EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Author Archives: hamlet

Casinò di Salisburgo: divertimento tra arte e cultura

Casinò di Salisburgo: divertimento tra arte e culturaIl casinò di Salisburgo rappresenta un’attrattiva unica, grazie alla sua atmosfera surreale: da una parte le luci, il suono delle fisches e le bollicine dello champagne; dall’altra il fascino di un’architettura unica che rievoca le meraviglie del castello di Versailles.

Ebbene si, perchè il casinò di Salisburgo, uno dei più rinomati d’Europa, si estende all’interno delle stanze del bellissimo castello di Klessheim, una struttura in stile barocco progettata prendendo spunto da alcune delle opere architettoniche più belle del vecchio continente.

Utilizzata come sistemazione provvisoria per il casinò negli anni ’90, questa struttura ha riscosso un successo tale da parte dei giocatori da convincere i gestori della casa da gioco a renderla permanente. In effetti, la coesistenza di elementi artistici classici e ambienti moderni ad alto contenuto tecnologico crea un mix davvero irresistibile.

Nonostante la recente diffusione dei casinò online (non entriamo nel merito di questo argomento, ma vi rimandiamo qui per approfondimenti sui casino online), nessuna casa di gioco virtuale, incluso il famoso casino titanbet, potrà mai competere con sul piano delle emozioni con un’ambiente come quello del casinò di Salisburgo, in grado di regalare ai propri visitatori una meravigliosa esperienza.

Ma questa non è l’unica attrazione nella bellissima città di Salisburgo: storia, arte e cultura ma anche gastronomia e shopping rendono questo centro unico e magico. Le bellezze di Salisburgo sono state dichiarate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Il periodo migliore per visitare la bella Salisburgo è quello invernale, per l’atmosfera magicamente romantica che si va creando.

Il centro storico è pienamente godibile a piedi ed è ricco di attrattive, fra le quali spicca il monastero di Nonnberg, la casa di Mozart e il Duomo. Il duomo cittadino risale agli inizi del 1600 ma le sue origini sono molto più remote. E’ uno dei siti più visitati di Salisburgo anche per la presenza del ricco museo della cattedrale.

La Franziskanerkirche, ossia la Chiesa dei francescani, è annoverata fra le costruzioni più visitate ed antiche della città. Al suo interno sono conservati importanti affreschi relativi alla vita di San Francesco. La Chiesa dei francescani è caratterizzata da un particolare ponte che conduce fino all’abbazia. Fra le grandi bellezze di Salisburgo vi è il monastero di Nonnberg, risalente al medioevo; si tratta di un complesso ben conservato e piuttosto ampio che comprende anche le celle e il refettorio.

Immerso nel verde è il castello di Hellbrunn risalente al XVII secolo; qui si trova il museo delle tradizioni popolari e un grande giardino zoologico.

Un’esperienza imperdibile è prendere la funivia cittadina che permette di ammirare un panorama vasto e mozzafiato. Con la funivia o con una passeggiata indimenticabile, si può arrivare fino alla fortezza chiamata Festung Hohensalzburg che domina la città di Salisburgo . Al suo interno si trovano locali e ristoranti ma anche interessanti musei.

Questa antica città durante il periodo invernale si veste a festa ed ospita numerosi mercatini natalizi nei quali si possono acquistare oggetti di artigianato e dolci; inoltre, per l’occasione si può assistere a manifestazioni e rappresentazioni tipiche dell’Avvento. Anche i dintorni di Salisburgo sono particolarmente affascinanti. Si possono organizzare numerose gite in territori particolarmente belli, come nella zona dei laghi.

Salisburgo non è dunque solo arte, cultura e feste ma è anche tanto gioco, infatti in una meravigliosa location, il castello di Klessheim, Salisburgo ospita un noto casinò, che merita di essere visitato al pari di tutte le altre attrazioni offerte dalla città.

Published by:

Scoprire Siena: Il Palazzo Pubblico

Scoprire Siena: Il Palazzo PubblicoSiena città della luce, Siena città dalle mille bellezze, Siena, terra di tradizioni e di misticismo. Questa città nel cuore della Toscana possiede davvero mille volti e potrete scoprirli tutti grazie ad una vacanza, soggiornando in uno dei tanti hotel di Siena. Luogo del potere, in cui si svolgevano intrighi e tradimenti, il Palazzo Pubblico di Siena conserva ancora oggi un fascino immutato. A partire dal Governo dei Nove, nel 1300 quando Siena divenne bella e potente come la conosciamo noi, fino ad oggi, tutti coloro che hanno governato a Siena hanno risieduto in questo antico palazzo.

Considerato uno dei palazzi civili più bello d’Italia, il Palazzo Pubblico di Siena vi lascerà a bocca aperta grazie alla sua maestosità e all’armonia sprigionata dalle sue mura.
Una bellezza straordinaria che spinse il Governo cittadino a emanare un editto in cui si obbligavano tutti i proprietari delle case di Piazza del Campo a realizzare i palazzi seguendo sempre lo stile del Palazzo Pubblico. L’unica regola però era che i palazzi non dovevano essere più belli e grandiosi del Palazzo Pubblico. All’interno delle sue mura potrete poi scoprire il Museo Civico di Siena, ricco di tesori preziosissimi, come i famosi affreschi di Ambrogio Lorenzetti che rappresentavano l’Allegoria del Buono e Cattivo Governo.

Assolutamente da vedere anche La Maestà realizzato da Simone Martini, che i Nove governanti di Siena nel 1300 fecero dipingere come segno di devozione nei confronti della Vergine Maria. Una meraviglia che davvero non potete perdervi, dunque correte e andate a prenotare subito il vostro hotel a Siena.

Published by:

Taormina: località da sogno tutta da scoprire

Taormina: località da sogno tutta da scoprireÈ considerata una delle mete più rinomate a livello italiano ed internazionale, il perché non è difficile scoprirlo: la piccola città di Taormina, situata sulle coste nordorientali della regione Sicilia e bagnata dal Mar Ionio, incanta sin dal primo sguardo: essa infatti appare subito come un’elegante terrazza affacciata sul mare e sul paesaggio circostante, e la figura dell’Etna che sbuca alle sue spalle si installa con tutta la sua magnifica imponenza sullo sfondo di quello che è un panorama da cartolina.

I turisti che soggiornano presso gli hotel  a 4 stelle di  Taormina nel corso dell’anno restano innamorati di questo posto per una felice combinazione di ragioni: il clima, mite in tutte le stagioni dell’anno; il cibo, fresco ed abbondante; gli eventi, mondani e di alto profilo culturale al tempo stesso; la bellezza del patrimonio artistico-culturale, una vera e propria ricchezza che la città di Taormina ha saputo proteggere e valorizzare nel tempo per dare modo a tutti i viaggiatori di conoscerlo ed ammirarlo. Taormina merita una visita approfondita, non è adatta per coloro alla ricerca di una meta mordi e fuggi: è quindi consigliabile prenotare su Internet un hotel Taormina per almeno un paio di giorni, il lasso di tempo necessario per immergersi pienamente all’interno dell’atmosfera offerta da questo incredibile angolo di Sicilia. Imperdibile una visita al famoso Teatro Greco, o Teatro Antico, di Taormina: un vero e proprio gioiellino dell’antichità, situato in un incredibile punto panoramico. Un altro sito da non perdere assolutamente è il Teatro Odeon, di origini romane. Nelle sue immediate vicinanze troviamo palazzo Corvaja, importante edificio storico della città e sede dell’interessante museo delle Arti e delle tradizioni popolari. Esistono anche numerosi siti naturali da non perdere a Taormina e zone limitrofe. Soggiornando in uno dei numerosi hotel Taormina, ad esempio, è facile venire a contatto con sconti ed offerte speciali ideate appositamente per la clientela dell’albergo e metterle a disposizione interessanti escursioni verso spettacolari siti naturali del posto, come Isola Bella, la Grotta Azzurra, le vicine Gole dell’Alcantara, nonché tutti i luoghi di interesse turistico posti nelle vicinanze, come il Parco dell’Etna e la splendida città barocca di Catania.

Published by:

Vacanze coast to coast negli USA

bandiera_americanaÈ il sogno di tutti, almeno una volta nella vita, quello di attraversare gli Stati Uniti da una costa all’altra, dall’Atlantico al Pacifico: è il coast to coast americano, un viaggio sognato da tanti.

Da dove bisogna iniziare per organizzare delle vacanze negli USA on the road? Innanzitutto, è meglio assicurarsi di essere in buona compagnia, meglio se con un gruppo di amici: le vacanze negli Stati Uniti on the road saranno così un’esperienza più divertente, anche se non è detto che viaggiando da soli ci si annoi, anzi, c’è sempre la possibilità di incontrare viaggiatori stranieri e stringere nuove amicizie.

Dopo aver capito quando e con chi andare, è il momento di organizzare il dove: fare le vacanze negli Stati Uniti on the road richiede infatti una buona preparazione di tempi e costi. Bisogna capire dove andare, quale giro fare, quanto tempo fermarsi in un posto e cercare di prevedere i possibili imprevisti che possono occorre lungo il tragitto. L’ideale è prenotare con buon anticipo il volo su Internet, in modo da risparmiare qualche euro. Si passa poi alla pianificazione delle vacanze negli Stati Uniti, ad esempio dove partire, dove andare, cosa visitare in un certo posto, e via dicendo. A questo proposito, è altamente consigliabile domandare informazioni e cercare idee di viaggio sui numerosi siti web e le community che si trovano facilmente in giro per il web. Di solito i viaggiatori che si apprestano alle vacanze negli Stati Uniti on the road preferiscono partire da New York, o dalla costa orientale in generale, e proseguire verso occidente raggiungendo città come Chicago, Dallas, San Francisco e Los Angeles, oppure attraversando veri e propri miracoli della natura come il celebre parco di Yellowstone, il Gran Canyon, la Death Valley, ma a seconda del tempo che si ha a disposizione è possibile fare innumerevoli deviazioni per dedicarsi alla scoperta di Stati e luoghi meno raggiunti dal turismo di massa, come il Texas o le splendide Outer Banks, nel North Carolina. Le vacanze negli Stati Uniti on the road, se organi

Published by:

Riccione, Vacanze Relax

riccioneRiccione, una delle località balneari più conosciute e frequentate della Riviera Romagnola, rappresenta sicuramente una delle mete turistiche più apprezzate dell’Adriatico: non solo per il mare, le spiagge attrezzatissime e la varietà, quantità e qualità degli hotel, ma anche per tutti quei locali che hanno reso la città la capitale della movida della Riviera. Scegliere di fare una vacanza a Riccione significa quindi regalarsi un soggiorno di divertimento e relax, potendo usufruire delle molteplici strutture turistiche messe a disposizione dalla città.

Se ciò che cercate in una vacanza è una pausa dalla stressante routine quotidiana, qui potrete davvero trovare tutto quello di cui avete bisogno. Tra le altre cose, ciò che vale la pena provare sono i centri benessere, molto numerosi e rinomati per la professionalità e la varietà dei trattamenti, oltre che per gli ambienti ricercati e curati nei minimi dettagli. Oggigiorno sono molti gli alberghi di lusso a Riccione che dispongono, all’interno delle proprie strutture, di piscine, saune e Spa, ma anche se l’hotel che avete scelto non ne è provvisto, non è detto che dobbiate rinunciare a questi servizi, anzi: la città è infatti da sempre legata al turismo termale e offre attrezzatissimi centri benessere a cui tutti possono accedere.

Il centro più importante del settore è il Gruppo Riccione Terme, in viale Torino, che sfrutta le sorgenti di acqua sulfurea vicino al mare. Grazie a queste acque particolari, che sono ricche di minerali benefici, è possibile sottoporsi alle più moderne terapie di rilassamento, oltre alle cure convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale per specifiche patologie, come quelle legate all’apparato uditivo, respiratorio o circolatorio.

Se ciò che volete è un’esperienza rigenerante indimenticabile, da scoprire è sicuramente il centro benessere Oasi Spa, che offre un personale altamente qualificato, trattamenti efficaci, location e atmosfere appositamente create per arrivare a conoscere un assoluto relax. Oltre ai massaggi e alle piscine termali, potete provare i diversi percorsi benessere che, anche attraverso luci, suoni e profumi specifici, vi faranno vivere un viaggio sensoriale senza pari.

Per una giornata di divertimento e relax adatta a tutti, bambini inclusi, non perdetevi poi il Parco Benessere Termale “Perle d’Acqua”, dotato davvero di ogni tipo di comfort desiderabile: il parco, che sorge su una distesa di sabbia circondata da alberi e fiori di ogni tipo, oltre a un bar, un centro benessere e una piscina con idromassaggio di oltre 800 metri quadrati, dispone di sette cascate cromatiche, attraverso le quali è possibile fare svariati idropercorsi a temperature differenziate. Il centro Perle d’Acqua mette inoltre a disposizione armadietti, lettini, ombrelloni, un’area giochi e una baby piscina riservate ai più piccoli.

Published by:

Lago, cioccolato e musica a Lugano

 Lago, cioccolato e musica a LuganoLugano è una piccola città di 50.000 abitanti situata nella parte meridionale della Svizzera. Essa è una delle più popolari località turistiche della nazione e, tra i vari soprannomi che le vengono appioppati, vi è quello di “Montecarlo della Svizzera”.

La principale attrazione cittadina è il suo romantico lago, che vanta un estensione di circa 50 chilometri quadrati. I turisti godono del suo fascino accattivante circumnavigandolo a bordo di barche e battelli, oppure semplicemente camminando sul cosiddetto “lungolago” e ammirando sullo sfondo le imponenti montagne che lo circondano, tra le quali spiccano Monte Bré e Monte San Salvatore.

Non molti lo sanno, ma tra i vari luoghi di interesse di Lugano vi è anche un museo del cioccolato. Il museo del cioccolato Alprose mette in evidenza la storia e le origini, ma anche la produzione di uno degli alimenti più apprezzati in assoluto e che ha nella Svizzera la sua vera casa.

Piazza Dante e Parco Ciani, con i loro meravigliosi monumenti, sono altri punti nevralgici della città, la quale durante il periodo estivo vive un grande splendore anche dal punto di vista delle iniziative e degli eventi prestigiosi che vi hanno luogo. Vengono infatti organizzati avvenimenti di ogni tipologia, fra i quali frequentatissimi festival musicali. Fra questi vi è il Lugano Festival, rassegna di musica quasi esclusivamente classica che allieta le serate luganesi radunando orchestre ed artisti di fama mondiale. Quest’anno il Lugano Festival si è tenuto dal 29 marzo al 3 luglio 2013.

Se volete scoprire una città affascinante e romantica e nel frattempo riposare e all’interno di una struttura di gran lusso, un hotel 5 stelle a Lugano è ciò che fa per voi.

Published by:

Shopping di lusso a Praga

Shopping di lusso a PragaIl Castello di Praga e, tra le sue mura, la Cattedrale di San Vito, il Ponte Carlo e l’Orologio Astronomico che domina la Piazza della Città Vecchia, le tombe del ghetto ebraico e la Casa danzante sono solo alcune delle innumerevoli attrazioni di Praga. L’ingente numero e lo straordinario valore dei tesori conservati dalla capitale della Repubblica Ceca non sono le uniche ragioni che fanno di questa meravigliosa città una delle mete predilette dai turisti europei. Un city break a Praga, infatti, offre anche moltissime occasioni di divertimento, fra luoghi perfetti per rilassarsi, locali ideali per concedersi i piaceri della vita notturna e una grande quantità e varietà di negozi per fare shopping.

Proprio per quanto riguarda lo shopping sono molti i viaggiatori che, tornati a Praga dopo qualche anno, si lamentano dell’aumento dei prezzi rispetto al passato. E’ vero, il costo della vita nella capitale della Repubblica Ceca è cresciuto negli ultimi anni, ma resta comunque una città conveniente se comparata ad altre mete internazionali e, cercando, si trovano ancora imperdibili occasioni. Vale, quindi, la pena di trovare una sistemazione a Praga per trascorrervi qualche giorno di vacanza e dedicare qualche ritaglio di tempo a perlustrare i negozi che vendono ceramiche, granati, cristalli di Boemia e altri prodotti tipici della zona.

Chi, poi, non ha problemi di budget può pianificare un itinerario all’insegna del lusso. Cominciamo dal rinomato Rott Crystal, che, come suggerisce il nome, è un tripudio di cristalli. Lo si trova al numero 3 di Malé náměstí, a Staré Město, in un edificio in stile rinascimentale, impreziosito da una stupenda facciata: al suo interno, si possono acquistare favolosi cristalli di Boemia, oltre a cristalli di diversa provenienza, gioielli e ceramiche.

Sempre restando a Staré Město, si incontrano l’Art Décoratif e il Boheme: il primo è uno splendido negozio che vende riproduzioni locali di gioielli, oggetti in vetro, art déco e tessuti liberty; il secondo vende vestiti disegnati da Hana Stocklassa e suoi soci, in particolare capi in pelle, camice in lino e gioielli.  E gli amanti dei gioielli non possono evitare di dirigersi, nel ghetto ebraico, al Český Granát Turnov, dove si vendono gioielli di granato boemo, in oro e in argento, diamanti e perle.

Chiudiamo, infine, con Ivana Follová Art & Fashion Gallery, ubicata a Nové Město. E’ la raffinata boutique della stilista Ivana Follová, che propone abiti in seta dipinti manualmente, sculture, gioielli, accessori e stampe.

 

Published by:

Passare le vacanze a Merano

Passare le vacanze a MeranoMerano, la città dei fiori che si trova sulle sponde del torrente Passirio in Alto Adige. Regione turistica ricca di contrasti che la caratterizzano. Troviamo qui le Alpi, montagne dal fascino irresistibile, alte e spoglie vette che si immergono nella folta e ricca vegetazione mediterranea. Fusione tra l’ambiente cittadino e quello naturale, elementi contrastanti che convivono e si uniscono vivendo in simbiosi. 


Merano offre attrattive per tutti i gusti dall’offerta gastronomica che offre prelibatezze tipiche della regione, una gamma variegata di eventi, proposte culturali e per il tempo libero ed aria fresca e pulita da respirare a pieni polmoni. Eventi che vanno dalla fesa dell’uva, la manifestazione tradizionale che si ripete ogni anno ad ottobre, ai concerti di musica classica alla quale vengono dedicate diverse settimane, alle gare ippiche che lasciano gli spettatori con il fiato sospeso.

Merano è un punto di riferimento anche per la cura della propria salute e per poter vivere una vacanza in tutto relax, numerose sono le possibilità di trovare il centro benessere adatto alle proprie necessità dove poter godere di trattamenti specifici per la cura del corpo, per rigenerarsi e ripartire carichi di energia.

Il benessere uno degli aspetti fondamentali di cui tener conto per una vacanza a Merano, un’attrattiva unica nel suo genere, alla quale sono interamente dedicate le Terme di Merano.

Negli intorni degli storici Portici e dalla elegante passeggiata all’insegna dello stile liberti, sorge il centro benessere di Merano. Uno scintillante edificio dal designo moderno, realizzato in vetro chiaro e che trasmette una sensazione di purezza. Dalle terme di Merano, racchiuse in questa magica scatola di cristallo, si ammirano le vette del Gruppo Tessa e ci si può riempire gli occhi del verde rigoglioso del parco circostante.
I trattamenti del centro benessere ripropongo in stile wellness la natura e le tradizione dell’Alto Adige. La speciale linea di prodotti cosmetici alla mela è una vera e propria coccola irrinunciabile, altrettanto si può dire per i trattamenti all’insegna dei prodotti naturali come il siero di latte utilizzato per i bagni, i massaggi a base di crema di mele e l’efficace peeling ai vinaccioli.

Published by:

Erba, settimana Shakespeariana dal 22 al 28 luglio

Al via la prima Settimana shakespeariana a Erba dal 22 al 28 luglio Cultura, cibo e ambiente nella città italiana del Bardo.
E da giovedì 25 luglio al Teatro Licinium va in scena La dodicesima notte

In occasione dell’85° compleanno del Teatro Licinium e del 20° anniversario della fondazione della Accademia dei Licini, prende il via la prima Settimana shakespeariana a Erba, sette giorni di “festeggiamenti” nel nome del Bardo tra ambiente, gastronomia culturale e teatro.

Dal 22 al 28 luglio un ricco calendario di appuntamenti e iniziative animerà le vie della città; tra questi i giardini shakespeariani e una degustazione ispirata alle ricette dell’epoca elisabettiana che farà rivivere l’atmosfera di quei tempi. A chiudere la kermesse sarà poi l’annuale appuntamento con il teatro sotto le stelle nell’unico teatro shakespeariano all’aperto d’Italia, il Licinium, che quest’anno prevede l’allestimento della commedia La dodicesima notte.

Nel dettaglio, il calendario della settimana.
Lunedì 22 e martedì 23 luglio gli allievi della Scuola di Agraria “San Vincenzo”, in collaborazione con i florovivaisti erbesi, saranno impegnati nell’allestimento dei giardini shakespeariani: zone verdi all’inglese che mescolano in maniera romantica e informale arbusti, fiori ed essenze citati in alcune opere rappresentate al Licinium. Frutto di una precisa ricerca botanico-letteraria, queste composizioni abbelliranno gli esterni di villa Candiani e potranno costituire un’attrazione in più per tutti i visitatori.

Mercoledì 24 luglio l’ormai tradizionale “mercoledì in piazza” – il ciclo di “notti bianche” che anima l’estate erbese – avrà per questa edizione una connotazione shakespeariana ‘a sorpresa’. I partecipanti avranno inoltre la possibilità di fare shopping fino a tarda ora approfittando dei negozi aperti per l’occasione; ascoltare buona musica, assaporare ottime bevande nei locali cittadini e pregustare l’atmosfera gioiosa dello spettacolo.

Da giovedì 25 luglio, e per le due serate successive, tornerà al Licinium l’atteso appuntamento estivo con il teatro. Con la regia dell’inglese John Pascoe, regista, scenografo e costumista di fama internazionale che ha diretto i maggiori artisti lirici nei più importanti teatri d’Opera del mondo, andrà infatti in scena La dodicesima notte, commedia tra le più brillanti del genio inglese.

Settima opera shakespeariana allestita al Licinium – dopo Sogno di una notte di mezza estate (2001), Romeo e Giulietta (2006), La Tempesta (2009), La Bisbetica domata (2010), Otello (2011), Antonio e Cleopatra (2012) – la commedia ha come temi di fondo la libertà e l’amore per la vita. Grazie alla sua posizione isolata e un po’ segreta all’interno della scenografia naturale del bosco, il teatro Licinium è la cornice ideale per far rivivere la silvestre Illiria, l’antica regione balcanica in cui è ambientata l’opera.
Tutte le serate (25-26-27 luglio – ore 21.30) saranno a ingresso libero per il pubblico, fino a esaurimento dei posti.

Prenotazione obbligatoria al 333 9306089 da lunedì a venerdì (9.30 – 12.30 e 14.00 – 19.00).
Per informazioni: www.teatrolicinium.it

Domenica 28 luglio: sin dal mattino la contrada di Erba Alta sarà animata da un ricco programma di eventi e manifestazioni, organizzati dal Comitato Amici di Erba Alta, in occasione della Festa Patronale di Santa Marta.
La giornata si concluderà con una “tavola shakespeariana” organizzata dalla Accademia dei Licini e allestita secondo i dettami dell’epoca nel Vialetto dei cipressi (Piazza Prepositurale), alle ore 19.30.
Il menù è ispirato al recupero di alcune ricette dell’epoca elisabettiana rivisitate con creatività ed eleganza da alcuni chef locali in base a precise ricerche storiche sull’alimentazione del tempo e utilizzando prodotti “eccellenti” del territorio.
La tavola imperiale, della lunghezza di oltre 100 metri, potrà ospitare fino a 200 commensali.
Costo: 25 euro.
Prenotazione obbligatoria allo 031 615 200 (lunedì/giovedì dalle 8 alle 20; martedì/venerdì dalle 8 alle 18; mercoledì dalle 8 alle 17).
Per informazioni: Accademia dei Licini info@accademiadeilicini.it – www.teatrolicinium.it

Published by:

Sardegna: Pula e la città fenicia di Nora

Sardegna: Pula e la città fenicia di Nora

Su Guventeddu

 

La Sardegna è una delle mete più ambite per l’estate 2013. In testa alla prenotazioni ed ai desiderata dei turisti italiani ma anche e sopratutto degli stranieri. Nell’isola il mare è pulito, la macchia mediterranea in questo periodo regala aromi leggiadri e nota è a tutti l’ospitalità locale. Una vacanza in terra di Sardegna ritempra e restituisce il sorriso!

Tra le mete più gettonate c’è Pula, cittadina di mare a sud ovest rispetto a Cagliari, ben collegata con il vicino Porto di Cagliari e con  lo scalo aeroportuale Mameli di Elmas.

Pula ha origini antichissime risalenti all’epoca fenicia e da poco è stata inserita in un itinerario culturale ed artistico riconosciuto dalla comunità Europea. A pochi chilometri da Pula sorge la bella , Nora è una delle più antiche fondazioni fenicie. La bella Nora nasce sui resti di un sito che risale all’epoca nuragica, poi subito dopo arrivano i fenici ed  infatti la prima stele che testimonia l’esistenza è   datata  prima metà dell’VIII secolo a.C. ed è stata posta a testimoniare la costruzione di un tempio da parte di un comandante fenicio.

Nora è situata su  un promontorio, proiettato al commercio marinaro, ma comunque riparato da eventuali attacchi esterni, proprio come tanti altri porti di antica fondazione. Nora si Si trova sul capo di Pula, separato dalla terraferma da un istmo che si estende in due punte: a ovest Sa Punta’ e Su Coloru, a est la Punta del Coltellazzo, di fronte all’isoletta omonima. La storia recente racconta che i  resti del sito sono stati scoperti quasi per caso, a fine ‘800, in seguito a una forte mareggiata, a poco a poco grazie a numerose campagne di scavo e studio Nora è tornata alla luce ma le campagne continuano perchè il sito ha ancora tanto da regalare.

Visitare Nora è un viaggio nel passato, un viaggio tra colori e sensazioni che solo qui in questo angolo di paradiso è possibile trovare, tra l’altro la cittadina fenicia è anche un Parco Archelogico fruibile grazie alle guide locali.

Il parco archeologico di Nora comprende almeno tre templi: quello del Coltellazzo (VI secolo), il più antico fra quelli conosciuti, il tempio di Eshmun, che appare nella sua veste, datagli nel V secolo, di un santuario aperto sullo sfondo del mare, e il tempio di Tanìt (IV secolo), sul colle più alto. I tre templi chiudevano il perimetro della città più antica: sotto il foro romano sono comparse le abitazioni di VII secolo a.C. Una parte della necropoli punica, ricca di corredi esposti al Museo, si può osservare lungo la strada di accesso al sito, mentre il tofet – l’area sacra – si trova sulla spiaggia dominata dalla chiesetta di Sant’Efisio. I resti fenici sono integrati nel tessuto della successiva città romana imperiale. Si ammirano resti ben conservati del teatro, dei luoghi di culto, delle terme, del foro, delle abitazioni signorili, dei mosaici, dell’acquedotto.

L’area è dominata dalla torre spagnola del Coltellazzo, in una posizione di grande valore paesaggistico. Se è aperta vale la pena salire fin su in cima. La vista sull’area archeologica, su mare e vegetazione circostante è davvero impagabile. Le fondazioni della torre poggiano sui resti di antiche strutture dell’acropoli di Nora, dette Castellas. Dalla seconda metà del XVI secolo la torre doveva difendere le insenature e le peschiere da assalti corsari ed era in contatto visivo con quelle di Cala D’Ostia, San Macario e del Diavolo.

Pula è un comune piccolo ma ai turisti può offrire molto: 20 chilometri di costa fra spiagge di sabbia bianca e baie in promontori rocciosi, 7mila ettari di foreste e la natura del vicino Parco nazionale del Sulcis. Le possibilità di soggiorno spaziano nel centro abitato dal B&B all’agriturismo, dall’hotel alle villette. Strutture tutte recenti che si affacciano direttamente sul mare o sulle piazzette della città, fra i negozietti di artigianato e le decine di locali: ristoranti tipici accanto a bar più moderni e di tendenza. Un’offerta che incontra le esigenze di diversi tipi di turisti, coppie e gruppi di amici ma sicuramente anche famiglie, dato che tutto è a dimensione d’uomo. La città si percorre a piedi, di sera nella piazza principale spesso si svolgono danze folkloristiche e non mancano le fiere e i mercatini, anche di gastronomia.

Le spiagge sono di grande bellezza: c’è quella riservata di Nora con la vicina laguna dove sostano e nidificano diverse specie di uccelli, in primis il raro gabbiano corso. Ci sono poi la spiaggia di Santa Margherita di Pula, adatta a famiglie grazie all’acqua poco profonda e alla sabbia e ai surfisti per via del vento; Cala d’Ostia, una caletta un po’ più selvaggia con sabbia chiara di grani e ghiaia con scogli di varia grandezza e acqua anche molto profonda; Pinus Village, in una caletta circondata da una fitta macchia mediterranea.

(fonte Ansa)

Published by: