EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Daily Archives: September 11, 2015

In bicicletta per Verona

verona

La bicicletta rappresenta il mezzo ideale con cui visitare la città: il centro storico veronese è interamente limitato al traffico o dedicato ad area pedonale, è perciò possibile raggiungere agevolmente molte delle attrazioni storiche, monumenti e musei, pedalando su una due ruote!
Così, il teatro Romano, San Zeno, le porte veneziane e quelle austriache, oltre alle famosissime mura cinquecentesche con le porte monumentali di Porta Nuova, Porta San Zeno e Porta Palio ideate da Sanmicheli, sono raggiungibili grazie alle numerose piste ciclabili che sono state realizzate in tutto il territorio urbano.

Vari possono essere i punti di partenza per un ciclo-tour della città: ad esempio, partendo da Piazza Bra non si può che rimanere estasiati dall’Arena di Verona, magnificente teatro romano risalente al I sec. d.C..
Sulla piazza si affacciano altri edifici storici come palazzo Barbieri, attualmente sede del comune, palazzo della Gran Guardia, restaurato nel 2001 dove vengono allestite mostre e organizzati convegni.

Partendo da piazza Bra si ha inoltre la possibilità di visitare il museo del Lapidario Maffeiano, istituito nel 1745 che è tra i primi musei pubblici aperti in Europa, dove sono esposte preziose collezioni di epigrafia greca, etrusca, araba e romana.

Percorrendo via Roma si arriva al Castello Scaligero, che fungeva sia da residenza signorile che da punto di vedetta grazie alle sue torri per eventuali attacchi, attualmente adibito a museo. Successivamente sarà possibile visitare San Zeno, chiesa famosa per la sua facciata romanica e il suo incantevole chiostro.

Piazza delle Erbe, tra le più famose della città, è contorniata da una serie di palazzi storici come palazzo Maffei, la Domus Mercatorum, la Torre del Gardello oltre alle case cinquecentesche dei Mazzanti. Imboccando via della Costa si giunge in piazza dei Signori, circondata anche questa da palazzi di grande valore storico come la Loggia del Consiglio e il Palazzo del Governo.

Gli itinerari proposti possono essere percorsi in una giornata, ma data la bellezza e l’incanto offerti da Verona, non sarà difficile invece optare per qualche giorno di pernottamento in città; svariati sono infatti gli Hotel a Verona centro che consentono di godere anche delle prelibatezze che offre la rinomata cucina tipica veneta!

Published by:

Moltrasio Il lago di Como e le sue leggende

 

hotel-posta-moltrasio_060320121441073461Tra le più note leggende del lago di Como una delle più affascinanti è quella che racconta la storia della bella Ghita di Moltrasio.

La giovane di Moltrasio si attardò durante una visita ad alcuni parenti residenti nella vicina Cernobbio e nella via del ritorno si imbatte in un malintenzionato, un contrabbandiere svizzero. Quando il ceffo fece per afferrarla Ghita, confidando nel provvidenziale intervento della Madonna, saltò nel vicino dirupo. Fu così che vi cadde anche il malintenzionato, che non si incagliò provvidenzialmente come Ghita tra i rovi, ma precipitò nel lago.

Dal miracolo di Ghita di Moltrasio sembra che ogni volta che il “tempo mena burrasca..vedesi un fuoco errare” dove il contrabbandiere cadde.

La leggenda è stata scritta per la prima volta nel 1872 da Pier Ambrogio Curti nel suo libro Il lago di Como e il Pian d’Erba, ma può essere letta anche nella guida alle terre lariane scritta da Antonio Balbiani nel 1877.

Ambientata in uno dei più suggestivi paesi che costellano il Lago di Como, Moltrasio è una delle mete più visitate dai turisti. Intima e romantica la località offre uno scorcio unico sulle acque comasche.

Situata in un punto strategico, da Moltrasio è possibile raggiungere velocemente tutti i punti di interesse del lago di Como, da Cernobbio alla città di Como, dall’isola comacina a Bellagio, da Villa Erba a Villa Carlotta. Un centro storico che è cresciuto attorno alla cascata del torrente Pizzallo e che offre ai turisti le sue caratteristiche stradine che si aprono in bellissimi scorci.

Continue reading

Published by: