EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Daily Archives: April 4, 2013

Albenga: dal 6 aprile si parte per itinerari sacri della fondazione San Michele onlus di Cuneo

eacfe4b1c1ALBENGA- Una serie di gite ed escursioni per conoscere il patrimonio devozionale, storico e culturale dell’entroterra ligure e del Basso Piemonte: è questa in estrema sintesi la proposta della Fondazione San Michele Onlus, che ha presentato il programma delle visite culturali volte alla conoscenza ed alla valorizzazione del grande patrimonio spirituale, storico e artistico dei Beni Culturali Ecclesiastici della provincia di Cuneo e dell’entroterra ingauno. Ceva, Mondovì, Calizzano, Alto, Caprauna e le ricchezze artistiche delle diocesi cuneesi saranno le mete della sesta edizione di questa importante proposta che le Diocesi della Provincia di Cuneo rivolgono a quanti sono interessati a conoscere il patrimonio artistico di un’ampia area estremamente eterogenea dal punto di vista del paesaggio, delle tradizioni, delle manifestazioni culturali ed artistiche. “ Si tratta- dicono gli organizzatori- di venti itinerari e tre escursioni a piedi che si svolgeranno tra aprile e novembre a cui si aggiungerà un appuntamento a dicembre in concomitanza con le festività natalizie, sul tema della Natività. Alcuni itinerari faranno conoscere alcune importanti confraternite sodalizi laicali esistenti sin dal Medioevo, che hanno caratterizzato nei secoli la storia delle nostre comunità e segnato il territorio con interessanti edifici di culto sede dei riti religiosi e dell’attività di mutuo soccorso dei confratelli. Alcuni itinerari apriranno le porte di oratori e confraternite che recano al loro interno tracce della storia di queste associazioni e preziose testimonianze artistiche”. Itinerari e visite riguardano chiese e monumenti appartenenti alle diocesi di Cuneo, Alba, Fossano, Mondovì e Saluzzo. Il primo itinerario è in programma sabato 6 aprile ad Alba: “ Il culto della Croce nella Diocesi di Alba” ne è il titolo.
Per avere maggiori informazioni sulle iniziative e gli itinerari è possibile consultare l’elenco ed il calendario delle aperture presente all’interno dell’opuscolo che è scaricabile dal sito  www.fondazionesanmichele.it.
CLAUDIO ALMANZI

Published by:
Puglia

Ponte 25 aprile: Salento, un territorio a tutto turismo, Festa Dieta Med-Italiana a Lecce dal 24 al 28 aprile

Ponte 25 aprile: Salento, un territorio a tutto turismo, Festa Dieta Med-Italiana a Lecce dal 24 al 28 aprileNel “Territorio dell’anno 2013” hotel, b&b, masserie, ristoranti e bar accolgono turisti e buone forchette al Festival della Dieta Med-Italiana

  

Se il Salento è stato eletto “Territorio dell’Anno 2013” una parte del merito va sicuramente alle sue tradizioni gastronomiche e al suo storico attaccamento alle buone e sane abitudini alimentari dettate della Dieta Mediterranea. Inoltre, se il movimento che più di ogni altro ha acceso i riflettori sul rilancio dello stile di vita e alimentare più famoso del mondo, riconosciuto dall’Unesco nel 2010 quale “Patrimonio immateriale dell’Umanità”, è nato proprio in questo territorio una ragione dovrà pur esserci. Parliamo del movimento “Dieta Med-Italiana” e di tutte le sue attività per un Italia da “tripla A”, agricoltura, alimentazione, ambiente.    

Evento clou del movimento è il “Festival della Dieta Med-Italiana” che avrà luogo a Lecce dal 24 al 28 aprile e quindi  quest’anno il “ponte” del 25 aprile, oltre che lungo, nel Salento si preannuncia hi quality (alta qualità nei prodotti e piatti della tradizione) e low cost(prezzi ribassati nelle strutture ricettive, nei ristoranti e persino nei bar). Il Festival è una ricca kermesse che ospiterà in cinque giorni esposizioni, degustazioni, incontri con buyer ed importatori, presentazioni, corsi di cucina e tante altre iniziative che nel complesso si traducono in occasioni culinarie a cui turisti e buone forchette potranno partecipare assaggiando, nel vero senso della parola, il Salento e le sue espressioni gastronomiche più tipiche e tradizionali. 

Con “Vado, l’assaggio e torno” oltre 100 strutture ricettive del territorio (resort, hotel, masserie, b&b, etc.) offrono tariffe ribassate a tutti coloro che sceglieranno di visitare il Festival e di soggiornare a Lecce e nel Salento. Si parte dagli hotel di gran pregio (alcuni a 30 euro a persona per notte) fino ai tanti piccoli e accoglienti b&b disseminati su tutto il territorio (anche a 20 euro per notte).

Con Menutipico Salentino”  i ristoranti e le trattorie della città offriranno ai clienti nel periodo del festival un menu a parte, a prezzo ridotto e fisso, comprendente una rosa di piatti strettamente riconducibili alla buona e sana Dieta Mediterranea specificatamente salentina. Sono previste sia pietanze preparate con ingredienti e modalità nel rigoroso rispetto delle antiche usanze che nuove elaborazioni e rivisitazioni che non si discostano però dalle consolidate abitudini gastronomiche locali. Antipasti, primi, secondi, contorni e vino, di “terra” e di “mare”, nella maggior parte dei casi preparati con prodotti locali, a km 0. Un vasto ventaglio di scelte e di sapori che permetteranno a chiunque in pochi bocconi (e con pochi denari) di cogliere a pieno l’essenza alimentare del Salento. I turisti, i visitatori e chiunque altro voglia approfittare dell’iniziativa non dovranno fare altro che leggere la locandina di “Menutipico Salentino” che i locali esporranno all’esterno e su cui indicheranno sia la rosa delle pietanze offerte che il relativo prezzo.

Mentre con “Aperitipico Salentino” anche i bar faranno la loro parte servendo un bicchiere di vino locale, bianco, rosato o rosso a scelta, accompagnato da stuzzichini e assaggini scelti tra le tante risorse tipiche del territorio, dalle friselline ai tarallini, alle olive, ai sottoli e alle mini porzioni di rustici e altre sfiziose prelibatezze gastronomiche. Anche l’Aperitipico Salentino avrà un prezzo fisso ed una specifica locandina che l’operatore esporrà al pubblico.


Con questa formula del’ “hi quality” abbinato al “low cost”, i promotori del Festival, l’Istituto “Galilei Costa” di Lecce affiancato dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce, dalla locale Camera di Commercio e dal Comune di Lecce, non nascondono di puntare al tutto esaurito per il periodo in questione.

Alcuni riferimenti utili:

Territorio dell’Anno 2013: www.repubblicasalentina.it/territoriodellanno.html

Vado, l’assaggio e torno: www.dietameditaliana.it/festival/turismo.html  

Published by: