EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Ad Albissola Marina personale di Sergio Sarri

Comment

Eventi Liguria
Ad Albissola Marina personale di Sergio Sarri

Ad Albissola Marina personale di Sergio SarriOMAGGIO A SARRI PER RICORDARE GLI ANNI D’ORO DELLA SFIDA ARTISTICA FRA CALICE ED ALBISSOLA
ALBISSOLA MARINA- Appuntamento da non perdere sabato 14 settembre ad Albissola Marina ( inaugurazione alle ore 18). A distanza di quarant’anni dalla ‘sfida’, non culturale, ma calcistica, tra artisti “calicesi” ed “albisolesi”, Sergio Sarri fa ritorno, carico di un curriculum eccezionale, ad Albissola Marina, con una personale fortemente voluta da Franco Balestrini, instancabile protagonista del settore da decenni. L’antologica, curata da Armando d’Amaro e Riccardo Zelatore, presenta una serie di opere, alcune inedite, altre già esposte in Europa e negli Stati Uniti.

Verrà presentato il Sarri creatore di irreali zone di confine fra l’autentico ed il vagheggiato, tipiche dell’artista torinese, in perenne ricerca e rielaborazione.“ Andataeritorno” è il titolo della mostra che vuole ricordare come negli anni Sessanta l’ incontrastato dominio di Albissola, già definita “Libera Repubblica delle Arti” da Marinetti, sbarcatovi con i futuristi negli anni Trenta-, viene minato dalla colonia calicese, che va espandendosi intorno ad Emilio Scanavino. “ A distanza di pochi chilometri – dice Armando D’ Amaro, uno dei curatori- l’uno sul mare, l’altro tra il verdeggiante entroterra, nei due borghi era un pullulare di pittori e ceramisti, che lavoravano confrontandosi anche con critici e letterati.

Una fucina continua di eventi, incontri nelle gallerie, o nelle case-studio, in scaturivano occasioni per scambi di idee, o forti litigi a suffragare grandi amicizie e tanta convivialità. Partite a bocce ed a biliardo, bagni, in mare o nel Pora, scherzi passati alla storia, colazioni al ‘Testa’ o mangiate da ‘Viola’. Insomma un’età aurea, un periodo unico: nel parlare con chi “c’era” si viene infatti travolti da un’onda di aneddoti”.

Allora non esisteva neppure una vera rivalità tra i due ‘luoghi artistici. Comunque per dare una qualche soddisfazione a chi ne era sostenitore, nei primi anni Settanta si organizzò una sfida, appunto non culturale ma calcistica, tra gli artisti delle due realtà, con ‘andata’ a Calice e ‘ritorno’ ad Albissola. “ Nelle fotografie dell’epoca – dice Mihaela Anitoaie, critica d’arte- Lam e Mondino, Fabbri e Sarri, Bocca e Arroyo, Rossello e Stefanoni, alcuni fra i tanti protagonisti di quell’epoca d’oro per l’arte ligure, sorridono tutti, ed a ragione. Giovani e meno giovani hanno contributo con il loro entusiasmo e le loro sfide a costruire un muro maestro della storia dell’arte, arte che influenzano ancora oggi. La personale che inaugureremo sabato 14 settembre è dedicata a Sergio Sarri, uno di quei grandi protagonisti”.

A distanza di quarant’anni Sergio Sarri che sostiene “allora anche a Calice c’era il mare” ritorna, portando con sé un curriculum eccezionale, ad Albissola Marina con una antologica al Centro Culturale d’Arte Contemporanea, curato da Riccardo Zelatore, di Franco Balestrini, appassionatamente attivo nel settore da decenni. Le opere in mostra testimoniano l’ invidiabile congruenza dell’artista torinese: i suoi ‘cicli’, colti e raffinati nell’esecuzione, si sono succeduti seguendo un progetto critico comunque fedele alla rappresentazione di ‘non luoghi’ retti dalle incoerenze sociali. Infatti Sergio, con mano assolutamente personale, pur rinnovandosi, da sempre ci illustra una realtà straordinaria, parallela ma referente all’effettiva, che ora confonde ora conferma le nostre certezze e le nostre inquietudini. La mostra resterà aperta fino al 12 ottobre con il seguente orario: tutti i giorni ( domenica esclusa) dalle 16 e 30 alle 18 e 30.
CLAUDIO ALMANZI

Leave a Reply