EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Daily Archives: July 6, 2013

Musica al femminile al Roma Fringe Festival

Musica al femminile al Roma Fringe FestivalIl tempo di un giorno; il tempo di una vita; il tempo della vita delle donne. L’immaterialità del verso poetico e l’impalpabilità della musica raccontano la concretezza della Vita da un punto di vista “rivoluzionario”.

Così, all’interno del Roma Fringe Festival la violinista Vanessa Cremaschi e la violoncellista Giovanna Famulari offrono il proprio strumento – vocale e strumentale – come veicolo attraverso il quale le parole delle poetesse della beat generation, così oneste e prive di retorica, possano tornare a vivere ed essere nuovamente carne. Una struttura elementare che cattura e rielabora – intuitivamente – la psiche di ogni donna, la sua natura più viscerale, la femminilità di Una che è la femminilità di Tutte.

Nasce in questo ambito lo spettacolo CROMOSOMA X. Nelle viscere delle poetesse beat, un viaggio della coscienza femminile che si compie attraverso i linguaggi del verso poetico, della musica e delle immagini in movimento, in programma in 3 appuntamenti, il 7, l’8 e il 12 luglio nel cuore verde dell’ottocentesca Villa Mercede a San Lorenzo.

La Beat Generation è un movimento declinato al maschile, di cui si colse molto spesso l’aspetto folkloristico a scapito delle ragioni più profonde: una rivolta per l’uguaglianza e la libertà. Le donne furono cruciali: represse nella società americana degli uomini,  impegnate per i diritti civili e la pace.

I biglietti si potranno acquistare direttamente al botteghino la sera stessa della replica al prezzo di 5€ ciascuno.

Prevendite al sito atrapalo.it                                                                             http://romafringefestival.net

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni                                                                                                     Tel/Fax 06 3225044 – Cell 328 4112014                                            elisabetta@elisabettacastiglioni.com

 

Published by:

Modica e Noto, gioielli del barocco siciliano

Modica e Noto, gioielli del barocco sicilianoScoprire i tesori barocchi della Sicilia, è un buon motivo per visitare quest’isola ricca di storia e tradizioni. A Modica e Noto si trovano alcune tra le più sorprendenti architetture del ‘600 siciliano.

Noto, come anche Modica, non è stata ancora scalfita dal turismo di massa, e il suo bellissimo centro storico è considerato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. La cittadina, arroccata su un altopiano che domina la val dell’Asinara, è nominata per il suo lunghissimo viale pedonale, costeggiato da bellissimi edifici d’età barocca.  La Cattedrale di San Nicolò è quella che balza subito agli occhi, circondata da altri suggestivi edifici, come  Palazzo Landolina e Palazzo Ducezio. Incastonato, lungo il corso, si trova il Caffè di Sicilia, che dal 1892 ad oggi ha saputo addolcire con le sue granite e gelato artigianale i palati dei netini. Le specialità offerte da questo rinomato locale, rendono omaggio ai sapori e alle produzioni tipiche di questo angolo di Sicilia. Volendo poi gustare i sapori della gastronomia locale, vicino all’elegante Palazzo Nicolaci, il ristorante I Sapori del Val di Noto, dove lo chef Vicari vi farà assaggiare il filetto di tonno in crosta di pistacchi con cavoli fritto.

Dirigendoci verso Modica, si può deviare verso un tratto incontaminato della costa dove incantevoli spiagge si alternano a paludi ricche di vita: la Riserva Naturale Orientata Oasi Faunistica di Vendicari. Qui si può visitare una vecchia tonnara e fare un bagno nelle acque incontaminate del luogo oppure fare due passi a Marzamemi, un tranquillo villaggio di pescatori dove pare il tempo si sia fermato. Risalendo, poi,  verso l’interno si giunge a Cava d’Ispica, una suggestiva gola formata da centinaia di grotte naturali, ricca di vegetazione. Continuando verso l’interno, giungiamo a Modica.

La cittadina, con le sue stradine del centro piene di vecchie botteghe e ricchi palazzi del tardo barocco e le ripide scalinate, che la collegano alla parte alta, serba nel suo interno uno dei luoghi più affascinanti della Sicilia: la Chiesa di San Giorgio, un bellissimo esempio di arte barocca siciliana. A fianco troviamo Palazzo Polara, con la sua elegante scalinata d’accesso, accoglie al suo interno una galleria d’arte permanente. Anche a Modica Alta si trovano chiese e palazzi dello stesso periodo,   come quello di Tommasi-Rosso, con il vasto portale lavorato in pietra e le splendide balconate in ferro battuto, sostenute da terrazze con le tipiche maschere  barocche. La cittadina è anche sinonimo di buona cucina e se vogliamo gustare la cucina siciliana, sia tradizionale, sia innovativa, non possiamo che sederci  alla Locanda del Colonnello.

Published by:

Alassio Regata d’Altura col Mokalito

Alassio Regata d'Altura col MokalitoTornano oggi, nella splendida Baia del sole, a regatare le imbarcazioni d’Altura, in occasione del tradizionale appuntamento velico estivo, il Trofeo Mokalito. “ Si tratta – dicono al Cnam alassino – di una veleggiata che vedrà al via barche tra i 6 ed i venti metri, in un ambiente dal punto di vista naturalistico straordinario e con scorci unici. Quest’anno abbiamo pensato di organizzare una veleggiata per condividere una giornata di festa e di sport con i propri amici appassionati di vela”.

Ad organizzare l’evento è il Cnam, con il patrocinio del Comune di Alassio e la collaborazione della “Marina di Alassio S.p.A”. Tra i favoriti il vincitore della passata edizione “ Expresso” ( Enrico e Pierdamiano Bontempo), insieme ad Alligator” ( Quarone) e “ Go-Ghi-Go” ( Frattegiani) che occuparono gli altri due gradini del podio e desiderano riscattarsi. In lizza dovrebbero esserci anche “ Tuara” ( Emanuele Fazio ) “ Kai Zen” ( Possio), “ Via col vento” ( Freilich), “Ocean Lady” ( Castrovilli), “ L’isolachenoncè” ( Mazzucchelli) “ Key West” ( Andrea Franco), “ Solange” ( Lorenzo Robba), “ Lord Jim” ( Dario Bellisario), “ Emilia” ( Betti), “ Gryszka” ( Vanni), “ Magie” ( Meaglia), “ Elbi” ( Graziani), “ Solaris III” ( Schivo), “ Atlantis” ( Francese ), “ That’Life” ( Biancotto), “ Lady F” ( Spadola), “ Ulisse V” ( Rossi), “Pisana II” ( Ferrario). La partenza alle ore 13 davanti al molo Bestoso, quindi il periplo della Gallinara e l’arrivo al largo della Cappelletta Stella Maris al porto.

In pratica si tratta di un percorso che consentirà a tutti gli appassionati di seguire agevolmente la competizione. Il tempo massimo previsto per compiere il percorso si chiuderà alle ore 18.

 

Published by:

Escursioni per far conoscere i sentieri di Andora

Escursioni per far conoscere i sentieri di AndoraUna interessante proposta per turisti e residenti viene fatta ad Andora dal Centro di Educazione ambientale comunale che, a partire da mercoledì 10 luglio, offre una serie di affascinanti passeggiate lungo i 150 km di sentieri presenti nel territorio andorese.

 Per scoprire l’entroterra di Andora, percorrendo i bellissimi sentieri panoramici, dunque c’è tempo fino al 5 settembre, in occasione dell’ ultimo itinerario previsto dal nutrito calendario in programma. Il Comune ha deciso infatti di valorizzare questi percorsi posizionando ben 260 cartelli indicatori, in corso di sistemazione, sui 150 km di percorsi, con un investimento di 60 mila euro destinati alla costante pulizia dei percorsi.

Ogni settimana, si svolgerà un’escursione diurna ogni mercoledì con partenza alle ore 16 ed una notturna ogni giovedì sera con partenza alle ore 21. Il punto di ritrovo in entrambi i casi è il Bastione lungo la passeggiata a mare..

Per partecipare alle escursioni notturne è necessario dotarsi oltre che del consueto abbigliamento comodo anche di una torcia elettrica. Questo il calendario pomeridiano:10 luglio La Via Mandamentale da San Giovanni al Duomo; 17 luglio Colle Dico: la macchia mediterranea e la vista sui due golfi; 24 luglio Salita a Capo Mele: dove girava il mulino a vento; 31 luglio Rollo: l’antico borgo dei pescatori; 7 agosto Colla Micheri – Laigueglia: lungo l’antica Julia Augusta; 14 agosto Escursione alla scoperta del Basilico nella piana; 21 agosto Salita a Capo Mele: dove girava il mulino a vento; 28 agosto Il Sentiero delle Orchidee: da Andora a Cervo; 4 settembre Colla Micheri – Laigueglia: lungo l’antica Julia Augusta. Ritrovo: tutti i martedì ore 16 dal Bastione Saraceno. Queste le escursioni notturne del giovedì: 11 luglio Salita notturna a Colle Dico; 18 luglio Colla Micheri: il regno di Thor Heyerdhal
25 luglio La pineta occidentale: alla scoperta della pineta di notte;
1 agosto Il Castello di Andora di notte: camminare nel medioevo
8 agosto Colla Micheri: il regno di Thor Heyerdhal; 15 agosto Salita a Capo Mele: la costa vista di notte; 22 agosto Rollo notturna: l’antico borgo dei pescatori; 29 agosto Colla Micheri e discesa sulla via Medioevale e 5 settembre Salita notturna a Colle Dico. Ritrovo: tutti i giovedì ore 21 dal Bastione Saraceno. Tutte le escursioni sono gratuite. Si consigliano scarpe comode e una borraccia di acqua. Per le escursioni notturne occorre essere muniti di torcia elettrica.

Le escursioni che portano a Cervo e a Laigueglia prevedono il rientro con bus di linea, con biglietto a carico dei partecipanti. Per avere ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero 3207249175.

Claudio Almanzi

Published by:

Mail Box Etc. e viaggi leggero

Mail Box Etc. e viaggi leggeroIn occasione delle vacanze estive Mail Boxes Etc. propone il servizio dedicato alla spedizione delle valigie e delle attrezzature sportive in tutta sicurezza e affidabilità e senza limiti di peso.

Partire senza il peso delle valigie: da oggi è possibile grazie al pacchetto di servizi e soluzioni di Mail Boxes Etc. “Viaggia leggero con MBE”, pensato appositamente per chi vuole muoversi in libertà e senza stress specialmente nel periodo delle vacanze estive. Mail Boxes Etc. offre soluzioni adatte ad ogni tipo di esigenza: per le mamme che viaggiano con bambini, per gruppi di più persone che si spostano con una sola auto e hanno la necessità di spedire le proprie valigie, per chi viaggia da solo ma ha la necessità di portare con sé più di un bagaglio o per chi deve spedire delle attrezzature sportive come sacche da golf, biciclette, tavole da surf.

Viaggiare leggeri non è più un lusso: con MBE è possibile viaggiare in massima libertà senza doversi preoccupare di trascinare pesanti ed ingombranti bagagli. Inoltre, grazie ad MBE è possibile evitare i costi elevati che le compagnie aeree addebitano in caso di eccedenza del limite di peso anche per solo pochi kg.

MBE ritira, imballa e recapita i bagagli a destinazione offrendo un servizio completo a 360°: •Ritira i bagagli da spedire direttamente a domicilio;
•Imballa in modo professionale valigie e attrezzature sportive utilizzando materiali specifici e
speciali;
•Spedisce con i principali corrieri espresso;
•All’arrivo dei bagagli a destinazione invia conferma di avvenuta consegna.

Al ritorno dalla vacanza è possibile richiedere, oltre alla spedizione delle valigie, anche l’invio direttamente a casa di souvenir e oggetti delicati o ingombranti acquistati nelle località di villeggiatura. “MBE Viaggia leggero” è una soluzione che consente di vivere il viaggio in assoluto relax e nel massimo comfort senza rinunciare alle proprie passioni sportive. Il servizio può essere acquistato online su www.mbeviaggialeggero.it oppure richiesto presso i Centri MBE.

Per informazioni:
Mail Boxes Etc.
Alda Rebosio, Marketing Director
Via Carlo Tenca 2 – 20124 Milano
Tel. 02 67 625 1 / Fax 02 67 625 625
mbeitaly@mbe.it

Published by:

Sardegna: Pula e la città fenicia di Nora

Sardegna: Pula e la città fenicia di Nora

Su Guventeddu

 

La Sardegna è una delle mete più ambite per l’estate 2013. In testa alla prenotazioni ed ai desiderata dei turisti italiani ma anche e sopratutto degli stranieri. Nell’isola il mare è pulito, la macchia mediterranea in questo periodo regala aromi leggiadri e nota è a tutti l’ospitalità locale. Una vacanza in terra di Sardegna ritempra e restituisce il sorriso!

Tra le mete più gettonate c’è Pula, cittadina di mare a sud ovest rispetto a Cagliari, ben collegata con il vicino Porto di Cagliari e con  lo scalo aeroportuale Mameli di Elmas.

Pula ha origini antichissime risalenti all’epoca fenicia e da poco è stata inserita in un itinerario culturale ed artistico riconosciuto dalla comunità Europea. A pochi chilometri da Pula sorge la bella , Nora è una delle più antiche fondazioni fenicie. La bella Nora nasce sui resti di un sito che risale all’epoca nuragica, poi subito dopo arrivano i fenici ed  infatti la prima stele che testimonia l’esistenza è   datata  prima metà dell’VIII secolo a.C. ed è stata posta a testimoniare la costruzione di un tempio da parte di un comandante fenicio.

Nora è situata su  un promontorio, proiettato al commercio marinaro, ma comunque riparato da eventuali attacchi esterni, proprio come tanti altri porti di antica fondazione. Nora si Si trova sul capo di Pula, separato dalla terraferma da un istmo che si estende in due punte: a ovest Sa Punta’ e Su Coloru, a est la Punta del Coltellazzo, di fronte all’isoletta omonima. La storia recente racconta che i  resti del sito sono stati scoperti quasi per caso, a fine ‘800, in seguito a una forte mareggiata, a poco a poco grazie a numerose campagne di scavo e studio Nora è tornata alla luce ma le campagne continuano perchè il sito ha ancora tanto da regalare.

Visitare Nora è un viaggio nel passato, un viaggio tra colori e sensazioni che solo qui in questo angolo di paradiso è possibile trovare, tra l’altro la cittadina fenicia è anche un Parco Archelogico fruibile grazie alle guide locali.

Il parco archeologico di Nora comprende almeno tre templi: quello del Coltellazzo (VI secolo), il più antico fra quelli conosciuti, il tempio di Eshmun, che appare nella sua veste, datagli nel V secolo, di un santuario aperto sullo sfondo del mare, e il tempio di Tanìt (IV secolo), sul colle più alto. I tre templi chiudevano il perimetro della città più antica: sotto il foro romano sono comparse le abitazioni di VII secolo a.C. Una parte della necropoli punica, ricca di corredi esposti al Museo, si può osservare lungo la strada di accesso al sito, mentre il tofet – l’area sacra – si trova sulla spiaggia dominata dalla chiesetta di Sant’Efisio. I resti fenici sono integrati nel tessuto della successiva città romana imperiale. Si ammirano resti ben conservati del teatro, dei luoghi di culto, delle terme, del foro, delle abitazioni signorili, dei mosaici, dell’acquedotto.

L’area è dominata dalla torre spagnola del Coltellazzo, in una posizione di grande valore paesaggistico. Se è aperta vale la pena salire fin su in cima. La vista sull’area archeologica, su mare e vegetazione circostante è davvero impagabile. Le fondazioni della torre poggiano sui resti di antiche strutture dell’acropoli di Nora, dette Castellas. Dalla seconda metà del XVI secolo la torre doveva difendere le insenature e le peschiere da assalti corsari ed era in contatto visivo con quelle di Cala D’Ostia, San Macario e del Diavolo.

Pula è un comune piccolo ma ai turisti può offrire molto: 20 chilometri di costa fra spiagge di sabbia bianca e baie in promontori rocciosi, 7mila ettari di foreste e la natura del vicino Parco nazionale del Sulcis. Le possibilità di soggiorno spaziano nel centro abitato dal B&B all’agriturismo, dall’hotel alle villette. Strutture tutte recenti che si affacciano direttamente sul mare o sulle piazzette della città, fra i negozietti di artigianato e le decine di locali: ristoranti tipici accanto a bar più moderni e di tendenza. Un’offerta che incontra le esigenze di diversi tipi di turisti, coppie e gruppi di amici ma sicuramente anche famiglie, dato che tutto è a dimensione d’uomo. La città si percorre a piedi, di sera nella piazza principale spesso si svolgono danze folkloristiche e non mancano le fiere e i mercatini, anche di gastronomia.

Le spiagge sono di grande bellezza: c’è quella riservata di Nora con la vicina laguna dove sostano e nidificano diverse specie di uccelli, in primis il raro gabbiano corso. Ci sono poi la spiaggia di Santa Margherita di Pula, adatta a famiglie grazie all’acqua poco profonda e alla sabbia e ai surfisti per via del vento; Cala d’Ostia, una caletta un po’ più selvaggia con sabbia chiara di grani e ghiaia con scogli di varia grandezza e acqua anche molto profonda; Pinus Village, in una caletta circondata da una fitta macchia mediterranea.

(fonte Ansa)

Published by:

Sardegna Ollollai nella “Estate nella terra di Ospitone” “Auto e moto d’epoca Fiat 500”

Sardegna  Ollollai nella "Estate nella terra di Ospitone" “Auto e moto d'epoca Fiat 500”Domani, domenica 7 Luglio,  Ad Ollolai, in provincia di Nuoro, si tiene il raduno delle Fiat 500. La manifestazione, rientra all’interno del ricco cartellone di “Estate nella terra di Ospitone”. Si tratta dell’ottavo raduno di vetture d’epoca, voluto dal “Club 500”.

All’evento saranno presenti anche moto d’epoca ed un gruppo di auto storiche provenienti dal Piemonte, esattamente da Alessandria.

L’appuntamento è per il 7 Luglio ad Ollolai alle ore 09.30 per poi iniziare il giro turistico che condurrà i partecipanti al Lago Cucchinadorza e ad Olzai. Dopo un rinfresco, si rientra ad Ollolai, dove, dopo il pranzo, avverrà la premiazione.

Ollolai, caratteristico paese di Sardegna,  è immerso in una natura incontaminata e selvaggia, ricca di boschi e acque. E’ un centro nel quale si conservano tenacemente antichi saperi e tradizioni come quelle della lavorazione dell’asfodelo e del legno. Questo borgo montano è noto per la pratica de “S’istrumpa”, una lotta già presente in epoca nuragica e ancora praticata nel rispetto della tradizione.

Da Ollolai si possono organizzare svariate escursioni, come quella verso il lago di Cucchinadorza, dove si può ammirare un ambiente naturale di alto profilo e la località nota come S’Asisorgiu. Da questo punto lo sguardo spazia fino alle coste e al mare, regalando panorami indimenticabili. Inoltre, dall’abitato si raggiunge il lussureggiante Monte di San Basilio, dove sorge la Chiesa campestre dedicata al Santo e numerosi resti archeologici. Infatti, proprio in questo territorio si rintracciano i primi nuclei del centro che sarebbe poi diventato Ollolai.

“L’Estate nella Terra di Ospitone Ollolai 2013”  si svolge dalla primavera e le prime settimane dell’autunno, con un programma di manifestazioni da giugno a ottobre, organizzato dalla Pro Loco di Ollolai in collaborazione con le Associazioni Culturali di Ollolai e dell’Amministrazione Comunale di Ollolai.

Questo il programma a partire da domenica 7 luglio

13 LUGLIO 2013
12° PALIO DEGLI ASINELLI – 10° PALU DE SOS VIHINADOS
Pro Loco di Ollolai

15 -27 LUGLIO 2013
TORNEO DI CALCETTO “5° Memorial Gianni Boi”
Gli Amici del Calcio

28 LUGLIO 2013
17° MOTORADUNO CITTÀ DI OLLOLAI
Bar Ristorante Pizzeria “Azzurra”

3 AGOSTO 2013
TORNEO REGIONALE DE SA MURRA
Comitato Leva ’95

17 AGOSTO 2013
9° GIMKANA BARBAGIA DI OLLOLAI
Barbagia Rally Ollolai

23 – 26 AGOSTO 2013
FESTA DI SAN BARTOLOMEO
Comitato Leva ’95

25 AGOSTO 2013
ESIBIZIONE PARIGLIE
Associazione Pariglias Ollolai

26 AGOSTO 2013
ANNIVERSARIO DEL CROCIFISSO DI OLLOLAI
Associazione Paris – Agriturismo Palai
in coll.ne con gli Emigrati di Ollolai

1 SETTEMBRE 2013
FESTA CAMPESTRE DI SAN BASILIO
Comitato Leva ’73

8 SETTEMBRE 2013
3° EDIZIONE UOMO-CAVALLO
Associazione Amici del Cavallo

21 SETTEMBRE 2013
GIORNATA ECOLOGICA “Puliamo San Basilio”
Pro Loco di Ollolai

29 SETTEMBRE 2013
FESTA PATRONALE DI SAN MICHELE
Gruppo Folk “Balladores”di Ollolai

12-13 OTTOBRE 2013
MANIFESTAZIONE PASTORES TENORES
Comune di Ollolai

20 OTTOBRE 2013
TROFEO INTERREGIONALE
Polisportiva Barbagia Ollolai – Settore Tae Kwon Do

Telefono per informazioni: 345.1033 433

Mail per informazioni: info@prolocoollolai.it
Sito internet: http://www.prolocoollolai.it

Published by:

Maratea Film Festival 2013: il Cinema che verrà

Maratea Film Festival 2013: il Cinema che verràAl via, dal 7 al 10 luglio 2013, la quinta edizione del “Maratea Film Festival”, presso l’Hotel Villa del Mare di Maratea, una delle ‘location’ che ha segnato importanti manifestazioni e premi negli anni ’70 e ’80.
Il tema di quest’anno ‘Il Cinema che verrà: cultura, workshop, incontri, musica ma soprattutto proiezioni in anteprima grazie alla partnership con ANICA.
“I film che presenta il “Maratea Film Festival” – evidenzia il Direttore artistico, Gianni Celata – sono ispirati al suo sottotitolo: “Il Cinema che Verrà”, nel senso che vengono presentate anteprime di quel filone chiamato cross over art house, cioè film di qualità che guardano però al grande pubblico. Film che sono nelle corde nella migliore produzione italiana, capaci di coinvolgere il pubblico e entrare nei circuiti internazionali”.
Tra le opere presentate: “Alex Cross” di Rob Cohen; in anteprima italiana “Andalusia Mon Amour”, primo lungometraggio di Mohamed Nadif; “La città ideale” di e con Luigi Lo Cascio; “Il Pasticciere” di Luigi Sardiello; la pellicola drammatica “Una donna a Berlino” di Max Färberböck; “Transeurope Hotel” diretto dal musicista e scrittore Luigi Cinque e “Italian Movies”, pellicola d’esordio del regista milanese Matteo Pellegrini.
Non solo cinema: l’evento sarà ricco di incontri e approfondimenti. Inaugurerà la manifestazione Manuel De Sica che restituirà un inedito e privato Vittorio attraverso il libro omaggio “Di figlio in padre”.
“Dopo 5 anni – dichiara il Presidente dell’Associazione Maratea Festival, l’Avvocato Manuela De Filippo – Maratea Film Festival, inteso come processo creativo che si articola durante tutto l’arco dell’anno, vede il suo consolidamento. Saluto con felicità la possibilità di presentare al nostro pubblico delle opere cinematografiche in anteprima e dei contenuti di assoluta qualità, nonostante le difficoltà organizzative e i ritardi amministrativi degli enti territoriali che hanno spesso minato la realizzazione del progetto. Ma la passione di tutto il team ha reso possibile il concretizzarsi anno dopo anno di questo ambizioso sogno. La speranza è quella di rendere il Maratea Film Festival sempre di più un punto di riferimento per gli addetti ai lavori e per le nuove generazioni che potranno trovare in questa factory creativa un veicolo di formazione legato alle professioni dell’audiovisivo in Basilicata. Obiettivo 2014: caratterizzare e rendere sempre più distintiva e riconoscibile la manifestazione legandola al rapporto con la musica. Maratea Film Festival 2014: cinema e musica”
Durante la serate la musica sarà protagonista con il jazzista jamaicano Kenn Bailey che reinterpreterà e farà proprie le composizioni musicali di Ennio Morricone; Antonio Sorgentone, Ras Noiz & Rossano Baldini, Monotype & Carlo Conti, verranno consegnati i premi AGAMAR, un riconoscimento per il talento di attori, registi e protagonisti del mondo del cinema.

Published by: