EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Daily Archives: July 30, 2013

La fresca estate dei Paesi Nordici

La fresca estate dei Paesi NordiciSe l’ondata di caldo africano nel weekend ha fatto desiderare fughe verso climi più miti, la piacevole sorpresa di un lunedì a base di nuvoloni, piogge e aria fresca ha confermato la nostalgia del freddo che puntuale arriva nel bel mezzo dell’estate.

Per trovare una meta ideale non serve arrampicarsi sul cucuzzolo di una montagna: lastminute.com segnala quattro offerte per i paesi Nordici che uniscono mare, arte, avventura e soprattutto… aria fresca.

L’Islanda è il luogo ideale per tutti coloro che vogliono godersi panorami mozzafiato in una natura incontaminata. Per andare alla scoperta di quest’isola, lastminute.com propone il “Tour fly & drive Iceland express” in tipologia guesthouse con trattamento pernottamento e prima colazione. Le partenze sono programma te per il 5 e 14 agosto da Milano Malpensa. Il prezzo per persona è a partire da € 1.554 e include volo + trasferimento + soggiorno 7 notti – 2 adulti in 1 doppia + costi accessori.

Per tutti coloro che preferiscono panorami più urbani, lastminute.com offre tre occasioni da non perdere presso le principali capitali nordiche:

dal 31 luglio al 4 agosto, è possibile pernottare all’hotel 5 stelle Hilton Helsinki Strand di Helsinki con il 40% di sconto; prezzo a partire da 430€* totali per l’intero soggiorno in camera doppia;

dal 14 al 18 agosto, si può pernottare con il 10% di sconto presso l’hotel 5 stelle Radisson Blu Strand Hotel di Stoccolma, per un prezzo di 1.005€* per l’intero soggiorno in camera doppia;

dal 28 agosto al 1° settembre, è previsto uno sconto del 30% presso l’Hotel Imperial di Copenhagen, quattro stelle, per un costo totale di 875€* per l’intero soggiorno in camera doppia.

Per prenotazioni, visitare  www.lastminute.com

*Prezzi disponibili al momento del rilascio del comunicato

Press Contacts

lastminute.com Annamaria Calderaro, annamaria.calderaro@lastminute.com                            Tel. 02 67 19 19  43

Mirandola Comunicazione

Marco Ferrario – Laura Avanzi                                                          marco.ferrario@mirandola.netlaura@mirandola.net                                                                            Cell. +39 320 7910162 +39 329 3978804                                                                                                         Ufficio 0524 574708

 

Published by:

2013: le vacanze degli italiani

2013: le vacanze degli italianiItaliani in vacanza, popolo di santi, poeti e traditori? No, non è la solita statistica su quanti tradimenti si consumano durante le ferie estive che, per altro, sono sempre più brevi e per molti sono già finite (l’80% delle vacanze 2013 dura tra i 7 e i 15 giorni): è, invece, la fotografia scattata dall’Osservatorio Europcar-Doxa 2013 sugli Stili di vacanza degli italiani, che ha rivelato come ben quattro italiani su dieci sarebbero disposti a cambiare la destinazione scelta per le vacanze davanti a un’offerta simile per attività e servizi, se scontata anche solo del 10%. Un numero di “traditori” che sale a quasi il 50% tra i curiosi che ricercano posti nuovi ogni anno.

Segno della crisi? In parte sì, sicuramente, ma l’Osservatorio Europcar, che si basa sull’autorevolezza dell’Istituto Doxa, ha scoperto anche altro sulle vacanze degli italiani nel 2013. Innanzitutto che, dopo anni di caduta libera – dal 56% nel 2010, al 49% nel 2011, fino al 43% nel 2012 (-13% totale) – il numero dei vacanzieri si stabilizza e sale, seppur di poco, al 44% degli italiani. Che gli italiani, quando scelgono dove andare in vacanza, si dividono tra i curiosi in cerca di località completamente nuove (36%), i prudenti (35%) che privilegiano luoghi già visitati una (12%) o più volte (23%) e gli abitudinari, che tornano sempre nello stesso posto (29%). La ricerca mette in evidenza come cresca sempre più l’attenzione per le attività che si possono svolgere una volta a destinazione (il 21% dichiara che sceglie dove andare in base alle attività da praticare, il 12% mette sullo stesso piano località e attività) e che i vacanzieri italiani sono attivi, se è vero che ben il 94% si dedicherà ad almeno un’attività sportiva, culturale, escursioni, hobby o altro durante le proprie vacanze. E per un terzo dei vacanzieri si tratta di una passione da praticare solo in questo periodo.

Dunque la destinazione è importante ma si trasforma in un “contenitore” dentro il quale trovare eventi di vario tipo, percorsi enogastronomici o naturalistici, locali più o meno di tendenza dove di sviluppare nuove relazioni: un aspetto, quest’ultimo, che diventa sempre più importante, perché per quasi i tre quarti di chi si muove da casa (72%) la vacanza è sinonimo di aggregazione e socialità. Italiani compagnoni? Forse dovremmo parlare di italiani sempre più social-evoli, se è vero che 2 su 10, soprattutto tra 15 e i 34 anni, si affidano ai social network anche durante la vacanza per trovare in loco compagni che condividono le stesse passioni.

Una cosa è certa: per gli italiani, quello che conta in vacanza è ‘cosa si fa’ e ‘in compagnia di chi’, e non tanto dove lo si fa. Ecco perché si “tradisce”: le destinazioni che sembrano tutte uguali e non sono in grado di attrarre un target specifico, corrono il rischio di sostituzione, come lo chiamano i guru del marketing territoriale (che per fortuna non scrivono sui giornali di gossip). Fuor di scherzo, sono temi sui quali è utile riflettere al più presto, soprattutto in Italia che, pur essendo “unica e distintiva”, subisce la concorrenza di mète vicine e più abbordabili.

Ma quelli che partono, dove vanno? All’estero, appunto, per il  26% (era il 19% nel 2012) con preferenza per le destinazioni low cost come Spagna, Grecia, Croazia che, insieme, pesano per circa il 50% delle destinazioni straniere.; e in Italia per il 73%, con la Puglia ancora prima regione, seguita da Toscana e da, ex aequo, Sardegna e Liguria. E naturalmente, mare  (67%), montagna (18%), città d’arte (6%) e tour (3%) a pari merito con lago, campagna o altre destinazioni. Enti di promozione turistica attenzione: per tradire basta poco, il 10%.

Published by:

Effetto Royal Baby: voli last minute per Londra

Effetto Royal Baby: voli last minute per LondraOra che George Alexander Louis è stato finalmente salutato da britannici e fan della famiglia reale inglese di tutto il mondo, forse Londra vedrà calare lo spasmodico afflusso di turisti dei giorni scorsi. Si parla, infatti, una vera e propria marea umana, vedendo il picco di prenotazioni di voli rilevato da lastminute.com nei giorni scorsi: +17% per un aumento complessivo del 118% anno su anno di voli acquistati dall’Italia verso il Regno Unito e del 13% per le prenotazioni alberghiere nel corso della settimana appena chiusa. Inoltre, lastminute.com prevede che l’arrivo di quest’ultima testa coronata, incrementerà il movimento del mercato alberghiero, con un +30% stimato per quanto riguarda l’occupazione di camere in queste settimane a ridosso della nascita dell’erede inglese.

A partire dal matrimonio da favola di Kate Middleton e del futuro re inglese William, i viaggi verso Londra sono in costante aumento e la nascita di loro figlio, il “Royal Baby”, s’inserisce quindi in questo contesto, portando con sé un’ulteriore spinta a questo trend. Curiosamente, tra i paesi europei presi in considerazione da lastminute.com*, l’Italia sembra essere quello con il gruppo più nutrito di fan della famiglia reale, come dimostrato dal picco del 118% di prenotazioni aeree anno su anno (+17% nella settimana scorsa), mentre i “cugini” francesi hanno accolto più freddamente il nuovo nato, con un timido +12% .

Risulta invece che coloro che sono rimasti a Londra, siano meno eccitati dall’arrivo del futuro Re. lastminute.com ha, infatti, rilevato una crescita del 41% annuo nelle prenotazioni effettuate dai londinesi per viaggi in partenza dalla capitale nel corso dell’ultima settimana. Sembra che le persone residenti a Londra stiano scegliendo di scappare dal can can mediatico generato dal Royal Baby andando all’estero, con Barcellona e Amsterdam come principali destinazioni per questa fuga; i pernottamenti presso le due città nel corso di questa settimana sono cresciuti rispettivamente del 37 e del 13%.

Francesca Benati, AD lastminute.com per Italia e Spagna, afferma: “l’andamento delle nostre prenotazioni mostra come anche tra gli italiani sia scattata una vera e propria febbre da Royal Baby. Di certo, non capita tutti i giorni che nasca un nuovo Re e questo ha avuto risvolti anche sul settore dei viaggi. Londra è una città stupenda da visitare in ogni periodo dell’anno, ma l’eccitazione per il Royal Baby ha offerto un’ottima motivazione in più per pernottare in questa città nel mese di luglio”.

Per prenotare un viaggio last minute a Londra e portare così un saluto a George Alexander Louis, basta cogliere al volo una di queste promozioni** su lastminute.com a partire dall’8 di luglio 2013:

• Hilton London Metropole a partire da £140
• Hilton London Paddington a partire da £129
• Park Grand London Hyde Park a partire da £161
• The Montcalm a partire da £225
• Hyatt Regency Churchill a partire da £210

Per prenotazioni, visitare www.lastminute.com.

* Italia, Spagna, Francia, UK, Irlanda e Germania **Prezzi disponibili al momento del rilascio del comunicato

Press Contacts                                                                                                                                       lastminute.com Annamaria Calderaro,                                                 annamaria.calderaro@lastminute.com                                                                                                        Tel. 02 67 19 19  43

Mirandola Comunicazione                                                                                                                            Marco Ferrario – Laura Avanzi                                                                                  marco.ferrario@mirandola.netlaura@mirandola.net                                                                       0524 574708 +39 320 7910162 – +39 329 3978804

 

Published by:

Viaggio nel fascino del Nepal tra i templi più belli sul “tetto del mondo”

Viaggio nel fascino del Nepal tra i templi più belli  sul tetto del mondoDisteso ai piedi delle spettacolari vette dell’Himalaya, il regno del Nepal è una terra di paesaggi straordinari e antichi templi, percorsa dai sentieri più belli del mondo.

Il Nepal è un paese povero, ma ricco di bellezze naturali, di storia e di cultura. Un viaggio in queste terre vi condurrà tra i molti sentieri, alla portata di chiunque, attraverso templi e stupa, remoti monasteri e strette gole, parchi nazionali popolati dalla tigre del Bengala e dal leopardo delle nevi. La religione non è qui un prodotto di folklore da vendere ai turisti, ma l’orologio che scandisce le fasi della vita.

Il Nepal ha sempre esercitato un certo fascino nell’immaginario degli Occidentali, ma se ci andate non riuscirete più a dimenticarlo. Molti turisti, infatti, ci tornano, armati di scarponi e di voglia di conoscere e apprezzare ancor di più la complessità della sua bellezza e della sua cultura. Chiunque decida di fare un viaggio in Nepal non lo fará esclusivamente per godere della maestosità delle sue montagne e della bellezza della sua natura scalando l’Everest, praticando trekking o rafting, ma anche per conoscere la cultura, la storia, la singolarità e l’accoglienza del popolo di questo affascinante paese.

Meta turistica ambita per chi ama le vette più alte del mondo, il Nepal ha un territorio molto vario, dalle pianure calde e tropicali del Gange, alle altissime cime fredde e glaciali dell’Himalaya.
Il Nepal è come una scalinata che dalla pianura del sud porta ripida e diretta sul tetto del mondo, il monte Everest che raggiunge i 8848 m è il punto più alto del paese mentre il punto piú basso tocca i -46 m sul livello del mare. Il clima qui dipende dall’altitudine in cui ci si trova e delle località che si desidera visitare e questo incide ovviamente sulla scelta di quando andare in Nepal.

La capitale Kathmantdu, considerata per molto tempo la Firenze dell’Asia, e la valle Viaggio nel fascino del Nepal tra i templi più belli  sul tetto del mondocircostante, sono la culla della cultura nepalese e offrono mete turistiche interessantissime per architettura, storia, paesaggi, leggende. Templi e stupa ma anche i villaggi rurali, i colori, i suoni e gli stupendi panorami lasciano i turisti affascinati e coinvolti dalla spiritualità della cultura induista e buddista. Il cuore di Kathmandu è Durbar Square, racchiusa tra il fiume Vishnumati a ovest e il Ratna Park a est. Il fiume Bagmati scorre a sud, mentre Thamel, la zona di alberghi e ristoranti economici, si estende a nord. A parte Katmandu, che è il centro turistico di riferimento, Pokhara è la seconda cittá in ordine di grandezza. E’ uno dei posti incantanti del Nepal situato in una incantevole valle, in cui sono presenti i numerosi laghetti.

Seconda città della valle di Kathmandu, Patan sorge sull’altra sponda del fiume Bagmati, mostra orgogliosamente i suoi templi e va fiera dei suoi artigiani, che hanno creato lo splendido scenario della Durbar Square, secondo molti la più bella piazza del Nepal, traboccante di architettura newari. Qui si affacciano il Royal Palace, e il Jagannarayan Temple. Da visitare anche ilGolden Temple, un monastero buddhista sorvegliato da tartarughe sacre.

Oltre all’alpinismo d’alta quota, in Nepal ci si può dedicare al trekking su piste molto battute o percorrere sentieri difficili ma bellissimi in mountain bike. E’ possibile fare un bagno con gli elefanti, una cavalcata con le tigri, farsi leggere la mano o partecipare a una delle moltissime feste, religiose e non, che si tengono tutto l’anno. Sono tutte comunque esperienze uniche e irripetibili che resteranno scolpite nel cuore, una avventura da sogno.

Published by:

Ortisei: terza edizione di “Un libro – una montagna”

Ortisei: terza edizione di "Un libro - una montagna"La Casa di Cultura di Ortisei sarà teatro, dal 5 agosto prossimo, di una serie d’incontri per presentare i libri di importanti autori italiani. “Un libro – Una montagna, incontri con l’autore” è il nome dell’ormai nota rassegna letteraria che vedrà coinvolti importanti personaggi noti come Daria Bignardi, Beppe Severgnini, Michele Mirabella e Carlo Cracco.

La serie di incontri è stata pensata per offrire agli ospiti della valle dolomitica alcuni momenti in cui ascoltare una storia, godendosi il tempo del racconto, dopo aver trascorso le giornate a vivere da protagonisti nel contesto fiabesco della Val Gardena. Le canzoni di Simona Bondanza contribuiranno a dare all’atmosfera un significato di benefica leggerezza.

Il primo appuntamento, che si svolgerà lunedì 5 agosto, sarà dedicato a Carlo Cracco, chef e celebre giudice della serie Master-chef Italia. Con il suo libro “Se vuoi fare il figo, usa lo scalogno”, accompagnerà tutti gli amanti della cucina in un percorso esclusivo che permetterà di apprendere alcuni dei suoi segreti. A intervistare Carlo Cracco sarà Riccardo Bertoncelli, giornalista e scrittore appassionato di cucina.

Venerdì 9 agosto, sarà la volta di Daria Bignardi, giornalista, scrittrice, autrice e conduttrice della nota trasmissione televisiva “Le invasioni barbariche”, che parlerà della difficoltà nei rapporti sentimentali tra uomo e donna attraverso il matrimonio apparentemente felice di Arno e Sara nel libro “L’acustica perfetta”. Gianna Schelotto, psicoterapeuta e scrittrice, affiancherà la Bignardi nel corso dell’incontro.

Il 13 agosto, martedì, sarà un momento speciale. Catherine Spaack, infatti, attrice di fama internazionale molto amata dal grande pubblico non presenterà un libro, ma regalerà ai partecipanti i suoi racconti sul rapporto con il mondo del cinema e della televisione, le emozioni e i ricordi più importanti del suo percorso professionale dagli anni sessanta/settanta a oggi. Si ritorna a parlare di libri con Michele Mirabella e il suo “Cantami, o mouse”. Il professore della televisione italiana venerdì 16 agosto, nel suo libro mette a confronto i grandi miti del nostro passato e le piccole manie della nostra epoca. Ingrediente principale è l’ironia, che condisce spunti e riflessioni interessanti.

“Italia di domani” è il titolo del libro che Beppe Severgnini presenterà lunedì 19 agosto. Severgnini, scrittore e giornalista tradotto in tutto il mondo, con questo libro invita l’Italia e gli Italiani a “riprogrammarsi” attraverso le “8 T”: tenacia, talento, tempismo, tolleranza, totem, tenerezza, terra, testa. Otto parole chiave per una vita e un’Italia migliore. Antonio Caprarica, direttore della sede RAI di Londra, in “Ci vorrebbe una Thatcher” parla di un Paese in declino, considerato “il grande malato d’Europa”. L’aspetto singolare è che non si tratta, stranamente, dell’Italia, bensì della Gran Bretagna alla fine degli anni Settanta. L’arrivo di Margaret Thatcher, la Lady di ferro, con tagli alla spesa, privatizzazione delle aziende statali e deregulation risollevò le sorti del paese.

Giovedì 22 agosto. Con Nicola Dal Falco, giornalista e scrittore, si conclude questo ciclo di incontri. Miti Ladini delle Dolomiti – Le Signore del tempo, edito da Palombi Editori in collaborazione con l’Istitut Ladin Micurà de Rü, alterna il testo letterario di Dal Falco con le glosse e il saggio “Nei labirinti del tempo” di Ulrike Kindl, docente di germanistica all’Università Ca’ Foscari di Venezia, descrivendo il rapporto tra fato e destino, l’alternarsi della luce e dell’ombra, e, in definitiva, il cammino dell’anima attraverso la cosiddetta «gran passione». Di tutto ciò Dal Falco parlerà Venerdì 23 agosto. Tutti gli incontri si svolgeranno alle ore 17,30 e sono a ingresso libero.

Published by: