EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

ALLA SCOPERTA DELL’ANTICA PAESTUM

Comment

Campania
Situata sulla penisola salernitana, Paestum ospita alcuni dei templi greci antichi meglio conservati al mondo. Pertanto, è giusto che questo antico complesso sia stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e un’attrazione principale per i visitatori in Italia.
Paestum ti incanterà con la sua atmosfera da vecchio mondo e la squisita architettura antica. È un “must visit” per i viaggiatori che stanno facendo un tour classico italiano! Il complesso è costituito da tre templi greci ossessionanti che si fondono naturalmente nella campagna italiana. Nel VI secolo, i coloni greci costruirono questi templi e la città che li circondava. La città fu prima chiamata Poseidonia, o la Città di Poseidone, e poi fu ribattezzata Paestum.
Durante il IX secolo, la malattia della malaria causò numerosidecessi e devastazioni alla popolazione. I sopravvissuti fuggirono dalla città e Paestum alla fine fu dimenticata. Dopo essere stati inosservati per diversi secoli, i templi di Paestum furono portati all’attenzione dell’opinione pubblica nel 18 ° secolo, quando fu costruita una strada attraverso l’area. Non ci è voluto molto perché storici e viaggiatori comprendessero l’importanza di Paestum e dei suoi Scavi (sito archeologico) nella storia umana e nell’architettura classica.

Il primo tempio che si erge orgogliosamente tra i resti dell’antica città era originariamente chiamato “Tempio di Hera”. In questi giorni, Ai giorni nostri spesso viene indicato come la “Basilica”. Costruito nel 530 a.C., è sicuramente il più antico tra le strutture del sito. Proprio accanto alla Basilica si trova l’enorme e ottimamente conservato Tempio di Nettuno, che si ritiene sia stato costruito nel 450 a.C.
Il Tempio di Nettuno è salutato come uno dei pochi templi greci più completi al mondo e potrà probabilmente essere il momento clou della vostra visita a Paestum. Il tempio non manca di stupire i viaggiatori con le sue colonne alte più di 9 metri, la trabeazione e i frontoni. La terza struttura, il tempio di Cerere, è la più piccola e la più giovane delle tre, essendo stata costruita intorno al 500 a.C. Dovrete camminare un po ‘più lontano dal sito principale per vedere questo tempio, che vanta 34 colonne intatte, ma l’esperienza vale la pena.
Il complesso del tempio copre una vasta area di terra, quindi ci vorranno circa due ore per esplorarlo completamente a piedi. Troverai Paestum molto panoramico in quanto il sito è idealmente situato in un lussureggiante terreno rurale. Appena fuori dal sito archeologico si trova una strada popolata da una fila di negozi di souvenir e bancarelle che servono bevande e snack. Accanto ai resti archeologici c’è un gruppo di edifici che è simile, ma non di dimensioni uguali, a un tipico villaggio italiano.
Questo gruppo presenta una piccola piazza, dove è possibile passeggiare, un ufficio informazioni turistiche, una bella chiesa e una fontanella. C’è anche un museo proprio di fronte al complesso del tempio che vale la pena esplorare. Se hai intenzione di rimanere a Paestum fino al tramonto, ti consigliamo di cenare in uno dei ristoranti della vicina Via Tavernelle.
Paestum archeologica è aperta dalle 8:45 del mattino fino al tramonto, che varia dalle 15:00 alle 18:30, a seconda del periodo dell’anno. L’ultimo ingresso è generalmente consentito un’ora prima dell’orario di chiusura. È possibile visitare il sito del patrimonio culturale in una gita di un giorno dalla Costiera Amalfitana, da Salerno e da Napoli, ma è anche gratificante soggiornare durante la notte a causa della sua atmosfera serena e magica con i suoi templi che sono splendidamente illuminati la sera.

 

Leave a Reply