EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Bari La Semina delle Parole Percorso fra lettura, esperienze e città

Comment

estate

Comincia giovedì 21 luglio, con CLESSIDRA, gioco di lettura per tutti e itinerante per le vie del centro di Bari, La semina delle parole di Poesia in azione (progetto dell’associazione Leggo quando voglio), inserita nel cartellone delle attività creative promosse dall’Assessorato alle Culture, Turismo, Partecipazione e Attuazione del Programma del Comune di Bari per l’estate 2016.

L’appuntamento è alle 20:00 davanti al Castello Svevo, per arrivare poi in piazza Armando Diaz con fermate intermedie di lettura. Libera la partecipazione all’iniziativa, che si prefigge, come tutto il programma proposto, di coinvolgere pubblico e passanti con un approccio totalmente nuovo alla lettura e alla cura delle parole.

Clessidra è un gioco rivolto ad amanti delle parole dai 3 ai 100 anni. Si chiama così perché ogni partecipante ha il tempo di una clessidra (dai due ai sette minuti a seconda delle esigenze e del numero dei partecipanti) per esprimersi. La parola protagonista della serata del 21 luglio sarà giostra. La si potrà interpretare o trasformare come si vuole: per sinonimi e per contrari, per assonanza e per associazione, per passione e antipatia, attraverso una lettura, un’opera d’arte, una foto, un video, una musica, un disegno. Sarà un modo per condividere passioni, a patto di rispettare l’unica regola della partecipazione: nessuno spettatore per questo gioco, tutti protagonisti! Ad accompagnarci in questa clessidra itinerante, per le vie di Bari, Silvana Kühtz, fondatrice dell’associazione leggo quando voglio e ideatrice del progetto poesia in azione. Apprendere, ricercare, scambiare, creare, interagendo con nuovi contesti culturali, non solo nel centro della città, ma anche in municipi più lontani: questa l’altra novità della Semina delle parole che intende trasportare e piantare i semi della cultura, della poesia, della musica e delle parole in giro per la città, riscoprendola con altri occhi. Si cammina, si osserva, ci si conosce e si legge in contesti urbani.

Gli altri appuntamenti sono i laboratori di lettura con semina poetica, il 27 luglio nella sala del Castello di Ceglie del Campo e il 10 agosto, spiaggia di San Francesco all’Arena nel quartiere Marconi; a settembre il 12, un concerto con l’orchestra del maestro Andrea Gargiulo e una fiabastrocca scritta da Letizia Cobaltini al Parco don Tonino Bello; il 18 una gita con il paesologo poeta Franco Arminio.

Otto appuntamenti che si concluderanno il 30 settembre alle 20:30 con una grande festa della poesia aperta a tutto il quartiere nel cortile dell’Istitito Comprensivo Zingarelli di Poggiofranco: Le parole sono piante è il titolo del concerto tra lettura, danza e musica.

Silvana Kühtz, barese, dalla formazione scientifica e umanistica, si è laureata al Politecnico di Bari con un dottorato britannico all’Imperial College e si è formata in Usa e Italia sui temi della comunicazione e della performance attoriale. Ha conseguito un Master di Comunicazione integrata ed è docente all’Università della Basilicata, a Matera, nel dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo. Da dicembre 2014 è curatrice di una collana Nap (non a pagamento) di Poesia in Azione, grazie al supporto della casa editrice SECOP di Corato. Scrittrice e poetessa, Silvana nel 2014 ha vinto la trentesima edizione del premio “Alfonso Gatto” come autrice inedita, e nel 2016 è risultata finalista al premio InediTO delle colline torinesi.

Leave a Reply