:00 Orchestra spettacolo JOSELITO
DOMENICA 25 AGOSTO 2013
ore 09:30 9° MEDIO FONDO MTB
” LE COLLINE DEL SAGRANTINO SAGRA DELLA LUMACA ” – 4° prova Umbria Challenge MTB 2013
ore 19:45 Apertura stand gastronomico
ore 21:00 Orchestra spettacolo PALINI BAND
LUNEDI 26 AGOSTO 2013
ore 19:45 Apertura stand gastronomico
ore 21:00 Compagnia teatrale DIECCAFO’ presenta la commedia brillante VE LA DO’ IO LA CRISI
ore 23:00 Salsicce e birre artigianali DJ SET PAUL VILLAGGE and MARIO MANERO
MARTEDI 27 AGOSTO 2013
ore 19:45 Apertura stand gastronomico
ore 21:00 Orchestra spettacolo FIGLI DELLE STELLE LIVE MUSIC – i ballabili dagli anni 60 ad oggi
MERCOLEDI 28 AGOSTO 2013
ore 19:45 Apertura stand gastronomico
ore 21:00 Grande orchestra spettacolo CASADEI
GIOVEDI 29 AGOSTO 2013
ore 19:45 Apertura stand gastronomico
ore 21:00 Grande orchestra spettacolo LORENZO BAND
VENERDI 30 AGOSTO 2013
ore 19:45 Apertura stand gastronomico
ore 21:00 Grande orchestra spettacolo TALISMAN
SABATO 31 AGOSTO 2013
ore 19:45 Apertura stand gastronomico
ore 21:00 Grande orchestra spettacolo CHICCO FABRI
DOMENICA 1 SETTEMBRE 2013
ore 19:45 Apertura stand gastronomico
ore 21:00 Orchestra spettacolo EMILIANO’S BAND

OGNI SABATO e DOMENICA ore 22:00 presso il giardino BABY DANCE

Published by:

Trasiremando a Passignano sul Trasimeno, 14 agosto 2013 Un Ferragosto in Umbria

Trasiremando a Passignano sul Trasimeno, 14 agosto 2013 Un Ferragosto in UmbriaA Passignano sul Trasimeno il  14 agosto 2013 si svolgerà sulle acque del lago Trasimeno, Trasiremando ,  un’iniziativa recupera l´antica tradizione di gare tra barche di pescatori svoltesi per secoli in occasione della Festa di San Rocco. La Trasiremando si svolge sulle acque del lago Trasimeno sul percorso isola Minore, isola Maggiore, isola Polvese, Monte del Lago e ritorno a Passignano sul Trasimeno e prevede traguardi intermedi di diversa difficoltà.

 Possono partecipare ed iscriversi tutti coloro, uomini e donne, che abbiano superato il sedicesimo anno di età; potranno partecipare anche i minori di 18 anni, purchè accompagnati, con tutti i tipi di imbarcazione a remi, senza limiti di peso, di misura e di numero di vogatori.

Ecco le tappe:

Partenza: Passignano sul Trasimeno

1ª tappa: Isola Minore (Comune di Passignano sul Trasimeno)

2ª tappa: Isola Maggiore (Comune di Tuoro sul Trasimeno)

3ª tappa: Isola Polvese (Comune di Castiglione del Lago)

4ª tappa: Monte del Lago (Comune di Magione)

Arrivo: Passignano sul Trasimeno

Il percorso ridotto lungo circa 8 km prevede:

Partenza: Passignano sul Trasimeno

1ª tappa: Isola Minore (Comune di Passignano sul Trasimeno)

2ª tappa: Isola Maggiore (Comune di Tuoro sul Trasimeno)

Arrivo : Passignano sul Trasimeno

In contemporanea alla partenza di Trasiremando ci sarà anche quella dei natanti auto-costruiti, che accompagneranno brevemente il gruppo, per poi ritornare al pontile di Passignano s/T dopo un giro di boa, distante 500 metri dalla riva.

Per l’iscrizione il costo è di 15,00 Euro per ogni persona imbarcata, da pagare a mezzo bonifico bancario:IBAN IT19 D070 7538 6000 0000 0120 139A.S.D. Centro Rematori, su causale indicare: “Trasiremando, Cognome Nome partecipante”.In alternativa sarà possibile pagare in contanti in loco.

Published by:

L’infiorata di Spello

L'infiorata di SpelloSpello, un bellissimo borgo in provincia di Perugia. L’1 e il 2 giugno, le strade del paese si ammantano di arazzi  realizzati con i petali di corolle variopinte; è la tradizionale Infiorata, realizzata lungo il percorso della processione per il Corpus Domini. Queste stupende composizioni floreali, vengono allestite durante una sola notte e che vede all’opera un intero paese.

La tradizionale dell’infiorata ogni anno richiama  moltissimi di visitatori, anche dall’Europa e, negli ultimi anni, si è arricchito di numerose iniziative, come mostre, concorsi e workshop di fotografia, cake design floreale, che si aggiungono a quelle tradizionali come la mostra di ricamo floreale, allestita nel Museo delle Infiorate, o la mostra mercato di florovivasimo. Girando per le strade del paese si possono incontrare persone impegnate nella delicata operazione di staccare i petali e scegliere a uno a uno quelli adatti. Oltre alle opere floreali in strada, anche i balconi e le finestre delle case si ricoprono di colatissime composizioni che trasformano Spello, in un giardino multicolore. I visitatori, potranno anche salire su un simpaticissimo trenino, che li trasporterà dai parcheggi ai principali punti di accesso al centro storico.

Si potrà anche gustare la gastronomia con menù a base di fiori, pizze e birra ai fiori di luppolo, anche senza glutine, visitare la Pinacoteca Civica, che avrà anche l’apertura notturna, o partecipare a visite guidate di Infiorart, ai siti d’arte e ai tappeti floreali.

Published by: