EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

  • Il trekking e la Puglia che affinità hanno?

    Il trekking e la Puglia che affinità hanno?

    Se parliamo di trekking, ci immaginiamo grandi camminate su sentieri che si arrampicano in cima a montagne dai panorami mozzafiato. Per carità, non per gli appassionati di trekking ma per gli amanti della montagna, allenati ai sacrifici, in grado di camminare per ore e ore senza sentire fatica e stanchezza, il trekking da montagna resta sicuramente l’esperienza più stimolante da fare.

    Se però amate un paesaggio più bucolico e vi piace camminare ma a un ritmo più tranquillo e godere delle bellezze del luogo, allora potete sicuramente avere un’alternativa diversa in una terra soleggiata e passionale come la Puglia.

    Immaginate per un attimo di respirare profumo di Grecia, in una porzione di territorio che dalle Colonne d’Appia che guardano il mare, si inoltra fino al cuore pulsante della Puglia. Di cosa stiamo parlando? Parliamo di percorrere la via ellenica che unisce Brindisi a Matera.  E se pensate che la bellezza di questo itinerario termini e finisca in questa avventura sbagliate di grosso. Il bello deve ancora venire e come nei tempi antichi, il viandante o appassionato di trekking viene accolto respirando sensazioni, situazioni e profumi di un tempo antico.

    Proprio per questo motivo se percorrerete questo itinerario non potrete sottrarvi al rito del dais, il banchetto di condivisione. Se vi piace il vino potrete bere questa deliziosa bevanda in delle coppe tradizionali chiamate kylix. La bellezza di questo rituale non si interrompe certo così. Sarà infatti possibile brindare recitando l’antica formula :”  stin ygeià sas….opà”.

    Se pensate che il clima non richiami a sufficienza i fasti di un passato di cui non è rimasto neanche il ricordo, allora preparatevi a ricevere il testimonium, l’equivalente della Compostela di Santiago arrivati a metà cammino.

    Qua in questa terra baciata dal sole, dove regna incontrastato l’ulivo, la pioggia che Zeus manda, rende fecondi i grappoli. In questa terra e in questa dimora, l’anima del viandante troverà il giusto ristoro e il giusto riposto. Non vi è venuta voglia di scoprire la magia di questi luoghi dopo aver sentito tutto quello che è stato organizzato per il turista che decide di recarsi in questi luoghi?

    Il trekking certo è importante, sicuramente la nostra camminata di ore e ore ci potrà solo fare bene, il nostro respiro lento, ritmico, cadenzato dal nostro camminare sarà l’elemento più importante di questa avventura che inizia. Ci raccomandiamo di indossare delle buone calzature per camminare e i migliori calzini da trekking che avete.

    Non possiamo però rimanere insensibili al fascino di una terra come la Puglia che da sempre promette di avvolgerci in questa magia storica, fatta di situazioni che richiamano un passato che non c’è più ma che può essere ricreato in ogni minuto della nostra storia.

    Così come un antico viandante, andiamo alla scoperta della Puglia e della bellezza del suo territorio, senza per questo sapere cosa troveremo al nostro arrivo ma con la promessa di un territorio che saprà scoprire sapori e colori sepolti dal tempo.

    In fondo la bellezza di una camminata è rappresentata anche da questo, dal parlare di un territorio al suo turista che fa capolino tra le sue bellezze locali.

    Continue reading

    Published by:
  • Itinerari del gusto: dal Monferrato al Lago d’Orta

    Gli itinerari del gusto sono un modo per viaggiare, mangiare bene, scoprire il territorio e divertirsi. Per questo sono sempre più ricercati ed apprezzati da varie tipologie di viaggiatori, in Italia così come in vari altri paesi del mondo. Ci sono molti modi per scoprire le bellezze e le tradizioni del Piemonte, tra questi anche cercare la vera essenza della regione nel piatto, gustandone alcune gustose tipicità enogastronomiche.

    Si moltiplicano programmi televisivi, siti internet e pubblicazioni, come l’ormai famosa guida Michelin, dedicata a ristoranti, piatti tipici e tradizioni enogastronomiche del territorio. Si viaggia sempre più spesso anche per scoprire nuovi sapori, che frequentemente sono legati a doppio filo alla storia e alle tradizioni dei luoghi. L’Italia da questo punto di vista è in grado di regalare straordinarie soddisfazioni, in ogni singola regione, nelle grandi città così come nei più piccoli e sperduti borghi.

    Continue reading

    Published by:
  • Mare paradisiaco e natura incontaminata? Scegli la Sicilia

    Quando si pensa ad una bella vacanza riposante al mare tanti, troppi, decidono di esplorare il mappamondo cercando mete esotiche lontane dimenticando che le spiagge e i panorami naturali più suggestivi sono proprio a due passi da noi, nel nostro Paese. È questo il caso della Sicilia una terra bella e sorprendente ricca di storia, curiosità e di cultura. Per questo approfitta delle offerte per imbarcare gratis la tua auto per la Sicilia e leggi tutte le curiosità che ti aspettano una volta che ci avrai messo piede.

    Continue reading

    Published by:
  • I percorsi di pellegrinaggio più belli d’Europa

    L’Europa propone numerose mete di grande fascino per turisti e viaggiatori e anche per i pellegrini. Sono veramente numerosi i percorsi che fedeli o persone alla ricerca di un cammino spirituale, possono intraprendere in vari paesi del vecchio continente.

    Tra i più celebri e noti ai più, impossibile non citare il Cammino di Santiago, ma l’Europa ne ha molti altri da offrire, ad ogni genere di viaggiatore, che desideri mettere alla prova la propria resistenza e vivere un’esperienza senza dubbio emozionante e arricchente, sotto vari punti di vista.

    Continue reading

    Published by:
  • ALLA SCOPERTA DELL’ANTICA PAESTUM

    Situata sulla penisola salernitana, Paestum ospita alcuni dei templi greci antichi meglio conservati al mondo. Pertanto, è giusto che questo antico complesso sia stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e un’attrazione principale per i visitatori in Italia.
    Paestum ti incanterà con la sua atmosfera da vecchio mondo e la squisita architettura antica. È un “must visit” per i viaggiatori che stanno facendo un tour classico italiano! Il complesso è costituito da tre templi greci ossessionanti che si fondono naturalmente nella campagna italiana. Nel VI secolo, i coloni greci costruirono questi templi e la città che li circondava. La città fu prima chiamata Poseidonia, o la Città di Poseidone, e poi fu ribattezzata Paestum.
    Durante il IX secolo, la malattia della malaria causò numerosidecessi e devastazioni alla popolazione. I sopravvissuti fuggirono dalla città e Paestum alla fine fu dimenticata. Dopo essere stati inosservati per diversi secoli, i templi di Paestum furono portati all’attenzione dell’opinione pubblica nel 18 ° secolo, quando fu costruita una strada attraverso l’area. Non ci è voluto molto perché storici e viaggiatori comprendessero l’importanza di Paestum e dei suoi Scavi (sito archeologico) nella storia umana e nell’architettura classica.

    Continue reading

    Published by:
  • Settore turismo: polo aeroportuale del Nord Est in netta crescita

    Arrivano dati positivi dal Polo Aeroportuale del Nord Est. Nel 2019 il polo aeroportuale avrebbe visto infatti un flusso di 18.454.413 passeggeri, con un incremento niente meno che del 2,8% rispetto al 2018. A rendere possibile tutto questo, è stata senza alcun dubbio la gestione coordinata che ha permesso di sviluppare e di valorizzare al meglio le potenzialità di ogni singolo aeroporto e di garantire un servizio impeccabile su tutto il territorio. Andiamo a vedere un po’ più nello specifico i dati relativi agli aeroporti del Polo del Nord Est, Venezia quindi, Treviso, Verona e Brescia riportati dal magazine Nord Est Business e Imprese.

    Continue reading

    Published by: