EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Carnevale in Val di Fassa, appuntamenti da non perdere

Comment

Friuli Venezia Giulia
Carnevale in Val di Fassa, appuntamenti da non perdere

Carnevale in Val di Fassa, appuntamenti da non perdere Di seguito i principali appuntamenti del Carnevale in Val di Fassa.
Mascherèdes fascènes”
20 e 26 gennaio e 7 e 12 febbraio – Penia di Canazei
ore 20.30 L’accogliente “palcoscenico” delle ex scuole elementari di Penìa accoglie i divertenti spettacoli teatrali in lingua ladina messi in scena dal “Grop de la Mèscres da Delba e Penìa”. Il 20 gennaio e il 7 febbraio sarà rappresentata la “comedia” dal titolo “L troi de la bolp”, mentre il 26 gennaio e il 12 febbraio “Na sera de carnasèr”.

Sfilate e feste di piazza
7 febbraio – Pozza
ore 14.30 Parata di carri allegorici seguiti dal corteo di mascherine lungo la principale Strada de Meida. La festa prosegue fino a sera con musica e ballo al padiglione manifestazioni.

10 febbraio – Campitello
ore 14.30 In Piaz de Ciampedel si svolge una delle feste più coinvolgenti della valle con moltissime maschere che indossano le “faceres” e si esibiscono in sketch spiritosi e scherzi che vedono protagonisti gli spettatori.

11 febbraio – Canazei
ore 21 Sfilata di carnevale sulle slitte, spettacolo di sci e fiaccolata lungo Strèda Roma e Piaz Marconi, con la partecipazione della scuola di sci Marmolada di Canazei, del “Grop de la Mèscres de Cianacei e Gries” e altri gruppi.

12 febbraio – Moena, Vigo e Soraga
ore 14.30 Moena Sfilata in centro di carri allegorici musica e premiazione dei migliori costumi. Per le strade del paese s’incontrano diverse maschere tipiche tra cui i i “Lonc” e gli “Arlechign” che “spaventano” i passanti. Assaggi di dolci tradizionali del carnevale ladino e bevande si possono gustare per tutto il pomeriggio.
ore 15 Vigo Grande parata di carnevale con tante maschere lungo Strada Rezia e, a seguire, festa con musica, ballo e delizie gastronomiche, in Piaz J.B. Massar.

ore 17 Soraga Corteo carnevalesco lungo le strade del paese guidato dal “Gruppo Folk di Soraga” con in testa le maschere della tradizione ladina “l’om dal bosch” e “l’om da la stèles” (“l’uomo selvaggio” e “l’uomo raffinato”, presentati anche nella versione femminile). La festa prosegue con il ballo in maschera (ore 21) nella palestra del paese (in Strada da Molin).

Immancabili le ottime castagnole, dolce locale preparato e servito in grandi quantità.

Leave a Reply