EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Category Archives: Marche

Bed & Breakfast La Valle, ecco un soggiorno a contatto con il verde dell’Appennino marchigiano

Marche

bblavalle.comGli amanti della natura e dei buoni e semplici sapori di una volta, non possono rinunciare ad un soggiorno presso i piccoli borghi e le località turistiche dell’Appennino marchigiano. In particolare, vi parleremo di Castelcavallino: si tratta di un piccolo paese in provincia di Urbino, caratterizzato da un’antica struttura che ci riporta indietro di secoli e secoli, fino al Medioevo.

Le sue bellissime e caratteristiche abitazioni circondate da mura, la grande torre,  la Pieve di San Cassiano e gli scenari paesaggistici che è possibile intravedere dalla vallata circostante, procureranno a turisti e viaggiatori, quella pace dei sensi perduta nel caotico mondo della città. Staccare la spina fa bene e soggiornare in un piccolo paesino senza tempo, ove poter svegliarsi al mattino e praticare quegli sport a stretto contatto con il verde e la natura, è la soluzione giusta. Mountain bike, passeggiate in montagna, trekking e tanto altro ancora.

Continue reading

Published by:

Porto Potenza Picena: mare, storia e sostenibilità

Marche

 

porto potenza picenaPorto Potenza Picena è una piccola cittadina sul mare in provincia di Macerata, ancora poco conosciuta, una località che oltre al mare ospita numerosi luoghi di interesse.

 

Di particolare interesse il borgo marinaro che mostra tutt’oggi la sua origine medievale nella costruzione della Torre di Sant’Anna. L’edificio fortificato risale infatti al medioevo, ma durante i secoli ha subito diverse modifiche leggibili nella sua struttura, come quella del 1766 quando il comune aggiunse all’intera torre merli di ghibellini.

La Torre aveva una funzione di comando e di protezione della città, mentre oggi qui sono in mostraoggetti e testimonianze attraverso cui è possibile conoscere la storia del complesso e della città. La Torre infatti ospita la mostra permanente “Costa difesa” che raccoglie varie e interessanti illustrazioni delle fortificazioni costruite nel Seicento per proteggere la costa, ma anche numerose repliche di armi e modellini in scala.

Continue reading

Published by:

Il Conero e le sue bellezze

Il Conero e le sue ballezzeLa Riviera del Conero, un territorio unico, che prende il nome dal monte che s’innalza d’improvviso a picco sul mar Adriatico. Spiagge di piccoli ciottoli bianchi e calette nascoste, incastonate lungo una delle coste preferite dal turismo, dove baie, grotte e pinete, si protendono con la loro bellezza selvaggia, su un mare dai colori di un azzurro cangiante.

Qui sorge Numana, cittadina che conserva la sua origine marinara, dove viuzze lastricate si dipanano fra le case colorate dei pescatori e un’ampia terrazza panoramica che spazia su tutta la costa della riviera. Scendendo lungo un’antica via a gradoni, si arriva alla parte bassa di Numana, ricca di locali, residence e stabilimenti balneari. Le sue spiagge e la limpidezza delle sue acque, sono sempre fregiate con il titolo di Bandiera Blu europea per la pulizia e la vivibilità che le contraddistingue. Dal porticciolo e percorrendo il lungomare si arriva fino a Marcelli, con la sua ampia spiaggia ricca di divertimenti, bar con musica dal vivo e tavolini all’aperto dove poter gustare bibite e gelati artigianali. Proseguendo si declina verso litorali unici, adatti al turismo familiare e giovanile, che vanno da spiagge selvagge e nascoste delle insenature del monte Conero, a quelle ben più ampie di ghiaia dove si trovano stabilimenti balneari attrezzati con tutti i servizi.

A chi preferisce non solo il mare, vi sono luoghi dove si trova una variegata offerta turistica, dalle cittadine dell’entroterra con i loro meravigliosi tesori artistici o camminare nel paesaggio suggestivo del Parco del monte Conero, una meta irrinunciabile per escursionisti e amanti della natura.

Ma il gioiello più bello sono le Grotte di Frasassi, ad una sessantina di chilometri da Numana, Seguendo un percorso sotterraneo di grande fascino, si possono ammirare ambienti suggestivi e ricchi di straordinarie concrezioni calcaree, dove il silenzio è rotto solo dallo stillicidio delle gocce d’acqua che rende il complesso vivo ed in continua evoluzione. Le grotte sono aperte al pubblico durante tutto l’anno.

Published by:

Marche: a Senigallia in vacanza, treno gratis, ecco come

senigalliaDopo le promozioni per la Riviera Adriatica ne arrivano altre! Frecciabianca ti porta in vacanza a Senigallia e l’hotel ti regala il biglietto.

Una offerta interessante nata dall’accordo stipulato trai Trenitalia e Confesercenti in collaborazione con Assoturismo.

Questa estate un week end a Senigallia conviene specie se per andare si sceglie il Frecciabianca. Sono infatti previsti 6 treni provenienti da Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna, senza cambi, diretti a Senigallia.

L’offerta che rimborsa il biglietto è valida dal 9 giugno al 22 settembre.

L’interessante iniziativa, si apprende, prevede 3 differenti soluzioni:

weekend (2 notti da venerdì a domenica),
settimanale
plurisettimanale (2 settimane o più)
Per chi passa un finesettimana a Senigallia è previsto un rimborso del 30% del biglietto di sola andata per chi resta una settimana sarà rimborsato integralmente il biglietto di sola andata per un massimo di 50 euro a persona. Se invece il soggiorno sale a due settimane il rimborso verrà esteso anche al ticket ferroviario di ritorno, fino ad un massimo di 100 euro a persona.


Come fare? Una volta scelto l’hotel a Senigallia tra quelli associati a Assoturismo e aver prenotato, basta contattare il call center al numero 071/60174 (ore 9-13 e 15-18) o sul web (senigalliaintreno@gmail.com) e prenotare il biglietto. Giunti a Senigallia ed eseguito il check-in in albergo, il cliente deve presentare il biglietto ferroviario all’albergatore che al momento del pagamento rimborserà il costo dovuto. L’iniziativa, valida sui Frecciabianca e Intercity con partenza o arrivo nella stazione di Senigallia, integra i servizi e la qualità dell’alta velocità che finora hanno caratterizzato Frecciargento e Frecciarossa. Viaggi Frecciarossa in partenza e in arrivo ad Ancona, inaugurati domenica scorsa, che per l’estate saranno potenziati.

Cosa aspetti? Prenota il tuo Frecciabianca!

Published by:

San Valentino romantico a Gradara, un week end indimenticabile

San Valentino romantico a Gradara, un week end indimenticabile Un week end ricco d’amore e romanticismo al borgo di Gradara dove ogni sera dal 14 al 17 febbraio 2013 ogni sera Gradara si spegne e … si illumina d’amore.

Giovedì 14 febbraio
• ore 11,00 e 18,00 Itinerario romantico nel borgo e nella Rocca
• ore 19,30 Poesie d’amore – lette dell’autore Simone Facenda
• dalle ore 20,00 – “dolci serenate” itineranti nel borgo
• alle 20,30 Taverna medievale “ Le parole, il cibo e l’ amore” con animazione “A scuola di baci “a cura dell’Accademia del Bacio Casa del Gufo – Solo su prenotazione

Venerdì 15 febbraio
• ore 18,00 Itinerario romantico nel borgo e nella Rocca
• ore 20,00 Taverna medievale Incontri … d’amore con un cupido dispettoso che cercherà di farvi innamorare Casa del Gufo – Solo su prenotazione
• dalle 20,30 – M’illumino di meno …. e ti amo di più Il Borgo di Gradara vi aspetta per accendere 1000 candele !!!
• ore 21,00 concerto musica jazz teatro comunale

Sabato 16 febbraio
• ore 11,00 -16,00- 18,00 Itinerario romantico nel borgo e nella Rocca
• ore 19,30 Poesie d’amore – lette dall’autore Simone Facenda
• alle 20,00 “Ristoro del Cavaliere” una autentica taverna medioevale allestita all’interno delle mura del borgo fortificato di Gradara . Casa del Gufo – Solo su prenotazione

Domenica 17 febbraio
• ore 11,00 Itinerario romantico nel borgo e nella Rocca
• ore 12,00 “A scuola di baci “un corso insolito per studiare i più bei baci d’amore a cura dell’Accademia del Bacio di Mondaino
• ore 16,00 “Dialoghi d’Amor Cortese” a cura dell’ associazione ADA Danze Antiche in collaborazione con il gruppo di Danza Storica Guglielmo l’Ebreo- Teatro comunale
• ore 17,00 “A spasso con Paolo e Francesca” Corte Malatestiana e spettacolo mangiafuoco
• ore 19,30 “Ristoro del Cavaliere” una autentica taverna medioevale allestita all’interno delle mura del borgo fortificato di Gradara. Casa del Gufo – su prenotazione

Cene a lume di candela in tutti i ristoranti

“Fai la tua dedica …” 7° edizione del concorso “la più bella dedica d’amore”
Cerca il falò di San Valentino per gettare nel fuoco le negatività e esprimere nuovi desideri Per un San Valentino indimenticabile

Published by:

Riserva naturale Abbadia di Fiastra, un’oasi di storia e natura

Riserva naturale Abbadia di Fiastra, un'oasi di storia e natura.La regione Marche è una delle regioni più varie e complete d’Italia sia dal punto di vista architettonico che paesaggistico. L’incontro tra località marine di richiamo nazionale e il mistero di scorci dell’Appennino centrale, la storia di città come Urbino o Macerata, la cultura da Leopardi a Raffaello, rappresentano senza alcun dubbio un richiamo per italiani e turisti stranieri che, in numero sempre maggiore negli ultimi tempi, hanno deciso di investire e acquistare un immobile nelle Marche.

Nel cuore delle Marche, tra Tolentino e Macerata, esiste un luogo speciale, di quelli che hanno un vissuto così intenso da risultare quasi incantati. La Riserva Naturale Abbadia di Fiastra viene istituita ufficialmente nel 1984 attraverso una convenzione con la Fondazione Giustiniani-Bandini, che da molti anni ne cura la gestione.

Le origini della Riserva.

L’area ha origini antichissime, che risalgono al periodo immediatamente successivo all’anno Mille, quando venne edificata l’Abbazia di Chiaravalle di Fiastra, dimora dei monaci cistercensi.

Al motto di “Ora et labora” e “cruce et aratro”, i religiosi lavoravano la terra contribuendo al mantenimento di una foresta di oltre 100 ettari, tutt’ora esistente e visitabile (così come l’Abbazia).

Il rapporto profondo e costruttivo tra uomo e natura è sopravvissuto al trascorrere del tempo e si esprime appieno in questo luogo intriso di spiritualità. Sia l’abbazia che la foresta circostante sono conservate in modo impeccabile e mantengono intatto il fascino di secoli e secoli di storia.

La Riserva Abbadia di Fiastra oggi.

Attualmente l’area è di proprietà dell’Ente Morale Fondazione Bandini, che ne coordina tutte le attività. I visitatori possono usufruire di ampi spazi verdi circondati soprattutto da cerri, alberi molto diffusi sui nostri Appennini. La superficie è divisa in tre aree specifiche d’interesse:

•La Riserva Naturale Orientata: in questa zona è presente un Sito Comunitario Protetto e la gestione punta a recuperare un panorama naturale quanto più possibile vicino all’originale;
•La Riserva Antropologica: quest’area include il patrimonio storico che testimonia il profondo legame che unisce uomo e territorio. Ne fanno parte i campi coltivati tutt’ora dai monaci, il Palazzo Giustiniani-Bandini e l’Abbazia Cistercense.
•L’Area di Protezione: è la parte restante della Riserva di Fiastra, quella della Fondazione, e viene trattata come area attigua per mantenere un rapporto di equilibrio con il resto della zona.

Visite e percorsi.

Recentemente sono stati organizzati alcuni percorsi attraverso la Riserva da compiere a piedi, in bicicletta o a cavallo. Con il sentiero “La Selva”, il sentiero natura “Il lago Le Vene” e il sentiero sensoriale “Il bosco e il fiume”, il visitatore potrà esplorare le inestimabili ricchezze naturali della selva, in un processo di recupero dell’ancestrale simbiosi tra uomo e natura.

Negli anni è stato organizzato inoltre un piccolo ma efficiente sistema museale situato all’interno della riserva e aperto al pubblico; questa rete comprende un Museo del Vino, un Museo della Civiltà Contadina e la Raccolta Archeologica.

Published by:

Frontone: dal 25 novembre mercatini di Natale nel Castello di Babbo Natale

NataleFrontone, un eccezionale mercatino natalizio, forse quello più noto della provincia di Pesaro Urbino.

Dal 25 novembre parte l’11° edizione dei mercatini di Natale “Nel Castello di Babbo Natale”. 

Cinque giornate eccezionali a partire dal  25 novembre per proseguire il 2, 8, 9 e 16 dicembre. Tante idee regalo, animazione, sorprese ed un’atmosfera assolutamente suggestiva accenderanno l’affascinante castello di Frontone per un evento davvero magico.

Un interessante ed affascinante percorso parte dalla  piazza del Municipio, sotto il maestoso albero di Natale dove tutti coloro che vorranno saliranno a bordo di una navetta che porterà i visitatori al castello, prima però un breve passaggio nell’antico borgo per poi fare ingresso al maestoso castello  dal cavallo dell’artista Dall’Osso, una scultura in ferro e fili di rame che con la sua criniera al vento saluta il Massiccio del Catria.

Il castello per la gioia di tutti avrà una perfetta animazione natalizia e tantissimi figuranti babbo natale accoglieranno tutti.

Uscendo dal castello, le due chiese, della Madonna del Soccorso, all’interno della quale si svolgeranno gli spettacoli con i bambini, e la chiesa di Santa Maria Assunta.

Importante poi anche la gastronomia con il Piatto forte di Frontone: le tagliatelle, sia con ragù bianco di porcini, che all’anatra, e la “crescia”, da non confondere con la piadina, da accompagnare a salumi, formaggi, prosciutto e verdura cotta.

Ma a Frontone siamo anche ai piedi del monte Catria, dunque per chi vuole trattenersi si possono fare magnifiche  escursioni naturalistiche, a cavallo, a piedi, con possibilità di noleggio mountain bike, e uscite con accompagnatori e nelle piste di downhill e free ride o persino sciare.

Published by:

Ostra, dal 26 al 28 ottobre La Notte degli Sprevengoli

Ostra, arriva la notte degli Sprevengoli, programma dettagliato 

Venerdì 26 ottobre
– Apertura Cantine ore 19.00-1.00
– Multisensory Music con Mirando Vj in Piazza dei Martiri, ore 22.00-1.00
– Hombre all’Hombra e Circo Hoplà (folk/rock) ore 22-23-00.00 in Piazza dei Martiri
– Live con Calvin Deejay ore 22.30-1.00 in via Veneto
– Drum Circle, 5 “batterie” da strada ore 22.30-23-30-00.30 in Piazza dei Martiri

Sabato 27 ottobre
– 
Apertura Cantine ore 18-2
– Multisensory Music con Mirando Vj in Piazza dei Martiri, ore 19.30-2.00
– Drum Circle, 5 “batterie” da strada ore 22.30-23-30-00.30 in Piazza dei Martiri
– Le Parche – spettacolo di danza aerea a cura di Visionaria ore 22-23-00 in Piazza dei Martiri
– Soul Combination – hip hop e break dance ore 21.30-22-30 in Piazza dei Martiri
-Trio Erin’s Fairies (arpe celtiche e voce)  ore 21.30-23-00 in Corso Mazzini
– Live con Calvin Deejay ore 21-2 in via Veneto
– Angeli Bianchi Silence Teatro  ore 22.30-00.00
– Antichi riti di Fuoco Fenice di Strada

Domenica 28 ottobre
– 
Apertura Cantine ore 11.00-00.00
– Dammi 5 – clownerie, giocoleria, equilibrismo per bambini  ore 11.30-15.30-16.30 in Piazza dei Martiri
– Degistazione vini Conti di Buscareto  ore 11.45 in Piazza dei Martiri
– Bolle d’Oriente con Vinz Bubble  ore 12-16-18 in via Veneto
-Trio Erin’s Fairies (arpe celtiche e voce)  ore 16-17-18 in Corso Mazzini
– estrazione lotteria provinciale Avis ore 17 in Piazza dei Martiri
– Live con Calvin Deejay ore 16.30-20.00 in via Veneto
– Disco Stu ore 20.30 in Piazza dei Martiri
– Coro voci San Vicino
– Antichi riti di Fuoco Fenice di Strada

 

 

Published by: