EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Daily Archives: September 30, 2013

A Roma per il Photographer Days – dal 18 al 27 ottobre 2013

A Roma per il Photographer Days - dal 18 al 27 ottobre 2013Debutta il prossimo 18 ottobre l’Edizione Romana dei Photographers Days nella sede di Visiva, la città dell’immagine in via Assisi 117 a Roma.
Photographers Days – fotomercatoLa manifestazione, diventata ormai un tradizionale ed irrinunciabile appuntamento per professionisti e amatori, si snodera’ nell’arco di un’intera settimana, tra il 18 e il 27 ottobre 2013.

Prodotti da Starring (editore di Photographers.it) e Visiva e studiati in collaborazione con Fotolia, Tutto Digitale e numerosi altri partner di rilievo nel settore della fotografia, i Photographers Days si propongono di offrire percorsi strutturati in modo da consentire una partecipazione attiva a diverse tipologie di utenti.

La formula studiata per questa seconda e completamente rinnovata edizione romana e’ volutamente originale e innovativa: saranno infatti messe a disposizione dei partecipanti 4 diverse tipologie di card che consentiranno l’ accesso a più contenuti.

Green Card – euro 15 (200 green card in prevendita online ad euro 7) – per tutti i Fotografi
Prevede l’accesso per tutta la durata della manifestazione ai diversi content definiti “pubblici”: Accesso gli opening delle mostre, al Mercato Fotografico, ai seminari pubblici , alle presentazioni/dibattito dei Curatori dei Festival , al live Show di sabato pomeriggio di Galimberti e ai Photographers Happy Seminar delle serate infrasettimanali

Blue Card – euro 70 – pensato per fotografi prosumer e professionisti con un occhio all’arte digitale
Prevede l’accesso ai content della Green Card + Accesso ai Model Sharing Fotolia + Accesso a uno dei due ulteriori seminari Pro selezionati + Uno slot per le selezioni progetti dei Curatori dei Festival (ogni slot da 20 minuti, 26 e 27 ottobre) + Uno slot per selezione progetti di Visiva (serale, tra il 21 e il 25 ottobre)

Silver Card – euro 120 – per chi vuole cimentarsi ulteriormente in shooting dedicati
Prevede l’accesso ai content della Blue Card + Accesso ad uno dei workshop sui grandi maestri tenuti da Ciampa)

Gold Card – euro 180 – per chi vuole condividere un workshop con uno dei maggiori maestri contemporanei
Prevede l’accesso ai content della Silver Card + Accesso al workshop con Maurizio Galimberti

Contenuti non compresi nelle card e prenotabili separatamente.
euro 7 – Partecipazione alla Maratona Fotografica.
euro 180 – Uno slot di Personal Photographers da due ore per due persone

Photographers Days – il gruppoPer i contenuti della Manifestazione rimandiamo al Programma completo ricordiamo solo il Mercato Fotografico Dell’usato e Antiquariato di Sabato 19 ottobre, la grande Maratona Fotografica di Domenica 20 sul tema di Vacanze romane, la nuova formula di Personal Photographer e le session di Model Sharing Fotolia, la grande mostra della Ten Collection, i contenuti sul video e cinema di Tutto Digitale e le Presentazioni, i Workshop e i Seminari dei numerosi partner presenti
Altra novita’ di rilievo nell’edizione di quest’anno saranno i Photographers Happy Seminar; da lunedi 21 a venerdi 25 ottobre, tutte le sere , dalle 19,00 alle 22,00 i Photographers Days proporranno, infatti, le serate pubbliche a tema, con la formula seminario + happy hour + discussione pubblica.

Sabato 26 ottobre la manifestazione raggiungerà il suo clou con il debutto di “Festival a Confronto”, l’iniziativa studiata da Gigliola Foschi che porterà curatori di Festival Italiani a confronto con curatori di Festival Stranieri.
Enrico Stefanelli di Photo Lux e Walter Liva di Spilimbergo Fotografia si confronteranno in due session pubbliche con due curatori di rassegne estere, Peggy Amison del Belfast Photo Festival e Miha Colner del Ljubljana Festival, con la gradita partecipazione di Marco Delogu del Festival Internazionale di Roma.

Published by:

Scoprire Siena: Il Palazzo Pubblico

Scoprire Siena: Il Palazzo PubblicoSiena città della luce, Siena città dalle mille bellezze, Siena, terra di tradizioni e di misticismo. Questa città nel cuore della Toscana possiede davvero mille volti e potrete scoprirli tutti grazie ad una vacanza, soggiornando in uno dei tanti hotel di Siena. Luogo del potere, in cui si svolgevano intrighi e tradimenti, il Palazzo Pubblico di Siena conserva ancora oggi un fascino immutato. A partire dal Governo dei Nove, nel 1300 quando Siena divenne bella e potente come la conosciamo noi, fino ad oggi, tutti coloro che hanno governato a Siena hanno risieduto in questo antico palazzo.

Considerato uno dei palazzi civili più bello d’Italia, il Palazzo Pubblico di Siena vi lascerà a bocca aperta grazie alla sua maestosità e all’armonia sprigionata dalle sue mura.
Una bellezza straordinaria che spinse il Governo cittadino a emanare un editto in cui si obbligavano tutti i proprietari delle case di Piazza del Campo a realizzare i palazzi seguendo sempre lo stile del Palazzo Pubblico. L’unica regola però era che i palazzi non dovevano essere più belli e grandiosi del Palazzo Pubblico. All’interno delle sue mura potrete poi scoprire il Museo Civico di Siena, ricco di tesori preziosissimi, come i famosi affreschi di Ambrogio Lorenzetti che rappresentavano l’Allegoria del Buono e Cattivo Governo.

Assolutamente da vedere anche La Maestà realizzato da Simone Martini, che i Nove governanti di Siena nel 1300 fecero dipingere come segno di devozione nei confronti della Vergine Maria. Una meraviglia che davvero non potete perdervi, dunque correte e andate a prenotare subito il vostro hotel a Siena.

Published by:

Poesia d’Autunno a Lisbona, una crociera a bordo della MSC Poesia

Poesia d'Autunno a Lisbona, una crociera a bordo della MSC PoesiaCon la stagione invernale, arriva sul mercato un nuovo prodotto targato King Holidays, in grado di offrire una valida alternativa alla tradizionale offerta di pacchetti vacanza. Un modo nuovo di viaggiare, che nasce dall’abbinamento di due formule consolidate: da un lato il city break, il piacere della scoperta di una città e della sua atmosfera in totale libertà, dall’altro il lusso e il comfort della crociera.

“Poesia d’Autunno e Lisbona” – questo il titolo del nuovo pacchetto di 8 giorni – abbina un soggiorno a Lisbona con una crociera a bordo di MSC Poesia. La partenza è fissata per il 29 ottobre da Venezia, Roma e Milano, con volo di linea per la capitale lusitana, dove si soggiorna per 2 notti. Sono inclusi i trasferimenti in hotel, le prime colazioni e una visita guidata della città, durante la quale si potranno scoprire tutti i principali punti di attrazione: il quartiere di Belem, il Padrao dos Descombrimentos, il quartiere dell’Alfama, la Cattedrale e il monastero di Jeronimos. Il terzo giorno è previsto l’imbarco sulla nave proprio al porto di Lisbona, da dove si parte per una crociera di 6 giorni, che toccherà Casablanca e Barcellona, prima di fare rotta verso Genova, dove è previsto lo sbarco e il trasferimento in treno verso le città di provenienza.

Il pacchetto prevede un comodo hotel 4 stelle centrale a Lisbona con prima colazione e la sistemazione in cabine doppie interne a bordo di MSC Poesia, con trattamento di pensione completa e accesso ai servizi offerti a bordo.

“Poesia d’Autunno e Lisbona” è solo il primo di una serie di pacchetti attualmente allo studio: in tutti i casi è previsto l’abbinamento di un soggiorno breve con una minicrociera lungo alcuni degli itinerari più suggestivi del Mediterraneo, inclusa qualche divagazione in Medio Oriente.

PACCHETTO POESIA D’AUTUNNO E LISBONA
Partenza 29 ottobre da Venezia, Milano, Roma
Itinerario di 8 giorni: Lisbona, Casablanca, Barcellona, Genova

Da Milano  quote a partire da 599 euro a persona.
Da Venezia  quote a partire da 649 euro a persona.
Da Roma  quote a partire da 699 euro a persona.

Le quote comprendono: volo di linea per Lisbona con franchigia bagaglio, tasse aeroportuali (nella misura di € 150 soggette a variazione alla prenotazione), tasse portuali, 2 pernottamenti in camera doppia a Lisbona in hotel cat. 4* con prima colazione, 5 pernottamenti in cabina interna doppia su MSC Poesia con trattamento di pensione completa, programma di trasferimenti, visite  ed escursioni a Lisbona inclusi ingressi ai monumenti principali, assistenza in loco, passaggio ferroviario in 2° classe (Intercity e/o Freccia Argento) per la città di provenienza.

Published by:

Festa della Noce dal 4 al 6 Ottobre a Motta Camastra, Messina

Festa della Noce dal 4 al 6 Ottobre a Motta Camastra, MessinaFesta della Noce dal 4 al 6 Ottobre a Motta Camastra, Messina. Nella splendida cornice del centro storico di Motta Camastra, tra i paesaggi delle gole dell’Alcantara, è giunta alla sua undicesima  edizione la Festa della Noce. I momenti più salienti della festa sono Venerdì, Sabato e Domenica sera.

Tra i vicoli del paese protagonisti gli antichi sapori e i prodotti a base di noce, frutto di cui Motta Camastra è il maggiore produttore della zona.
Le degustazione accompagnano numerosi turisti tra le viuzze del borgo  alla scoperta delle tradizioni del luogo.

Come di consueto la festa sarà l’occasione per conoscere non solo la noce, ma per scoprire e riscoprire tutto il vasto mondo delle tradizioni e della cultura contadina di questo angolo di Sicilia. Alle molteplici degustazioni di prodotti a base di noce, formaggi, salumi, insaccati e altre specialità locali negli stand gastronomici allestiti per le vie del paese, si affiancheranno spettacoli musicali e folkloristici e altre specialità locali negli stand gastronomici allestiti per le vie del paese, si affiancheranno spettacoli musicali e folkloristici.

Published by:

Roma: al Teatro Salauno, dall’11 al 21 ottobre, “Notte d’inverno con signora e fantasmi”

Roma: al Teatro Salauno, dall'11 al 21 ottobre, "Notte d'inverno con signora e fantasmi"Dall’11 al 27 Ottobre 2013 SALAUNO TEATRO, Piazza di Porta San Giovanni, 10 – Roma: 

Martedi – Giovedi – Venerdì – Sabato ore 21

Mercoledi – Domenica ore 17.30

Nella sua autobiografia, Edith Wharton dichiara di essere stata ossessionata per diversi anni, nella sua adolescenza, da un’assurda paura del soprannaturale, come pure narra della strana, ambigua (e in fondo divertita, vissuta come una sorta di antidoto agli autentici timori) fascinazione costantemente provata dinanzi a prestigiatori, ventriloqui, illusionisti e “maghi”  di ogni genere… Anche per questo, forse, la scrittrice frequentò, sia pure in modo sporadico, il genere tipicamente anglosassone della ghost story, iniziando a “cimentarsi con l’altrove” nel 1909 e continuando a più riprese fino al 1937, anno della sua morte. Le sue “storie di fantasmi”, dunque, punteggiano come una sorta di controcanto una vasta produzione di cui non sono certo un aspetto marginale, rivelandosi profondamente innovative, abolendo qualsiasi effetto à sensation per immettere nell’assoluta “normalità l’evento “disturbante”:  filo conduttore l’ironia, il gioco, l’incredulità e al tempo stesso la meraviglia per i tanti enigmi che la realtà propone a ogni passo…

Attingendo a questi materiali  letterari e biografici, Riccardo Reim mette in scena – facendo proprio il salutare distacco ironico dell’autrice – uno spettacolo che si pone come una sorta di percorso “altro” della mente: nella Parigi degli anni ’20 Madame Edith varca casualmente la porta di un piccolo locale dove si esibiscono curiosi personaggi (semplici ciarlatani?…) che sembrano appartenere a un altro mondo ed evocano, quasi senza volere, inquietanti ricordi – se di tali si tratta… Passato e presente (e futuro?…) vanno a sovrapporsi confondendosi, e d’un tratto ci si accorge che, insensibilmente, una crepa si è aperta chissà quando e come nel solido muro della realtà, rivelando insospettabili, angosciosi “vuoti” che vanno a violare la più rigida, indiscutibile e rassicurante delle nostre convenzioni: quella che sancisce la separazione tra noi e la “zona dell’ombra”, ovvero il mondo dei vivi e quello dei morti.

Protagonista dello spettacolo è Elisabetta De Palo (che con Reim ha una ormai lunga e collaudata consuetudine di lavoro), affiancata da Danilo Celli nonché dal ventriloquo e illusionista (autentico) Andrea Marfori (‘Scapinelli’) con la sua partner Marta Farra, qui anche nell’insolita veste di attori.

Published by:

Sagra del Fungo dell’Etna a Pedara

Sagra del Fungo dell'Etna a PedaraFesta D’Autunno, Sagra dei  prodotti tipici dell’Etna, al Parco Angelo D’arrigo di Pedara in provincia di Catania.

Edizione 2013 dal 4 al 27 ottobre, Festa D’Autunno, Sagra dei  prodotti tipici dell’Etna, in tutti i sabati e le domeniche di ottobre , degustazione dei piatti tipici, esposizioni, mostre ed esibizioni. Si potranno gustare prelibatezze a base di funghi, dai classici risotti a piatti speciali come il kebab con funghi e i migliori piatti tipici del territorio, con ampio utilizzo di uva, miele e mele che qui acquisiscono dolcezza e sapore unici.

In programma anche degustazioni di mostarde e vini, spettacoli folkloristici e musicali, incontri a tema ed esposizioni

 

 

Tutti i sabati e domeniche ottobre dalla 19 alle 24; domenica apertura SIN DAL PRANZO dalle 11.30 alle 16.00

 

Published by:

Milano,Teatro Martinitt La Sposa della Nunziata Spettacolo di beneficienza

Milano,Teatro Martinitt La Sposa della Nunziata Spettacolo di beneficienzaLa Sposa della ‘Nunziata, rappresentazione teatrale a sostegno dell’Istituto Martinitt e Stelline

Serata a scopo benefico martedì 1° ottobre, alle ore 21, al Teatro Martinitt (via Pitteri, 58 – Milano) dove, per sostenere l’Istituto Martinitt e Stelline, verrà messa in scena La sposa della ‘Nunziata.

 Scritta e diretta da Edmondo Capecelatro, la commedia in due atti racconta usanze e vicende legate al destino delle giovani orfane ospiti dell’orfanotrofio dell’Annunziata di Napoli che, come il milanese Istituto dei Martinitt, ha accolto per secoli l’infanzia abbandonata.

 L’opera, messa in scena dalla compagnia Il Teatro degli oziosi, apre l’anno lionistico del Distretto Lions 108 Ib4 del Service Nazionale che dedicherà parte della propria attività associativa al tema degli abusi sui minori.

 Nel primo atto della commedia rivive la “cerimonia del fazzoletto”, usanza che ricorreva ogni 25 marzo in occasione della festa della Santissima Annunziata, utilizzata per trovare marito alle orfane in età da matrimonio. In quell’occasione i pretendenti dovevano lanciare alla giovane prescelta un fazzoletto bianco, il gesto di raccoglierlo da parte della fanciulla diventava simbolo dell’accettazione del legame matrimoniale.

 Nel secondo atto della commedia il fulcro della narrazione si sposta in casa di una delle ragazze scelte in sposa e, attraverso una serie vicende e rivelazioni, porta a riflettere sui motivi che spingono un uomo non più giovane, ma benestante, a prendere in moglie un’orfana sconosciuta.

  La serata è a ingresso libero con donazione.

Il ricavato sarà devoluto a favore dell’Istituto Martinitt e Stelline.

 Per info e prenotazioni:

capecelatroroberta@yahoo.it – tel. 333 7206206

mirabellafelice@gmail.com – tel. 392 9325947

Published by:

Genova 12 ottobre I chiostri del tempo di Colombo

Genova 12 ottobre I chiostri del tempo di ColomboGenova 12 ottobre I chiostri del tempo di ColomboSabato 12 ottobre si tiene a Genova la manifestazione .

I Chiostri del tempo di Cristoforo Colombo il corteo storico itinerante tra musica, poesia, teatro, tradizioni nella città tra antichi chiostri per un salto indietro nel tempo.

Un itinerario attraverso gli antichi chiostri nella Genova del XV secolo dove Cristoforo Colombo trascorse parte della sua vita.

La giornata sarà scandita in tappe significative per ripercorrere momenti di vita del famoso navigatore genovese. Si parte dal Chiostro di Sant’Andrea (attiguo alla cosiddetta Casa di Colombo), dove  tamburini e chiarine introdurranno l’araldo che leggerà l’atto notarile con il quale venne data, nel 1455, una casa-bottega a Domenico Colombo lanaiuolo, padre di Cristoforo, in contrada Sant’Andrea nel borgo di Santo Stefano

Al Chiostro di San Matteo e al sagrato della chiesa , si potranno invece incontrare cavalieri, nobili e cortigiani che formeranno una corte rinascimentale per una rappresentazione teatrale rievocante l’ammutinamento dell’equipaggio di Colombo durante il viaggio di scoperta.

Successivamente un messo recherà una lettera di Colombo (27 dicembre 1504) indirizzata al conte Fieschi.

Al Chiostro dei Canonici di San Lorenzo si potrà visitare il Museo Diocesano con le reliquie di San Giovanni Battista che vennero deposte nella chiesa del Santo Sepolcro e poi traslate a San Lorenzo.

Proprio a San Giovanni Battista Colombo, intitolò l’isola di Portorico da lui scoperta. Nel Chiostro il Centro Didattico Culturale Musicainsieme effettuerà un preludio musicale dedicato a San Giovanni Battista, a cui seguirà la  lettura di poesie di madrigalisti.

 

Published by: