EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Daily Archives: September 8, 2013

Settembre a zonzo per i parchi

Settembre a zonzo per i parchiPer un week end settembrino e vista la mitezza del clima, perché non visitare i bellissimi parchi che si trovano nel nostro Paese? Ce n’è sono due che, quest’anno, hanno vinto il concorso il Parco più belli d’Italia:  il Giardino della Villa Medicea di Castello e il Parco Giardino Sigurtà, a Valeggio sul Mincio, due bellissimi angoli di Eden del nostro Paese.

Il Giardino della Villa Medicea di Castello si trova sulle colline toscane, vicino a Firenze ed è un bellissimo esempio di giardino all’italiana. Il giardino, che circonda la villa medicea di proprietà dell’Accademia della Crusca, è disposto su tre terrazze digradanti verso il retro della villa. Sulla prima terrazza spiccano sedici aiuole bellissime con al centro una fontana raffigurante Ercole ed Anteo, attorno alla quale sono disposte pregevoli sculture classiche.

La seconda è chiamata anche il Giardino degli Agrumi, per via delle circa 500 piante di agrumi ornamentali in vaso, molto antichi e pregiati, frutto di innesti fatti durante il periodo mediceo. Infine, nel terzo troviamo uno dei più suggestivi esempi di architettura ambientale cinquecentesca: la Grotta degli Animali. All’interno si trovano tre vasche marmoree, ognuna  sormontata da gruppi di animali scolpiti in pietre diverse, dai quali sgorgano zampilli che creano bellissimi giochi d’acqua.

Il Parco Giardino Sigurtà a Valeggio sul Mincio, invece, con suoi seicentomila metri quadrati di tappeti erbosi, che ospitano varietà floreali e botaniche uniche, è situato sulle colline moreniche che circondano il lago di Garda. All’interno, oltre a stupendi scorci panoramici, si può  passeggiare a piedi nudi sull’enorme prato, al centro del quale si trovano i Laghetti Fioriti con varietà floreali, Metasequoie e un romantico Salice Piangente. Ma ciò che da più pregio al parco, sono  le cinque grandi fioriture che si susseguono nel corso delle stagioni: Tulipani, Iris, Rose, Ninfee e Aster. Inoltre, al suo interno, si tengono moltissimi eventi culturali dedicati al pubblico di ogni età.

Published by:

Weekend di settembre ad Orvieto

Weekend di settembre ad OrvietoOrvieto, una città ricca di storia che ben si sposa con un weekend di settembre. Orvieto,siamo al centro dell’Umbria, dove la città sorge sopra una rupe di tufo ed altro materiale vulcanico, poggiante su un basamento di argilla.
Fu l’azione eruttiva di alcuni vulcani a creare questa enorme piattaforma in tufo, che si innalza dai venti ai cinquanta metri rispetto al piano della campagna.
Un viaggio, quello alla scoperta di Orvieto, che è in grado di aprire uno scrigno di storia, bellezze naturali e luoghi incantati che hanno avuto origine dalla civiltà etrusca e romana.

Per apprezzare l’eccezionale panoramicità della città vale la pena di salire sulla sommità della duecentesca Torre del Moro, il punto più alto e centrale di Orvieto, da cui lo sguardo si perde tra il verdeggiante orizzonte che la circonda. sarà una tappa quasi obbligata per spingervi ad entrare nel cuore della città.

Il cuore dei Orvieto è Piazza del Duomo, su cui si affacciano antichi Palazzi e l’imponente struttura del Duomo. La sua facciata gotica, imponente e bellissima, custodisce uno spazio interno suggestivo, con la cappella di San Brizio, gli angeli dipinti da Beato Angelico sulle vele del soffitto gli affreschi alle pareti e i capolavori di Luca Signorelli.

A pochi chilometri dal centro città sorge la necropoli etrusca e i surreali borghi tufacei di Civita e Bagnoregio.

Tra i luoghi da vedere, spicca il Museo dell’Opera del Duomo, situato all’interno del Palazzo papale e ospita antichità del periodo etrusco, quali sarcofagi, statuette e decorazioni, una sezione dedicata all’oreficeria medievale e un’altra dedicata ad opere di scultura, come quelle di Arnolfo di Cambio, e opere di pittura, tra le quali la Madonna e il polittico di Simone Martini.
Da vedere anche le terracotte invetriate di Della Robbia.

La Città Sotterranea è l’altra Orvieto, quella che sorge nel cuore del quartiere medievale, nascosta sotto la città : grotte, cunicoli, gallerie, antichi frantoi, sono le tappe di un viaggio “sotterraneo” da non perdere per ripercorrere.

Orvieto è il famoso il Pozzo di San Patrizio, sito accanto ai giardini comunali che si trovano all’interno della Fortezza dell’Albornoz. Profondo 62 metri, ha un diametro di 13,5 metri. Tutt’attorno si snodano due scale a chiocciola elicoidali che non si incontrano mai; le due scalinate, composte da 248 gradini ognuna, ricevono luce da 72 finestre creando un’atmosfera surreale.

Infine qualche notizia gastronomica: il piccione, la “palomba alla leccarda” ed il “pollo alla cacciatora” sono tra i piatti più antichi e tipici della città; come dessert vi consigliamo di provare i ciambelloni con l’anice. Ma Orvieto è conosciuta soprattutto per il vino: Grechetto, Trebbiano e Sangiovese.

Published by:

“Mestre in Centro” Tutti gli appuntamenti e la Maratonina

"Mestre in Centro" Tutti gli appuntamenti e la Maratonina“Mestre in Centro”, una rassegna di appuntamenti da non perdere con la musica, la letteratura, gli spettacoli. Saranno più di 50 gli eventi distribuiti in 4 giornate, 70 relatori provenienti da tutta Italia, 6 location principali attrezzate nel centro di Mestre per ospitare incontri e performance. 

A Mestre, come è ormai tradizione, anche quest’anno si rinnova  la manifestazione sportiva  ‘Maratonina di Mestre – Correre insieme’ promossa nell’ambito del programma di “Mestre in Centro” e della manifestazione “StimoloSport”. L’obiettivo è di raccogliere fondi a favore della Fondazione Avapo (Associazione volontari pazienti oncologici)  . Molti gli eventi prima della Maratonina.

Programma

Lunedì 9 settembre, Piazza Ferretto ore18.30

FANFARE MUNICIPALE LUXEMBOURG-BONNEVOIE

Lunedì 9 Settembre dalle ore 21.00 alle ore 24.00 in Via Palazzo. A cura della Municipalità di Mestre Carpenedo e della Polisportiva Libertas, Sezione Tango Social. saranno presenti maestri/e e allievi/e del territorio

Martedì 10 settembre, ore 18.00, in Piazzetta Pellicani a Mestre, Michele Giuttari presenterà Il cuore oscuro di Firenze (Rizzoli). L’incontro avviene nell’ambito della sezione “libri&autori” di Mestre in Centro, organizzato dal Comune di Venezia in collaborazione con l’Associazione Cuore di Carta e laFeltrinelli.

Interviene il giornalista Maurizio Danese. In caso di pioggia l’incontro si terrà nello spazio coperto in Piazza Ferretto.

Mercoledì 11 settembre, ore 18.00, in Piazzetta Pellicani a Mestre, Massimo Carlotto presenterà “Le vendicatrici “(Einaudi). L’incontro avviene nell’ambito della sezione “libri&autori” di Mestre in Centro, organizzato dal Comune di Venezia in collaborazione con l’Associazione Cuore di Carta e laFeltrinelli.

Interverrà il giornalista Maurizio Danese.

In caso di pioggia l’incontro si terrà nello spazio coperto in Piazza Ferretto.

Giovedì 12 settembre, ore 18.00, in Piazzetta Pellicani a Mestre, Antonella Gatti Bardelli presenterà “Il cielo capovolto” (Bompiani). L’incontro avviene nell’ambito della sezione “libri&autori” di Mestre in Centro, organizzato dal Comune di Venezia in collaborazione con l’Associazione Cuore di Carta e laFeltrinelli.

Venerdì 13 settembre, ore 18.00, in Piazzetta Pellicani a Mestre, Pino Roveredo presenterà “Mio padre votava Berlinguer “(Bompiani). L’incontro avviene nell’ambito della sezione “libri&autori” di Mestre in Centro organizzato dal Comune di Venezia in collaborazione con l’Associazione Cuore di Carta e laFeltrinelli. Interverrà il giornalista Fabio Bozzato.

In caso di pioggia l’incontro si terrà nello spazio coperto in Piazza Ferretto.

Dal 13 al 15 Settembre: Le Pro Loco in Piazza Piazza Ferretto, a cura del Consorzio Pro Loco del Decumano

13 settembre ore 18.00 PREMIAZIONE “I CONCORSO MUSICISTI DEL TERRITORIO VENEZIANO: UNA TRADIZIONE”

Piazzetta Coin

a cura del Comitato Interclub dei Clubs Service di Venezia-Mestre

Venerdì 13 settembre ore 20.30

Piazza Ferretto ORCHESTRA DEI FIATI DEL VENETO A cura delle Pro Loco Del Decumano

Sabato 14 settembre I sabati di Via Mestrina – Esposizione di autovetture Fiat 500

a cura di Ascom Mestre in collaborazione con Coordinamento Di Mestre del Fiat 500 Club Italia

Sabato 14 settembre, ore 17.00, in Piazzetta Pellicani a Mestre, Cristoforo Gorno presenterà “In me io mi salvo “(Imprimatur). L’incontro avviene nell’ambito della sezione “libri&autori” di Mestre in Centro, organizzato dal Comune di Venezia in collaborazione con l’Associazione Cuore di Carta e laFeltrinelli.

Sabato 14 settembre, ore 18.00, in Piazzetta Pellicani a Mestre, Mario Tozzi presenterà “Pianeta terra ultimo atto” (Rizzoli). L’incontro avviene nell’ambito della sezione “libri&autori” di Mestre in Centro, organizzato dal Comune di Venezia in collaborazione con l’Associazione Cuore di Carta e laFeltrinelli

Sabato 14 settembre, dalle ore 9.30 Piazza Ferretto BANDE MUSICALI IN PIAZZA: 90 anni della Banda di Tessera. Con la partecipazione della Banda di Tessera, Banda di Mirano e Banda di Chioggia

Sabato 14 settembre Piazza Ferretto dalle ore 15.00 StimoLaDanza. A cura della Municipalità di Mestre-Carpenedo e della Polisportiva T. Bevilacqua. Saranno presenti maestri/e e allievi/e delle Associazioni di danza sportiva del Territorio

Domenica 15 Settembre Partenza e arrivo in Piazza Ferretto – La Maratonina di Mestre – Correre Insieme

Ritrovo alle ore 8.00

Corsa podistica non competitiva aperta a tutti/e di km 6,5, 13 e 21 e Nordic Walking per km 6,5 e13.

Il ricavato dell’iscrizione alla Maratonina di Mestre sarà devoluto all’Associazione Volontari Pazienti Oncologici AVAPO e Vodafone raddoppierà il ricavato a favore dell’Associazione.

A cura della Municipalità di Mestre-Carpenedo e Gestione tecnica Associazione Rosso Veneziano e Uisp-Sportpertutti- Comitato di Venezia

Domenica 15 settembre ore 15.30 Piazza Ferretto, Via Palazzo, Via Mestrina, Via San Girolamo

MARCHING’ BAND & STREET BAND

Protagoniste di questo evento sono 4 bands: suonano muovendosi tra le vie del centro coinvolgendo spettatori e passanti con performance da ascoltare, da vedere, da ballare…

Published by: